Rejuvanation (The Meters)

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Rejuvanation (The Meters)

Messaggio da Harold Barrel » 30/08/2016, 18:30

Negli ultimi dieci giorni, tornato dalla mia vacanzina in Kazakistan, mi è venuta voglia di ascoltare qualcosa di nuovo. Nostalgico della musica a cui ero abituato prima che mi buttassi a capofitto sulla lirica, ho deciso di provare un album dei Meters. Volevo un po' di buono, vecchio e sano Funk. Ho cominciato ad ascoltarlo in macchina andando a lezione di canto... e ho sentito una certa nostalgia per le discussioni musicali del nostro bel forum.
Quindi eccomi qua [happy] - sperando che ci sia ancora qualche utente in ascolto.

Vi racconterò qualche impressione dell'album, sperando di suscitare un po' di curiosità in chi non lo conosce e di ottenere un'opinione da parte di chi lo conosce già.
In tutto abbiamo otto tracce (tralasciando gli inutili bonus): People Say, Love Is for Me, Just Kissed My Baby, What'cha Say, Jungle Man, Hey Pocky A-Way, It Ain't No Use, Loving You Is on My Mind, Africa.
L'album è stilisticamente omogeneo ma non è tutto uguale. ( :lol: :lol: )

Secondo me contiene due perle bellissime ma è possibile che ascoltandolo preferiate altri brani. Sono Love Is for Me e It Ain't No Use. La prima è una ballata, se così si può definire; nella seconda è invece più presente una caratteristica Soul che prende però una svolta forse inaspettata. Il brano infatti sembrerebbe cominciare con un riff di chitarra piuttosto banale, ma all'improvviso il sound diventa ricco e avvolgente. Ricorda molti altri artisti di quegli anni, anche di generi un po' diversi (Santana, per dirne uno). Fantastica e inaspettata è secondo me la lunga parte strumentale del brano - che arriva ad 11 minuti! Non ci sono virtuosismi, anzi la "session" è abbastanza semplice, ma crea una bellissima atmosfera. Secondo me è il pezzo migliore dell'album.




LOVE IS FOR ME

[bbvideo=560,315]https://www.youtube.com/watch?v=8UJV_0zdFiw[/bbvideo]


IT AIN'T NO USE

[bbvideo=560,315]https://www.youtube.com/watch?v=TpIBTPh33_A[/bbvideo]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Rispondi