The Clash (il debutto)

Moderatori: Watcher, Harold Barrel, MrMuschiato, Hairless Heart

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

The Clash (il debutto)

Messaggio da reallytongues » 08/04/2015, 18:18

Il debutto dei Clash nell'aprile del 77 mostra già tutte le qualità che il gruppo amplierà nel corso degli anni.
Certo il punk, il furioso assalto fatto di pochi accordi e tanta foga, ma è già chiaro che Joe Strummer e soci ci sanno fare anche con la musica (scusate il paradosso).
I primi brani sono più del nuovo rock'n'roll che punk, bisogna aspettare il quarto brano, la storica "White Riot" per sentire del vero "schifoso" punk.
Interessante comunuqe è la grande padronanza chitarristica di Mick Jones che in ogni brano dimostra sicurezza e personalità:
in "White Riot" non disdegna pure le dissonanze alla Crime (gruppo avant punk di S.Francisco) e nei brani più rock'n'roll dal sapore punk blues la sua chitarra si dimostra davvero ricca di cultura musicale.
Tra i vari brani segnalo l'obliqua "Deny" che anticipa certi "X" di inizio 80, l'inno "London's Burning" i primi 4 brani del disco che stravolgono davvero e ovviamente la cover del brano reggae "Police and Thieves" che anticipa il futuro della scena punk tutta.
Un disco memorabile.

https://www.youtube.com/watch?v=TCw9_avTlYs
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 08/04/2015, 19:23

Oh i Clash finalmente! [happy] Gran gruppo, uno dei non molti di quella scena ad avere un chitarrista degno di tal nome. Ottimo esordio questo anche se preferisco i frutti più maturi della loro evoluzione, come il geniale triplo Sandinista!, che contiene, tra le tante, anche una versione "Only for Kids" di uno dei pezzi di quest'album, Career Opportunities.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1604
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da Mick Channon » 08/04/2015, 21:17

Io preferisco la versione del 79 uscita per il mercato USA,con l'inserimento di brani che col tempo sono diventati dei classici della band,tipo "Clash City Rockers","I fought the law","Complete Control".
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Scardy in Exile
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 529
Iscritto il: 23/03/2015, 11:38

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da Scardy in Exile » 08/04/2015, 23:50

Mai amati più di tanto, ne riconosco comunque l'influenza su tante band a seguire

La mia punk band preferita dei 70's sono gli Stiff Little Fingers [hearts] (e i Germs, vabbeh, ma quelli erano già praticamente hardcore)

Grande really che hai citato gli straordinari X e anche i misconosciuti Crime [suddito]

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da reallytongues » 10/04/2015, 13:57

questo è il mio preferito dei Clash anche se negli altri album ci sono comunque dei brani bomba
"Combat Rock" è il disco più divertente invece
nel continente nero paraponzi ponzi bo


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da elio77 » 11/04/2015, 13:50

non ascolto molto il punk e non conosco neanche molto i clash ma seguirò con interesse in quanto quel poco che ho ascoltato di loro mi è sempre piaciuto e poi a differenza di molto altri gruppi punk,a volte un po' monotoni,trovo alcune loro canzoni varie e poco scontate

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 11/04/2015, 14:15

Credo che l'appellativo di punk per i Clash sia molto riduttivo. Certo come attitudine lo sono sempre stati, ma lo spettro stilistico che hanno coperto è stato amplissimo: rockabilly, blues rock, folk urbano, reggae, calypso, dub, rap, funk, disco, musica latina ecc. In questo, ad esempio, non sbaglia chi ha definito "Sandinista" il White Album degli anni '80.
la leggenda narra che questo album fu odiato da kurt cobain che, per un periodo, era in fissa con il punk e su una rivista lesse di questi clash ma al negozio di dischi sotto casa trovo solo questo sandinista che era tutto tranne che vero punk (almeno come lui lo intendeva)...
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Carlo Maria
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 644
Iscritto il: 03/06/2015, 22:34

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da Carlo Maria » 04/06/2015, 21:21

Faccio mia l'osservazione di 2Old2Rock2Young2Die: i Clash furono mooooolto più che "punk". Il primo disco è quello più punkeggiante, ma poi presero altre strade. London Calling, la cui copertina campeggia come immagine icona di questa sezione, fu già un disco estremamente distante, di rottura totale. Sandinista, poi, è un vero capolavoro: 36 brani, un triplo (doppio su cd, però) da brividi, di cui non toglierei un brano che sia uno. E poi Combat Rock, che contiene due grandi anthem della band: Rock the Casbah e Should I Stay or Should I Go.
Quanto al primo, omonimo disco, mi allineo con chi ha detto che preferisce la versione statunitense del 1979: un capolavoro!


summermadness
Novellino
Novellino
Messaggi: 44
Iscritto il: 26/10/2016, 21:21

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da summermadness » 26/10/2016, 22:55


Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: The Clash (il debutto)

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 27/10/2016, 14:26

I Clash sono uno di quei gruppi per cui il catalogo non ufficale è forse anche più interessante degli album regolari. Prova ne sono questi fantastici remix di Magnificente Seven e Rock The Casbah, lo stupendo Black Market Clash, con alcuni dei miei pezzi preferiti come 1977, Groovy Times, Capital Radio, Armigedon Time, ed la sua versione espansa Super Black Market, con i pezzi scartati di Combat Rock. The Only Band That Matters! [nw]

p.s. proprio mi sono riascoltato il loro "controverso" secondo disco, quello con la copertina Maoista [smile]. "Passo falso"? "Disco senza storia"? "Non vale il primo"? Balle! Un gran disco anche questo, link necessario con London Calling. Peccato per l'ultimo "bastardo" Cut the Crap, che ha sporcato una discografia altrimenti immacolata.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Rispondi