Dire Straits - Dire Straits (1978)

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato


trickster017
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 15
Iscritto il: 15/09/2017, 12:37

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da trickster017 » 25/09/2017, 18:19

Narcissus ha scritto:trickster017 la tua più che una passione sembra una sindrome di Stoccolma :lol:
Anche per me i Dire Straits sono stati uno dei primi gruppi mai sentiti: mio padre ha iniziato a svezzarmi con Blues Brothers, Queen, Dire Straits e Phil Collins. Tutti grandi nomi e tutti di facile ascolto che mi hanno aiutato ad approcciare prima al rock e poi al prog... mio padre aveva pianificato tutto sin nei minimi dettagli [smile]

A mio avviso i Dire Straits sono uno di quei gruppi facili da ascoltare e che non annoiano mai, senza infamia e con qualche lode, che permettono di passare bene i 40-50 minuti di un viaggio in macchina o di un pomeriggio tranquillo. Molto belle alcune loro canzoni, un po' meno i loro album in toto (imho), per ovviare a questo problema generalmente metto su la raccolta Money for Nothing e prendo due piccioni con una fava.
Hai assolutamente ragione. Il mio caso conferma appiena la validità della suddetta sindrome. Tu pensa che se torno a casa dei miei genitori e magari mio fratello è già arrivato prima di me, sento mio fratello ripassare qualcosa con la chitarra e so già di chi si tratta. A quel punto dico a mia madre: "ah, vedo che Giovanni (mio fratello) finalmente ha cambiato genere". E mia madre sbotta a ridere. Ha costretto tutta una famiglia alla sindrome.
La per cui mi affascinano i Dire Straits è il modo in cui praticano uno stile musicale che ancora non so definire. Chet Atkins, JJ Cale sono tutti nomi a cui Knopfler si è ispirato, ma questi due suonano un genere molto definito, in cui il folk o il blues sono chiaramente riconoscibili. E' come se i Dire Straits praticassero una musica tutta loro. Di questo do atto a Knopfler. E infatti mio fratello vive perfettamente in quel mondo disdegnando tutto il resto.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da theNemesis » 27/09/2017, 9:29

Sono abbastanza d'accordo sulle vostre affermazioni riguardo i Dire.
Hanno fatto grandi canzoni, indimenticabili. Ancora oggi, nonostante siano passati anni e migliaia di ascolti, quando sento Romeo & Juliet e arriva il solo di chitarra acustica mi commuovo.
D'altro canto li ho anche sempre trovati un po' monocordi, troppo legati, se vogliamo, a loro personali clichè che li hanno un po' troppo "ingessati".
Ho un DVD live interessante, dove c'è molta musica e poche parole. Se non lo conoscete, vale la spesa. S'intitola "Alchemy" e si trova facilmente su Web
Dancing on time way...

Avatar utente

Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Narcissus » 02/10/2017, 11:52

trickster017 ha scritto: [...] E' come se i Dire Straits praticassero una musica tutta loro [...]
E questa a mio avviso è una cosa molto positiva per un gruppo che suona musica "facile": crearsi una nicchia, un sound specifico ed inconfondibile in un genere orecchiabile è una cosa apprezzabile che posiziona l'artista (in questo caso il gruppo) una spanna sopra gli altri.
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Lamia » 02/05/2018, 16:29

Secondo me sono “facili” da ascoltare come tantissimi altri gruppi. Ora, non mi direte che gli Stones e molti altri abbisognino di chissa’ quali orecchie. . .
I Dire Straits hanno saputo crearsi un suono riconoscibile e unico ( cosa difficilissima per chiunque e in qualunque periodo storico, imho), in un momento storico , cioe’ la fine degli anni 70, dove la musica si apriva a nuovi orizzonti, grazie alla tecnologia, la ribellione verso i “vecchi” rocker e il rock grezzo dei primi anni 70, l’arrivo della dance con luci e bagliori annessi e connessi.
I Dire Straits vanno in controtendenza, perche’ uniscono il “vecchio” blues con il rock ( dunque un genere gia’ ascoltato), e si propongono visivamente come delle anti rockstar: niente effetti speciali, niente glitter, vestiti sgargianti, urli, chitarre sparate a milioni di decibel, nessun frontman sexy .
Tutto al contrario: basso profilo, facce comuni, voce di Mark senza troppa enfasi, vestiti piu’ che normali, ma e’ dalle note musicali e dalla grandissima tecnica, oltre che l’inevitabile talento, che arriva qualcosa di “nuovo”, qualcosa che avvolge, travolge e li proietta , in pochi anni, nell’olimpo degli Dei del mito . . 8-)

Avatar utente

Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Narcissus » 02/05/2018, 18:07

Condivido ogni cosa da te detta, Lamia, tranne un confronto a mio avviso un po' affrettato e proprio su questo voglio fare un mio personalissimo appunto:

Gli Stones hanno iniziato a suonare quasi venti anni prima dei Dire Straits, era tutt'altra musica e tutt'altro tempo, loro hanno "inventato" l'Hard Rock, sono da apprezzare oltre che per le loro produzioni musicali, anche per la loro genialità oltre il suono: hanno inventato lo stereotipo della rockstar, il sesso droga e rock'n'roll che li ha contrapposti a quei bravi ragazzi dei Beatles (anche loro da lodare per l'inventiva più che per le sole canzoni). Proprio questi due gruppi sono da me stati sempre considerati come il big bang del Rock: prima era solo buio e vuoto poi BAM, tutto ebbe inizio.

Meglio riassumere con un paragone... a mio avviso gli Stones sono un po' gli inventori della bicicletta: il primo "velocipede" era molto grezzo, certo, ma contestualizziamo l'invenzione! i Dire Straits hanno prodotto una bicicletta desueta (anche se bellissima senza alcun dubbio) dopo la stagione d'oro del Rock, dopo che le biciclette elettriche giravano già da un po' insomma [smile]
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Lamia » 03/05/2018, 16:10

La domanda , dunque, sorge spontanea: e’ piu’ difficile essere i capostipiti di un filone musicale ( con le dovute riserve, perche’ nessuno nasce e cresce dentro un teca, ma, anzi trae ispirazione da chi e’ stato prima e da cio’ che lo circonda ), oppure ritagliarsi un posto tra i primi pur arrivando , storicamente, dopo? [chin]

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da aorlansky60 » 26/07/2018, 15:25

Quando fu pubblicato (1978) in pieno periodo "punk" in UK, questo disco fece epoca : finalmente una band CHE SAPEVA SUONARE (a differenza della maggiorparte delle bands punk che a malapena conoscevano la differenza tra BASSO e CHITARRA, a parte qualche raro caso, prima di tutti i CLASH, forse perchè questi non erano "solo" punk...); lo acquistai ascoltandolo in tempo reale, fu veramente un disco rivelatorio in un certo senso, perchè emergeva un modo di suonare "l'elettrica" [da parte del grande Mark] come mai si era udito in passato, almeno sotto forma di disco da vendere alle masse. Questo è il mio album preferito degli STRAITS insieme al secondo COMUNIQUE.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Lamia » 21/01/2019, 12:00

Aor! Pure io adoro Communique’!! [hearts]

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da rim67 » 21/01/2019, 12:20

Io ho un debole per Making Movies, comunque mi associo per quando riguarda Communique’: bellissimo, a me piace più del primo...dove però c'è la fantastica sultan of swing [hearts]
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da aorlansky60 » 03/08/2020, 12:01

Ricordo bene l'impatto che ebbe il loro primo album nel 1978, perchè lo vissi in tempo reale, acquistandolo di fresco da poco pubblicato, dopo averne letto recensione più o meno entusiastica (dalla sezione musicale della rivista Hi-fi "SUONO"); si era in piena "era" punk(sic) :roll: e finalmente ecco arrivare un gruppo che non pretende di insegnare nulla a nessuno, ma che riesce comunque a rileggere il rock con una certa originalità (il modo di accompagnare una song con l'elettrica arzigogolata come sapeva fare Mark Knopfler diventerà un riferimento negli anni a venire, certo che per farlo occorreva una grande padronanza tecnica dello strumento oltre che una grande inventiva, cose di cui erano totalmente carenti la maggioranza delle punk band del tempo...)

A differenza della maggiorparte degli appassionati (che individuano negli albums "Making Movies" e "Love over gold" il loro apice, a me gli albums che piacciono maggiormente sono il già citato "Dire Straits" e anche più di questo il successivo "Communiquè" che possiede [per me] un fascino ammaliante specie nella prima facciata. [happy]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Humdrum
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 628
Iscritto il: 09/01/2014, 20:54
Località: veneto

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Humdrum » 03/08/2020, 16:48

aorlansky60 ha scritto:
03/08/2020, 12:01
A differenza della maggiorparte degli appassionati (che individuano negli albums "Making Movies" e "Love over gold" il loro apice, a me gli albums che piacciono maggiormente sono il già citato "Dire Straits" e anche più di questo il successivo "Communiquè" che possiede [per me] un fascino ammaliante specie nella prima facciata. [happy]
[exc]
"Mi piacevano molto i Genesis con Peter Gabriel.Quando Peter ha lasciato il gruppo, ho smesso di seguirli." RICK WRIGHT(Pink Floyd)


Harlequin
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 68
Iscritto il: 26/07/2020, 11:32

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Harlequin » 03/08/2020, 17:35

aorlansky60 ha scritto:
03/08/2020, 12:01
A differenza della maggiorparte degli appassionati (che individuano negli albums "Making Movies" e "Love over gold" il loro apice, a me gli albums che piacciono maggiormente sono il già citato "Dire Straits" e anche più di questo il successivo "Communiquè" che possiede [per me] un fascino ammaliante specie nella prima facciata. [happy]
Non Bluffare! Anche stavolta non sei alternativo! [smile] [smile] Infatti i primi 2 album sono quelli più stimati della discografia dei Dire Straits. E dovunque si parli di loro si comincia con questa formuletta "Si era in piena epoca Punk..." [smile] [smile] Ma che accidenti significa? Che contraltare è? Se avesse sfondato un guppo Prog in piena epoca Punk potrei capire un incipit del genere. Ma così non ha nessun senso, secondo me. [smile]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Hairless Heart » 03/08/2020, 18:47

Harlequin, evitiamo di fare le pulci ad ogni singolo post di un altro utente, e di scagliarglisi contro in questa maniera, dopo un po' può dare ai nervi. Si può dissentire anche in un'altra maniera.
Grazie.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da aorlansky60 » 03/08/2020, 18:54

@ Harle

"E dovunque si parli di loro si comincia con questa formuletta "Si era in piena epoca Punk…""

...ho scritto "Si era in piena epoca punk..."" perché… si era proprio in piena epoca punk [smile] (scritto doverosamente con la minuscola… tu l'hai scritto con la Maiuscola, che secondo me quei depravati non meritavano; recentemente ho letto un bell'aneddoto su Freddie Mercury… i QUEEN stavano registrando un album -non ricordo quale- nello stesso studio di registrazione dove i sexpistols stavano registrando quella c...ca di "anarchy in the uk".. ad un certo punto quel borioso di sid viciuos alza l'interfono e chiede a Freddie "allora signora Queen, è riuscito ad far conoscere l'operetta al pubblico inglese?" e Freddie gli risponde "ce la stiamo mettendo tutta, caro..." ) devo ammettere che dopo averla letta, Freddie e i Queen hanno guadagnato in simpatia, la mia, mentre vicious e i sexpistols sono rimasti dove erano, nel mio dimenticatoio personale… :D
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.


Harlequin
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 68
Iscritto il: 26/07/2020, 11:32

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Harlequin » 03/08/2020, 19:23

Hairless Heart ha scritto:
03/08/2020, 18:47
Harlequin, evitiamo di fare le pulci ad ogni singolo post di un altro utente, e di scagliarglisi contro in questa maniera, dopo un po' può dare ai nervi. Si può dissentire anche in un'altra maniera.
Grazie.
In quale maniera, please. Io e il soggetto in questione scherziamo così da sempre. Se gli desse fastidio non mi permetterei nemmeno. Credo che tu abbia frainteso.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da aorlansky60 » 04/08/2020, 11:30

@ Hairless

si, tranquillo caro Hairless,

riconosco che magari certi post -anche del sottoscritto "aor"- possano infastidire chi legge e rimangano scritti a prova nel tempo, cosa che cercherò di evitare,

ma è come ha appena detto "mastro" Harlequin [smile]

noi due ci conosciamo da molto tempo -navigando per forums vari- ed ogni tanto ci piace "duellare di fioretto" in temi a noi cari... lo facciamo sempre con molta non chalance e disinvoltura, in stile ed humour tipicamente "british"... [smile]

scusate l'OT
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.


Harlequin
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 68
Iscritto il: 26/07/2020, 11:32

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Harlequin » 04/08/2020, 13:11

A parte che, più che criticare AOr, ce l'avevo con i cosiddetti critici, quelli che scrivo e scrivono!
Sul Punk, comunque, siamo proprio d'accordo. Stavolta non trovo proprio niente da ridire! [happy]

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da aorlansky60 » 04/08/2020, 16:45

...che poi parlandone, credo di aver sbagliato valutazione dicendo "in piena epoca punk" perchè in quel 1978 -(grazie al Cielo o non so che altro)- [spock] [smile] il punk era ormai decisamente in fase calante (direi moribondo per non rialzarsi più...) e si stava evolvendo nella assai più interessante -non che ci volesse molto, comunque- NEW WAVE... di quei tempi, uscito peraltro un anno prima nel '77 -puntualmente da me catturato in tempo reale- ricordo un altro bel disco sul genere, "Marquee Moon" dei TELEVISION di Tom Verlaine, che sicuramente è stato un "apri pista" del genere.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Lamia » 04/08/2020, 17:53

Concordo, penso anche che non tutto fosse dominato dal punk, questi ragazzotti erano una parte della musica, ma non tutto. Iniziava la new wave, la dance music, poi uscirono ancora i Genesis con i due album post Gabriel, i Clash ( sicuramente piu’ elevati della band trash/punk), i Police, gli Yes, e via dicendo. I DIre Straits si sono ritagliati il loro posto , in mezzo a questo mare tempestoso , con la loro immensa bravura , la tecnica , la novità’ di un suono accattivante , fuori dagli schemi , pur rimanendo semplici e senza fronzoli. Grandi! 8-)

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Hairless Heart » 04/08/2020, 21:37

@ Harlequin:
non metto in dubbio che tu possa avere un rapporto di lunga data con Aorlansky, ma notavo che un certo tipo di atteggiamento era unilaterale.
Senza contare che in uno stesso argomento hai scritto prima
Harlequin ha scritto:
30/07/2020, 13:56
Aor: allora la tua è soggettività pura.
e poi
Harlequin ha scritto:
31/07/2020, 10:57
Non fosse altro perché riporti stralci di interviste, notizie prese dai libri e nozioni varie.....
Bisognerebbe mettersi un po' d'accordo....

Ciò detto, chiudo il mostruoso OT e torniamo ai Dire Straits.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Rispondi