Il Gigante Gentile

Moderatori: Watcher, Harold Barrel, MrMuschiato, Hairless Heart

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da Progknight94 » 05/11/2011, 19:14

Premettendo l'assoluta sterilità di un tale primato, si, un bello scontro. Io tifo Cremisi, tu Baffoni, tutto lì [smile]

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da reallytongues » 17/12/2011, 18:32

Premettendo che non amo molto il progressive (almeno negli ultimi anni) dopo i King Crimson (irraggiungibili) ci metto proprio il Gigante come gruppo prog preferito.
La loro musica mi colpisce per il giusto connubio di pulizia formale e potenza espressiva, anche nei momenti più barocchi riescono sempre a essere sanguigni, così come nei momenti più romantici riescono a essere pacati e misurati. Insomma sono abilissimi nel dosare la loro garnde capacità tecnica e il grande bagaglio stilistico. [chin]
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da Progknight94 » 17/12/2011, 19:13

Non a caso nei 70 quando chiesero a Zappa cosa stava ascoltando in quel periodo, lui rispose "...the Gentle Giant" [hearts]

Avatar utente

prog91
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/07/2011, 21:55

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da prog91 » 19/12/2011, 17:22

Io ion questo periodo sto ascoltando molto Octopus, davvero grande album, fra l'altro il primo dei Giant che ho ascoltato.
Più che le sonorità cattive [smile] come diceva reallytongues mi colpiscono molto gli intrecci di voci (STRANISSIMI) che riescono a fare. Sono molto tecnici, ma per nulla stucchevoli... La loro musica mi rilassa molto :mrgreen:
Anche Three Friends è molto bello. Però Octopus mi piace di più. E pensate che dura solo 28 minuti!

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da drumboy95 » 19/12/2011, 18:12

prog91 ha scritto:Io ion questo periodo sto ascoltando molto Octopus, davvero grande album, fra l'altro il primo dei Giant che ho ascoltato.
Più che le sonorità cattive [smile] come diceva reallytongues mi colpiscono molto gli intrecci di voci (STRANISSIMI) che riescono a fare. Sono molto tecnici, ma per nulla stucchevoli... La loro musica mi rilassa molto :mrgreen:
Anche Three Friends è molto bello. Però Octopus mi piace di più. E pensate che dura solo 28 minuti!

tsk...il mio dura 34...
il mio preferito di loro

Avatar utente

prog91
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/07/2011, 21:55

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da prog91 » 21/12/2011, 14:31

Qual è?

Avatar utente

aorlansky60
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 373
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Il Gigante Gentile

Messaggio da aorlansky60 » 14/01/2019, 12:16

Erano così straordinariamente GENIALI, sia per tecnica esecutiva che per capacità creativa nella composizione, da essere TROPPO AVANTI e TROPPO RAFFINATI per il gusto del pubblico dei contemporanei di allora che non riuscì a comprenderne appieno il lustro musicale (infatti la madre patria non li amò mai; gli USA nemmeno, e quelli rappresentavano i 2 principali mercati discografici, quando ancora le vendite di dischi erano fattore importante per un professionista nel campo musicale);

imprescindibili quando si tratta di PROG;

per coesione tra i membri della band (oltre che per virtuosismo tecnico e capacità creativa conseguente, come ho già detto) sono stati i più grandi [per quanto mi riguarda] in campo Prog, insieme a YES e ELP;

ascoltando i loro dischi, a volte si aveva come l'impressione che fossero in 12, non in 6 o in 5, tanto e tale era la complessa massa orchestrale che riuscivano a distribuire.

Ascoltandoli, molto spesso mi danno l'impressione di MENESTRELLI MEDIOEVALI per l'uso delle voci, altra caratteristica in cui eccellevano.

Per chi - come ascoltatore - è riuscito a spingere le esigenze dei propri gusti oltre il 4/4ti del rock classico tradizionale, qui c'è pane per i propri denti; E CHE PANE!

Peccato solo che siano durati solo lo spazio di un decennio, avercene ancora oggi e di più, di dischi come quelli che hanno saputo fare!
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi