Dire Straits - Dire Straits (1978)

Moderatori: Watcher, Harold Barrel, MrMuschiato, Hairless Heart

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2308
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Harold Barrel » 22/04/2011, 20:02

Per puro caso ho scoperto tra i vecchi dischi di mio padre questo (imho) bellissimo album!!
Chi di voi lo conosce? Vi piacciono i Dire Straits?
Per chi non conoscesse l'album in questione, ecco un assaggio:
http://www.youtube.com/watch?v=Lz1TlJGLzqs

Preso dall'entusiasmo ho provato ad ascoltare qualche altra loro canzone. Ho provato con Money for Nothing. Ne sono rimasto abbastanza allibito però..... :shock:
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6693
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Hairless Heart » 22/04/2011, 21:04

Beh, i Dire Straits... non hanno inventato NULLA, ma hanno pur sempre un loro suono inconfondibile, è questo è sempre un pregio. Nel loro primo album (omonimo) il pezzo migliore è anche il migliore in assoluto: Sultans of swing.
Non so perchè Money for nothing (scritta a quattro mani con Sting, che canta anche una parte) ti abbia lasciato allibito, è comunque uno dei loro pezzi più "facili".
Consigli per gli ascolti: Telegraph road e Private investigations da "Love over gold", e On every street dal disco omonimo.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da TRE » 22/04/2011, 23:21

a mio modesto parere IL DISCO dei dire straits è love over gold.

i pezzi migliori li ha citati hairless, aggiungo la notevole title track. è un disco quasi ... progressive.

a seguire preferisco communiquè. ci sono tante bellissime canzoni.

del primo album l'unica che mi colpisce è, ovviamente, sultans of swing.

del celebratissimo making movies mi piacciono i due singoli celeberrimi e null'altro.

del vendutissimo ed eletto disco migliore degli ultimi 30 anni, brothers in arms, non mi piace quasi nulla eccetto la fenomenale title track e le belle lastest trick e one world.

on every street mai ascoltato, a naso credo sia il loro CAS.

in macchina nei lunghi viaggi sono una scelta vincente :)

Avatar utente

Burning Rope
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 14/12/2010, 20:43

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Burning Rope » 23/04/2011, 8:37

Miglior disco in studio: Love over gold, concordo con tutti

Ma il migliore in assoluto, secondo me, è il doppio live Alchemy del 1984. S-T-R-E-P-I-T-O-S-O

Brothers in arms, non è un brutto disco, ma è assolutamente commerciale e perde la magia dei precedenti album. On every street che ho avuto la sfortuna di comprare è uno dei dischi più brutti che abbia mai ascoltato. Peggio, molto peggio dei già orrendi dischi solisti di Mr Knopfler. Non si salva davvero nulla

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da TRE » 23/04/2011, 8:43

si matteo, avevo dimenticato di scriverlo.

alchemy è davvero sontuoso.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3544
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Watcher » 23/04/2011, 10:52

I Dire Straits mi colpirono subito. Il suono di quella fender, la voce di Knopfler con quella cadenza alla Dylan. Sentiti la prima volta avrei scommesso che fossero americani.

Poi quella Sultans of Swing era e rimane sempre bella. Non ricordo quante volte ho provato e riprovato quell’assolo senza aver capito che lui non usava il plettro.

Dei dischi in studio secondo me il migliore è l’omonimo, poi communiquè, buoni making movies e love over gold. Il resto si può tranquillamente evitare.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2308
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Harold Barrel » 23/04/2011, 10:57

Ma perchè vi affascina così tanto Sultans of Swing?
Ascoltando il disco partendo dalla prima canzone e concludendo con l'ultima, Sultans mi sembra una Down to the Waterline trasposta di tonalità e con Mark Knopfler che canta un po' a mo' di ubriaco. [smile]
Preferisco di gran lunga Down to the Waterline, che tra l'altro comincia con quell'assolo di chitarra che secondo me è molto originale.

Per quanto riguarda invece Money for Nothing, dico che mi ha lasciato allibito perchè quando l'ho ascoltata non mi aspettavo nulla del genere. E' una (imho) ballata pop commerciale anni 80, con quella orribile drum machine, il pad nauseante di sottofondo e quello spaziante suono di synth. Per non parlare della voce di Mark.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6693
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Hairless Heart » 24/04/2011, 19:00

Waterline non è male, ma Sultans ha un tiro cento volte maggiore, il riff principale è ormai leggendario.
Della versione live contenuta in Alchemy, poi, non ne parliamo. Insomma, secondo me vince Sultans a mani basse.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


overgold
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: 25/04/2011, 12:17

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da overgold » 25/04/2011, 12:24

[smile] Salve a tutti, sono nuovo del forum.
In primis saluto tutti, vi dico che sono uno che è cresciuto a pane e dIRE sTRAITS.
Per me il migliore in assoluto è ALCHEMY uno dei pochi se non unico Lp dal Vivo prodotto senza missaggi aggiuntivi in sala produzione, per Volere di Mark Knopfler, in pratica è stato pubbliato come è stato suonato, anche con qualche "stecca" (questo la dice lunga sulla serietà ed il NON protagonismo di questa Band).
Da questo Lp pezzi come "ONCE UPON A TIME IN THE WEST" "TUNNEL OF LOVE" "TELEGRAPH ROAD" mi fanno venire la pelle d'oca ancora oggi quando li ascolto. [bye]

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3544
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Watcher » 26/04/2011, 12:03

Ciao overgold, benvenuto! [bye]

Alchemy non lo conosco :oops:
Sono curioso però di sentire le stecche che tu dici! :mrgreen:
Quando mi contraddico ho ragione due volte.


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da elio77 » 30/04/2015, 12:11

l'album ononimo è un bellissimo album,ma forse quello che preferisco è Love over gold anche se si discosta un po' dal genere degli straits,money for nothing a me non piace per niente. Consiglio poi l'album Missing......presumed having a good time dei Notthing hillbilies,unico album di questa band formata da knopfler,Crocker,philip e fletcher,tutti ottimi musicisti. Questo è un disco di canzoni popolari americane,molto west e southern a mio avviso suonate benissimo e sentite molto dagli interpreti

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da reallytongues » 30/04/2015, 13:50

io ho solo "Making Movies" e la raccolta "Money For Nothing"
secondo me sono meglio i Dire Straits anni 80, hanno reso il loro country blues rock davvero personale e moderrno
@ elio: il riff di "Money For Nothing" è spettacolare!
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1904
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da rim67 » 30/04/2015, 13:58

Quoto riguardo "Money For Nothing" [hearts]
@ elio77, hai ragione: Love over gold è veramente molto bello, suonato divinamente e con le tastiere molto in evidenza. Devo riascoltarmi i Notthing hillbilies che appena preso lo continuavo a mettere e ora invece sta prendendo (ingiustamente) un po' di polvere [smile]
La vita dentro agli occhi dei bambini denutriti, allegramente malvestiti, che nessun detersivo potente può aver veramente sbiaditi.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1515
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Lamia » 30/04/2015, 15:05

ALbum fantastico!. . pure io preferisco i primi album, hanno creato un loro personalissimo e riconoscibile sound, cosa difficile, specialmente a fine anni 70, chapeau! Poi , come sempre accade quando questi gruppi sfondano in America, trovo molte cose discutibili , tipo l'insulsa Walk of life.

Money for Nothing piace pure a me, qui una bella versione dal vivo con Sting, Clapton e Phil Collins alla batteria [happy]




p.s. grazie a really ho imparato a postare i videoo!!

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1068
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Il mago di Floz » 30/04/2015, 15:29

Conosco, come really, solo la raccolta del 1998, più qualche altra cosa qua e là.
Della raccolta devo dire che, tra le mie preferite, ci sono le qui bistrattate Money for nothing e Walk of life, oltre alla stupenda Romeo and Juliet. Non mi fanno impazzire, comunque.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da elio77 » 30/04/2015, 19:20

In questa versione live knopfler non sfigura con clapton,veramente un chitarrista di classe

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1904
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da rim67 » 30/04/2015, 22:20

Il mio preferito rimane comunque making movies, lo adoro [hearts]
La vita dentro agli occhi dei bambini denutriti, allegramente malvestiti, che nessun detersivo potente può aver veramente sbiaditi.


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da elio77 » 01/05/2015, 11:22

io preferisoc love over gold e dire staits anche se making movies è un ottimo disco,brothers in arms carino e on every street non è il massimo anche se essendogli legato sentimentalmente per me è sempre un piacere ascoltarlo,vedevo adesso su pc che c'è un album,communiquè che non ho mai sentito,com'è? Ad ogni modo li ascolto di tanto in tanto i dire staits perchè anche se bravissimi a livello sonoro e compositivo tranne qualche caso non li trovo molto vari


trickster017
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 15
Iscritto il: 15/09/2017, 12:37

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da trickster017 » 15/09/2017, 16:29

Riprendo ora (perché mi sono iscritto oggi) questa vecchia "conversazione". Per me infatti semplicemente nominare i Dire Straits significa parlare di ieri pomeriggio come di trent'anni fa. E' stato il primo gruppo rock ad entrare in casa mia grazie a mio fratello maggiore. Era appena uscito l'album Brothers in arms e mio fratello, su consiglio di un amico, se lo procurò e me lo fece ascoltare in totale rapimento (io allora, preadolescente, non ero pronto per tutti quei suoni morbidi, richiedevo qualcosa di più...rumoroso e con mia somma gioia mia fratello si procurò un album dei Van Halen). Da allora i Dire Straits sono una presenza costante. Ogni volta che ritorno a casa dei miei e c'è anche mio fratello, posso star sicuro che lui ha una Stratocaster in braccio e sta ripassando uno dei soli di Sultans of swing, Down to the waterline, Tunnel of love ecc. Da adolescente iniziai a suonare il basso e mio fratello mi costrinse ad imparare diversi brani dei Dire Straits. Ventincque anni dopo sarei entrato a far parte di una tribute band dei Dire Straits non perché fossi chissà quanto appassionato di questa band, ma semplicemente perché con loro mi è stato fatto il lavaggio del cervello, conosco tutta la discografia, ho ascoltato dei soli di chitarra centinaia di volte, ogni brano decine di volte. Ebbene, ora che ho 42 anni, per diletto ho acquistato una chitarra elettrica e sapete qual è il primo brano che ho imparato a suonare? Six blade knives, dal primo album, uno dei pochi brani dei Dire Straits che mi ha sempre conquistato per mia scelta e non su...induzione. I DS fanno talmente parte della mia vita (e ne faranno parte, perché basta ritrovare mio fratello con una chitarra per sentirli suonare ancora) che non saprei proprio dire se poi me ne sono innamorato anch'io, se li apprezzo, se mi appassionano. Non lo so neanch'io. Esistono, li ascolto spesso e basta.
Una sola cosa: come avrei voluto che Knoplfer usasse in tutta la sua carriera solo la Gibson Les Paul! So che è una bestemmia per i fan dei Dire Straits perché Knopfler significa soprattutto Fender Stratocaster, ma devo dire che il suo suono pulito stratocasteriano, per quanto originalissimo, non mi ha mai convinto. Il suo fraseggio e il suo tocco per me risultano perfetti sulla Les Paul.

Avatar utente

Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Re: Dire Straits - Dire Straits (1978)

Messaggio da Narcissus » 21/09/2017, 17:23

trickster017 la tua più che una passione sembra una sindrome di Stoccolma :lol:
Anche per me i Dire Straits sono stati uno dei primi gruppi mai sentiti: mio padre ha iniziato a svezzarmi con Blues Brothers, Queen, Dire Straits e Phil Collins. Tutti grandi nomi e tutti di facile ascolto che mi hanno aiutato ad approcciare prima al rock e poi al prog... mio padre aveva pianificato tutto sin nei minimi dettagli [smile]

A mio avviso i Dire Straits sono uno di quei gruppi facili da ascoltare e che non annoiano mai, senza infamia e con qualche lode, che permettono di passare bene i 40-50 minuti di un viaggio in macchina o di un pomeriggio tranquillo. Molto belle alcune loro canzoni, un po' meno i loro album in toto (imho), per ovviare a questo problema generalmente metto su la raccolta Money for Nothing e prendo due piccioni con una fava.
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Rispondi