L'angolo dei testi

Moderatori: MrMuschiato, Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 21/03/2012, 22:01

Lancio quest'idea sperando che piaccia e che abbia seguito - qui possiamo scrivere testi e traduzioni delle canzoni facendo confronti, riflessioni, domande, chiedendo chiarificazioni o dando spiegazioni...
Comincio con Firth of Fifth dei Genesis dall'album Selling England By The Pound del 1973.

The path is clear
Though no eyes can see
The course laid down long before.
And so with gods and men
The sheep remain inside their pen,
Though many times they've seen the way to leave.
He rides majestic
Past homes of men
Who care not or gaze with joy,
To see reflected there
The trees, the sky, the lily fair,
The scene of death is lying just below.
The mountains cuts off the town from view,
Like a cancer growth is removed by skill.
Let it be revealed.
A waterfall, his madrigal.
An inland sea, his symphony.
Undinal songs
Urge the sailors on
Till lured by sirens' cry.
Now as the river dissolves in sea,
So Neptune has claimed another soul.
And so with gods and men
The sheep remain inside their pen,
Until the Shepherd leads his flock away.
The sands of time were eroded by
The river of constant change.

~~~

Il cammino è chiaro
Sebbene nessun occhio può vedere
Il corso tracciato molto tempo fa.
E così con dei e uomini
Le pecore rimangono nel loro recinto,
Sebbene molte volte hanno visto il modo di andarsene.
Egli cavalca maestoso
Davanti a case di uomini
Che non se ne curano oppure fissano con gioia,
Per vedere là riflessi
Gli alberi, il cielo, i bei lillà,
La scena di morte si stende appena sotto.
La montagna taglia fuori la città dalla vista,
Come un cancro rimosso con abilità.
Lascia che sia rivelato.
Una cascata, il suo madrigale.
Un mare interno, la sua sinfonia.
Canzoni di ninfe
Incalzano i navigatori
Finché vengono adescati dal grido delle sirene.
Ora mentre il fiume si dissolve in mare,
Così Nettuno ha reclamato un’altra anima.
E così con dei e uomini
Le pecore rimangono dentro il loro recinto,
Finché il pastore guiderà il suo gregge lontano.
Le sabbie del tempo furono erose dal
Fiume del cambiamento costante.

NOTA:
Il titolo è un gioco di parole: Firth of Forth è un fiume scozzese, e visto che forth si pronuncia come fourth che significa “quarto”, qui diventa Firth of Fifth=quinto. (La cosa suona tipo "Fiordo del quinto")

Questa è una delle mie canzoni preferite, dal punto di vista musicale, ma anche da quello del testo. Il modo di scrivere di Gabriel mi affascina - e non è questa l'unica canzone in cui sotto l'aspetto di testo colto, astruso e staccato dalla realtà si trova in realtà un pensiero deciso e anche "attuale".
Qui mi ha colpito prima di tutto l'immagine del gregge. Non è forse vero che l'umanità, la maggior parte di essa, è sempre stata sottomessa ad un sistema di poteri ingiusti, direi innaturali, mentre è chiaro cosa bisognerebbe fare? Tornare ad uno stato naturale (questo mi piace interpretare), in cui non servano neanche montagne che coprono le ferite artificiali inflitte alla terra.

A voi la parola :P
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2315
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Harold Barrel » 23/03/2012, 16:10

A mio parere hai cominciato con un testo meraviglioso.
Composto da Gabriel, la prima persona a cui non piace è proprio lui, e anche gli altri componenti la pensarono allo stesso modo.
Il gioco Firth of Forth -- Firth of Fourth -- Firth of Fifth è degno dei nostri. Non è certamente il più complesso (vedi The Battle of Epping Forest, dallo stesso album).
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 23/03/2012, 21:44

Non solo nella musica capita che a un artista non piaccia un'opera che poi si rivela una delle più grandi...
Vero The Battle of Epping Forest ha un testo difficile da interpretare come una profezia pitica :?
[bye]
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da mozo » 23/03/2012, 23:55

Complimenti sia per la scelta del brano in esame sia per la tua eccellente preparazione [smile] . L'unica cosa che non quadra è che il testo non fu scritto da Gabriel, bensì da Rutherford (soprattutto) e Banks. Anche se il modo in cui ci canta Peter è divino [hearts] .

Avatar utente

Penny Lane
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 6
Iscritto il: 11/03/2012, 8:39

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Penny Lane » 24/03/2012, 9:21

Firth of Fifth è anche una delle mie preferite dal punto di vista musicale ma avrei da obiettare per quanto riguarda la bellezza del testo.
Premetto che la traduzione è sempre un ostacolo è può non rendere perfettamente le immagini prodotte dall’originale ma trovo abbastanza scontate e un po’ banali le metafore usate per parlare del significato della vita dell’uomo e della sua incapacità di vedere la verità perché sceglie di rimanere dentro ad un “recinto”.

Vorrei esprimere la mia opinione sui vari passaggi:

ll cammino è chiaro
Sebbene nessun occhio può vedere
Il corso tracciato molto tempo fa.
E così con dei e uomini
Le pecore rimangono nel loro recinto,
Sebbene molte volte hanno visto il modo di andarsene


Secondo me questi versi si riferiscono all’uomo a confronto con il suo destino, egli preferisce scegliere la sicurezza del recinto piuttosto che affrontare la libertà e confrontarsi con le proprie responsabilità.

Egli cavalca maestoso
Davanti a case di uomini
Che non se ne curano oppure fissano con gioia,
Per vedere là riflessi
Gli alberi, il cielo, i bei lillà,
La scena di morte si stende appena sotto.
La montagna taglia fuori la città dalla vista,
Come un cancro rimosso con abilità.
Lascia che sia rivelato.


E’ sempre difficile guardare con gli occhi della consapevolezza interiore quello che ci circonda, ma si preferisce soffermarsi sulla bellezza esteriore delle cose senza accorgersi delle minacciose tragedie incombenti che pure si intravedono dietro la “montagna”.

Una cascata, il suo madrigale.
Un mare interno, la sua sinfonia.


Forse solo un intento estetico a mio parere mal realizzato nel senso che non mi pare che questi versi leghino con la pretesa profondità dei significati finora espressi.

Canzoni di ninfe
Incalzano i navigatori
Finché vengono adescati dal grido delle sirene.

Metafora strausata per indicare le tentazioni terrene

Ora mentre il fiume si dissolve in mare,
Così Nettuno ha reclamato un’altra anima.
E così con dei e uomini
Le pecore rimangono dentro il loro recinto,
Finché il pastore guiderà il suo gregge lontano.


Sembra che solo la morte ci possa dare la possibilità di andare “lontano”

Le sabbie del tempo furono erose dal
Fiume del cambiamento costante.

Frase conclusiva ad effetto che penso voglia richiamare il titolo della canzone.
Old Tessa ha scritto:Tornare ad uno stato naturale (questo mi piace interpretare), in cui non servano neanche montagne che coprono le ferite artificiali inflitte alla terra.
Piace anche a me questa interpretazione che coglie il significato ecologico dei versi.

Se devo parlare di poesia non posso fare a meno di citare De Andrè unico, secondo me, nel saper snocciolare con grande maestria parole che cantano di musicalità propria.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7682
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Hairless Heart » 24/03/2012, 11:51

Harold Barrel ha scritto:Gabriel, la prima persona a cui non piace è proprio lui
E Mozo ne ha dato la corretta spiegazione.
Scrive Giammetti:
-Il testo, opera di Tony e Mike, non è fra i migliori, causando imbarazzo a Peter prima e, negli anni successivi, a Phil. "Mike e io abbiamo cercato di scrivere un buon testo, iniziando con frasi semplici su un fiume, che lentamente si trasforma nel fiume della vita.... E' alquanto allegorico e mi ha sempre deluso un po', soprattutto perchè è un grande pezzo musicalmente ed è un peccato che le parole non siano all'altezza" (Banks).
Tengo a precisare che riporto questo per "dovere di cronaca", non certo per criticare la scelta del brano o il lavoro svolto, ottimamente peraltro, da Tessa.
A proposito, la traduzione è tua o ripresa da qualche fonte? E' molto simile a quella di Armando Gallo contenuto nella mia edizione italiana del vinile.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2315
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Harold Barrel » 25/03/2012, 20:25

Mi tolgo il cappello davanti alle osservazioni di Penny Lane, che sono perfettamente centrate e non lasciano scampo.
Tuttavia permettimi di dissentire su un punto: stiamo valutando questo testo come una poesia di alto livello, che secondo me non è. I testi dei Genesis sono sempre stati un punto forte delle loro composizioni, ma non certo per gli aspetti poetici e le figure retoriche: più che altro per gli intricatissimi doppi sensi e le denunce all'attualità. Firth of Fifth non è nulla di tutto questo. (Comunque, a me piace lo stesso)
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 25/03/2012, 21:26

Ovviamente sentire che alcune opinioni sono condivise fa più piacere che sentire le contrarie, ma non importa assolutamente: questo è un meraviglioso incontro e confronto di opinioni e per me è proprio uno degli scopi più importanti di questo topic :3
Perdonate la mia ignoranza, pensavo fosse di Gabriel!
Hairless Heart ha scritto:La traduzione è tua o ripresa da qualche fonte? E' molto simile a quella di Armando Gallo contenuto nella mia edizione italiana del vinile.
Anch'io ho quella edizione del vinile e ho "studiato" lì la traduzione, nel senso che ormai me la ricordo bene
In effetti avrei dovuto dire che era basata sulla traduzione di Gallo :oops: CHIEDO SCUSA :cry:
Harold Barrel ha scritto:le denunce all'attualità
Il prossimo testo sarà quello di Get'em Out By Friday - ma lì avrò bisogno d'aiuto [bye]
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da mozo » 25/03/2012, 21:45

Il prossimo testo sarà quello di Get'em Out By Friday
Questo si che invece è Gabriel espresso all'ennesima potenza ;) [bye]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7682
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Hairless Heart » 26/03/2012, 0:47

Old Tessa ha scritto:In effetti avrei dovuto dire che era basata sulla traduzione di Gallo :oops: CHIEDO SCUSA
Figurati, la mia era solo curiosità. Ma hai fatto bene a puntualizzare. ;)
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 26/03/2012, 15:49

Hairless Heart ha scritto:Figurati, la mia era solo curiosità. Ma hai fatto bene a puntualizzare. ;)
Ok :)
mozo ha scritto:
Il prossimo testo sarà quello di Get'em Out By Friday
Questo si che invece è Gabriel espresso all'ennesima potenza ;) [bye]
Sì *-* Quando ho letto il testo la prima volta sono rimasta :o E' così... come dire, non le manda a dire.
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 26/03/2012, 21:25

Ecco Get'em Out By Friday da Foxtrot (1972) con la traduzione di Riccardo Venturi. Buona lettura, io adoro questa canzone...

[John Pebble of Styx Enterprises]

"Get 'em out by Friday!
You don't get paid till the last one's well on his way.
Get 'em out by Friday!
It's important that we keep to schedule, there must be no delay."

[Mark Hall of Styx Enterprises (otherwise known as "The Winkler")]
Peter Gabriel

"I represent a firm of gentlemen who recently purchased this
house and all the others in the road,
In the interest of humanity we've found a better place for you
to go, go-woh, go-woh"

[Mrs. Barrow (a tenant)]
Phil Collins

"Oh no, this I can't believe,
Oh Mary, they're asking us to leave."

[Mr. Pebble]
Peter Gabriel

"Get 'em out by Friday!
I've told you before, 's good many gone if we let them stay.
And if it isn't easy,
You can squeeze a little grease and our troubles will soon run away."

[Mrs. Barrow]
Phil Collins

"After all this time, they ask us to leave,
And I told them we could pay double the rent.
I don't know why it seemed so funny,
Seeing as how they'd take more money.
The winkler called again, he came here this morning,
With four hundred pounds and a photograph of the place he has found.
A block of flats with central heating.
I think we're going to find it hard."

[Mr. Pebble]
Peter Gabriel

"Now we've got them!
I've always said that cash cash cash can do anything well.
Work can be rewarding
When a flash of intuition is a gift that helps you
excel-sell-sell-sell."

[Mr. Hall]
Peter Gabriel

"Here we are in Harlow New Town, did you recognise your block
across the square, over there,
Sadly since last time we spoke, we've found we've had to raise
the rent again,
just a bit."

[Mrs. Barrow]
Phil Collins

"Oh no, this I can't believe
Oh Mary, and we agreed to leave."

(a passage of time)

18/9/2012 T.V. Flash on all Dial-A-Program Services
Mark Rutherford

This is an announcement from Genetic Control:
"It is my sad duty to inform you of a four foot restriction on
humanoid height."

[Extract from coversation of Joe Ordinary in Local Puborama]
Phil Collins

"I hear the directors of Genetic Control have been buying all the
properties that have recently been sold, taking risks oh so bold.
It's said now that people will be shorter in height,
they can fit twice as many in the same building site.
(they say it's alright),
Beginning with the tenants of the town of Harlow,
in the interest of humanity, they've been told they must go,
told they must go-go-go-go."

[Sir John De Pebble of United Blacksprings International]
Peter Gabriel

"I think I've fixed a new deal
A dozen properties - we'll buy at five and sell at thirty four,
Some are still inhabited,
It's time to send the winkler to see them,
he'll have to work some more."

[Memo from Satin Peter of Rock Development Ltd.]

With land in your hand, you'll be happy on earth
Then invest in the Church for your heaven.

~

BUTTALI FUORI PRIMA DI VENERDI'

[John Pebble della Stige S.p.A.]

"Buttali fuori prima di venerdì!
Non avrai un soldo finché l'ultimo non se ne sarà andato.
Buttali fuori prima di venerdì!
È importante che rispettiamo il programma,
non ci dev'essere alcun ritardo."

[Mark Hall della Stige S.p.A. (altrimenti noto come "Il Buttafuori")]

"Rappresento un'azienda che ha da poco acquistato
questa casa e tutte le altre nella strada,
Nell'interesse dell'umanità vi abbiamo trovato
un posto migliore dove andare-are-are-are-are."

[La sig.ra Barrow (un'inquilina)]

"Oh no, non ci posso credere,
Oh, Mary, ci stanno chiedendo di andarcene."

[Il sig. Pebble]

"Buttali fuori entro venerdì,
Ve l'ho detto prima che ci perdiamo un bel po' di quattrini se li lasciamo stare.
E se non ce la fate
Ungeteli un po' e presto tutte le nostre difficoltà scompariranno."

[La sig.ra Barrow]

"Dopo tutto questo tempo ci chiedono di andarcene,
Eppure gliel'ho detto che possiamo pagare un affitto doppio.
Non so perchè, ma sembrava buffo
riuscire a vedere come avrebbero spillato più soldi.
Il Buttafuori ha chiamato ancora, è venuto qui stamattina,
Con 400 sterline e una foto del posto che ha trovato.
Un blocco d'appartamenti con riscaldamento centralizzato.
Penso che ci aspettano tempi duri."

[Il sig. Pebble]
Ce l'abbiamo fatta con quelli!
L'ho sempre detto che il contante contante contante
risolve ogni cosa.
Il lavoro può essere gratificante
Quando un lampo di genio è un dono che ti aiuta
a essere i migliori-vendere-vendere-vendere."

[Il sig. Hall]

"Eccoci a Harlow New Town, il vostro blocco
lo potete vedere in quella piazza laggiù,
Putroppo, dall'ultima volta che abbiamo parlato,
ci siamo resi conto che abbiamo dovuto
aumentarvi l'affitto, ma solo un pochino."

[La sig.ra Barrow]

"Oh no, non ci posso credere,
Oh, Mary, e noi abbiamo accettato di andarcene."

(salto di tempo)

[18/9/2012 Edizione straordinaria TG su tutti i canali]

Questo è un annuncio da parte dell' Ente di Controllo Genetico:
"È mio triste dovere informarvi di un abbassamento di un metro della statura umana."

[Colto dalla una conversazione di Joe Uomoqualunque in un puborama del posto]

"Ho sentito che i dirigenti dell'Ente Controllo Genetico
sono andati via via acquistando tutte le proprietà che
sono state vendute di recente, correndo dei bei rischi.
Si dice che la gente ora sarà più corta di statura,
ce ne possono stare due volte tanti nello stesso palazzo
(dicono che così va bene), a cominciare dagli inquilini della città di Harlow.
Nell'interesse dell'umanità hanno detto loro che devono andarsene,
che devono andarsene, andarsene, andarsene."

[Sir John De Pebble della United Blackspring International]

Penso che abbiamo fatto ancora un affare,
Una dozzina di proprietà, le compriamo a cinque e le rivendiamo a trentaquattro,
Qualcuna non è ancora abitata,
È tempo di mandare il Buttafuori a vederle,
dovrà lavorare ancora un po'."

[Nota informativa di S.Pier Raso* della Rock Developments** Srl]

Con la terra in mano sarete felici sulla Terra,
Quindi investite nella Chiesa per il vostro paradiso."

21/11/2007 - 01:28

Note

* Alla lettera "Pietro Raso", in realtà un ovvio gioco di parole (e un un anagramma) con "Saint Peter" = San Pietro. Si tratta di un vero e proprio "spot pubblicitario": San Pietro, vestito di raso, invita a investire nel "paradiso" e nella Chiesa.

** "Sviluppo Pietra". "Tu sei Pietro e su questa pietra edificherai la mia Chiesa".

Aspetto commenti :D [bye]
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da mozo » 26/03/2012, 23:34

Ottimo lavoro [smile]

L'unica cosa che non posso non sottolineare sono le voci: Peter Gabriel interpreta TUTTI i personaggi della storia narrata nel testo, come in tutti gli altri brani dialogati del repertorio genesiano, Phil Collins si limita soltanto ai cori in questa canzone (ma nemmeno tanto alla fine qui...)! Non interpreta nessuno! Invece su Mike hai ragione, è lui che fa quella specie di telecronaca :D . Nei live invece la stessa telecronaca era interpretata da Gabriel che "ingrassava" la voce (vedi Genesis Live)...

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 27/03/2012, 15:42

Non ho fatto io la traduzione e non ho neanche inserito i nomi [smile]
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 27/03/2012, 15:46

mozo ha scritto:Peter Gabriel interpreta TUTTI i personaggi della storia narrata nel testo, come in tutti gli altri brani dialogati del repertorio genesiano
Questo è ciò che amo di più di Peter come cantante; oltre ad avere una splendida voce in sé, la sa usare in così tanti modi diversi... [hearts]
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

Penny Lane
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 6
Iscritto il: 11/03/2012, 8:39

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Penny Lane » 27/03/2012, 19:00

Harold Barrel ha scritto: Tuttavia permettimi di dissentire su un punto: stiamo valutando questo testo come una poesia di alto livello, che secondo me non è.
Sono d’accordo, ma in questo caso è il testo stesso che vorrebbe essere poetico (non me ne volere Old Tessa è solo la mia modestissima opinione).

Altro invece il testo di Get’em Out By Friday ricco di contenuti tuttora attualissimi espressi con la sagace ironia tipica di Gabriel che qui si manifesta al meglio aggrovigliandosi in giochi di parole e doppi sensi.
Curioso il rimando al 18 settembre 2012, in questo periodo di devastazione della natura e di sempre maggior strapotere del denaro riusciremo a mantenere alta la nostra statura? O saremo schiacciati, come dice forse profeticamente Gabriel, e ridotti a piccoli esseri che conteranno sempre di meno?
Ma grazie al tuo avvertimento, Peter, noi non ci faremo sorprendere! (così almeno spero... [smile] )
[bye]

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 27/03/2012, 22:39

Penny Lane ha scritto:è il testo stesso che vorrebbe essere poetico (non me ne volere Old Tessa è solo la mia modestissima opinione).
Assolutamente, sono tutte opinioni soggettive, non c'è motivo di odiarsi ;)
Penny Lane ha scritto:Altro invece il testo di Get’em Out By Friday ricco di contenuti tuttora attualissimi espressi con la sagace ironia tipica di Gabriel che qui si manifesta al meglio aggrovigliandosi in giochi di parole e doppi sensi.
Curioso il rimando al 18 settembre 2012, in questo periodo di devastazione della natura e di sempre maggior strapotere del denaro riusciremo a mantenere alta la nostra statura? O saremo schiacciati, come dice forse profeticamente Gabriel, e ridotti a piccoli esseri che conteranno sempre di meno?
Ma grazie al tuo avvertimento, Peter, noi non ci faremo sorprendere! (così almeno spero... [smile] )
[bye]
Beato te che sei ottimista :roll:
Per me il testo è davvero toccante... e l'hai definito perfettamente. Però farei un'ulteriore osservazione: l'ultima frase in particolare si adatta all'attualità ma anche al Medioevo e forse a tutta la storia umana; sembra che stiano parlando di un feudatario avido e sfruttatore che fa il leccapiedi al clero, "investendo nella Chiesa", per avere la coscienza a posto essendosi guadagnato il Paradiso... Questo è il Medioevo ma quanto sono cambiate le cose? E qui torniamo all'interpretazione che do io delle pecore che non escono dal recinto. La maggioranza della popolazione non riesce a uscire dalla sua gabbia di sfruttamento, pur conoscendo la situazione: come Mrs. Barrow e i suoi coinquilini, che dalla loro via originaria vengono deportati ad Harlow, città da cui poi saranno cacciati di nuovo con la stessa giustificazione: devono farlo nell'interesse dell'umanità... :?
[bye]
P.s. Ditemi se parlo troppo : P
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 02/04/2012, 22:16

Nessun altro ha qualcosa da dire? :(
Vabbè prossimamente Aqualung ;)
[bye]
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7682
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Hairless Heart » 02/04/2012, 22:21

Aqualung? Slurp! [hearts]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Old Tessa
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 60
Iscritto il: 12/03/2012, 15:29

Re: L'angolo dei testi

Messaggio da Old Tessa » 03/04/2012, 14:42

Essì, un testo coi fiocchi **
"I don't belong here" said Old Tessa out loud.
Still alone in o-hell-o
- see the deadly nightshade grow.

Rispondi