The Dukes Of Stratosphear

Sezione dedicata alla Neo-Psichedelia e al e Garage/Beat Revival, generi influenzati dal Rock Psichedelico e dal Garage/Beat degli anni '60 che presero piede nei tardi anni '70.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

The Dukes Of Stratosphear

Messaggio da reallytongues » 29/06/2015, 7:09

Andy Partridge degli XTC (vedi topic) ha sempre avuto una passione viscerale per la psichedelia del 67/68, per i primi Pink Floyd, Magical Mystery Tour, Satanic Majesties Request, ed è sempre stato un suo pallino formare una band che rinnovasse quella stagione. Negli anni compone diverse canzoni di quel tipo, non consone al discorso XTC e per questo rimaste nel cassetto fino al 1985 quando, chiuso il capitolo The Big Express, decide di rompere gli indugi e dare forma al suo vecchio sogno. Poiché non sarebbe coerente presentarsi con la sigla di sempre, si sceglie il nuovo nome di DUKES OF STRATOSPHEAR, ed ognuno dei musicisti si conia uno pseudonimo: Partridge diventa Sr. John Johns, Moulding diventa The Red Curtain, Dave Gregory diventa Lord Cornelius Plum e suo fratello minore Ian, assoldato come batterista per l’occasione, diventa E.I.E.I.Owen.
Ciò che ne esce è il miniLP 25 O’ CLOCK, con 6 canzoni che sono un’autentica esplosione floreale, fatta di tastiere lisergiche, chitarre con l’effetto tremolo, phaser, flanger, frizzi e lazzi. La stessa 25 o’Clock è certamente il capolavoro, con un’assolo di tastiera dal suono che sembra See Emily Play, ma davvero tutto il malloppo è strepitoso: Bike Ride to the Moon, My Love Explodes, What in the World??... (il contributo di Moulding….. ops, di Red Curtain), Your Gold Dress e la conclusiva Mole From the Ministry, scritta direttamente in studio e figlia del Walrus lennoniano.

25 o’Clock



My Love Explodes



What in the World??...

https://www.youtube.com/watch?v=770Q3cA28E8

Mole From the Ministry

https://www.youtube.com/watch?v=lBNAfSYmQWU


Nonostante l’entusiasmo portato da questa ventata di novità…. dal passato, in un primo momento non si pensa ad un seguito, e ci si concentra sul lavoro per Skylarking. Ma la voglia di ripetere lo scherzetto è tanta, e dunque ecco nell’87 un vero album dei Dukes, PSONIC PSUNSPOT, titolo chiaramente ispirato dal maestro di vita Eta Beta. 10 brani (di cui 3 a firma Moulding/Red Curtain) per un nuovo, strepitoso, “falso storico”. C’è anche un videoclip di lancio, per la sguaiata You’re a Good Man Albert Brown.
Shiny Cage, di cui abbiamo già parlato qui
http://vintagerockforum.altervista.org/ ... 461#p20229
è un vero plagio di I’m Only Sleeping: la cadenza, la chitarra acustica, gli stop con ricami di basso, la chitarra rovesciata alla fine. E poi Collideascope, o You’re My Drug il cui ritornello è come un giro vorticoso su se stessi.
Psonic Psunspot purtroppo rimane l’ultimo lavoro dei Dukes. I due album vengono più tardi raccolti in un unico cd, CHIPS FROM THE CHOCOLATE FIREBALL, che straconsiglio a tutti. Il migliore in assoluto degli XTC, anche se non sono gli XTC.

You’re a Good Man Albert Brown



Collideascope

nel continente nero paraponzi ponzi bo

Rispondi