il Jeff Beck Group

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4163
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

il Jeff Beck Group

Messaggio da Watcher » 29/03/2011, 11:37

Immagine
Mi ricordo che da ragazzino riuscii a racimolare, moneta per moneta, 3.300 lirette (rinunciando alla colazione che si faceva durante l’intervallo a scuola) per comprarmi questo LP. E ricordo anche che la strada di ritorno dal negozio di dischi fino a casa la feci con passo da maratoneta tanta era la voglia di mettere sul piatto questo disco.
Jeff Beck lo conoscevo dai tempi degli Yardbirds, quando parteciparono al festival di Sanremo :o
del ’66. Divennero presto per me degli idoli.
Tecnica raffinata comunque per questo Jeff Beck. Negli anni settanta si permise di rifiutare un ingaggio nei Rolling Stones per continuare un suo discorso musicale, mai lineare, ma deciso e indipendente.

Tornando comunque a Beck-Ola li spesi bene quei soldi.
Per gli amanti del blues-rock e dei virtuosismi mai fini a se stessi è un disco che consiglio di ascoltare.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4163
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Beck-Ola

Messaggio da Watcher » 25/11/2011, 8:32

L'argomento era stato bloccato erroneamente, ecco perchè nessuno commentava. [smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Beck-Ola

Messaggio da Progknight94 » 25/11/2011, 15:27

Ma perchè le mela? [smile]

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2327
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Beck-Ola

Messaggio da Harold Barrel » 25/11/2011, 18:57

Beck - Ola, grandissimo disco.
Posto di seguito le tracce:


1."All Shok up" - 4:52 (Elvis Presley, Otis Blackwell)
2."Spanish Boots" - 3:36 (Jeff Beck, Rod Stewart, Ron Wood)
3."Girl From Mill Valley" - 3:47 (Nick Hopkins)
4."Jailhouse Rock" - 3:17 (Jerry Leiber, Mike Stoller)
5."Plynth (Water Down the Drain)" - 3:07 (Nicky Hopkins, Rod Stewart, Ron Wood)
6."The Hangman's Knee" - 4:49 (Jeff Beck, Nicky Hopkins, Rod Stewart, Ron Wood, Tony Newman)
7."Rice Pudding" - 7:22 (Jeff Beck, Nicky Hopkins, Ron Wood, Tony Newman)

Quelle che mi hanno colpito di più sono le interpretazioni di Jeff (a mio parer brillanti, in perfetto stile blues anni '60) delle due canzoni di Elvis Presley: All Shook Up e la famosissima Jailhouse Rock.
Grande artista! ;)

All Shook Up
http://www.youtube.com/watch?v=FN18OcFNbXQ

Jailhouse Rock
http://www.youtube.com/watch?v=htdRuoInb6M

Buon ascolto! [bye]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Beck-Ola

Messaggio da reallytongues » 14/12/2011, 20:14

Questo è uno dei dischi più incredibili mai sentiti e insieme poco conosciuto o ascoltato con attenzione.
Innanzitutto è come si diceva ai tempi la migliore band del momento (se cercate su youtube trovate la band in azione-solo audio-) forse superiore a qualsisi altra band hard (gli Zep a pari merito vabbeh).
Ci sono le due cover di Presley che sono allo stesso modo geniali e fuoco lavico. All Shook Up è riarrangiata in maniera incredibile con assolo di Beck parlante e una ritmica da far girare la testa, Jailhouse Rock è più fedele all'originale ma è suonata con una cattiveria tale (misto divertimento) da far impallidire un serial killer in azione, in più ha un assolo di Nicky Hopkins al piano che sembra far saltare i tasti.
Ecco solo questi 2 brani basterebbero all'acquisto..
per il resto hard rock selvatico per adulti (non per ragazzini)
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2327
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Beck-Ola

Messaggio da Harold Barrel » 15/12/2011, 10:37

reallytongues ha scritto: All Shook Up è riarrangiata in maniera incredibile con assolo di Beck parlante e una ritmica da far girare la testa, Jailhouse Rock è più fedele all'originale ma è suonata con una cattiveria tale (misto divertimento) da far impallidire un serial killer in azione, in più ha un assolo di Nicky Hopkins al piano che sembra far saltare i tasti.
Sono d'accordo su entrambe le tue affermazioni [approve]
Le due cover sono semplicemente fantastiche... All Shook Up l'ho dovuta ri-ascoltare una decina di volte prima di rendermi conto che è in fondo una canzone di Elvis... Che, cantata da lui, è un'innocente canzone anni '50, estremamente soft, da juke-box. Jeff invece è proprio uno "cattivo", come dici tu :lol:
E la cover di Jailhouse Rock è secondo me la più riuscita in assoluto. Ce ne sono state moltissime, ma questa ha una grinta davvero unica! E l'assolo di Hopkins non ho mai provato ad accennarlo sul pianoforte [smile] [smile] [smile]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Beck-Ola

Messaggio da reallytongues » 29/10/2012, 20:12

Anche il precedente del 68 "Truth" è un gran bel lavoro.
Le cover anche qui risultano estremamente originali:
la yardbirdsiana "Shapes of Things" il blues "You Shook Me" che preferisco alla versione comunque bellissima degli Zeppelin, il siparietto hard rock di "I Ain't Supersitious" e le 2 pop songs che vengono trattate in maniera molto progressiva "Old Man River" e "Morning Dew".
Il top è comunque la lunga "Blues Deluxe" con Beck, Hopkins e Stewart che si superano nei rispettivi ruoli.
Il "Beck Bolero" si ricorda oltre che per essere una grandiosa sfuriata, per il fatto che ci suonano Keith Moon, Paul Jones, Page e Beck.
Un grande disco che di fatto apre l'era hard rock.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4163
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Truth, Beck-Ola... il Jeff Beck Group

Messaggio da Watcher » 30/10/2012, 20:07

Ottimo disco anche Truth, ma non dimenticherei Rough and Ready del '71 con un immenso Cozy Powell. [suddito]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

mimmo il meccanico
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 371
Iscritto il: 18/12/2011, 9:54

Re: Truth, Beck-Ola... il Jeff Beck Group

Messaggio da mimmo il meccanico » 02/11/2012, 18:06

Bellissimo Beck-Ola, ma Truth forse mi piace anche di più, c'è il Beck's Bolero che è un vero orgasmo. Per certi versi credo che questi due dischi siano stati l'anello di collegamento fra il british blues e l'hard rock.
ok e adesso?

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Truth, Beck-Ola... il Jeff Beck Group

Messaggio da reallytongues » 04/11/2012, 10:34

Watcher ha scritto:Ottimo disco anche Truth, ma non dimenticherei Rough and Ready del '71 con un immenso Cozy Powell. [suddito]
io i lavori post Beck Ola e pre svolta fusion li trovo assai deludenti.
grandi musicisti ma poca ispirazione compositiva e un cantante che non sopporto
preferisco saltare subito a Blow by Blow album miracoloso quanto furbo....
nel continente nero paraponzi ponzi bo


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: Truth, Beck-Ola... il Jeff Beck Group

Messaggio da elio77 » 11/05/2015, 16:49

Io preferisco Truth anche se beck ola è bellissimo,ad ogni modo volevo passare qualche decennio oltre. Sono un appassionato di Jeff Beeck e a parte il suo ultimo lavoro in studio Emotion & commotion generalemente mi piace in quanto non è mai prevedibile e poi che dire;è bravissimo! Volevo parlarvi di un suo album che in un'altra discussione ho etichettato come "truzzo" [smile] ed effetivamente lo è,non è sicuramente il suo migliore album ma lo stimo per il coraggio [smile] ,seriamente,e poi il risultato è comunque ascoltabile. L'album in questione è: You had it coming del 2001 e per darvi un'idea dell'album vi propongo 4 traccie che sono indicative dell'album:

La prima è earthquake,abbastanza truzza [smile]
https://www.youtube.com/watch?v=WDNmFhDLqxI


la seconda èroy's toy che è molto truzza [smile]
https://www.youtube.com/watch?v=5ZxPy6fdNLY

dopo di che questo blues bellisismo che è rollin and tumblin
https://www.youtube.com/watch?v=Jm__TU45RWo

e per non parlare della bellissima Nadia
https://www.youtube.com/watch?v=drAv2FoYji8

le altre canzoni sono su questo stile fatto da accompagnamenti truzzi e chitarra,non un capolavoro ma bell'album e poi a me Jeff piace così,un po' sperimentale

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Truth, Beck-Ola... il Jeff Beck Group

Messaggio da reallytongues » 12/05/2015, 4:05

"Nadia" già la conoscevo per il live:
un suo piccolo classico che si affianca con la produzione più importante
le altre sono divertenti, non direi truzze, anzi la prima mi ricorda certa psycho industrial post hendrixiana dei Chrome ed Helios Creed (se ti interessano sono uno dei gruppi più innovativi degli anni 70)
nel continente nero paraponzi ponzi bo


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: il Jeff Beck Group

Messaggio da elio77 » 12/05/2015, 12:04

idubbiamente sono canzoni divertenti e di tanto in tanto ascolto l'album con gusto. I Chrome ed Helios Creed non li conosco propio,grazie per la segnalazione

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1293
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: il Jeff Beck Group

Messaggio da aorlansky60 » 17/07/2018, 16:10

Jeff Beck si ritrovò nel 68 un potenziale [in quanto a risorse UMANE] degne dei Led Zeppelin o comunque per fare seria concorrenza a questi :

Nicky Hopkins alle tastiere
Ronnie Wood al basso
Rod Stewart alla voce
(non ricordo il batterista ma era comunque il nome meno di spicco)
più naturalmente JEFF BECK alla lead guitar!

Tutti nomi che non necessitano di "biglietto da visita" (per chi non ricorda NICKY HOPKINS, basta solo dire che si tratta del SESSION-MAN per antonomasia della storia del ROCK, in quanto tutti nell'ambiente musicale ne conoscevano le virtù e le doti tecniche in fatto di tastiere, sia grand-piano che organo, da LENNON, HARRISON ai ROLLING STONES passando dai JEFFERSON AIRPLANE, STEVE MILLER BAND, QUICKSILVER MESSENGER SERVICE e molti altri nomi del tempo che si servirono di lui, a tal punto che pur desideroso di farlo, il buon Nicky non riuscirà mai ad intraprendere una propria carriera solista in quanto troppo indaffarato a suonare come turnista per altri!) [smile]

Ci credo bene che "li hai spesi bene quei soldi" per acquistare "Beck-Ola" [simpaticamente detto a Watcher da parte mia] un altro di quei dischi che ho letteralmente CONSUMATO negli anni 70. Anche il precedente TRUTH non era da meno (un altro disco da avere).

Quella band dal potenziale tecnico così elevato aveva un solo tallone d'Achille : il forte carattere di alcuni suoi membri (specie Rod Stewart e lo stesso Jeff Beck che entravano spesso in conflitto tra loro) cosa che ne minò il destino fino allo scioglimento prematuro. Avrebbero potuti essere ricordati come la "band bianca" che meglio di tutte le altre aveva riletto il BLUES in chiave elettrica, ma non ci riuscirono per il motivo di cui sopra. I Led Zeppelin seppero approfittarne per catturare l'intero mercato americano, cosa che fece la loro fortuna.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1427
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: il Jeff Beck Group

Messaggio da twoofus » 22/05/2019, 10:29

aorlansky60 ha scritto:
17/07/2018, 16:10

per chi non ricorda NICKY HOPKINS, basta solo dire che si tratta del SESSION-MAN per antonomasia della storia del ROCK, in quanto tutti nell'ambiente musicale ne conoscevano le virtù e le doti tecniche in fatto di tastiere, sia grand-piano che organo, da LENNON, HARRISON ai ROLLING STONES passando dai JEFFERSON AIRPLANE, STEVE MILLER BAND, QUICKSILVER MESSENGER SERVICE e molti altri nomi del tempo che si servirono di lui, a tal punto che pur desideroso di farlo, il buon Nicky non riuscirà mai ad intraprendere una propria carriera solista in quanto troppo indaffarato a suonare come turnista per altri!) [smile]
Un album Nicky Hopkins riuscì a pubblicarlo: nel 1973 uscì The Tin Man Was a Dreamer, in cui parecchi grossi nomi gli ricambiarono il favore facendogli da session men.
George Harrison suonò in quattro brani accreditato con lo pseudonimo di GEORGE O'HARA.
Tra gli altri Klaus Voormann, Ray Cooper, Mick Taylor, Bobby Keys, Chris Rea, Jim Horn Jim Price e Del Newman.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1293
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: il Jeff Beck Group

Messaggio da aorlansky60 » 22/05/2019, 10:45

twoofus ha scritto:
22/05/2019, 10:29

Un album Nicky Hopkins riuscì a pubblicarlo: nel 1973 uscì The Tin Man Was a Dreamer, in cui parecchi grossi nomi gli ricambiarono il favore facendogli da session men.
Conosco bene quell'album -essendo estimatore del buon Nicky, non avrei potuto ignorarlo- [happy]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi