E sono 80 per John

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8138
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

E sono 80 per John

Messaggio da Hairless Heart » 09/10/2020, 19:14

Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 602
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: E sono 80 per John

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 10/10/2020, 10:32

Happy birthday Mr John Winston Lennon! 80 IF......
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1570
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: E sono 80 per John

Messaggio da twoofus » 11/10/2020, 17:38

You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1525
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: E sono 80 per John

Messaggio da aorlansky60 » 14/10/2020, 9:18

Sei stato un GRANDE caro John,

continui ad esserlo anche ora e continuerai ad esserlo ancora in futuro,
allietando me (come miliardi di altre persone presenti e future) all'ascolto della tua musica.

Come tutti, nella maggioranza del mondo "occidentale" la cui filosofia di pensiero è "far soldi, sempre e ancora di più", anche tu non facevi eccezione; quand'eri giovane pensavi di creare una band di successo per ottenere "fama, donne e soldi" (parole tue, ricordi?...) ma almeno tu di sei distinto da faccendieri, procacciatori, furbastri e speculatori senza scrupoli tutti quanti privi di onore e dignità, perchè tu i soldi li hai fatti con l'arte, la tua arte, che si è distinta a sua volta dalle altre proposte musicali contemporanee. E che ancora oggi, dopo così tanto tempo, risplende sempre.

Avevi un animo candidamente ingenuo e sincero, sempre pronto alla "crociata" per una causa che ritenevi giusta; a volte puoi anche aver fatto ridere dallo scherno per certe tue prese di posizione "scomode e indelicate" non comprese dalla maggioranza della gente, specie quando hai voluto scrollarti di dosso l'ingombrante peso del glorioso passato, quando tutti loro non capivano che tu cercavi di aprire gli occhi della gente e dell'opinione pubblica sui VERI PROBLEMI della civiltà moderna... Drogati dal "sistema" che propone subdoli "modelli" per mantenere tutti quanti nel gregge, tutti quanti loro volevano continuare ad avere un idolo da adorare (come lo eri quando fosti un "Beatle") e non capivano ciò che intendevi quando scrivesti "I was the Walrus, now I'm John. The dream is over.".

Sei stato un uomo straordinario. Come tale sarai ricordato.

"Tutti quanti sognano,
tutti quanti vogliono essere superstar,
perchè gli eroi in celluloide non soffrono mai,
perchè gli eroi in celluloide non muoiono mai.
" (Ray Davies)
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2495
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: E sono 80 per John

Messaggio da Lamia » 15/04/2021, 16:06

Ieri sera hanno trasmesso su Rai 5 ( si puo’ rivedere su RaiPlay ), “Gimmie some Truth”, “Imagine” cinquant’anni dopo.

Un documento sulla realizzazione dell’album “Imagine”, avvenuto nel 1971 in studio con la band, il rapporto di Lennon con Yoko Ono che , tra l’altro, e’ la produttrice del documentario, realizzato nel 2000.

Vedere all’opera un artista cosi geniale come Lennon e’ qualcosa di emozionante, e mi ha ri-confermato che l’artista vero non ha bisogno di grandi effetti speciali, di aggrapparsi a voli pindarici virtuosi, sta tutto li, nella sua testa! [hearts]
John dirige la band e si percepisce che la musica, le canzoni, i ritmi, le tonalità’ e chi piu’ ne ha , sono dentro di lui, l’unico parere che chiede e’ quello della Yoko :roll: .

A parte la stanza piena di fumo :D , i musicisti appaiono tranquilli, il produttore sempre sull’attenti, ma John , oltre che simpaticissimo, appare sereno, immerso nel suo mondo fatto di musica, e’ veramente fantastico ammirarlo!

Riguardo il video di “Imagine” non sapevo che John volle che una casa in stile coloniale fosse trasportata, nel vero senso del termine :D , dalla terraferma su un’isoletta verde, pazzesco! Beh e’ John Lennon [hearts]

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1525
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: E sono 80 per John

Messaggio da aorlansky60 » 16/04/2021, 10:16

@ Lamia

...l'ho (ri)visto anch'io l'altra sera (ne posseggo il DVD ma alcune Tv lo trasmettono ogni tanto, e quando so che è in palinsesto non me lo perdo...);

riguardo il video promozionale girato per la title-track "Imagine" avrai notato che la sala del palazzo (Tittenhurst Park, un edificio in stile tardo periodo Giorgio III, dove visse con Yoko dal 69 al 71 -prima di andare a vivere con lei a NYC- nel quale allestì uno studio di registrazione dove venne registrato quasi tutto il materiale per l'album "Imagine") è tutta bianca: Pareti bianche, tende bianche... quello fu infatti il periodo "bianco" di John, gli piaceva quel colore, vestiva di bianco (non per l'occasione del promo, ma Yoko indossa un abito bianco...); nella tenuta di quella sua proprietà, verso la fine di Agosto 69 appena terminate le sessions per l'album "Abbey Road" che sarebbe stato pubblicato da lì a poco, furono scattate le ultime celebri foto che ritraggono i quattro Beatles insieme per l'ultima volta, immersi nel verde del parco...

il film è interessante perchè ci mostra molto da vicino l'interazione tra John e gli altri collaboratori che scelse per l'occasione:

Phil Spector nel ruolo di produttore (aveva appena lavorato per produrre il triplo album di Harrison con ottimi risultati, e John ne conosceva e ne apprezzava le capacità), George Harrison (grandioso il suo assolo di elettrica per "Gimme some truth" come in altri parti dell'album), l'immancabile Nicky Hopkins (un ospite fisso del periodo per i dischi solo di Lennon e Harrison, entrambi conoscevano bene le qualità di quel tastierista, e non solo loro due...), Klaus Woorman al basso (vecchio amico dei Beatles dai tempi di Amburgo che successivamente imparò a suonare il basso ed ebbe successo entrando a far parte della rock band Manfred Mann) e Alan White alla batteria (uno dei primi collaboratori scelti da Lennon già dal concerto di Toronto nell'autunno 69 nella prima incarnazione della Plastic ONO Band, anni dopo lo vedremo confluire negli YES in sostituzione di Bill Bruford)...

il filmato non manca di illustrare anche alcuni momenti al di fuori dallo studio, nei quali Lennon e Harrison non mancano di fare humour e sarcasmo quando il discorso tra i due vira inevitabilmente nei ricordi Beatlesiani ancora caldi... il brano "al veleno" (nei confronti di Paul) "How do you sleep?" venne concepito durante quel periodo, ed Harrison ne ebbe parte nella stesura del testo per alcuni spunti, insieme a Lennon quale maggiore autore (è particolare di quella canzone, quando egli spiega agli altri della band, mentre la provano "dovete suonarla più "cattiva", questa è una canzone cattiva!..."); sebbene in futuro lo stesso Lennon negherà essere Paul il primo destinatario ed ispiratore di quei versi -arrivando perfino a dire che era diretta a se stesso- sappiamo benissimo [smile] "chi" era "quel beatle" a cui erano dedicati quei versi... [smile]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2495
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: E sono 80 per John

Messaggio da Lamia » 21/04/2021, 8:59

Grazie per i dettagli Aor! [happy]

Avevo dimenticato di citare la presenza di Harrison :oops: ! Si percepisce il suo grandissimo talento, grazie a queste immagini eccezionali, non ce ne sarebbe bisogno ovviamente, pero’ l’atmosfera intima , il dialogo con John , il suo intuito con la chitarra nel cercare le note, l’interazione con la band etc. . Momenti che , almeno per me, ti fanno capire ulteriormente la grandezza!

Riguardo il colore bianco, certo l’avevo notato, grazie perche’ non sapevo il motivo, nel video di Imagine mi e’ sempre piaciuto anche l’abito bianco indossato da Yoko.

Rispondi