Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 30/10/2015, 17:34

Immagine

Voci:

- Edwin Balogh - Roman
- Sharon den Adel - Indian
- Jay van Feggelen - Barbarian
- Fish - Highlander
- Anneke van Giersbergen - Egyptian
- Arjen Anthony Lucassen - Hippie
- Edward Reekers - Futureman
- Damian Wilson - Knight
- Robert Westerholt & George Oosthoek - Death
- Peter Daltrey - the Voice

Musicisti:

- Arjen Anthony Lucassen - chitarre, mandolino, basso, minimoog, mellotron, tastiere
- Ed Warby - batteria
- Roland Bakker - organo Hammond
- Robby Valentine - piano, sintetizzatore
- Ernő Oláh - violino
- Taco Kooistra - violoncelli
- Jack Pisters - sitar
- Rene Merkelbach - sintetizzatore, clavicembalo
- Clive Nolan - sintetizzatore
- Ton Scherpenzeel - sintetizzatore
- Thijs van Leer - flauto
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 30/10/2015, 17:49

1. Welcome to the New Dimension



Welcome!
You have entered the cranial vistas of psychogenesis
This is the place of no-time and no-space
Do not be afraid for I am merely
the vocal manifestation of your eternal dreams
I am as water, as air, like breath itself
Do not be afraid

Look around, but linger not
Where I lead you will follow
Mark these words well
Ignite my anger with your delay
and punishments will come your way.

You are eight souls of the flesh,
chosen from different eras ancient and modern.
The trivia of your mortal lives is unimportant to me
Indeed, some may die

You have a task: to release yourselves from this Web of Wisdom,
this knotted Maze of Delirium,
you must enter the nuclear portals of the Electric Castle!


Otto persone di ere diverse si ritrovano dal nulla catapultati in un mondo a loro completamente sconosciuto. Una strana e misteriosa voce (Peter Daltrey) li accoglie spiegando loro che dovranno superare delle prove per arrivare alle porte dell'Electric Castle. La voce dice loro di non aver paura, ma spiega loro che dovranno seguire i suoi consigli e le sue direttive attentamente, e che qualcuno potrebbe comunque morire, visto che a lui, essere superiore, poco importa delle vite di otto poveri mortali.

Traccia che funge da intro e da presentazione per l'album, la voce è accompagnata da un tappeto molto criptico ed oscuro, con picchi di chitarra e synth ad accompagnare ed arricchire la narrazione.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 31/10/2015, 16:29

2. Isis and Osiris



[A. Let the journey begin:]

[HIGHLANDER:]
What heathen place is this that I've arrived in
is now the time I pay for all my sins
I can't believe that this is God's creation
this realm was fashioned by the Devil's ane hand

[INDIAN:]
No it has been foretold, in our legends of old
wake the spirit within, let the journey begin

[HIGHLANDER:]
This quest you speak of is for redemption
how can we travel when our souls are lost
you think we find ourselves at gates of new salvation
when I can only sense the end is here

[INDIAN:]
No it has been foretold, in our legends of old
wake the spirit within, let the journey begin

[KNIGHT:]
We're at the gates of Avalon, the island of spirits,
We're at the gates of Avalon, in search of the Grail

[B. The Hall of Isis and Osiris]


[ROMAN:]
There's no way out, slaves for eternity
down in the underworld, the jaws of Orcus
I call on Jupiter, the ruler of the gods
show us the way, from damnation to salvation

[EGYPTIAN:]
The fields of Yaaru lie waiting for us all
rejoice! the judges have ruled
we have been chosen to enter the great hall
of Isis and Osiris

[ROMAN:]
No you're wrong, we're trapped here in darkness
among departed souls, and mislaid spirits
I call on Mars, the ancient god of war
grant me the power, to free me from this evil

[EGYPTIAN:]
The fields of Yaaru lie waiting for us all
rejoice! The judges have ruled
we have been chosen to enter the great hall
of Isis and Osiris

[C. Strange Constellations]

[HIGHLANDER:]
Can you see the stars? Can you recognize the constellations?
if I could only see the hills that we're supposed to climb
even the sunlight
it doesn't warm doesn't warm
How are we gonna find our way?
If we can't recognize the stars,
if we can't recognize the constellations
where do we go?

[D. Reprise]

[HIGHLANDER:]
The quest you speak of, it isn't bound for glory
no grail exists within this heathen land
you think we find ourselves at gates of new salvation
when I can only sense the end is near


I prescelti, ancora confusi e scossi dall'accaduto cominciano a farsi domande riguardo al perchè sono li. Highlander (Fish) percepisce un grande pericolo incombente, e crede che la fine sia vicina, mentre Indian (Sharon den Adel) crede che il viaggio fosse stato predetto dai loro avi, e che debbano ritenersi fortunati. Highlander controbatte, facendo notare ad Indian come le loro anime siano perse e dannate. Knight (Damian Wilson) intanto è convinto di trovarsi nella mitica Avalon, in cerca del Santo Graal, mentre Roman (Edwin Balogh), appoggia la teoria di Highlander, e chiede ai suoi Dei Marte e Giove la forza per combattere il male incombente e per uscire vivo da quell'incubo. Egyptian (Anneke van Giersbergen) invece esulta credendo che loro siano i prescelti che cammineranno nella grande sala di Iside e Osiride. Highlander fa notare come non ci siano stelle nè costellazioni che possano aiutarli a cercare la via, e chiude dicendo che non esiste nessun Graal in quel posto, ma solo la loro fine.

Primo vero brano del disco, la prima parte è sorretta da una chitarra acustica e dalle voci di Fish (ex Marillion), della sognante Sharon den Adel e del potente Damian Wilson. La seconda parte della strofa vede la comparsa della batteria e di un buon numero di cambi, oltre alle voci di Edwin Balogh e Anneke van Giersbergen. Fanno capolino anche un sitar dal sapore medio orientale e dei synth, a rompere il riff dominante di chitarra. Il tutto è un continuo ribattere tra pezzi più angoscianti e oscuri ad altri più aperti e solari, dipendentemente dal personaggio che sta parlando. Il bridge calmo e introspettivo, ad appannaggio di Fish, precede una lunga parte strumentale dove tastiere e synth fanno la parte del leone. Il brano si chiude com'era iniziato, con la chitarra classica in sottofondo e le parole di Fish/Highlander.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 01/11/2015, 17:26

3. Amazing Flight



There is danger ahead.
But do not be afraid for I am with you like breath itself.
Darkness will lead to light colour will bleed into the night. Beautiful colours, the like of which you have never seen.
Let the dream of confusion lead you into the virgin light!
Be gone! Be all-seeing, be brave
Be gone!


[A. Amazing flight in Space]

[BARBARIAN:]
I'm lookin' 'round bewildered
is this some dark and evil jest?
what brought me to this cursed keep?
perchance some crazy quest
God forbid I am no coward!
pitted against monster, man or ghost,
I'd wield my blade with crimson gusto
for I'm the proud barbarian host!

[HIPPIE:]
Hey dude, you're so uncool
but hey, that's alright
like there's no need to get uptight
my eyes reflect the stars
and a smile lights up my face
we're on an amazing flight in space

[BARBARIAN:]
I shook city, walls and towers
wreaking havoc in the streets
burned palaces of cow'rdly kings
not a one stood up to me
bear bloody banners in blazing skies!
brandish battle-axe and broadsword!
let drums of glory sound like thunder!
hail! Barbaric warlord!!

[HIPPIE:]
Hey dude, you're so uncool
but hey, that's allright
like there's no need to get uptight
my eyes reflect the stars
and a smile lights up my face
we're on an amazing flight in space

[BARBARIAN]
I load my black stallion
With grim determination
I found a kingdom
Where I chose to settle down
Righteous men would hang me
But I've given hell to pay
Cause nothing is as dangerous
As a barbarian warlord

[B. Stardance]

[INDIAN]
chanting

[C. FLYING COLOURS]


La Voce mette in guardia gli otto, dicendo che davanti a loro c'è pericolo, ma dice anche loro di non preoccuparsi, perchè lui li guiderà. Dice loro di lasciarsi guidare attraverso colori mai visti prima, alla ricerca della luce.
Barbarian (Jay van Feggelen) si ritrova come gli altri in questo mondo strano e misterioso, e si chiede in che incubo sia finito. Lo fa, a differenza degli altri, con l'impeto e la cattiveria tipica del popolo barbaro, visto che lui si considera un coraggioso, sanguinoso e fortissimo guerriero. A quel punto Hippie (Arjen Anthony Lucassen) dice a Barbarian che non serve innervosirsi; gli consiglia invece di stare tranquillo e di godersi il fantastico e psichedelico viaggio spaziale che stanno compiendo.


Brano che presenta altri due personaggi, l'arrogante Barbarian e il sognante e innocuo Hippie. La prima parte del brano è plasmata su questi due personaggi: la strofa è un Blues Rock che si addice perfettamente alla voce calda e potente di van Feggelen, mentre il ritornello psichedelico è ad appannaggio di Lucassen. La seconda parte è puramente strumentale, e dopo un bridge con vocalizzi della den Adel abbiamo una prima parte con un riff di chitarra e varie parti di tastiera, Hammond e synth, con una comparsata del flauto; e una seconda parte dove fanno capolino, in ordine,il pianoforte, gli archi, i violini e i ancora i flauti. Questa parte è ovviamente più dolce, molto simile ad una delicata Ballad.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 02/11/2015, 14:46

4. Time Beyond Time



[FUTUREMAN:]
From the cities underseas
to the skyways in the east
from the stations on the Moon
to the planet of Neptune
I'm a sophisticated man
and you would say I'd understand
is it a virtual design?
are we launched into a time beyond time
space beyond space
we are lost here in this cyberworld
is there no way out?

[KNIGHT:]
I don't understand your words
they strike as hard as steel
I'm sworn to the sacred quest on the isle of Avalon
to retrieve the magic chalice
which holds the power to heal
only the pure of heart are received into the realm

[ROMAN:]
just look around you now and tell me what you see
a world full of treachery
skies of silver and seas of gold
the past is young and the future old
we're closed in by iron gates
beyond them Elysium waits
far away on the edge of the world in a time beyond time
space beyond space
we are lost here in the underworld
is there no way out?

[FUTUREMAN:]
from the birthcry of our race
to the mysteries of space
I'm an educated man
and you would say I'd understand

[FUTUREMAN:]
From the cities underseas
to the skyways in the east
from the stations on the Moon
to the planet of Neptune
I'm a sophisticated man
and you would say I'd understand
is it a virtual design?
are we launched into a time beyond time
space beyond space
we are lost here in this cyberworld
is there no way out?

[KNIGHT:]
I don't understand your words
they strike as hard as steel
I'm sworn to the sacred quest on the isle of Avalon
to retrieve the magic chalice
which holds the power to heal
only the pure of heart are received into the realm

[ROMAN:]
just look around you now and tell me what you see
a world full of treachery
skies of silver and seas of gold
the past is young and the future old
we're closed in by iron gates
beyond them Elysium waits
far away on the edge of the world in a time beyond time
space beyond space
we are lost here in the underworld
is there no way out?

[FUTUREMAN:]
from the birthcry of our race
to the mysteries of space
I'm an educated man
and you would say I'd understand


Entra in gioco l'ultimo degli otto protagonisti di questo viaggio, Futurman (Edward Reekers); costui vive centinaia di anni dopo gli altri protagonisti ed ha accesso a tecnologie molto avanzate, questo lo porta a pensare che gli altri vogliano da lui risposte sullo strano e misterioso luogo in cui sono stati catapultati; ma neanche il tecnologico Futurman sa darsi risposta, l'unica cosa che dice è che probabilmente si trovano in un luogo virtuale, lontani dal tempo e dallo spazio. Knight si sente ferito da queste parole, lui è li per la sua missione, quella di recuperare il Santo Graal. Roman dice a Knight di guardarsi intorno, e cerca di fargli capire che non sono nella mitica Avalon, ma in un posto buio, pericoloso e sperduto, lontano dalle loro case.

Power Ballad che comincia lenta con la voce di Reekers accompagnata da chitarra acustica e tastiere; la batteria entra nelle strofa successiva, con Wilson/Knight e Balogh/Roman, sempre accompagnati dalla chitarra classica, vera protagonista di questa parte di brano. Il bridge vede un flauto che precede un solo di chitarra elettrica. La canzone riprende poi l'inizio e la strofa/ritornello, per poi chiudere con la chitarra elettrica che riprende il tema portante del brano.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 03/11/2015, 13:37

5. The Decision Tree (We're Alive)



Ah, my friends!
So light of foot, so swift.
You have come this far.
And now, here beneath the ancient, omniscient boughs of the Decision Tree
One of you must depart this world of flesh.
Only seven may continue. Only you can decide...


[BARBARIAN:]
Let it be known I won't be the one to die here
honour and glory are heaped upon my name
let it be clear I'm not the one who cries here
what about the tall one, the one who's lost to shame

[HIGHLANDER:]
I've followed princes, I've raised their bloody banners
I've killed and wounded on the side of right
I've reaped the harvest, scattered fields with ashes
I've buried children, sowed the seeds of hate

[ALL:]
we're alive
we'll survive
we will strike for our freedom
we're alive
we'll survive
we'll arrive in our Eden

[HIGHLANDER:]
I've followed princes
I've followed kings
I will take their lead no
more
I will not lie
in shallow graves
I'm nobody's slave

[BARBARIAN:]
let it be known, by Thor the god of lightning
I have been chosen to do battle at his side
let it be clear I was born to go down fighting
what about the craven, the one who's lost his pride

[HIGHLANDER:]
don't speak to me of honour, pride and glory
I've tasted blood, seen your type before
you talk of battle but all you tell are stories
you'd see me buried in a shallow grave

[ALL - HIGHLANDER:]
we're alive
(I've followed princes)
we'll survive
(I've followed kings)
we will strike for our freedom
(I will take their lead no more)
we're alive
(I will not lie)
we'll survive
(in shallow graves)
we'll arrive in our eden
(I'm nobody's slave)

[ALL:]
we're alive
we'll survive
we will strike for our freedom
we're alive
we'll survive
we'll arrive in our Eden

We're alive
we'll survive
we will strike for our freedom
we're alive
we'll survive
we'll arrive in our Eden


La Voce annuncia che uno degli otto personaggi dovrà rimanere indietro, dovrò morire per dare la possibilità agli altri di proseguire. Annuncia inoltre che saranno proprio loro a decidere chi dovrà sacrificarsi. Barbarian mette subito le cose in chiaro: non sarà lui a morire li, lui è un valoroso guerriero scelto per combattere al fianco di Thor in persona, e non può andare incontro ad una fine così disonorevole. Nel contempo punta Highlander, da lui chiamato codardo, dicendo che lui dovrebbe essere il sacrificato. Highlander controbatte dicendo di aver vissuto avventure al servizio di Re e Principi, e stanco di ciò ha deciso di non essere più lo schiavo di nessuno. Accusa anche Barbarian di parlare tanto per nulla, mentre lui, veterano di mille battaglie, il sangue l'ha assaggiato per davvero sul campo di battaglia. Gli altri, intanto, gioiscono nel constatare che sono ancora vivi, e sperano di trovare il loro Eden alla fine di quell'incubo.

Brano abbastanza leggero che fa l'occhiolino all'Hard Rock anni '80, l'intro vede prima la chitarra acustica e poi quella elettrica, mentre la strofa è sorretta dalla chitarra acustica. Il ritornello segue l'andazzo del resto del branol, a parte strumentale e il solo danno una svolta più Heavy al brano, che si conclude con un ritornello con doppio pedale più duro rispetto agli altri.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 04/11/2015, 16:40

6. Tunnel of Light



Be joyful, my friends! You will now enter the Tunnel of Light.
Let brilliance suffuse your souls! Make your choice.
Your path is incandescend.


[HIGHLANDER:]
Don't offer me the light,
when I only know the darkness
that's where I want to hide
there's a chill in my bones,
that I recognise from another life
that's why I'm heading home

[EGYPTIAN:] Ra - heliopolis, ka - anenti
[ROMAN:] into Elysium!
[KNIGHT:] the isle of Avalon!
[EGYPTIAN:] in the tunnel of light

[HIGHLANDER:]
Don't tempt my heart with hope,
in the shadows of broken promises
I guard my dreams
in the bend of a swollen river,
in the roots of weeping willows
I choose to lie

[EGYPTIAN:] Ra - heliopolis, ka - anenti
[ROMAN:] into Elysium!
[KNIGHT:] the isle of Avalon!
[INDIAN:] the legend has begun!
[FUTUREMAN:] our one and only sun!
[EGYPTIAN:] in the tunnel of light

[EGYPTIAN:] Ra - heliopolis
[HIGHLANDER:] I rest my broken heart, where the willows weep
[EGYPTIAN:] ka - anenti
[HIGHLANDER:] I will lay me down
[ROMAN:] into Elysium
[HIGHLANDER:] I will rest my head
[KNIGHT:] the isle of Avalon!
[INDIAN:] the legend has begun
[HIGHLANDER:] I will close my eyes
[EGYPTIAN:] in the tunnel of light


La Voce annuncia che il gruppo sta entrando nel Tunnel of Light, un altro passo avanti verso la salvezza. Dice loro di essere contenti, ma dice loro di scegliere chi dovrà sacrificarsi per permettere agli altri di proseguire. Egyptian, Knight, Roman, Futurman e Indian esultano, estasiati dalla forte luce che emana il tunnel, ma uno dei componenti del gruppo la pensa diversamente: Highlander, schiacciato dai sensi di colpa per gli errori commessi nella sua vita decide di rimanere indietro e di sacrificare la sua vita.

Brano che vede la dipartita di Highlander e quindi di Fish, che ha il ruolo principale assieme alla van Giersbergen/Egyptian in questo brano tranquillo e piacevole, sorretto dalla chitarra acustica e dal mandolino. Il punto di vista, qui, è quello del gruppo, mentre si sente che le parti di Highlander, soprattutto le ultime, sono più cupe e angosciate, visto che si sta sacrificando per il bene del gruppo. Il brano in sé è abbastanza corto e non vede particolari cambi o assoli, nota di merito va alla van Giersbergen e ai suoi vocalizzi nel ritornello.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 05/11/2015, 16:49

7. Across the Rainbow Bridge



And now this Rainbow Bridge
an iridescent span of tears - so fragile and yet so strong.
Will it support your mortal shells?
Or will you fall into the fiery brine below?


[KNIGHT:]
I hark back to olden days
to her and her magic ways
two souls in harmony
in an endless sea
the cruel wings of destiny
carried you away from me
and left a heart unstilled
that never will be filled

[ROMAN - CHORUS:]
Beyond these stygian skies our fortress lies
across the rainbow bridge
we'll span the sea of tears and conquer all our fears
inside

[KNIGHT:]
I'd sacrifice my very life
to have you at my side
like a dream I see your face
through the misty haze
we were one amid the stars
and time never healed my scars
deep inside the sadness burns
I must return!

[ROMAN - CHORUS:]
Beyond these stygian skies our fortress lies
across the rainbow bridge
we'll span the sea of tears and conquer all our fears
Forsake this mourning field and drop your shield
across the rainbow bridge
run to the other side where all our dreams abide

[HIPPIE:]
Scarlet crimson rosy red
I must be dead
or stoned out of my head
orange yellow tangerine
the acid queen
in a psychedelic scene

Ochre chestnut chocolate brown
I'm upside down
on a cosmic eiderdown

Ivory milky chalky white,
the stars ignite, I vanish in the light
that burns so bright

Step forward, step forward
Beyond lies your goal
the Electric Castle!
The past is gone!
Do you wish to lapse in limbo forever? No, no, no!
Be resolute.. There are trials ahead
and rewards for those who strive
the Surreal Search endures

[ROMAN & KNIGHT:]
Run run the past is gone, it cannot be undone
run run the future is here, our fate is drawing near
run run the past is gone, it cannot be undone
run run the future is here, our fate is drawing near
run run the past is gone, it cannot be undone
run run the future is here, our fate is drawing near
run run the past is gone, it cannot be undone
run run the future is here, our fate is drawing near

[ROMAN - CHORUS:]
Beyond these stygian skies our fortress lies
across the rainbow bridge
we'll span the sea of tears and conquer all our fears
Forsake this mourning field and drop your shield
across the rainbow bridge
run to the other side where all our dreams abide


La misteriosa Voce mostra ai sette sopravissuti il Rainbow Bridge: riuscirà questo magnifico ponte a sostenere il peso dei sette mortali? O si distruggerà, facendoli cadere nelle buie ed impetuose acque sottostanti?
Knight ripensa ai tempi passati, quand'era felice assieme al suo amore, amore che il crudele destino ha portato via da lui. Si sente abbattuto e sperduto, e farebbe di tutto per riaverla al suo fianco. Roman mostra agli altri la via, mostra il loro obiettivo: l'Electric Castle non è poi così distante, si vede oltre all'iridescente ponte. Hippie si perde per un momento nei magnifici colori del ponte, credendo addirittura di essere morto, ma poi esorta gli altri a non rimanere in quel limbo, ad attraversare il ponte per poter uscire da quella strana e futuristica realtà. Infine Roman - assieme a Knight- incitano gli altri a correre, visto che il passato non può essere cambiato, mentre il futuro è li che li aspetta
.

Brano lento ed intimistico nella sua prima parte - quella di Knight-, mentre il ritornello è molto trascinante e rimanda all'AOR anni '80. La parte di Hippie è ovviamente più psichedelica, ma anche più Heavy, con la chitarra elettrica a fare da tappeto ai vocalizzi aggiuntivi della den Adel. La parte prima dell'ultimo ritornello strizza di nuovo l'occhio all'AOR ed è ancora più trascinante del ritornello stesso.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 06/11/2015, 14:28

8. The Garden of Emotions



Behold: the Star Towers of the Electric Castle!
See how it embraces the sky!
How insignificant the mere mortal,
dwarfed by the majesty of its electric edifice!
But first, my seven searchers
you must meander through the verdant vines of the Garden of Emotions.
Succomb to its allure.
Breathe deep the intoxicating aroma of endless, entwined emotions...


[A. In the garden of Emotions]

[HIPPIE:]
It's kinda groovy
in this world of fantasy
where no one else can go
within these boundaries
I'm shielded from reality
without a care or woe

[EGYPTIAN:]
Amon-ra, have you come to seal my fate?
in the garden of emotions
free my ka, how much longer must I wait?
in the garden of emotions

[HIPPIE:]
I roam the universe
in cosmic meditation
to find my inner me
I'm getting high on love
and spiritual vibrations
to set bad karma free

[EGYPTIAN:]
Amon-ra, have you come to seal my fate?
in the garden of emotions
free my ka, how much longer must I wait?
in the garden of emotions

[B. Voices in the sky]

[ROMAN:]
Take up arms and follow
[BARBARIAN:]
Hey, who are you to take the lead?
[ROMAN:]
I will keep you all from harm
[BARBARIAN:]
so what kind of god do you think you are?
[ROMAN:]
A warrior is what I am
[BARBARIAN:]
No I'm the wolf and you are but a lamb
[ROMAN:]
If you doubt my force you'll live no more
[BARBARIAN:]
You will end your war upon my sword

[INDIAN:]
"And voices in the sky
shall cause the soul to die"

[ROMAN:]
We'll break away by my command
[BARBARIAN:]
No we'll crush our foe and quell this land
[ROMAN:]
You cannot kill what's already dead
[BARBARIAN:]
Whoever rivals me will lose his head
[ROMAN:]
You'll endenger all our precious lives
[BARBARIAN:]
Well I don't care, I will survive
[ROMAN:]
I'm the only one who can set us free
[BARBARIAN:]
Go and chase your ghosts and leave me be

[INDIAN:]
"And voices in the sky
shall cause the soul to die"

[C. The aggression Factor]

[INDIAN:]
Fury and fear

[FUTUREMAN:]
It must be feeding on our negative emotions

[KNIGHT:]
Chivalrous and bold
pitiless and cold

[INDIAN:]
Destiny's near

[FUTUREMAN:]
We're at the mercy of some vile computerscheme

[KNIGHT:]
valiant and true
treacherous and cruel

[INDIAN:]
Spirits appear

[FUTUREMAN:]
We'll have to try to hide our antagonistic notions

[KNIGHT:]
Chivalrous and bold
pitiless and cold

[INDIAN:]
The legend is here

[FUTUREMAN:]
if we ever want to end this future dream

[KNIGHT:]
Valiant and true
treacherous and cruel

[INDIAN:]
Fury and fear

[FUTUREMAN:]
we have to free our minds from anger and aggression

[KNIGHT:]
Chivalrous and bold
pitiless and cold

[INDIAN:]
Destiny's near

[FUTUREMAN:]
It's the only way to defy this cold machine

[KNIGHT:]
Valiant and true
treacherous and cruel

[INDIAN:]
Spirits appear

[FUTUREMAN:]
If we're to stand up to to this emotional oppression

[KNIGHT:]
Chivalrous and bold
pitiless and cold

[INDIAN:]
The legend is here

[FUTUREMAN:]
We had better stand together as a team

[KNIGHT:]
Valiant and true
treacherous and cruel

[EGYPTIAN:]
Amon-ra, have you come to seal my fate?
in the garden of emotions


La Voce fa notare ai sette le torri dell'Electric Castle, che si innalzano fiere dinanzi al'inutilità delle vite dei comuni mortali. Prima di arrivare li, però, la Voce dice ai sette che dovranno attraversare il Garden of Emotion, un giardino pregno di infinite e soffocanti emozioni...
Mentre Hippie capisce che quel mondo fantastico e lontano dalla realtà non gli fa provare amore ne dolore Egyptian si sente sopraffare dalle incombenti emozioni, tanto che prega Ra di porre fine alla sua vita per poterlo incontrare. Intanto Roman e Barbarian si scontrano violentemente su chi debba essere il leader del gruppo: Roman sostiene di essere un guerriero e un condottiero che porterà tutti loro alla salvezza, mentre Barbarian pensa che Roman non sia all'altezza della situazione: vuole fare di testa sua e vuole salvarsi, fregandosene della vita degli altri. Mentre Indian percepisce delle voci negative che rischiano di compromettere il viaggio dei sopravvissuti il saggio Futurman tenta di placare gli animi, spiegando come l'essere si stia probabilmente cibando delle loro emozioni negative e dei loro contrasti: per poter sopravvivere il gruppo deve mettere da parte le divergenze e restare unito.


Uno dei brani più Prog dell'album nella sua composizione, The Garden of Emotions è suddiviso in tre parti: la prima vede Lucassen e la Van Giersgerben con un pezzo lento e leggermente psichedelico, anche se drammatico; la seconda parte è molto Heavy ed è sorretta dala chitarra e dallo 'scontro' Balogh/van Feggelen, con break della tastiera ad accompagnare la voce della den Adel. L'ultima parte, con un turbinio musicale di incredibile impatto vede Reekers come voce protagonista, anche se gran merito va dato alla sfuggente voce della den Adel, senza dimenticare Wilson in sottofondo, tutti sorretti dagli archi che creano un'atmosfera di misterioso terrore. Chiude il brano la Van Gierbergen, riprendendo il tema iniziale.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 07/11/2015, 16:36

9. Valley of the Queens



[EGYPTIAN:]
My journey's over
I'm standing on the edge
and close my eyes
to this world of lies

My will is broken
it's the end of all my dreams
my soul yearns
for the Valley of the Queens

My rose has withered
it will never bloom again
the soil is dry
time has come to die

My faith has left me
they've stolen all my dreams
oh lay me down
in the Valley of the Queens

My search has ended
my name is carved in stone
on the temple wall
beyond Osiris hall

No holy sunrays
will light my tomb of dreams
I won't return
from the Valley of the Queens


Egyptian, persa ogni speranza di salvezza si fa sopraffare dalle emozioni e abbandona il gruppo, lasciandosi andare ad una sicura morte. Il mondo in cui si è persa non è quello che lei aveva pensato, tutti i suoi sogni sono stati infranti e per lei non c'è più nessuna ragione per continuare quel viaggio.

Il secondo personaggio a perire è Egyptian, e Lucassen lascia un intero brano dedicato a lei e alla bellissima voce di Anneke van Giersbergen. Il brano in sè è una corta e semplice ballata con una piccola parte strumentale, dove la voce dell'artista olandese è l'assoluta protagonista.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 08/11/2015, 16:11

10. The Castle Hall



At last! You enter the Electric Castle!
Here in this vast hall where even shadows fear the light
here you must confront your past.
If you have killed, beware of the Gathering of Spirits
for they do fish for men.
Here, the disembodied Astral World becomes flesh once more.
I pity the men of swords.
For here blood runs cold...


[BARBARIAN:]
Cries from the grave resound in my ears
they hail from beyond my darkest fears
faces of the past are etched in my brain
the women I raped, the men I've slain

Shades of the dead are sliding on the wall
demons dance in the castle hall

[KNIGHT:]
I call upon the sword, the mighty Excalibur
grant me the skill to fulfill my quest

I call upon my king and the knights of the table round
grant me the courage to stand to this test

I call upon the seer, Merlin the sorcerer
grant me the magic to end my pain

I call upon the spirit that lives in a noble heart
grant me the passion that's within my veins

Shades of the dead are sliding on the wall
demons dance in the castle hall

[BARBARIAN:]
Cries from the grave resound in my ears
they hail from beyond my darkest fears

[KNIGHT:]
I call upon the seer, Merlin the sorcerer
grant me the magic to end my pain

I call upon the spirit that lives in a noble heart
grant me the passion that's within my veins

Shades of the dead are sliding on the wall
demons dance in the castle hall


La Voce annuncia che i sei sopravvissuti sono riusciti ad entrare nell'Electric Castle, ma le prove non sono finite: nell'enorme Castle Hall gli uomini che in vita hanno ucciso devono stare attenti, perchè i loro fantasmi riprendono vita per poterli tormentare.
Barbarian vede gli spiriti delle donne di cui ha abusato e degli uomini che ha ucciso tornare dall'oltretomba, mentre Knight fa affidamento alla mitica Excalibur, al suo Re e al suo cuore impavido per superare quell'ennesima prova
.

Brano dritto e senza molti fronzoli, che però presenta parti molto diverse tra loro: il ritornello è un Hard Blues settantiano trascinante, la parte cantata da Barbarian/van Feggelen è oscura e criptica, senza batteria, mentre la parte cantata da Knight/Wilson è molto ritmata e incalzante; il break musicale si discosta da tutto ciò con una parte dalla melodia più distesa, con l'ausilio anche di chitarre acustiche e archi.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 09/11/2015, 13:39

11. Tower of Hope



From the wind-torn ramparts of the Tower of Hope
we survey a thousand futures.
Release your dreams from this electric pinnacle.
You must have hope


[HIPPIE:]
We're climbing up the stairs
and hope is flowing through our veins

[FUTUREMAN:]
There's magic everywhere
we've been released of all our chains

[HIPPIE:]
We're taking in the view oceans of blue,
fields of green

[FUTUREMAN:]
I fear this can't be true
we're still inside this dream machine

[HIPPIE:] I only felt what I wanted to feel
[FUTUREMAN:] I only saw what I wanted to see
[HIPPIE:] I'm at the end of my rope
[both] Lost in the tower of hope

[HIPPIE:]
I see a brand new age
where peace and harmony prevail

[FUTUREMAN:]
But we're still in this cage
destined to die here if we fail

[HIPPIE:] I only felt what I wanted to feel
[FUTUREMAN:] I only saw what I wanted to see
[HIPPIE:] I only went where I wanted to go
[FUTUREMAN:] I only knew what I wanted to know
[both] and we became who we wanted to be
[HIPPIE:] I only felt what I wanted to feel
[FUTUREMAN:] I only saw what I wanted to see
[HIPPIE:] I'm at the end of my rope
[BOTH:] lost in the tower of hope


La Voce comunica che i sei sopravvissuti sono entrati nella Tower of Hope, una torre da cui è possibile ammirare centinaia di futuri diversi: alla fine dice loro di liberare i loro sogni e di lasciarsi andare, di avere speranza.
Hippie sente una nuova e inaspettata ventata di speranza, mentre Futurman sente magia tutto attorno a lui; mentre osservano mondi mai visti prima, mondi perfetti e pacifici, Futurman intuisce che quella è probabilmente tutta una finzione, e che loro sono sicuramente ancora dentro quell'incubo. Quelle visioni altro non sono che l'ennesima trappola che l'essere misterioso ha preparato per le sue pedine.


Altro brano dal sapore ottantiano, Tower of Hope è un pezzo Hard trascinante e per nulla cattivo, con una strofa in cui spicca il groove di Ed Warby sul rullante e le spennate di chitarra quasi ipnotiche. Il break è ispirato all'Hard Rock settantiano con duetto di chitarra e Moog, con un pizzico di Hammond nella parte finale.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 10/11/2015, 14:01

12. Cosmic Fusion



[A. I soar on the Breeze]

[INDIAN:]
spirits-flying
I soar on the breeze
mortals-dying
I soar on the breeze
into the sun

Lovers-crying
I soar on the breeze
demons-sighing
I soar on the breeze
into the sun

I'm drawn towards the sun
and then we will be one
my soul will melt into the universe

[FUTUREMAN:] It's all a lie
[ROMAN:] you will just die
[FUTUREMAN:] so don't give in
[ROMAN:] for we can win

[B. Death's Grunt]

[DEATH:]
I am the breeze
the bringer of rest and ease
I am the wind
the forgiver of those who've sinned
I am the storm
I blow the devil's horn
I am the fire
the source of lust and desire
I am the sun
the joining has begun
I am your fate
the guardian at the gate
I am death and I claim your final breath!

[C. The passing of an Eagle]


Nella Tower of Hope Indian sente una voce nell'aria, decide di darle ascolto e di seguirla, anche se Futurman e Roman la mettono in guardia, le dicono di non seguirla, perchè probabilmente è una trappola mortale. I due, purtroppo, hanno ragione: la voce appartiene a Death (Robert Westerholt & George Oosthoek) che dopo essersi rivelata all'ingenua ragazza la porta via con sé.

Brano diviso in tre parti, e che segna la dipartita di Indian: la prima parte, ovviamente vede protagonista Sharon den Adel in un pezzo tranquillo e sospeso, senza batteria e con le tastiere e una chitarra effettata a formare dei riff misteriosi e cupi; la seconda parte, unica in cui partecipano le voci grohl di Robert Westerholt e George Oosthoek è ritmata e sorretta da un tema ripetuto con la tastiera; l'ultima parte, strumentale, vede l'avvicendarsi di tastiere, synth e chitarre elettriche a formare riff e assoli continui.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 11/11/2015, 14:28

13. The Mirror Maze



It is time to reflect upon your “ego-self”.
Nowhere to hide when the walls echo
the you that we all see.
Ah ah, ah, the smiles dissolve! The pulse begins to race;
the face a flush of fear so plainly painted.
The Mirror World, the Mirror Maze: Confrontation


[A. Inside the Mirror Maze]

[HIPPIE:]
Mirror mirror I can see a lonely child,
he kinda looks like me
staring out into infinity
his father lies, his mother cries,
his spirit flies up in the skies
wandering off to another galaxy

[UOMO DEL FUTURO:]
Secret fears we all try to hide
lie dormant deep inside us
defy the ghosts of long forgotten days
here inside the mirror maze

[HIPPIE:]
Mirror mirror I can see an angry boy,
oh well I guess he's me
rising up to the society
he's aware that no one cares
and life's unfair so he grows his hair
and takes a trip into eternity

[UOMO DEL FUTURO:]
Secret fears we all try to hide
lie dormant deep inside us
defy the ghosts of long forgotten days
here inside the mirror maze

[B. Through the Mirror]

[ROMANO:] I see a man,
who's unable to withstand his fears inside
[CAVALIERE:] inside we're all but frightened men
but we have to fight until the end is here
[ROMANO:] hear what I say: I am doomed,
I have to pay, I can't go on
[CAVALIERE:] go on and persevere
for we have to make it out of here alive
[ROMANO:] a life is but a dream,
for in the mirror I have seen what lies within
[CAVALIERE:] within this armour cold and bright
lies a noble heart with the will to fight the pain
[ROMANO:] the pain cannot be healed,
I'm surrounded by this shield I cannot break
[CAVALIERE:] break through the mirror now
follow me, I will show you how

[ROMANO:] we've reached the other side,
I have overcome my pride and made it through
[CAVALIERE:] we threw aside our darkest fears
and stepped across these new frontiers of time
[ROMANO:] time can only tell
what awaits us in this hell full of deceit
[CAVALIERE:] deceit, guile and treachery
will they ever set us free again?

[ROMANO:] riding on the wings of time


I cinque sopravvissuti, come annunciato dalla Voce, si trovano di fronte ai proprio Io, alle loro paure più recondite, ai loro ricordi dimenticati. Hippie guarda nel Mirror Maze e vede un ragazzino solo e dimenticato dal mondo, che arrabbiato si fa crescere i capelli e decide di lottare contro la società. Roman, intanto, guardando nel Mirror Maze getta la spugna e si fa quasi sopraffare dalle sue paure e dal suo orgoglio, ma in suo aiuto arriva Knight, che lo sprona a seguirlo e a continuare a lottare per la sua libertà. Roman, dopo un attimo di debolezza si convince a proseguire assieme agli altri il loro cammino: ormai manca poco alla conclusione del viaggio.

The Mirror Maze vede due parti distinte: la prima è una ballata malinconica supportata dal piano e dalla chitarra acustica, mentre la seconda parte è più Hard e si avvale della batteria, assente nella prima parte, e di un più ampio uso di strumenti elettrici. Questa parte è contraddistinta dal 'dialogo' tra Roman e Knight, con un botta e risposta lungo tutta la strofa.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 12/11/2015, 14:47

14. Evil Devolution



The future's doored ingress! What lies beyond?
One of you - ah, survived so much! -
are you man enough to force this door upon its golden hinge?
You craved the answer - but can you bear the truth?
The door! The Future!


[FUTUREMAN:]
Our hope's dissolved
for man's evolved into another state of being
have we “progressed” beyond the need of feeling?

A cyber-brain
the last in the chain of man/machine alliance
have we become the victims of our science?

Evil devolution
is this an illusion
out here in space

Human humiliation
this mutation
of our human race

Is this the end
will we transcend the need for human pleasures?
will we abandon all our earthly treasures?

Will mankind yield
on the battlefield of natural selection
to an inorganic digital perfection?

Evil devolution
is this an illusion
out here in space

Human humiliation
this mutation
of our human race


La Voce, sorpresa da quanti sopravvissuti siano arrivati a quel punto mostra loro una porta per il futuro. Ma saranno abbastanza coraggiosi per aprirla? E riusciranno a sopportare la verità che si cela dietro di essa?
Futurman riflette sull'entità che li ha intrappolati li, e pensa come l'uomo sia stato battuto dalle macchine da lui stesso creato. L'evoluzione ha preso una piega oscura, i computer che aiutavano le persone a vivere si sono rivolte contro i loro stessi creatori, ora schiavi di menti fredde e calcolatrici.


Brano che vede protagonista assoluto Reekers/Futurman, il pezzo comincia con le tastiere a formare un riff misterioso con un cantato in controtempo; il ritornello è angosciante ed è accompagnato dagli archi, mentre la seconda parte si apre con l'entrata di basso, batteria e chitarre elettriche. Il brano tratta dell'evoluzione delle macchine che prendono il potere a discapito dei propri creatori, tema classico della fantascienza tanto amata da Lucassen.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 13/11/2015, 17:57

15. The Two Gates



And so it's come to this.
Two Gates, two portals await.
Let your choice be guided by collective wisdom.
Ah, hath the prospect of freedom ever tasted so good?
One gate completes the circle
one step away from your own dimension, your cherished time.
One gate severs all connections:
one step away from the dreamworld of everlasting ebony.
You call it Oblivion.
It is a brave soul who makes the first choice.


[BARBARIAN:]
Behold these gates, the first one plain and old
behold these gates, the second forged of gold
the gate of old spells out disgrace and shame
the one of gold cries out my noble name
I challenge death to meet me at this gate
I challenge Odin to pronounce my fate
and if I thrive I've overcome this land
but if I fail I'll die a worthy man

[ROMAN:] open the gate, we're now on our own
[ALL:] enter the gate to your destiny
[ROMAN:] will it be fortune or fate, the truth shall be known
[ALL:] enter the gate to your destiny

[BARBARIAN:]
cowards whine beyond the olden gate
Valhalla shines beyond the golden gate
I walk alone so dare not follow me
but choose your own and die in agony

[ROMAN:] open the gate, we're now on our own
[ALL:] enter the gate to your destiny
[ROMAN:] will it be fortune or fate, the truth shall be known
[ALL:] enter the gate to your destiny

What ever place might this be? Why ever happened so bad?
Eternity turns - darkness crushes down upon me! Ohh!
Like a big black deck of death - smothers my senses!
Makes me lose my sense of time! This cannot be a dream!
I need to be run away! Run away! When lucky risk come to take me!
Do not place among the warriors -
To mark a place by Odin's side! Ahhhh!

[KNIGHT:]
we have been saved, our journey has ended
but tell us why, why this ordeal?
what was your aim, or was it just some game
have we've been humbled, or did we prevail?
we've been enslaved, our wounds have not mended
and who are you, what magicians or gods?
what was your plan, we don't understand
did we pass, or did we fail?

[ROMAN:] Open the gate, we're now on our own
[ALL:] enter the gate to your destiny
[ROMAN:] will it be fortune or fate, the truth shall be known
[ALL:] enter the gate to your destiny


La Voce annuncia l'ultima prova che i 5 sopravvissuti dovranno superare per tornare alle loro epoche: due imponenti cancelli si stagliano davanti a loro: uno porta alla salvezza, uno porta invece alla morte. La scelta, secondo la Voce, ricadrà sul più coraggioso del gruppo.
Barbarian osserva i due cancelli: uno è vecchio e cadente, l'altro è invece forgiato interamente d'oro; l'orgoglio porta il guerriero a scegliere il cancello d'oro, che innalza il suo nobile spirito. Costui dice agli altri di non seguirlo, di scegliere l'altro cancello e di morire con dolore. Barbarian attraversa il cancello, ma si trova immerso in un'oscurità soffocante: la sua scelta si è rivelata errata. Il resto del gruppo attraversa il cancello, e Knight chiede alla Voce se sono salvi o se hanno perso; chiede anche il perchè di tutto ciò, non capendo le intenzioni dell'essere: era un gioco, una prova o che altro?


Brano Hard accompagnato in modo spettacolare dall'Hammond, capace di rendere ancora più cupo un brano già di per se angosciante; la strofa è molto ritmata mentre il ritornello, più aperto e trascinante, si rifà all'Hard'n Heavy. Il brano segna la dipartita di Barbarian/van Feggelen, protagonista della strofa e della prima parte del break, un break oscuro ma con tinte blues, grazie alla voce di van Feggelen.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 14/11/2015, 15:11

16. ''Forever' of the Stars



I am of the stars. I am called “Forever”
Eternity courses through my veins
It is cold beyond your sun where we come from
We seed the universe with the milk of a million moons
You are that seed. Your earth is our experiment
We vanquished the dinosaurs with the careless trajectory of a child's lost meteorite
We peopled your planet to experience your emotions
such feelings lost to us aeons ago
How we envied you your loves and passions, your dangerous desires
The fires of your emotions gleamed like lost beacons in the darkened depths of the fathomless universe
And eight of you, plucked from Time. Not randomly, you understand
Representatives of your world's turbulent history
We have observed your tribulations from nameless nebulae
The experiment is over. I am weary now. So tired
I too am far from home
Open the gate - complete the circle
You won't remember - you won't recall -
for I am only the air that you breathe, after all


La Voce finalmente si rivela ai quattro sopravvissuti: il suo nome è Forever of the Stars e fa parte di una razza millenaria che ha dato la vita a milioni di galassie, Terra compresa. La Terra e il genere umano sono loro esperimenti, volti a capire le emozioni, sentimenti a loro preclusi da milioni di anni. La sua razza invidia i sentimenti, e quindi Forever ha scelto otto persone di epoche diverse per osservarle. Ora però Forever of the Star, lontano da casa come i quattro sopravvissuti, è stanco e sfinito, e dice loro che l'esperimento è finito: dice di varcare la porta, e rivela che una volta tornati alle proprie epoche non ricorderanno nulla.

Brano di poco conto dal punto di vista musicale, visto che è un parlato di 2 minuti, ma è importantissimo per la storia del concept album.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 15/11/2015, 16:42

17. Another Time, Another Space



[HIPPIE:]
Was this a dream I just had?
I have my doubts
I can't make out the truth
from the lies here inside
what kind of trip have I been on?
where did I go
I'd like to know just why
did it feel so damn real?

[FUTUREMAN:]
There's something strange going on
I don't know why
It's something I can't place
an open space, a shrouded face
as if my memory flies
have been erased
and then replaced by lies
false replies, clouded skies

[HIPPIE AND FUTUREMAN:]
A secret yearning lurks inside
like a dream trying to hide
another time, another space
an empty feeling haunts my brain
a strange void I can't explain
another time, another space

[ROMAN:]
I've been relieved of all my pain
I've been reborn
a mighty storm has raged
and my fears disappeared

[KNIGHT:]
I've found the grail here within
in a magic dream
I have seen a world
of make belief, of joy and grief!

[HIPPIE AND FUTUREMAN:]
A secret yearning lurks inside
like a dream trying to hide
another time, another space
an empty feeling haunts my brain
a strange void I can't explain
another time, another space


Remember Forever

Il viaggio è finito. I quattro sopravvissuti si ritrovano nelle loro rispettive epoche, ma sentono che qualcosa non va. Hippie crede di aver sognato, ma quel sogno sembrava troppo reale, troppo vero. Futurman ha la sensazione che i suoi file di memoria siano stati cancellati e sostituiti da menzogne; Roman si sente rinato, tutte le sue paure sono scomparse, si sente un uomo nuovo, mentre Knight ha trovato il Graal dentro di lui, in un magico sogno. Hippie e Futurman capiscono che quello non può essere stato un semplice sogno, ma è invece un ricordo nascosto che cerca di uscire. La Voce, contrariamente a ciò che aveva esclamato davanti ai quattro, dice loro di ricordare tutto ciò che hanno vissuto, per sempre.

La chiusura di questo epico viaggio ha come tema portante un riff angosciante e oscuro con sottofondo di chitarra elettrica e un synth in primo piano; strofa e ritornello sono invece molto più pacate, la strofa non presenta parti di batteria ed è ad appannaggio della chitarra acustica, mentre il ritornello si rifà alle Power Ballad; nella seconda strofa entra il piano, nelle parti di Balogh/Roman e Wilson/Knight.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da MrMuschiato » 16/11/2015, 16:05

Dopo l'insuccesso commerciale di The Final Experiment e Actual Fantasy, Lucassen decise di provarci un ultima volta: se quel disco non fosse piaciuto e se non avesse venduto avrebbe accantonato il progetto Ayreon per sempre. Nonostante il successo di critica e pubblico dei successivi album, The Human Equation su tutti, Into the Electric Castle rimane il successo commerciale più grande di Lucassen e del progetto Ayreon.

Il disco è un concept album Neo Prog/Prog Metal che riprende la trama di The Final Experiment e la continua con nuovi personaggi e un'ambientazione spaziale, diversamente dall'ambientazione medievale del primo disco. Musicalmente il disco si poggia su solide basi Prog e mette enfasi sulle tastiere e i synth, con flauti e violini in secondo piano; questi avrebbero avuto più importanza nei successivi album. Il parco cantanti vede come sempre voci eterogenee e diverse tra loro: si va dalla potente voce Blues di Van Feggelen alla voce acuta di Wilson, da quella carismatica di Fish a quella dolce e fragile della den Adel. In questo disco Lucassen suona tutti gli strumenti a corda e le tastiere, ma non l'Hammond e il piano, come in The Human Equation e The Theory of Everything.

Il disco è il primo la cui cover è disegnata dall'artista belga Jef Bertels ed è il primo album a cui partecipa Ed Warby, che prenderà parte alla stragrande maggioranza dei lavori non solo degli Ayreon, ma di Lucassen stesso.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Ayreon - Into the Electric Castle (A Space Opera) (1998)

Messaggio da Hairless Heart » 17/11/2015, 11:04

Lavoro egregio, come sempre, Muschiato! [approve]
Magari prima o poi lo ascolto pure.....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Rispondi