La rivincita: PAUL vs. JOHN

Giochi riservati agli iscritti al forum.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Hairless Heart » 14/11/2019, 0:26

Come promesso ed anticipato, la settimana prossima avviamo la "rivincita a tennis": Paul McCartney vs. John Lennon. [exc]
Qui il primo match:

https://vintagerockforum.altervista.org ... =58&t=2461

Stavolta faremo una cosa più contenuta: 3 set in totale, con 5 sfide all'interno di ciascun set; di cui 2 del periodo Beatles e 3 del periodo solista (e/o Wings). Le 5 sfide saranno proposte in un'unica soluzione, indicativamente il lunedì, con i risultati tra sabato e domenica.
Per equità, in questa occasione le parti si invertono e dunque in ogni sfida ci sarà sempre prima il brano di Paul, poi quello di John.
E inoltre, per favorire smaccatamente uno dei due, si è deciso di estendere la cosa fino ai giorni nostri.
Canzoni e accoppiamenti sono a cura di Twoofus.

Come sempre, può votare chiunque: mi aspetto in particolare la partecipazione del nostro nuovo amico Lorenzo Mentasti.
E dunque, a lunedì!
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 14/11/2019, 13:36

Buongiorno Hairless!
Parteciperò certamente.
Aspetto i brani ;-)
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Hairless Heart » 18/11/2019, 10:33

Via col match.

***** 1° SET *****

LADY MADONNA / REVOLUTION

THE LONG AND WINDING ROAD / ACROSS THE UNIVERSE

TUG OF WAR / MOTHER

ONE OF THESE DAYS / HOW?

GIVE IRELAND BACK TO THE IRISH / THE LUCK OF THE IRISH


Le prime due appartengono al periodo Beatles, le altre al post-Beatles (schema che si ripeterà anche negli altri set).
Da notare l'ultima sfida in salsa Irish.
Tempo per votare: fino a sabato.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da aorlansky60 » 18/11/2019, 11:36

Le prime due accoppiate sono MICIDIALI... dovrò pensarci a lungo, prima di definire "quale"...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Mick Channon » 18/11/2019, 11:43

Mi devo ascoltare bene le canzoni di Paul solista,le conosco poco
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da twoofus » 18/11/2019, 13:22

Rientro mercoledì. Se riesco posto i testi e poi voto.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 18/11/2019, 14:18

Dunque, eccomi qua.
Io dico:
1. Revolution
2. The Long and winding road (senza archi)
3. Mother
4. One of these days
5. Give Ireland back to the Irish
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2146
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da theNemesis » 18/11/2019, 16:41

LADY MADONNA

ACROSS THE UNIVERSE

TUG OF WAR

HOW?

THE LUCK OF THE IRISH
Dancing on time way...

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Watcher » 18/11/2019, 19:08

Le mie scelte in grassetto.

Lady Madonna
Mai impazzito per questo brano, comunque lo preferisco a Revolution, uno tra quelli che mi piacciono meno del White album.
Across the Universe
Idem come sopra. Sempre meglio comunque degli sviolinamenti dell’altra.
Mother
Pensavo di conoscerla Tug of War, invece no. Non mi ero perso niente.
How?
One of These Days, boh …
The Luck of the Irish
Di un pelino rispetto l’altra.

Un po’ deluso in generale da questi brani.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da twoofus » 18/11/2019, 23:20

Ma revolution è la versione del singolo credo.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Hairless Heart » 18/11/2019, 23:27

Si, forse andava specificato.
È la Revolution senza numero, dunque si intende la versione più rock uscita come singolo.
Dubito che tutto ciò sposti la preferenza di Watcher....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da aorlansky60 » 19/11/2019, 8:25

twoofus ha scritto:
18/11/2019, 23:20
Ma revolution è la versione del singolo credo.
Assolutamente e decisamente quella del singolo. Con quelle chitarre così distorte come lame di rasoi che fanno venire i brividi ogni volta che parte un fendente dopo che il pletro ha toccato una corda [smile] ...Paul e George avevano ragione, nel convincere John che la sua creatura originaria era "troppo lenta" e aveva bisogno di "piede sul pedale del gas"... [smile] ...la versione del video clip girato per l'occasione è altrettanto esaltante. [happy]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da twoofus » 19/11/2019, 10:35

... e il piano di Hopkins?
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da aorlansky60 » 19/11/2019, 10:46

... e il piano di N.Hopkins ? SI certo, naturalmente, anche quello [smile] ;) ...mi sembrava superfluo doverlo ricordare visto quanto sia ormai nota la sua presenza per l'esecuzione di quella song; è stato uno dei primissimi "esterni alla band" (intendo session-man o musicisti pop rock, a parte i molti esecutori classici chiamati da Martin in passato) che ha avuto il privilegio di essere chiamato per una session dei Beatles. Non ricordo se la sua presenza per l'occasione sia stata accreditata ufficialmente tra le note di copertina (penso di no, credo che Twoofus lo saprà per certo, se si o no...)
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da twoofus » 19/11/2019, 10:58

Non accreditato, come sempre. D'altronde all'epoca così andava, vedi She's a rainbow e We love you, Beggar's banquet etc degli Stones, My generation, Who's next, i Kinks e così via, dove pure fu decisivo. Lo pagavano e via.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Mick Channon » 19/11/2019, 11:05

"La ragazza con gli occhi di sale " dei Pooh assomiglia tantissimo a "The Luck Of The Irish" di Lennon in gara in questo turno :D
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 19/11/2019, 13:38

twoofus ha scritto:
19/11/2019, 10:58
Non accreditato, come sempre. D'altronde all'epoca così andava, vedi She's a rainbow e We love you, Beggar's banquet etc degli Stones, My generation, Who's next, i Kinks e così via, dove pure fu decisivo. Lo pagavano e via.
Idem con patate per Eric Clapton in "While my guitar gently weeps", Mick Jagger, Marianne Faithful e Donovan in "Yellow submarine", Brian Jones in "You know my name (Look up the number)". L'unico ad essere accreditato insieme ai Beatles fu Billy Preston
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 19/11/2019, 13:40

aorlansky60 ha scritto:
19/11/2019, 10:46
... e il piano di N.Hopkins ? SI certo, naturalmente, anche quello [smile] ;) ...mi sembrava superfluo doverlo ricordare visto quanto sia ormai nota la sua presenza per l'esecuzione di quella song; è stato uno dei primissimi "esterni alla band" (intendo session-man o musicisti pop rock, a parte i molti esecutori classici chiamati da Martin in passato) che ha avuto il privilegio di essere chiamato per una session dei Beatles.
In realtà c'era stato, a inizio carriera, il Carneade Andy White, che suonò la batteria in "Love me do" perché Ringo non ingranava ancora (infatti venne relegato al tamburello) e in "P. S. I love you" (dove Ringo era impegnato alle maracas e di sovraincisioni, nel 1962, alla Columbia, specie per un gruppo esordiente, non se ne parlava).
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da aorlansky60 » 19/11/2019, 14:51

@ Lorenzo

Ringo se la legò al dito; [smile] ...pare abbia ricordato più volte nel corso del tempo, scherzandoci su con sir George Martin, di quella "prima volta" agli studi EMI Abbey road, London... (in realtà era la seconda, perchè la prima volta fu nel giugno 62, quando nel corso di una audizione prolungata della band, G.Martin non ebbe una buona opinione del batterista, tanto che per la seduta di registrazione messa in scaletta qualche mese dopo, aveva già prenotato un turnista professionista, appunto quel Andy White che hai citato).

A dire il vero, per l'occasione il buon Ringo era così abbacchiato che George Martin, evidentemente persona sensibile oltre ad un sacco di altre qualità note di lui, non potè fare a meno di accorgersene, tanto che ad un certo punto della session propose una take del brano ["Love me do"] con Ringo alla batteria... e il buffo della cosa è che le due versioni ottenute, quella con White e quella con Starr, pare non divergessero poi così tanto...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: La rivincita: PAUL vs. JOHN

Messaggio da Watcher » 19/11/2019, 15:29

Hairless Heart ha scritto:
18/11/2019, 23:27
Dubito che tutto ciò sposti la preferenza di Watcher....
Infatti.
Comunque non ci ho fatto caso della mancanza del numero.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Rispondi