50 anni di Rolling Stones

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1543
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da twoofus » 25/06/2015, 10:56

Ma davvero Blackmore ha detto quelle cose? Mah...
Che poi. a parte Smoke on the water e Black Night che manco può essere considerato un riff, ma parte della melodia, insomma alla Paint it black (!)... gli altri non è che me li ricordo così fondamentali nella storia del rock.
L'accordatura aperta di Keith Richards è nella storia, e di riff ne ricordo tanti, mica solo Satisfaction.
Esempi: Jumpin' Jack Flash, Honky Tonk Women, Street fighting man, Rocks off, Brown sugar, Star Star, The last time, It's only rock'n'roll, 19th nervous breakdown, Get off of my cloud, Can't you hear me knocking, 2000 man, Tumbling dice e praticamente tutto Exile... centinaia! Probabilmente il buon Ritchie non li ha mai ascoltati.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 27/11/2019, 15:48

Ho già postato in un altro topic la famosa frase di Mick (fonte: "Shine a light" di Martin Scorsese), risalente al 1965-66-67 (massimo) che alla domanda "Quanto durerete ancora?", rispose: "Massimo un paio d'anni". Oggi viene visto come un'uscita per la serie 'le ultime parole famose' ma, per un certo periodo, diciamo nell'estate 1969, dopo la morte di Brian Jones, la stampa e il pubblico pensavano veramente che Mick fosse stato profetico perché erano quasi tutti convinti che la band, senza uno dei loro fondatori nonché fantasioso polistrumentista, si sarebbe sciolta. Oggi si sa che Mick e Keith avevano già messo alla porta Brian da diversi mesi, quando questi morì, e Mick Taylor lo aveva già segretamente rimpiazzato, ma allora nessuno, tranne gli addetti ai lavori, ne era a conoscenza. Ironia della sorte, non si sapeva nemmeno dei pessimi rapporti che intercorrevano ormai tra i membri dei Beatles, almeno fino al 10 aprile 1970, dunque, per qualche tempo (in realtà una settimana, visto che sette giorni dopo la morte di Jones, i suoi compagni presentarono a Hyde Park Mick Taylor) si pensò che quelli che non avrebbero visto il nuovo decennio come band sarebbero stati i Rolling Stones e non i Beatles ;-)
Ultima modifica di Lorenzo Mentasti il 15/12/2019, 21:09, modificato 1 volta in totale.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8117
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Hairless Heart » 27/11/2019, 19:03

La storia del rock è piena di casi in cui sembrava che la fuoriuscita di un musicista dovesse significare la fine di una band. Ai Genesis è successo almeno due volte, prima con Anthony Phillips e poi con Peter Gabriel.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 27/11/2019, 22:31

Hairless Heart ha scritto:
27/11/2019, 19:03
Ai Genesis è successo almeno due volte, prima con Anthony Phillips.
Mai saputa 'sta cosa :shock: Cioè, praticamente li davano per finiti ancora prima di cominciare.
Immagino lo abbiano detto anche dopo l'abbandono di Steve Hackett.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8117
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Hairless Heart » 28/11/2019, 16:12

Nel caso di Phillips, non era una percezione esterna ma un periodo di sbandamento interno.
Anche con Gabriel, ma con l'immediata voglia di dimostrare di poterne fare a meno.
Con Hackett, credo che per i "And then there were three" sia stata una cosa indolore, se non quasi una liberazione.
Ma siamo decisamente OT.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 28/11/2019, 20:41

Già, chiedo scusa.
Ritornando in topic, questi qua zitti zitti stanno scivolando verso il 58mo anniversario ;-)
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1456
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da aorlansky60 » 29/11/2019, 10:10

twoofus ha scritto:
25/06/2015, 10:56

L'accordatura aperta di Keith Richards è nella storia, e di riff ne ricordo tanti, mica solo Satisfaction.
Esempi: Jumpin' Jack Flash, Honky Tonk Women, Street fighting man, Rocks off, Brown sugar, Star Star, The last time, It's only rock'n'roll, 19th nervous breakdown, Get off of my cloud, Can't you hear me knocking, 2000 man, Tumbling dice e praticamente tutto Exile... centinaia!
beh li hai citati davvero tutti [smile] io mi sono limitato a evidenziare i miei preferiti, comunque si può dire tutto, meno che mettere in discussione il titolo di "King of the Riff" attribuito a Keith Richards, un grande della storia del Rock. [smile]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 03/12/2019, 10:05

Un dubbio mi assale da 17 anni e forse voi potete aiutarmi a risolverlo. Nell'eponimo album di esordio datato 1964, vi è un brano, la cover di Marvin Gaye "Can I get a witness?", dove a cantare, a parte la strofa di introduzione, sembra essere qualcun'altro, non Mick. Le note di copertina riportano che in tutto l'album cantano Mick, Brian e Bill (Keith ancora no, a quanto pare) ma non riportano gli esecutori solisti, brano per brano. Voi ne sapete di più? Grazie.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 28/04/2020, 16:48

Ed ecco la loro ultima fatica:

"Living in a ghost town"

"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1543
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: 50 anni di Rolling Stones

Messaggio da twoofus » 28/04/2020, 20:37

Bella. Jagger dice che l'ha scritta due anni fa, ma il testo è raccapricciante:
La vita è stata così bella,
poi siamo stati tutti rinchiusi
Mi sento come un fantasma
Che vive in una città fantasma, sì
Una volta questo posto fremeva
e l'aria era piena di tamburi
rumore di cimbali che si infrangono
e di vetri rotti
Le trombe urlavano
i sassofoni sparavano
e a nessuno fregava se era giorno o no
Ora sono un fantasma
che vive in una città fantasma
Non vado da nessuna parte
silenzio ovunque
ho così tanto tempo da perdere
e resto a fissare il mio telefono
Ogni notte sogno che vieni
a insinuarti nel mio letto..."
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Rispondi