Faces & Rod Stewart

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Faces & Rod Stewart

Messaggio da reallytongues » 01/12/2013, 17:38

Grande gruppo i Faces.
Leggendari on stage, replicavano in chiave selvaggiamente hard il blues rock degli Stones.
I primi album sono tutti ottimi e l'apice è "A Nod Good As A Wink" del 1971
Il gruppo è formato dalla sezione ritmica e dal tastierista degli Small Faces (altro gruppo importante della scena mod inglese) a cui si uniscono dal Group mister Rod Stewart e Ron Wood che dal basso passa a prima chitarra.
Oltre alla grandissima voce di Rod the Mod e all'affiatatissima e furiosa sezione ritmica si fa notare la grande padronanza chitarristica di Ron Wood che infuoca i brani con sferzate di slide e ritmica hard blues di eccezionale caratura.
...
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Faces & Rod Stewart

Messaggio da Mick Channon » 02/12/2013, 8:27

Che bomba sto disco [exc] . In quegli anni Rod Stewart si alternava tra i Faces e la carriera solista.
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

silver raven
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: 07/01/2014, 22:00

Re: Faces & Rod Stewart

Messaggio da silver raven » 08/01/2014, 21:40

reallytongues ha scritto:Grande gruppo i Faces.
Leggendari on stage, replicavano in chiave selvaggiamente hard il blues rock degli Stones.
I primi album sono tutti ottimi e l'apice è "A Nod Good As A Wink" del 1971
Grande Really , adoro i Faces , questo disco e' trascinante! [suddito]

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Faces & Rod Stewart

Messaggio da reallytongues » 09/01/2014, 11:06

Anche il Rod solista è eccellente. Musica rock molto spontanea che sposa suono tradizionale e nuove forme crossover. Questo brano dal primo disco vede pure Keith Emerson
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Faces & Rod Stewart

Messaggio da aorlansky60 » 01/02/2019, 13:51

Mi piace molto il rock-blues "sporco" (attenzione : non intendo dire che non sapessero suonare, ma che lo facevano con un tratto molto caratteristico e godibile) che questa band sapeva ricreare; oltre all'album qui segnalato (che conosco bene) consiglio anche il bellissimo (per me) LONG PLAYER che credo addirittura di preferire al primo qui segnalato; la voce di Rod Stewart in questo periodo (sia con i FACES che da solo) è straordinaria (la sua ruvidezza si integra alla perfezione con il feeling strumentale "sporco" che dicevo prima), e anche Ronnie Wood alla prima chitarra è eccellente, e non si limita solo alla elettrica ma anche alla slide e alla pedal steel. Li ho scoperti in ritardo rispetto al loro periodo in cui erano band attiva, ma credo che questi 2 albums siano degli autentici "must". Per chi ama il genere poi sono imperdibili.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Littlewing
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 221
Iscritto il: 11/11/2018, 11:29
Località: Como

Re: Faces & Rod Stewart

Messaggio da Littlewing » 01/02/2019, 14:48

Premesso che personalmente adoro i Faces e di coseguenza non saprei indicare il mio album preferito

Ironia della sorte...considero Rod Stewart uno dei miei cantanti preferiti per la ''ruvidezza'' della sua voce ma...le ''instrumental'' dei Faces mi esaltano...
Due su tutte...

The Faces - Skewiff (Mend the fuse)




The Faces-Pineapple And the Monkey

''Jimi Hendrix is not dead...God just wants guitar lessons''

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: Faces & Rod Stewart

Messaggio da twoofus » 03/02/2019, 8:20

Quoto tutto quanto letto sopra sulla voce di Rod Stewart.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Rispondi