Fabrizio De André - Un gigante

Spazio riservato a tutti i cantautori italiani.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 673
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Carlo Maria » 04/06/2015, 21:11

Quando uscì Crêuza de mä, David Byrne lo definì "uno dei dieci album del decennio". E in effetti si trattò di un disco eccezionale e irripetibile, in cui l'autore riuscì a fondere il suo amore per Genova con la ricostruzione complessa di una lingua parlata arcaica e con l'utilizzo di strumenti ricercati.
De André era così, ostinatamente in direzione contraria. Pensiamo ai primi dischi, a quei testi in rime ed alla musica scarna, che li rendeva apparentemente poco commerciali e che invece gli consentirono di vedere al primo posto delle classifiche di vendita italiana tutti e tre i suoi primi lavori. E poi pensiamo alla stagione dei capolavori, che certo ebbero in "Tutti morimmo a stento" un antesignano, ma che poi si manifestò più pienamente a partire da "La buona novella", album di estrema complessità, con liriche forse tuttora ineguagliate. A seguire ecco "Non all'amore, non al denaro né al cielo", disco che pone in musica l'antologia di Spoon River... migliorandola di parecchio. E subito dopo c'è il disco politico di De André, quello che da un lato forse risente di più del passaggio del tempo perché è l'istantanea di un'epoca. E però si tratta anche dell'album che contiene La canzone del maggio, Il bombarolo e Verranno a chiederti del nostro amore...
Poi un po' di crisi, un disco di cover (molto belle, scelte splendidamente), ma ecco subito la collaborazione con De Gregori, che gli cambierà la prospettiva e immetterà nuova linfa alla poesia del grande cantautore genovese.
Dopo tocca a Rimini e I'Indiano (noto anche come Fabrizio De André), che alcuni giudicano i meno riusciti dell'autore, ma che io invece penso essere meritevoli assai intanto per la qualità delle musiche, finalmente più orchestrate e ricche, e poi perché in fin dei conti contengono brani che amo molto, Rimini, Sally e Coda di lupo il primo, Fiume Sand Creek e Hotel Supramonte (e molto altro) il secondo. Dopo questi la virata dialettale, prima appunto con Creuza de ma, poi con Le Nuvole. Infine Anime salve, il testamento del Faber, un disco bellissimo, composto con Ivano Fossati.
Fabrizio mi manca maledettamente. :cry:

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8113
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Hairless Heart » 05/06/2015, 0:35

Topic doveroso e meritorio!
Quanti capolavori, quante perle.
A partire da questa:

Amore che vieni, amore che vai

Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da elio77 » 05/06/2015, 10:42

tra gli italiani è di certo il mio preferito,tra i suoi album preferisco i primi e comunque fino a Canzoni mi è piaciuto tantissimo,gli ultimi tre album invece,creuza de ma,le nuvole ed anime salve non mi hanno mai preso tantissimo per alcuni motivi;gli arrangiamenti sono diventati un po' eccessivi e poi i testi,almeno per i miei gusti,meno d'impatto,troppo pretenziosi. Non dimentichiamoci poi della ricerca storica di De andrè su brani e musiche medioevali e rinascimentali. Forse non è il suo migliore album ma quello che ascolto più spesso e più volentieri è fabrizio De andrè è Fabrizio De andrè vol. 3,perfetto equilibrio tra musica,arrangiamenti,testi e grande ricerca storica. Belli i 2 album con la p.f.m. ma anche qui troppo arrangiati e la musica prende il sopravvento sulla freschezza di de andrè.
Posto 3 canzoni di De andrè tradotte da Brassen tra cui Le passanti su testo originale di una poesia di Antoine Paul

https://www.youtube.com/watch?v=j27sYN5lv-o

https://www.youtube.com/watch?v=9_GYrzWmSc4

https://www.youtube.com/watch?v=k59b2V_1_HM

Ironico,dolce e sincero,l'ultima postata poi è un CAPOLAVORO

ed in questa,tutta penna di De andrè,salta all'orecchio su come tenda a non criticare più di tanto usi e costumi ed il suo immergersi in prima persona nella realtà proletaria e sottoproletaria

https://www.youtube.com/watch?v=XbYYuWAq84o

ed in questa su come fatti storici,spesso affrontati in maniera fredda e sempre dal punto di vista dei grandi portagonisti possano essere validissimi e più attuali grazie al nostro grande poeta

https://www.youtube.com/watch?v=PXhYK4j2d84

Spero di non aver esagerato a postare ma non riesco proprio a fermarmi quando si trattano artisti di questo calibro

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Il mago di Floz » 05/06/2015, 11:32

elio77 ha scritto:Posto 3 canzoni di De andrè tradotte da Brassen tra cui Le passanti su testo originale di una poesia di Antoine Paul
Hai scritto giusto, ma in modo equivoco: solo per puntualizzare che è il nostro che ha tradotto i brani del cantautore francese (anche se, se devo essere sincero, gli adattamenti migliori di quest'ultimo ritengo siano quelli di Nanni Svampa in dialetto milanese, colorati ed estremamente espressivi - quelli di De André mi sembrano troppo sofferti).
(Ah, magari indica i titoli nei post, casomai i video venissero rimossi.)

Detto questo, siamo in presenza di un colosso della musica italiana. Personalmente, posto che non lo conosco molto approfonditamente, il suo vertice l'ha raggiunto nel tour - e nei conseguenti live - con la PFM, gruppo che è stato in grado di rinforzare i brani di De André in quello che - per me - è il loro punto debole, l'arrangiamento (salvo qualche eccezione, come per esempio la storica Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers).

Se devo indicare una sua canzone, forse scelgo Volta la carta, nella versione che fu proprio di quel tour.

I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da elio77 » 05/06/2015, 11:55

le canzoni che ho postato sono: Nell'acqua di una chiara fontana,morire per delle idee,le passanti,La città vecchia,fiume sand creek

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Il mago di Floz » 05/06/2015, 11:57

Fiume sand creek mi piace tantissimo. :-)
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Mick Channon » 05/06/2015, 21:36

e si , Fiume sand creek piace tanto anche a me.Perchè non una top 10 De Andrè?Io intanto posto il mio brano preferito,La Domenica delle Salme tratto da "Le Nuvole" disco del 1990.
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da reallytongues » 05/06/2015, 21:57

sarò banale ma "La Guerra di Piero", penso soprattutto al finale, è per me la canzone "definitiva"
mi stende
purtroppo lo conosco poco e avevo pure comprato "Anime Salve" quando uscì:
lo donai poi ad amico
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Topic author
Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 673
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Carlo Maria » 06/06/2015, 15:19

La Domenica delle Salme mi fa venire la pelle d'oca ogni volta. [hearts]

Io propongo Via della Croce, un brano tratto da La Buona Novella, il mio disco preferito di Faber.
È anche un brano meno noto della media, eppure per me è da brividi. La scena è immaginabile: Cristo percorre la via della croce.
L'inizio del testo è di una durezza senza paragoni:
"Poterti smembrare coi denti e le mani
Sapere i tuoi occhi bevuti dai cani
di morire in croce puoi essere grato
a un brav'uomo di nome Pilato"

Il prosieguo delle liriche fa comprendere il significato di quei versi e ogni riferimento agli astanti è commovente.


Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8113
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Hairless Heart » 06/07/2015, 16:18

Il più recente tra i suoi classici. Don Raffaé, scritta da De André con Massimo Bubola e Mauro Pagani, e contenuta in "Le Nuvole", forse il mio preferito tra gli ultimi tre album.



Bubola attualmente la propone in concerto in versione blues-lento.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da rim67 » 12/09/2015, 15:41

reallytongues ha scritto: purtroppo lo conosco poco e avevo pure comprato "Anime Salve" quando uscì:
lo donai poi ad amico
Ahhhhhhh, no reallyT come hai potuto? [prrr] [smile] [smile]

Carlo Maria ha scritto: Io propongo Via della Croce, un brano tratto da La Buona Novella, il mio disco preferito di Faber.
È anche un brano meno noto della media, eppure per me è da brividi. La scena è immaginabile: Cristo percorre la via della croce.
Confusi alla folla ti seguono muti,
sgomenti al pensiero che tu li saluti:
-A redimere il mondo-gli serve pensare,
-il tuo sangue può certo bastare-.
La semineranno per mare e per terra
tra boschi e città, la tua buona novella,
ma questo domani, con fede migliore,
stasera è più forte il terrore.
Nessuno di loro ti grida un addio
per esser scoperto cugino di Dio:
gli apostoli han chiuso le gole alla voce,
fratello che sanguini in croce.


[suddito] [suddito] [suddito]

De André: un grande! sottoscrivo quanto di positivo avete scritto. Conosco tutti i suoi album (tranne "Tutti morimmo a stento" che ho approfondito poco) e in modo diverso (dai primi album molto scarni musicalmente poi via via sempre più ricchi) li amo tutti.

Fabrizio De Andrè (con la PFM) - Giugno '73

Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Topic author
Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 673
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Carlo Maria » 12/09/2015, 16:05

Hairless Heart ha scritto:Topic doveroso e meritorio!
Quanti capolavori, quante perle.
A partire da questa:

Amore che vieni, amore che vai
Gioiello al punto che quando la interpretò Battiato, nel concerto commemorativo, gli si ruppe la voce dall'emozione.


Avatar utente

Topic author
Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 673
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Carlo Maria » 12/09/2015, 16:06

Carlo Maria ha scritto:
Hairless Heart ha scritto:Topic doveroso e meritorio!
Quanti capolavori, quante perle.
A partire da questa:

Amore che vieni, amore che vai
Gioiello al punto che quando la interpretò Battiato, nel concerto commemorativo, gli si ruppe la voce dall'emozione.

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da rim67 » 15/10/2015, 20:18



bellissima [hearts] [hearts]

.....
E il vento di sera la invita
a sfogliare la sua margherita
per ogni amore che se ne va
lei lo sa
un altro petalo fiorirà
per Barbara.
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 18/11/2019, 19:26

Un mio illustre concittadino
;-)
Direi che il podio dei suoi album per me è:
1. Creuza de ma' (combina suoni e strumenti mediorientali e lingua genovese, uscito nel 1984, secondo me ha ispirato Paul Simon per "Graceland" e Peter Gabriel per "So", merito da dividere con Mauro Pagani)
2. La Buona Novella (le migliori canzoni mai scritte sulla figura di Gesù Cristo, vi suonano tutti i componenti della futura PFM)
2. Non al denaro, non all'amore né al Cielo (gli ultimi rappresentati nel migliore dei modi, eccellenti le parti di chitarra di Vittorio De Scalzi)
Ultima modifica di Lorenzo Mentasti il 15/12/2019, 20:59, modificato 1 volta in totale.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8113
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Hairless Heart » 18/11/2019, 19:55

Sabato sera qualcuno ha seguito il programma a lui dedicato su Rai 1?
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Mick Channon » 18/11/2019, 20:49

Hairless Heart ha scritto:
18/11/2019, 19:55
Sabato sera qualcuno ha seguito il programma a lui dedicato su Rai 1?
Ero a cena da amici,l'ho visto distrattamente.Per quello che sono riuscito a seguire non mi e` sembrato nulla di speciale.
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Fabrizio De André - Un gigante

Messaggio da Mick Channon » 19/11/2019, 11:55

[https://www.corriere.it/spettacoli/19_n ... 9_amp.html]
Aldo Grasso va giù duro con il programma dedicato ad De André
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Rispondi