Fusion-Jazzrock

Moderatori: Watcher, Harold Barrel, MrMuschiato, Hairless Heart

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6695
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da Hairless Heart » 02/09/2014, 18:34

reallytongues ha scritto:Living Colour.....
OT: Che fine hanno fatto? Non se ne sente più parlare.... [chin]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da reallytongues » 02/09/2014, 18:46

suonano ancora mi sembra un poco a periodi
comunque grande gruppo, uno dei più innovativi dell'alternative hard rock metal contaminato (definito "Crossover")
verso i 15-16 anni ero patito per loro: l'unico gruppo "moderno" che ascoltavo oltre al progressive rock dei 70
nel continente nero paraponzi ponzi bo


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1348
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da roberto63 » 03/09/2014, 18:00

A proposito di John Medesky, ho avuto il piacere di ascoltarlo con i suoi compagni Billy Martin (batteria) e Chris Wood (basso) e due fenomenali fiatisti jazz come Randy Brecker e Bill Evans.

Dalla stessa tournée in cui li ascoltai...
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 03/09/2014, 22:48

Quoto Roberto, veramente un gran trio quello dei newyorkesi M,M and W. Il primo per la blue note Combustication me lo ricordo un gran disco, sopratutto quegli arpeggi trance dell'organo e le percussioni.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"


summermadness
Novellino
Novellino
Messaggi: 44
Iscritto il: 26/10/2016, 21:21

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da summermadness » 26/10/2016, 22:17

Hairless Heart ha scritto:
reallytongues ha scritto:Living Colour.....
OT: Che fine hanno fatto? Non se ne sente più parlare.... [chin]
sentiti a milano a marzo 2013, bel concerto, grandissimo corey glover, che canta anche gospel in giro per gli USA, ci sono video su youtube, invece un pò noioso vernon reid, assoli sempre uguali, a mio parere;

scaletta del concerto di milano
http://www.setlist.fm/setlist/living-co ... 89683.html


summermadness
Novellino
Novellino
Messaggi: 44
Iscritto il: 26/10/2016, 21:21

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da summermadness » 26/10/2016, 22:25

miles davis @ isle of wight
un solo pezzo di 35 minuti, call it anything
https://www.youtube.com/watch?v=qyJooHmRcdc

Avatar utente

aorlansky60
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 261
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Fusion-Jazzrock

Messaggio da aorlansky60 » 17/07/2018, 15:16

In pratica, la "fusion" (o jazz-rock) è il genere che costituisce "la chiave" per chi desidera conoscere ed approfondire il mondo del jazz, almeno con me funzionò benissimo in tal senso (ricordo che il periodo nel quale mi ci accostai fu la prima metà anni 80, quando notai la svolta che il rock aveva intrapreso, che non mi piacque per niente, mi riferisco a quella specie d'invasione di synths e batterie elettroniche e congeni elettronici vari, che in qualche modo trasformarono il rock verso qualcosa di assai diverso da com'era inteso dagli inizi anni 60 e per tutto il decennio 70.)

I nomi che andavano per la maggiore erano WEATHER REPORT e MAHAVISHNU ORCHESTRA; appena un pò più defilati RETOURN TO FOREVER (nei quali suonava colui che insieme a Jaco Pastorius ha introdotto nuove vie di sviluppo del BASSO conferendogli un ruolo assolutamente SPETTACOLARE se suonato come lo sapevano fare questi due, mi riferisco ovviamente a STANLEY CLARK);

ho citato queste tre bands non a caso, dato che avevano un comune denominatore a caratterizzarli : ovvero che i loro membri principali (ZAWINULL, SHORTER, McLAUGHLIN, COREA) provenivano TUTTI da quella palestra musicale portentosa voluta e creata a suo tempo da mr MILES DAVIS, uno che in quanto ad importanza ed influenza in campo musicale nel XXmo secolo può essere avvicinato solo da Frank ZAPPA, per quanto mi riguarda : fu infatti MILES DAVIS [attraverso i suoi seminali IN A SILENT WAY e BITCHES BREW] a disegnare e plasmare i connotati di quella che alcuni anni dopo sarebbe stata denominata FUSION.

In Italia avevamo una band formidabile nel genere, PERIGEO, forse non nota come le precedenti che ho menzionato perchè queste tre assorbivano al tempo tutto il pubblico, ma del PERIGEO gli amanti del genere dovrebbero assolutamente conoscere, nell'ordine,

GENEALOGIA
ABBIAMO TUTTI UN BLUES DA PIANGERE
e
LA VALLE DEI TEMPLI

Dagli anni 80, imprescindibile PAT METHENY GROUP, gruppo molto noto a tutti;

Di quel periodo a me piacevano molto anche ELEMENTS (ci suonava un certo Mark EGAN altro talentuoso bassista che ha suonato con una miriade di musicisti dell'ambiente jazz), SPYRO JYRA, YELLOW JACKETT, BASS DESIRE (altra formazione galattica: insieme a Marc Johnson al basso, Peter Erskine alla batteria, John Scofield alla chitarra elettrica, Bill Frisell alla chitarra-synth : chi conosce questa gente SA COSA INTENDO.),


Per chi avesse voglia di approfondire e si ritrova "digiuno" del genere, penso di avere citato qualche "nome giusto"... ;-)

EDIT 18.07 :

un altra band del genere che ho [colpevolmente!] dimenticato di citare è BRANDX che molti dovrebbero conoscere perchè vede Phil Collins in veste di membro ufficiale per i primi albums (nel 75 dopo che Gabriel abbandonò i Genesis, ci furono alcuni mesi caratterizzati da dubbi sul proseguo della band, fu per questo che il batterista cercò una via alternativa alla propria carriera in caso di break-up dei Genesis che però non avvenne, cosa che di fatto costrinse Collins ad avere una vita parallela tra Genesis e BrandX dal 76 al 77) dei quali consiglio spassionatamente due albums che apprezzo particolarmente :

Unorthodox Behaviour e Moroccan'roll sopratutto quest'ultimo che non esagero a definire uno dei miei albums preferiti in assoluto (in una discografia di titoli decisamente corposa, tra pop rock fusion new age e jazz)
Avviso per i fans dei Genesis : dimenticatevi quest'ultimi; in questi dischi si "respira" tutt'altra aria...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi