Beghe da cortile da forum

Spazio di riflessione dedicato a discussioni meta-musicali o che toccano diversi generi musicali contemporaneamente.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Beghe da cortile da forum

Messaggio da Hairless Heart » 12/11/2018, 17:20

Il nostro forum, oltre ad essere assai Vintage e in buona misura Rock, tratta la materia musicale a largo raggio, non approfondendo quasi mai questo o quest’altro artista.
Ma alcuni di noi hanno frequentato altri siti, monotematici, dove le beghe da cortile erano all’ordine del giorno.
E se da una parte “John era il capo carismatico, sue le canzoni più significative…..NO! Paul era più dotato e ha scritto le canzoni più famose”,
dall’altra “Esistono solo i Genesis di Peter, gli altri non li considero proprio……NO! Sono i Genesis anche quelli di Mama, e poi Phil è un cantante più migliore”.
E di conseguenza, dispute tra fazioni contrapposte, che neanche ai tempi dell’antica Toscana.
Di quale di queste dispute ve ne frega maggiormente niente?
E ce ne sono altre, appassionanti come queste?
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2159
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da theNemesis » 12/11/2018, 17:58

Riformula le domande please... :D Anzi... riformula la proposta di topic... non c'ho capito nulla... [chin]
Dancing on time way...

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lamia » 12/11/2018, 18:18

Ha ha, non offenderti Hairless, ma idem come Nemesis :D

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4196
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Watcher » 12/11/2018, 19:11

Una volta Hairless era più chiaro. Deve essere l'età. [smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Littlewing
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 221
Iscritto il: 11/11/2018, 11:29
Località: Como

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Littlewing » 12/11/2018, 19:15

Hairless Heart ha scritto:
12/11/2018, 17:20
Di quale di queste dispute ve ne frega maggiormente niente?
E ce ne sono altre, appassionanti come queste?
Sinceramente?...non me ne frega di nessuna delle due :)
Quante ''beghe'' musicali ho affrontato...
Solo per fare qualche esempio...da una parte Io con il mio ''rock'' anni settanta e dall'altra i miei amici che negli anni ottanta ascoltavano musica diciamo ''commerciale'' per non dire peggio...
E se non bastasse quello...le discussioni con le poche persone che ascoltavano la mia stessa musica....
Beatles o Rolling Stones?...Gabriel o Collins?...Barrett o Waters?...e così via...
Alla fine sono arrivato alla conclusione che al di la del ''pourparler'' non c'è nulla...ognuno ha le proprie opinioni e non necessariamente deve convincere gli altri di essere nel giusto...
''Jimi Hendrix is not dead...God just wants guitar lessons''

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Hairless Heart » 13/11/2018, 7:45

@Nemesis, Lamia: se qualcosa non vi è chiaro, chiedete lumi a LittleWing, che invece dimostra di aver capito..... [fisc]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1543
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da twoofus » 13/11/2018, 8:01

Questo forum mi piace prima di tutto perchè è vario e non monotematico, ma soprattutto perchè si respira un'aria sana, goliardica, ironica e che non si prende troppo sul serio rischiando di diventare pesante come un mattone. Ciò pur mantenendo il livello di conversazione piuttosto alto in quanto è evidente che è frequentato da persone competenti, ognuna nel proprio raggio di azione. Altrove non si respira così.

Le beghe più frequenti, che poi sono anche le più antipatiche, trite e ritrite, le ha rassunte benissimo l'amico qui sopra. Mi ricordo Beatles o Stones, Gilmour o Waters, John o Paul, Gabriel o Collins, Yes o Genesis, Jagger o Richards, De Gregori o Venditti, Clapton o Hendrix, Mozart o Beethoven, Linda o Yoko, Deep Purple o Led Zeppelin, Emerson o Wakeman, Al Pacino o Robert De Niro. Ma poi, a chi frega davvero, se a discussione finita, ognuno resta con la propria opinione e con il proprio disprezzo verso chi non la pensa come lui? Il tifo da stadio lasciamolo lì e le beghe musicali continuate a lasciarle negli altri forum.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2159
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da theNemesis » 13/11/2018, 9:11

Sono d'accordo.
Le beghe fine a se stesse sono inutili e appesantiscono la lettura dei post.
Le sane discussioni, con scambi di opinione intelligenti e rispettosi, sono invece il sale del nostro forum, dove ci si confronta (qualche volta anche con "ardore") ma si rispettano sempre e comunque le opinioni altrui.
Dancing on time way...

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lamia » 13/11/2018, 14:05

Leggendo gli altri, provo a rispondere alla domanda , e dico: dipende.

Cito Italo Calvino che, riguardo la lettura, diceva : “ Un classico e’ un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire”, e lo applico anche alle altre Arti, tra le quali, ovviamente, la Musica.
Dunque, seguendo il ragionamento del grande scrittore, quando un’opera d’arte e un artista non tramontano mai, perche’ hanno scritto opere divenute “classici” della storia della musica, produrranno sempre interesse intorno ad essa, ; va da se che cio’scaturisce inevitabilmente ragionamenti, scontri tra ‘fazioni’ che patteggiano per questo o quello , ammirazioni anche esagerate, ispirazioni, elogi altisonanti oppure denigrazioni ingiustificate e via dicendo. .

La discussione , per quanto mi riguarda, puo’ essere sana, perche’ pesca dalle conoscenze personali e, quindi, arricchisce, crea interesse, spazia e si puo’ anche valorizzare con collegamenti in altri argomenti etc. Se fatta nel rispetto, a me piace la discussione, quindi in questo preciso caso dico: si, why not?

Nel momento in cui degenera, per vari motivi ( teste di portone in cui , anche nella vita reale, inevitabilmente ci si imbatte , ego smisurato che deborda in strampalati sermoni autoreferenziali che offuscano il tema di cui si sta parlando, ottusità’ estrema, dittatura da scrivente - c’e’ gente che si sente cosi’ :D - e via dicendo . . .) , e’ ovvio che nulla di positivo puo’ portare, dunque dimentico e me ne frego altamente di giudizi , anzi rido e penso a quanto sia stupido - me compresa - il genere umano!

Concordo con twofus riguardo ironia e autoironia, in questo forum e’ presente ( anche nei piani alti [smile] ), e questo favorisce un certo simpatico e disimpegnato modus operandi del forum. . . [happy]

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1456
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da aorlansky60 » 14/11/2018, 12:38

Detto molto umilmente, con tutti i PROBLEMI che il mondo (globalizzato) si porta dietro nell'anno domini 2018 :


- cambiamenti climatici, con conseguenti esodi di massa che saranno sempre più massicci nei prox decenni;

- inquinamento del pianeta;

- mutamenti geo-politici, con lotta sempre più esasperata [anche se apparentemente nascosta agli occhi dell'opinione pubblica mondiale] al vertice della piramide sistemica per la supremazia globale -USA vs China & Russia - nel cui contesto il potere dei media asserviti, con le tonnellate di FAKE NEWS a scopo propagandistico e/o deviatorio sparate nei confronti del parco buoi mondiale (l'opinione pubblica, cioè NOI TUTTI DELLA BASE quali comuni cittadini) entra con la potenza di un uragano;

- situazione finanziaria globale esplosiva (autentico fuoco che cova sotto la cenere) : il debito aggregato complessivo [PUBBLICO+PRIVATO] a livello mondiale è perfino aumentato dal 2007 (passando da 170mila miliardi di $ agli attuali 250mila miliardi di $ con rapporto negativo >300% rispetto al valore di PIL mondiale) come se chi ha le chiavi della cabina di comando non avesse capito nulla della lezione ricevuta dalla crisi del 2008, ma fintanto che le banche centrali (Fed BoE Boj BCE) forniranno droga al malato (ovvero "easy money" come il titolo di un brano dei KING CRIMSON- a costo zero favorendo esclusivamente il mondo della finanza a scapito dell'economia REALE) il sistema non potrà che allungare l'agonia senza evitare un crash doloroso che quando arriverà farà sembrare come "un pic-nic nel bosco" quanto avvenuto nel 2008, ma qui stò andando troppo sul tecnico, chiedo scusa,

ebbene di fronte a tutta questa colossale mole di PROBLEMI EPOCALI,

se penso a quanto me la sono presa qualche volta in passato [dibattendo su forum a tema musicale] per quisquilie riguardanti i miei miti di gioventù (da Beatles a Genesis), mi do dello stolto come minimo. [smile]

L'argomento trattato - quello della pop music - è quanto di più vacuo ed effimero immaginabile e come tale merita di essere trattato, ovvero con estrema serenità perchè in fondo "It's only rock'n'roll" o come diceva un saggio italiano, in fondo "sono solo canzonette"... [smile]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2159
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da theNemesis » 14/11/2018, 17:10

I veri musicisti sono coloro che donano emozioni che ci permettono, appunto, di non pensare a fatti gravissimi tra cui quelli che hai segnalato tu.
Ci creiamo un'oasi di leggerezza disquisendo di musica, e questo fa bella la vita.
Dancing on time way...

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1456
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da aorlansky60 » 15/11/2018, 10:33

@ TheNemesis

in fondo hai ragione quando parli di "oasi di leggerezza" a distogliere dai fatti del mondo reale; in realtà rimpiango molto i miei anni giovanili quando la mia mente era rivolta solo all'esplorazione e al godimento musicale, mia prima passione fin da adolescente, rispetto a quelli attuali quando, da adulto e con una consapevolezza maggiore delle criticità del mondo che ci circonda, ho fatto di mio interesse altri temi in particolare quelli socio-economici e geo-politici sui quali amo molto tenermi al corrente, ovviamente da fonti giuste.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 27/12/2019, 20:50

aorlansky60 ha scritto:
14/11/2018, 12:38


ebbene di fronte a tutta questa colossale mole di PROBLEMI EPOCALI,

se penso a quanto me la sono presa qualche volta in passato [dibattendo su forum a tema musicale] per quisquilie riguardanti i miei miti di gioventù (da Beatles a Genesis), mi do dello stolto come minimo. [smile]

L'argomento trattato - quello della pop music - è quanto di più vacuo ed effimero immaginabile e come tale merita di essere trattato, ovvero con estrema serenità perchè in fondo "It's only rock'n'roll" o come diceva un saggio italiano, in fondo "sono solo canzonette"... [smile]
Quotone con sottolineatura del concetto finale, troppo spesso dimenticato da aspiranti critici intellettualoidi che mettono tanta foga nel litigare su massimi sistemi quanta ne mettono per sminuire, etichettare, mettere in competizione ciò che di più bello e inclusivo ci sia al mondo, ovvero la Musica! Io qui ho già notato diverse volte che non ho la vostra stessa opinione riguardo la carriera o i dischi di un artista ma accetto le vostre repliche e mi metto il cuore in pace, cosa che non facevo in passato, maledetto me! [wall]
Ascoltiamo tutto, traiamo le nostre conclusioni, se ci va condividiamole, sentiamo che hanno da dire gli altri ma, per la miseria, non litighiamo sui nostri gusti musicali! :D :D :D
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 29/05/2020, 11:54

Buongiorno a tutti/e.
Mi riallaccio all'idea di partenza di questo topic, allegandovi una discussione sorta su YouTube l'anno scorso, nella sezione riservata ai commenti al trailer italiano di "Yesterday", il film in cui i Beatles scompaiono dalla Storia della Musica.
Giusto per farsi due risate.
La diatriba è tra due come noi (B e C) che cercano di riconoscere ai FAB4 quanto gli spetta nella Storia della Musica senza scadere nell'isterismo dei fanboys e un aspirante (che spero continui ad aspirare e basta) musicofilo alternativo (A).

"A: Commento ineccepibile [c'era uno che sminuiva i Beatles, ndr],mi hai letteralmente rubato le parole dalla tastiera,completerei soltanto la tua ultima aasserzione insistendo sull'assoluta futilità dell'esistenza dei Beatles e della loro immondizia musicale per il mondo e per la vita.Se invece intendevi allargare il discorso sull'inutilità dell'intero mondo musicale,allora su questo nodo non mi trovi assolutamente concorde,ma da ciò che leggo più sotto,non era proprio il tuo intendimento questo.



A: 1966,1967,1968,1969,ossia le quattro annate di pubblicazione degli album da te elencati,rispettivamente "Revolver","Sgt.Pepper's Lonely Heart Club Band","The White Album",e "Abbey Road".Ebbene,soltanto in quei 4 anni,le intuizioni tecnologico-musicali di almeno una cinquantina di artisti,disseminati tra la scena psichedelica della baia di San Francisco,Los Angeles,i bassifondi di New York,qualche pub inglese di Londra,uno scantinato disperso nel Kent,o un ritrovo beat nella suggestiva Maiorca,per non continuare in una pedissequa e sterile elencazione,si sono rivelate estremamente,enormemente,sesquipedalmente più rivoluzionarie,seminali,influenti e geniali delle tanto divinizzate "innovazioni" dei Beatles.Il castello,o per meglio dire il giro,economico-commerciale edificato da Epstein prima,e da Martin poi,attorno a quelle quattro marionette è diventato così fuorviante da aver sviluppato per partenogenesi una mitografia delle fantomatiche imprese musicali di questi quattro pagliacci.Confido vivamente che arriverà il giorno in cui gli occhi si apriranno dinnanzi a questa truffa epocale,e che soprattutto le orecchie potranno fare esperienza di musica davvero pionieristica.




B: No, non è così. I Beatles a prescindere dai gusti hanno segnato un'epoca musicale, gli album elencati sono oggettivamente grandi album. Evidentemente tu non riesci ad essere oggettivo poiché il tuo gusto soggettivo è predominante, il che sarebbe comprensibile.
Definire la musica dei Beatles "immondizia musicale" non ha senso obbiettivamente parlando, sono immondizia PER TE.
Volente o nolente, i Beatles sono tra i gruppi più importanti della loro generazione, a prescindere che piacciono o no.




A: Beh,indubbiamente per suonare "Penny Lane" e "Here Comes The Sun" non occorrono doti tecniche virtuosistiche o geniali intuizioni musicali mi sembra,chiunque potrebbe concordare sull'infantilità sonora di suddette canzoni,invece Beefheart produsse e compose i propri album circondandosi di musicisti di prima categoria selezionati personalmente.E se proprio insisti,concepire "Parable Of Arable Land" piuttosto che "Sgt.Peppers Lonely Heart Club Band" nel 1967 è indice di innovazione e lungimiranza artistica indiscutibile,pertanto mi pare che il commento da te espresso non apporti nulla di costruttivo alla discussione.E non credere che io collimi ciecamente con tutti i giudizi del signor Piero,tutt'altro,ma irrefutabilmente le sue opinioni eversive nel panorama della critica musicale hanno contribuito a formare categorie di ascoltatori autonomi ed emancipati da numerose mistificazioni della cultura rock e non solo.Mi sembra invece che la propaganda commerciale imperterrita attorno ad alcuni artisti,su tutti i Beatles,abbia demolito le orecchie di innumerevoli persone a furia di ripetitività nella proposta musicale,impedendo l'espansione degli orizzonti in direzione di personaggi di tutt'altra fattura,rimasti indebitamente nel sottosuolo della notorietà per troppo tempo.



A: Innanzitutto,l'obiettività della fondamentalità dei Beatles riguarda il loro ruolo nella storiografia del costume internazionale,al quale riconosco in prima persona l'indiscusso primato rispetto ad altri artisti o personalità della comunità sociale,di qualsiasi epoca si parli.Ribadito ciò,la questione prettamente musicale,predilezioni o meno,non può prescindere dal contesto culturale globale nel quale i Beatles hanno operato,ed è impossibile affermare razionalmente l'inopinabilità intorno alla fondatezza della loro produzione artistica,dacchè un'analisi storicamente accurata delle dinamiche di quel periodo smentisce sic et simpliciter qualsivoglia velleità apologetica attorno al loro operato.Fino al 1967,l'intento dietro al marchio Beatles non è altro quello di retrodatare reazionariamente le intuizioni del rock'n'roll selvaggio di Berry al formato canzone beat sentimentalistico,dedicato principalmente a orde di adolescenti in età prepuberale.Anche quando si resero conto che tutto questo non si sarebbe potuto protrarre per un altro lustro,lo scenario attorno a loro stava mutando con una rapidità fin troppo drastica e rivoluzionaria,e non poterono far altro che assecondare i sentieri già tracciati da altri artisti.È inutile dilungarsi in amene e inani sequele di nomi e opere,come puoi ben osservare la soggettività non emerge nella critica ai Beatles,bensì quando si tenta disperatamente di proteggerli dagli attacchi più che motivati dei loro detrattori.



B: Ti sbagli, i Beatles già dal 1966 (forse anche 65') incominciarano a fare un altro tipo di musica, e le "orde di adolescenti in età prebureale" smisero di ascoltarli, poiché appunto la loro musica iniziò ad essere matura, innovativa e sperimentale.
Il tuo commento è semplicemente un (comprensibile) gusto soggettivo, la storia musicale (e gli stessi musicisti di quella generazione) e gli svariati critici musicali son quasi tutti concordi nel riconoscere l'importanza ed i meriti artistici dei Beatles. Certamente al mondo c'è chi, come te, non è d'accordo, ma è giusto così, sarebbe un mondo noioso altrimenti. 🙂



C: Certo certo, accostare un capolavoro come Sgt. Pepper ad una baracconata senza talento come Parable Of Arable Land non è solo da incompetenti musicali, ma pure da cloni scarruffiani senza idee proprie.
Manco la mamma di Mayo Thompson sceglierebbe quella spazzatura ad un qualsiasi album dei Beatles.




C: non sprecare fiato, purtroppo fa parte di quella schiera di seguaci acritici di Piero Scaruffi, e guarda caso nessuno di questi ha la minima preparazione in teoria musicale, infatti li riconosci per gli strafalcioni che con orgoglio professano riportando pedissequamente il pensiero scaruffiano.
Che ricorderei, per sua stessa ammissione non ha mai preso in mano uno strumento musicale.

Ps: immagino che talento ci voglia per fare musica atonale senza un minimo di struttura musicale, i free form freak out dei Red Crayola sono puro rumorismo senza talento, e vengono a smerdare capolavori come Penny Lane e Here Comes The Sun.




A: Come ho già avuto modo di costatare,la discussione si è incanalata lungo uno scontro frontale tra un individuo che tenta di analizzare criticamente il ruolo occupato dai Beatles nel panorama musicale della loro epoca,e l'ennesimo agiografico paladino fanatico,che puntualmente generalizza la disquisizione per narrare le gesta leggendarie dei suoi beniamini,occultando la loro essenziale inconsistenza nella storia del suono novecentesco.Credo che il dibattito possa terminare qui,sarebbe un futile dispendio di parole e tempo prezioso proseguire,ribattendo che nel '65 vennero pubblicati "Help!" e "Rubber Soul",nient'altro che le massime forme di sofisticazioni barocche del beat-pop,tutt'altro che un periodo di maturazione artistica pertanto,o che l'hard-rock fu coniato dai Kinks,perfezionato dai Rolling Stones,evoluto dagli Who e trasposto nella forma estemporanea dell'improvvisazione dai Cream,o ancora che il rock psichedelico di "Sgt.Pepper's" non è altro che un plagio di quello dei 13th Floor Elevators,dei Jefferson Airplane,dei Beach Boys di "Pet Sounds",e quanto altro il magnifico quartetto di Liverpool ha inventato in dieci anni di onorata carriera.Saluti vivissimi.



B: In poche parole non ti piacciono i Beatles, ci sta!
Saluti 🙂



A: Intanto suppongo che Thompson credesse nella musica che stava producendo e sperimentando,giacché non era asservito sicuramente alle logiche commerciali capitalistiche dell'industria discografica.Se vogliamo indirizzare la discussione sul talento dei componenti,dubito che la composizione di tre accordi di chitarra reiterati per un brano intero di tre o quattro minuti al massimo,denotino qualche forma di genialità o ispirazione virtuosistica,ma comprendo che quello strano potrei essere io,me ne rendo conto.In ultima istanza,non comprendo perché si continui nell'additarmi come "scaruffiano",Piero Scaruffi non propugna alcuna religione occultista o esoterica,non pratica rituali di iniziazione,non effettua campagne di proselitismo,non è il fondatore di sette massoniche,e io non sono un suo seguace.Che io abbia trovato un fondamento critico-razionale nel mio disprezzo verso i Beatles come musicisti,presente dall'adolescenza e quindi molto prima che facessi incontro di Scaruffi,non implica che la critica verso di loro non appartenga anche e innanzitutto al sottoscritto.Anzi,quelli che per principio di imitazione considerano il signor Piero come una divinità forse sono proprio gli individui come te,i quali necessitano di uno schermo di autodifesa per sbandierare posizioni insostenibili.



A: Se vogliamo ridurla in questi termini d'accordo,ma tutto ciò non è fededegno della storia della musica nel secolo scorso.



B: Più che altro, tu hai il tuo parere soggettivo e ne parli come se fosse una cosa oggettiva. È come se io iniziasse a criticare Stanley Kubrick cercando di far passare tali critiche come assoluta oggettività. Ma come Kubrick rimane unanimemente considerato uno dei più grandi registi, i Beatles rimangono considerati tra i più grandi gruppi della loro generazione. Come ho scritto precedentemente però, ognuno ha i suoi gusti ed è giustissimo che sia così.



B: Comunque Rubber Soul è un bell'album, certamente è inferiore ai successivi ma è comunque un buon album. Anche la maggior parte della critica concorda su ciò



B: Per esempio, tu hai citato positivamente diversi gruppi che sono obbiettivamente grandi nel panorama musicale. Ma nonostante ciò ci sono al mondo delle persone che gli criticano come te stai criticando i Beatles, è normale.



A: Che io non abbia mai approcciato uno strumento musicale,che non mi destreggi nel campo musicologico e teorico-musicale,e che infine sia un tetragono adepto di questo fantomatico "scaruffismo",ideologia secolare non attestata in alcun manuale teologico-religioso a quanto mi risulta,continuano a essere congetture totalmente infondate da parte tua,non suffragate da argomentazioni ed elementi conoscitivi a sostegno delle tesi espresse,quanto piuttosto da una caparbia epanalessi di convinzioni contorte e mitizzate.Anzi,quello che dimostra una totale incompetenza della musica atonal-dodecafonica schonbergiana e weberniana,e della sua inenarrabile influenza su pressoché tutte le forme sonore dei 90 anni successivi del Novecento,dal minimalismo alla musica concreta,dall'elettronica alla elettroacustica per arrivare al Krautrock e a tutto il filone Post-Rock,sei proprio tu da quanto deduco.Ma credo sia opportuno per la salubrità di entrambi terminare qui la discussione.

A: Tutte le opinioni permangono nel soggettivismo,la tua non è esclusa in quanto sei un soggetto umano pensante e produttore di pensieri,quindi il tuo discorso è un tautologico truismo in partenza.Se poi le mie posizioni si connotino di un astio profondo verso la materia in questione è innegabile,ma non sarei certo in questa sezione di commenti se mi limitassi alle mie personali impressioni,mi sembra invece che sinora sia stato l'unico ad apportare un contributo fattuale e oggettivo alla dissertazione,nel senso di una conformità di quanto da me detto alla realtà storica,e i messaggi soprastanti lo testimoniano nitidamente.



A: La maggior parte della critica alla quale tu ti affidi evidentemente non corrisponde alla mia sezione di critica musicale di riferimento,la questione della verità riguarda sempre le differenze prospettiche come puoi notare.Continui ad arrampicarti sugli specchi con commenti di infima fattura per quanto mi riguarda,non comprendo questi tentativi autolesionisti di salvaguardare a tutti i costi una menzognero ordine costituito.




A: Le formazioni che ho menzionato dianzi non sono state tacciate da alcuna critica musicale di reazionarismo o stagnazione,almeno nei loro lavori più eminenti e fondamentali.Tutte hanno apportato un significativo contributo alla storia del rock britannico e mondiale,al contrario dei Beatles."

A voi le conclusioni
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Hairless Heart » 30/05/2020, 15:17

Le matte risate! :lol: :lol:

....pensavo che il nostro utente Carlo Maria (dove sei?????? :D ) fosse un tantino esagerato in certe sue (legittime) esternazioni, ma qui si va sull'ilare spinto.
Le formazioni che ho menzionato dianzi non sono state tacciate da alcuna critica musicale di reazionarismo o stagnazione,almeno nei loro lavori più eminenti e fondamentali.Tutte hanno apportato un significativo contributo alla storia del rock britannico e mondiale,al contrario dei Beatles.
Il tizio "A" non fa che confutare tutto quello che si dice sui Beatles, contrapponendo affermazioni che lui non si cura di provare: per lui è così e basta.
Vedo un gran dispiego di terminologie "alte", di linguaggio forbito, come se questo potesse dare una maggior forza ai concetti. Ci vuole altro....
B: Più che altro, tu hai il tuo parere soggettivo e ne parli come se fosse una cosa oggettiva.
Appunto.
il rock psichedelico di "Sgt.Pepper's" non è altro che un plagio di quello dei 13th Floor Elevators,dei Jefferson Airplane,dei Beach Boys di "Pet Sounds"
Peccato che Brian Wilson, impegnato in una sorta di sfida colpo su colpo coi Beatles (per i quali i Beach Boys sono stati, forse, i "veri" rivali), all'ennesimo rilancio alla grande dei Fab4 andò in depressione.....
E peccato che tutti e tre questi nomi abbiano, chi più chi meno, a più riprese coverizzato proprio i Beatles!

E mi fermo qui, perché ce ne sarebbe da dire.....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 31/05/2020, 13:57

Non so, forse ci andrei piano sui 13th Floor Elevators, nati addirittura nel 1961 come folk ensemble e plasmati dal loro joker impazzito Rocky Erickson in gruppo psichedelico in divenire, e anche sui Jefferson Airplane che il loro sound psichedelico lo svilupparono abbastanza in autonomia nelle comuni di San Francisco.
I Beach Boys, o meglio Brian Wilson, come hai già detto tu, abbandonarono definitivamente il surf dopo aver ascoltato "Rubber soul", partorirono "Pet sounds", effettivamente un capolavoro che certamente diede più di uno stimolo ai Beatles per il "Pepper", senza che peraltro loro (soprattutto Paul) lo abbiano mai negato, ma, una volta licenziato quell'album, il povero grande (perché tale è comunque stato) Brian gettò la spugna, come hai giustamente ricordato e questa è Storia.
Ma al di là di ciò, è quel lessico da pseudointellettuale buttato lì da A per far vedere che sa che irrita. In questo forum ci sono utenti molto critici o che vorrebbero ridimensionare certi musicisti o gruppi famosi ma nessuno di loro si è mai lontanamente posto con una tale supponenza e spocchia...questione di maturità.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Hairless Heart » 31/05/2020, 15:43

Lorenzo Mentasti ha scritto:
31/05/2020, 13:57
Non so, forse ci andrei piano sui 13th Floor Elevators... e anche sui Jefferson Airplane
Mi sono spiegato male. Non volevo assolutamente sminuire il valore di queste due band, ma ridurre all'osso l'influenza che possono aver avuto sulla genesi del Pepper e sui Beatles in generale. Semmai è vero il contrario (ecco il perché dell'accenno alle cover). Nel caso specifico dei 13th Floor Elevators, volendo essere cattivo (coi Beatles stessi intendo) ed esagerare , mi chiedo se addirittura li conoscessero....
Lorenzo Mentasti ha scritto:
31/05/2020, 13:57
In questo forum ci sono utenti molto critici o che vorrebbero ridimensionare certi musicisti o gruppi famosi ma nessuno di loro si è mai lontanamente posto con una tale supponenza e spocchia...

Purtroppo in passato è successo anche da noi, in un solo evidente caso per fortuna. :)
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1456
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da aorlansky60 » 31/05/2020, 16:43

"Giusto per farsi due risate.
La diatriba è tra due come noi (B e C) che cercano di riconoscere ai FAB4 quanto gli spetta nella Storia della Musica senza scadere nell'isterismo dei fanboys e un aspirante (che spero continui ad aspirare e basta) musicofilo alternativo (A).
"

Trovo pazzesco, sottolineo pazzesco che ci sia gente in giro che ha così tanto tempo da perdere ancora adesso, fino a scrivere autentici "trattati"( che altri devono aver la pazienza di leggere…) sul pro e contro di un argomento così futile come la pop music… [smile] :lol: ...buon per loro, vuol dire che non hanno altri problemi… di questi tempi in particolare, poi…

Aveva ragione George Martin, quando affermò : ALL YOU NEED IS EAR, semplicemente;
se poi non ti piace, il panorama della musica popolare del 900 ha prodotto ogni genere di proposta (ma proprio tra le più vaste ed inimmaginabili), in grado di accontentare tutti i gusti…

John LENNON si avvicinò al rock'n'roll da adolescente e da questo prese spunto per formare una band, che nelle sue intenzioni doveva servire solo a fornirgli "fama, soldi e donne" (parole sue) [smile] ...scommetto che da lassù dove si trova, si fa grosse risate nel constatare quanta gente si arrovelli ancora oggi su concetti intricatissimi, ognuno per giustificare la propria idea che "i BEATLES sono i più grandi di sempre " piuttosto che "i Beatles rappresentano il più grande bluff della storia"...

Personalmente quando parlo di loro, dico semplicemente che la loro musica MI PIACE assai, ancora oggi (e ci sono diverse generazioni -miliardi di persone- nate dopo il loro scioglimento, che apprezzano fortemente quella musica) e non mi interessa che ci sia gente che li ritenga sopravvalutati, eccessivamente fortunati (lo furono comunque), noiosi o banali, etc etc... ognuno ha il diritto di pensarla come vuole.

So solo che tra gli addetti ai lavori degli ultimi 50anni in campo pop (musicisti contemporanei loro concorrenti, musicisti nati dopo la loro separazione definitiva, critici musicali, addetti stampa, reporter del settore, produttori, engineers, insomma tutto quanto ruota attorno al lato professionale della faccenda) una volta intervistati in proposito, praticamente tutti hanno riconosciuto ai Beatles il ruolo di precursori cui molti altri -praticamente la maggioranza- si sono adeguati nel tempo, oltre ad altre virtù universalmente riconosciute loro anche dall'opinione pubblica in generale…

poi, ognuno ha il diritto di dire ciò che vuole, anche che "il nero è bianco" (o viceversa...) tanto ormai, ultimamente, sono innumerevoli i casi di riletture storiche (non solo in campo musicale) fatte con l'intento di stravolgere ciò che la STORIA ha testimoniato, per il solo gusto di introdurre una specie di novità o di nuova moda...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 31/05/2020, 19:10

Hairless Heart ha scritto:
31/05/2020, 15:43
Lorenzo Mentasti ha scritto:
31/05/2020, 13:57
Non so, forse ci andrei piano sui 13th Floor Elevators... e anche sui Jefferson Airplane
Mi sono spiegato male. Non volevo assolutamente sminuire il valore di queste due band, ma ridurre all'osso l'influenza che possono aver avuto sulla genesi del Pepper e sui Beatles in generale. Semmai è vero il contrario (ecco il perché dell'accenno alle cover). Nel caso specifico dei 13th Floor Elevators, volendo essere cattivo (coi Beatles stessi intendo) ed esagerare , mi chiedo se addirittura li conoscessero...
Appunto, credo di no, visto che già in patria era un miracolo che li conoscesse qualche addetto ai lavori.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Beghe da cortile da forum

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 31/05/2020, 19:16

aorlansky60 ha scritto:
31/05/2020, 16:43
Trovo pazzesco.......
Quotone!
E vinci facile con me in questo discorso.
Anche perché questi detrattori sembrano non aver ben chiaro il fatto che erano i Beatles stessi a non prendersi troppo sul serio.
Qualche esempio:
Giornalista tedesco a Paul: "Cosa ne pensate dell'impatto culturale che avete nel mondo?"
Paul: "Cultura? Noi non facciamo cultura, noi facciamo intrattenimento!"

Ringo: "Non capisco davvero come faccia la gente a trovare tanti significati nelle nostre canzoni".

E tutto questo mentre stravolgevano per sempre il concetto di popular Music. Facendo 1/4 del loro sforzo e apportando altrettanto 1/4 del cambiamento al pop Rock, Noel Gallagher per anni si sentiva in diritto di sparare giudizi sui suoi colleghi.
"Mother, didn't need to be so high."

Rispondi