I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in avanti

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2206
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da theNemesis » 12/02/2014, 16:09

Ci sono dei pezzi dei Durans che mi piacciono assai (anche qualcuno degli Spandau).
E sulla loro tecnica, devo dare ragione a Hairless [approve]
Gli U2 non avessero avuto Bono alla voce non sarebbero andati da nessuna parte.
[bye]
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da reallytongues » 12/02/2014, 18:02

Ottimo intervento di Hairless su cosa è definibile classico.
Concordo su tutto quello che ha scritto. Forse i Duran Duran una certa influenza la hanno ancora su certo pop rock, non è che mi dispiacciono tutto sommato, ma definirli "classici" allora mi vien da definir classici anche Madonna e Michael Jackson. Insomma non sono del classici del rock.
Kate Bush la considero di nicchia pur avendo avuto alcuni brani evergreen. La trovo troppo particolare, distaccata dal mondo del rock.
I solisti classici possono essere Gabriel, Waits, Cave, Sting. Cave come Waits pur non essendo dei famosi, hanno una longevità e influenza di spessore e comunque sono assai seguiti dal pubblico rock medio.
Patti Smith è classic rock e la inserirei nella lista.
Concordo su Coldplay un gruppo che è fortemente influente per il nuovo rock.
Comunque siamo qui per discuterne...
I Guns sono sicuramente classici del rock 90, l'ultimo evento prepotentemente rock come non si è più visto.
theNemesis ha scritto:Ci sono dei pezzi dei Durans che mi piacciono assai (anche qualcuno degli Spandau).
E sulla loro tecnica, devo dare ragione a Hairless [approve]
Gli U2 non avessero avuto Bono alla voce non sarebbero andati da nessuna parte.
[bye]
Io direi se non avessero avuto The Edge...il sound U2 è tutto suo
No dai gli Spandau no, gli Spandau no [wall]
nel continente nero paraponzi ponzi bo


massy64
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 182
Iscritto il: 18/03/2013, 15:01

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da massy64 » 12/02/2014, 18:19

qualche piccola annotazione anche da parte mia su Guns, Duran e quant'altro:

i Guns'n'Roses, lo ammetto pur stringendo i denti, credo possano a ragione definirsi classici, il cantante sinceramente lo trovo detestabile, il chitarrista a malapena sopportabile però non è che un artista o una band sono classici solo se ci piacciono o se li conosciamo e i Guns sia pure in pochi anni hanno fatto un minimo di storia e nel rock non dico che per un certo periodo si sia parlato solo di loro ma quasi...poi ripeto a me non sono mai piaciuti

dualismo Duran Duran - U2, sinceramente mi sembra improponibile, se solo Le Bon e compagnia sognassero di aver fatto dischi come The Unforgettable Fire e The Joshua Tree cadrebbero dal letto, non vedo sinceramente nella loro discografia nulla di lontanamente paragonabile Ordinary World compreso

Alanis Morissette convengo abbia prodotto un disco d'esordio più che buono però mi sembra pochino per essere inserita nei classici, non dico che con un disco solo non si possa entrare nei firmamento però Jagged Little Pill non è al livello di un Tapestry per citare qualcosa a caso

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da reallytongues » 12/02/2014, 18:32

Lamia ha scritto:
Ho notato che hai messo i Guns n' Roses. . . con tutto il rispetto, personalmente non li considero affatto dei classici, sono stati una delle innumerevoli band Zeppelin-clone ( non musicalmente intendo!). Ok, han fatto hits e son diventati famosissimi, ma a parte il trash e le tamarrate varie , che li accomunano a molte altre band del tempo, nulla di peculiare, anzi, non ci vedo aspetti propri per poterli definire dei classici. A questo punto meglio diecimila volte i Depeche Mode, che hanno un loro personalissimo suono che ha caratterizzato e influenzato quasi tutti gli anni 80 e 90!
Oppure i Simple Minds.
I Simple Minds potrebbero essere dei classici se non ci fossero stati anche gli U2 nel frattempo :lol:
Io considero tamarri più i Depeche Mode che i Guns, è tutto relativo al proprio modo di essere
(non ho nessun disco né dei Guns né dei Depeche ma per quello che conosco i Guns mi piacciono perché fottutamente rock e poi "Appetite for Destruction" ha dei brani che sono dei capolavori dell'hard rock di tutti tempi, altro che cloni degli Zeppelin!)
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da reallytongues » 12/02/2014, 18:38

massy64 ha scritto:
Alanis Morissette convengo abbia prodotto un disco d'esordio più che buono però mi sembra pochino per essere inserita nei classici, non dico che con un disco solo non si possa entrare nei firmamento però Jagged Little Pill non è al livello di un Tapestry per citare qualcosa a caso
"Tapestry" non so se è buono come termine di paragone.
"Jagged Little Pill" non lo ho mai ascoltato per intero, i singoli erano molto belli e come artista donna nel rock non ha avuto rivali, c'è anche da dire che ha influenzato una marea di cantanti.
Comunque sarei più propenso per il no.
Dovremmo fare una lista con dei punteggi per arrivare al dunque... [bop]
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2206
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da theNemesis » 12/02/2014, 19:17

reallytongues ha scritto:....
theNemesis ha scritto:Ci sono dei pezzi dei Durans che mi piacciono assai (anche qualcuno degli Spandau).
E sulla loro tecnica, devo dare ragione a Hairless [approve]
Gli U2 non avessero avuto Bono alla voce non sarebbero andati da nessuna parte.
[bye]
Io direi se non avessero avuto The Edge...il sound U2 è tutto suo
No dai gli Sapndau no, gli Spandau no [wall]
Se The Edge non avesse avuto gli effetti per chitarra non avrebbe mai avuto un sound... [fisc]

Riguardo agli Spandau: cosa ne dici di Thru' the barricades? la trovo deliziosamente decadente...
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da reallytongues » 12/02/2014, 19:57

Beh Neme sapere usare in maniera creativa gli effetti non è cosa da poco. Cosa dobbiamo fare togliere l'elettricità dagli amplificatori per capire se uno sa suonare la chitarra veramente? Non credo che sia la tecnica il segreto, ma la creatività.
Riguardo agli Spandau mi suscitano solo brutte vibrazioni.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da rim67 » 12/02/2014, 23:38

mssy64 ha scritto:dualismo Duran Duran - U2, sinceramente mi sembra improponibile, se solo Le Bon e compagnia sognassero di aver fatto dischi come The Unforgettable Fire e The Joshua Tree cadrebbero dal letto, non vedo sinceramente nella loro discografia nulla di lontanamente paragonabile Ordinary World compreso
concordo in pieno, e anche con really riguardo il suono della chitarra di the Edge.
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da SH61 » 13/02/2014, 8:32

theNemesis ha scritto:
Gli U2 non avessero avuto Bono alla voce non sarebbero andati da nessuna parte.
[bye]
Questo non lo so, però il fatto è che Bono canta con gli U2 e Le Bon con i DD e i risultati sono evidenti. [wall]

Anche il Napoli con Maradona ha vinto lo scudetto, ma non è certo una colpa avere nell'organico il più forte calciatore del momento. [smile]

Io non ho mai fatto pazzie per gli U2, ma confermo quanto detto circa la assoluta non paragonabilità delle loro rispettive produzioni, concordando con Rim e Massy.
Che poi, magari, per qualche imperscutabile disegno del destino abbiano avuto più successo di quanto meritato può anche essere argomento di discussione, ma forse, una volta di più, non è un caso.

I DD non è che siano durati tanto, è che, sporadicamente, sono riemersi con un paio di singoli (tra i quali Ordinary world) dall'oblio dove, giustamente, erano piombati.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2206
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da theNemesis » 13/02/2014, 9:49

reallytongues ha scritto:Beh Neme sapere usare in maniera creativa gli effetti non è cosa da poco. Cosa dobbiamo fare togliere l'elettricità dagli amplificatori per capire se uno sa suonare la chitarra veramente? Non credo che sia la tecnica il segreto, ma la creatività.
Riguardo agli Spandau mi suscitano solo brutte vibrazioni.
Non intendevo estremizzare togliendo la corrente... [smile]
Ma sicuramente gli effetti hanno aiutato la sua creatività...
Non lo ritengo affatto un buon chitarrista, ma un buon creatore di atmosfere...
Dancing on time way...


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da roberto63 » 13/02/2014, 10:26

Mi scuso per aver tradito il tema del topic, concentrandomi sui miei gusti. :)
Se si parte dal '77, secondo me, bisogna concentrarsi su coloro che a partire da quel momento hanno mosso i primi passi ed hanno caratterizzato gli anni a venire o collocandosi nei percorsi avviati dai mostri sacri dei '60 e dei primi anni '70, ovvero hanno saputo innovare pur senza sconfessare le radici, se non altro perché tutti costoro hanno ascoltato ed assimilato Beatles, Rolling Stones, Doors, Hendrix, Zappa, Dylan, Velvet Underground, Deep Purple, Cream e così via.
Per questa ragione, non sono convinto sull'inclusione di Tom Waits, Bruce Springsteen, figli dei primi anni '70, già famosi.
Mentre l'inclusione di Phil Collins mi pare appropriata, in quanto la sua carriera solista si è esplicata dagli anni '80 in una chiave radicalmente differente dalla sua attività di batterista in capo ai Genesis ed ai Brand X.
Scorrendo i vari post, aggiungerei Elvis Costello, Paul Weller che, secondo me, vanno oltre il concetto di nicchia di un Julian Cope o di un Robin Hitchcock e, perché no, Stevie Ray Vaughan che, in circa otto anni di carriera solista, nel solco di un solido approccio al power trio, formazione classicissima del rock, si è ritagliato uno spazio importante.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da SH61 » 13/02/2014, 10:34

theNemesis ha scritto:Non lo ritengo affatto un buon chitarrista, ma un buon creatore di atmosfere...
Sai, noi siamo stati anche un po' viziati da chitarristi virtuosi che, soprattutto nel genere progressive, ma anche hard-rock, con le loro performances arricchivano la resa totale dell'espressione musicale del gruppo dove militavano.
Se pensiamo ai vari Howe, Blackmore, Hackett ecc. ecc. possiamo a ragione ritenerli indispensabili.

In alti ambiti però il tecnicismo, a volte esasperato, non ha la stessa rilevanza. Penso, ad esempio, al Kurt Cobain dei Nirvana, che, a dispetto di un uso tutto sommato modesto dello strumento, ha segnato senz'altro un periodo e un genere musicale.

Anche nel rock poco sofisticato degli U2 l'ipertecnicismo ha scarso valore aggiunto. Per quanto possa piacere o meno difficilmente un altro chitarrista avrebbe "migliorato" le composizioni di questo gruppo.
L'amalgama vincente di un gruppo musicale crea una somma di valori superiore ai valori dei singoli componenti. Questo vale anche per i Genesis, dove certo la qualità e la tecnica certo non mancava, figuramoci per altri gruppi, per arrivare all'estremo del Punk (genere a me inviso) dove spesso certi presupposti si ribaltano.


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da roberto63 » 13/02/2014, 11:19

Sarò drastico, ma la musica dei Duran Duran, degli Spandau Ballet, mi ricorda la bubblegum music di 1910 Fruitgum Company, Ohio Express, Archies, Shocking Blue, Monkees, David Cassidy ecc...quanto ha a che fare con il rock?
Al massimo, poco; generalmente, nulla.
Per quanto essa sia piacevole qualche volta, soprattutto da canticchiare sotto la doccia. ;)
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2206
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da theNemesis » 13/02/2014, 12:52

SH61 ha scritto:
theNemesis ha scritto:Non lo ritengo affatto un buon chitarrista, ma un buon creatore di atmosfere...
Sai, noi siamo stati anche un po' viziati da chitarristi virtuosi che, soprattutto nel genere progressive, ma anche hard-rock, con le loro performances arricchivano la resa totale dell'espressione musicale del gruppo dove militavano.
Se pensiamo ai vari Howe, Blackmore, Hackett ecc. ecc. possiamo a ragione ritenerli indispensabili.

In alti ambiti però il tecnicismo, a volte esasperato, non ha la stessa rilevanza. Penso, ad esempio, al Kurt Cobain dei Nirvana, che, a dispetto di un uso tutto sommato modesto dello strumento, ha segnato senz'altro un periodo e un genere musicale.

Anche nel rock poco sofisticato degli U2 l'ipertecnicismo ha scarso valore aggiunto. Per quanto possa piacere o meno difficilmente un altro chitarrista avrebbe "migliorato" le composizioni di questo gruppo.
L'amalgama vincente di un gruppo musicale crea una somma di valori superiore ai valori dei singoli componenti. Questo vale anche per i Genesis, dove certo la qualità e la tecnica certo non mancava, figuramoci per altri gruppi, per arrivare all'estremo del Punk (genere a me inviso) dove spesso certi presupposti si ribaltano.
Sono d'accordo SH61, infatti ho scritto che The Edge, secondo me, è un bravo creatore di atmosfere, tirando fuori dalla chitarra suoni particolari e personali. Probabilmente se fosse stato un tastierista avrebbe usato la tastiera per trarre suoni particolari e d'atmosfera, non per suonarla...
Non so se gli U2 con Jimmi Page avrebbero migliorato le composizioni, forse avrebbero fatto proprio un tipo di musica diverso.
Apprezzo alcuni loro brani, più che altro perchè li trovo diretti ed evocativi di momenti e situazioni particolari, ma per me sono brani da cantare sotto la doccia o da ballare in discoteca (non per me oggi, ma anni fa si) e quindi la loro collocazione artistica al fianco di Duran Duran e Spandau, alla fine, per me ci può stare.
Dancing on time way...

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da rim67 » 13/02/2014, 13:03

I Def Leppard (che personalmente non mipiacciono) credo che rientrino a pieno titolo nei requisiti richiesti!
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da reallytongues » 13/02/2014, 13:07

Facciamo che ognuno di noi posta una lista di artisti classici e poi si fa una lista unica che viene votata?
magari la lista personale me la mandate via pm per non incasinare il topic
cosa ne dite?
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da SH61 » 14/02/2014, 8:31

theNemesis ha scritto:.. è un bravo creatore di atmosfere, tirando fuori dalla chitarra suoni particolari e personali.

Ok, ma definirlo un "non bravo chitarrista" è eccessivo. Forse The Edge non sarà un grande chitarrista, ma bravo lo è di sicuro, anche per gli asspetti che sottolinei tu.


The Nemesis

, ma per me sono brani da cantare sotto la doccia o da ballare in discoteca
.

Roberto63

soprattutto da canticchiare sotto la doccia.
;)
Accidenti.... non diranno che siamo un forum di gente poco attenta all'igiene..... [smile]

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2459
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da Lamia » 14/02/2014, 10:58

Ma io non ho capito una cosa: si parla esclusivamente di rock? allora che c'entra Phil Collins, Gabriel, Sting solista, a questo punto anche Kate Bush, e' vero. Poi Springsteen c'era gia' prima , non si puo' certo ignorare i suoi primi album, "Born to run" capolavoro su tutti. Stesso discorso per Patty Smith, avevo pensato a lei, ma che senso ha, gia' c'era ed aveva fatto successo.
Gli U2 sono da inserire assolutamente, che c'entrano con i Duran e gli Spandau ?. .i primi tre album degli U2 sono rock, hanno quel sapore grezzo e sincero , la voglia di protesta e di far sentire la voce di chi non l'ha, che, purtroppo, hanno perso con successo e fama, ma, diamine, nulla a che vedere con la patina romantico-stilosa delle altre due band. :shock:

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da SH61 » 14/02/2014, 12:05

C'entrono Collins, Sting ecc. ecc. perchè nella premessa così si diceva :

in definitiva classici per il rock e il pop

Quindi non solo esclusivamente Rock. Ecco anche perchè sono stati citati i Cold Play.

Ovviamente d'accordo con te per quanto scrivi sul confronto U2 / Duran Duran, come senz'altro avevi dedotto. Aggiungo che la discriminante non è solo l'essere o meno "Rock", come scrivevo nei post precedenti.
Si può essere grandi nel Pop e scadenti nel Rock, va da se.
L'enorme successo raggiunto dagli U2, meritato per quanto fatto nei primi anni della loro carriera, non li inchioda automaticamente nel genere Pop, pur se un brano che mi piace come "Pride" veniva passato nelle discoteche.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2206
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: I gruppi-artisti definibili come CLASSICI dal '77 in ava

Messaggio da theNemesis » 17/02/2014, 22:10

Allora, ci provo, fermo restando il fatto che ho capito che i parametri sono:
- Genere: rock e pop (e derivati)
- Anni di maggior successo: dal 77 alla fine 90
- Devono essere conosciuti a molti (evitare le nicchie anche se artisticamente interessanti)
- Devono avere una valenza artistica elevata (evitare le canzonette e i finti rocker all'italiana)

Detto ciò, in ordine di preferenza esclusivamente per quanto fatto nel periodo considerato:

01. Police
02. Queen
03. Simply Red
04. Sting
05. Tears for fears
06. U2
07. Simple Minds
08. Peter Gabriel
09. Genesis
10. Steely Dan
11. Paolo Conte
12. Enigma
Dancing on time way...

Rispondi