Spirit

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Spirit

Messaggio da reallytongues » 16/06/2015, 14:31

Tra i grandi innovatori del rock americano gli Spirit hanno iniziato la loro carriera nel 1968. Il gruppo è formato dal giovanissimo Randy California (chitarra, allievo di Hendrix con cui suonò nei Blue Flames prima che Jimi partisse per l'Inghilterra), il maturo jazzista Ed Cassidy (batteria) e altri validissimi componenti al basso, alla tastiera e alla voce.
Il primo album si impone nel 68 come uno dei lavori più originali degli anni 60 e del rock tutto, inizio col botto.
Molti critici parlano di inizio del progressive proprio con questo album. Effettivamente le influenze jazz davisiane unite ad un pop cristallino portano ad un passo successivo la musica psichedelica del tempo. Il suono è pulitissimo ed elegante, le atmosfere algide e misteriose senza nessuna concessione a sonorità eccessive e barocche o devastanti e sporche.
Per dare un'idea sembrano una versione jazz dei Pink Floyd del dopo Barrett. In effetti di punti in comune tra le due band ce ne sono molte nella struttura dei brani, anche se ripeto gli Spirit hanno una componente più sobria e delicata.
Memorabili brani quali "Fresh Garbage", davvero unico nel suo combinare cocktail jazz (che ancora non esisteva), pop psichedelico e stacchi heavy con in più un bellissimo assolo di piano centrale. "Mechanical World" è invece una geniale combinazione di stacchi e progressioni vertiginose e silenzi drammatici, con uso sapiente di archi. L'assolo di California degno del Fripp migliore, impressiona.
Questo è solo l'inizio.....



I dischi successivi sono altrettanto importanti e affascinanti.
Il secondo "The Family That Plays Together" perfeziona e matura le idee innovative del primo lavoro e nel complesso si puo dire il migliore della prima fase, superando la bellezza dell'esordio senza però quei picchi.
Il terzo "Clear" che è parte di una colonna sonora, per molti è un passo indietro, ma non per me. Si mantiene su ottimi livelli con bellissimi brani.
La svolta è però con il quarto "Twelve Dreams Of Dr. Sardonicous" dove la sapienza stilistica musicale si sposa alla perfezione con un atteggiamento più pop e diretto.
Per alcuni questo è il capolavoro del gruppo che in effetti impressiona con una sequenza di brani accattivanti e ancora modernissimi. Ballate, Pop Song, Funky, Hard Rock che anticipa quello degli anni 90. Forse è uno dei migliori dischi della storia del pop.

Finisce qui la storia degli Spirit originali, quelli classici, verrano altri bei dischi di Randy....
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Spirit

Messaggio da Watcher » 16/06/2015, 17:51

Caspita, gli Spirit! :o
Li devo assolutamente rispolverare. [approve]

[nc]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Spirit

Messaggio da Progknight94 » 16/06/2015, 17:51

Che bello, è così pieno di perle da quegli anni... potrei spendere la vita solo a cercarli... [approve]

Avatar utente

tommy63
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 558
Iscritto il: 04/02/2011, 16:14
Località: Versilia

Re: Spirit

Messaggio da tommy63 » 16/06/2015, 17:52

Grande gruppo. A proprosito cosa vi ricorda questo brano? Si chiama Taurus.

http://www.youtube.com/watch?v=xd8AVbwB_6E

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Spirit

Messaggio da Harold Barrel » 16/06/2015, 17:52

Ho ascoltato Mr. Skin, devo dire che mi è piaciuta molto. E' tratta da "Twelve Dreams Of Dr. Sardonicous"?
Non avevo mai sentito parlare di questi Spirit, ma credo proprio che valga la pena di approfondire.
Ballate, Pop Song, Funky, Hard Rock
Si sente moltissimo l'atmosfera anni '60, ma erano senza dubbio molto avanti.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Spirit

Messaggio da reallytongues » 16/06/2015, 17:52

Si è del Dr. Sardonicous. Ha moltissimi altri brani bellissimi.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Spirit

Messaggio da Harold Barrel » 16/06/2015, 17:52

E' molto interessante anche Mechanical World.
reallytongues ha scritto:"Mechanical World" è invece una geniale combinazione di stacchi e progressioni vertiginose e silenzi drammatici, con uso sapiente di archi.
Già, sono proprio gli archi che colpiscono e che denotano una piccola ma significativa influenza Progressive. Ciò che però secondo me li contraddistingue dai primi anni del Prog inglese (e cioè 1968-69-70) è una sorta di parsimonia nell'uso di questi riempitivi, che invece divengono protagonisti in un album come In the Court of the Crimson King. Sembra quasi che avessero intuito dove Fripp sarebbe andato a parare con gli album successivi [chin]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Spirit

Messaggio da reallytongues » 16/06/2015, 17:53

Altro brano memorabile dell'esordio è "Fresh Garbage".
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Spirit

Messaggio da aorlansky60 » 26/07/2018, 9:14

Un gruppo a dir poco GENIALE e forse troppo "avanti" per la formula che vollero proporre già a partire dal 1968, e per questo poco compreso dal grosso pubblico (sotto questo aspetto li considero alla stessa stregua dei FAMILY, per sottovalutazione generale); in un certo senso potrebbero essere ritenuti i precursori dei PHISH di 20anni dopo, per la loro mistura di Rock come elemento base, sapientemente infarcito di tutti gli aspetti culturali tipici degli USA, dal jazz al folk al blues. Per chi fosse interessato, i primi 4 albums sono FORMIDABILI, nell'ordine :


-Spirit
-The Family That Plays Together
-Clear
-Twelve Dreams of Dr. Sardonicus

con particolare occhio [e orecchio] soprattutto a quest'ultimo.

La loro storia prosegue poi per tutti gli anni 70 ed oltre, a mio parere senza mai più toccare i vertici raggiunti nei primi 4 albums.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Spirit

Messaggio da rim67 » 08/08/2018, 20:24

aorlansky60 ha scritto:......
.......
-Twelve Dreams of Dr. Sardonicus

con particolare occhio [e orecchio] soprattutto a quest'ultimo.
Mi manca proprio questo :lol: :lol:

Condivido quanto di buono avete detto: un gruppo veramente ottimo.
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Rispondi