XTC

Moderatori: Watcher, Harold Barrel, MrMuschiato, Hairless Heart

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6773
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: XTC

Messaggio da Hairless Heart » 24/07/2015, 11:01

Bisogna attendere 3 anni per la nuova fatica del gruppo, ma ne vale la pena. NONSUCH deve superare, manco a dirlo, degli attriti col produttore designato, tal Gus Dudgeon che proviene dal british blues e dal banco-mixer di Elton John. Ciononostante il risultato è superlativo, ricalcando e a parer mio superando ciò che è stato Skylarking.
Un lavoro, Nonsuch, dove prevale il gusto della melodia, ma una melodia assolutamente originale, di chiara provenienza liverpooliana e non solo. Che l’ispirazione provenga da più parti lo conferma lo stesso Partridge, il quale fa risalire The Disappointed, uno dei singoli ma forse anche uno dei pezzi meno incisivi, ai Fleetwood Mac; Books Are Burning, brano di chiusura, trarrebbe spunto dagli accordi di I Get Around dei Beach Boys, e via discorrendo.
L’altro singolo, più sostanzioso, è The Ballad Of Peter Pumpkinhead, un pezzo rock immediato con tanto di armonica a bocca, che verrà coverizzato dai Crash Test Dummies per apparire nel film “Scemo e più scemo”.



Ma le perle sono davvero tante, da Rook (una delizia per piano e voce) a The Smartest Monkeys ad Humble Daisy, figlia (il)legittima di Fixing a Hole, di cui ricalca il finale. Forse la migliore del lotto è War Dance, di Moulding.

War Dance



Rook



Humble Daisy



The Smartest Monkeys

https://www.youtube.com/watch?v=13CquI08lx0


Curiosa la copertina del cd. La front cover del libretto è completamente rossa con solo nome del gruppo e titolo, e sulla plastica esterna è stampata un’immagine color oro raffigurante un duomo, che spicca sullo sfondo rosso. Sul retro, inoltre, ogni canzone è rappresentata da un disegno a china.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3845
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: XTC

Messaggio da reallytongues » 24/07/2015, 11:09

Proprio di "Nonsuch" ricordole ottime critiche sulla stampa specializzata, ero molto invogliato all'acquisto poi rimandato sugli Xtc ma su altri loro lavori
quasi quasi me lo ascolto, il brano che hai postato è molto bello

Anche "Orange and Lemon" mi invoglia, forse è a copertina...
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6773
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: XTC

Messaggio da Hairless Heart » 06/09/2015, 20:12

Il successivo stand-by è ancora più lungo, ed è dovuto alla volontà di liberarsi dalle catene della casa discografica, la Virgin. Solo una volta ottenuta la libertà, gli XTC si mettono al lavoro sul nuovo album, perdendo però per strada il fido Dave Gregory (che infatti appare solo come ospite).
APPLE VENUS VOL.1 è, come lascia intendere chiaramente il titolo, la prima parte del nuovo progetto da indipendenti. Un disco di pop orchestrale, la sezione ritmica è bandita. Partridge ora sforna diverse ballate (inaudito per gli XTC!), forse la vecchiaia, forse il disincanto dovuto a disavventure personali. Tra queste ballate, da citare almeno I Can’t Own Her. Ci pensa Moulding a perpetuare il lato giocoso del duo, con Frivolous Tonight e Fruit Nut.
Per il resto, spicca nettamente il brano di apertura, River of Orchids, che gioca su una serie di riffs sovrapposti, ottenuti con pizzicati di violoncello, trombe più o meno sintetiche e vari altri strumenti, comprese frasi cantate. Il minimalismo che si fa pop, e viceversa.

River of Orchids



I Can’t Own Her

https://www.youtube.com/watch?v=HnglVTzAFBI

Fruit Nut

https://www.youtube.com/watch?v=QVJ6ZVSQJwM


WASP STAR (APPLE VENUS VOL. 2) è invece il corrispettivo elettrico, il duo torna ad imbracciare appunto la chitarra elettrica e a far sentire basso e batteria. Quello che rimane l’ultimo disco degli XTC (2000) è molto diretto, fatto di canzoni semplici con una vena psichedelica praticamente azzerata. I pezzi migliori sono quelli dal ritmo più accattivante, tipo la scintillante (è il caso di dirlo…) We’re All Light oppure You and The Clouds Will Still be Beautiful, e magari quel particolare blues sussurrato ed assonnato che è Boarded Up. Niente di memorabile, comunque.

We’re All Light

https://www.youtube.com/watch?v=v19JEZ4Pu0E
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6773
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: XTC

Messaggio da Hairless Heart » 09/09/2015, 20:50

Dopo avere trascorso un po’ di anni a far uscire questi ultimi due album in tutte le forme possibili e immaginabili, è del 2006 la notizia secondo cui Colin Moulding non ha più interesse a comporre e registrare musica, ed il compagno Andy Partridge non ha alcuna intenzione di portare avanti il marchio XTC da solo. E’ la fine di un’epoca.

Per chiosare il tutto, anche se la discografia di quest’ensemble ha una sua coerenza, ci sono comunque delle sfumature diverse e si potrebbe per questo consigliare: White Music agli amanti del punk, Nonsuch agli amanti dei Beatles più melodici, i Dukes of Stratosphear agli amanti dei Beatles più psichedelici (e più in generale di quel periodo storico), o semplicemente qualsiasi cosa per chi voglia ascoltare della buona musica.

Segnalo questo articolo sulla grafica delle copertine dei dischi.
http://www.10ft.it/press/art13.html


Da notare che gli XTC sono tra i gruppi eletti, con Yes, King Crimson e Jethro Tull, a beneficiare della capace mano di Steven Wilson nel remixaggio degli album.

Amen.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6773
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: XTC

Messaggio da Hairless Heart » 28/09/2015, 11:05

Senses Working Overtime eseguita live dai Marillion, ospite Dave Gregory.

Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

aorlansky60
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 280
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: XTC

Messaggio da aorlansky60 » 26/07/2018, 16:03

Una band per certi versi GENIALE (intendo naturalmente i due alla "cabina di regia" ovvero Partridge e Moulding)

i miei titoli preferiti, in ordine :

SKYLARKING
MUMMERS
ENGLISH SETTLEMENT
ORANGE&LEMMONS
THE BIG EXPRESS
NON SUCH

a volte era perfino difficile seguire le loro dissonanze tipiche (un tratto col quale hanno costruito il proprio marchio di fabbrica) ma nel complesso è indiscutibile che furono tra i più ORIGINALI dei propri tempi. Li ascolto spesso, ancora oggi, con grande piacere. Decisamente tra quelli da "salvare" degli anni 80 per quanto mi riguarda.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi