Daniele Sepe

Qui parliamo della musica italiana, dai cantautori alle band progressive degli anni '70.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi

Topic author
elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Daniele Sepe

Messaggio da elio77 » 24/04/2015, 17:39

Voglio parlare di questo musicista che mi è sempre piaciuto molto. Per chi non lo conoscesse,Sepe,è un ottimo sassofonista e compositore,la sua musica è poco etichettabile,è una musica influenzata da canzoni popolari,musica classica,rock ed il tutto avvolto da arrangiamenti spesso jazzati,e,non da tralasciare per chi non fosse delle sue idee politiche,è comunista,ma di quelli veri,non buonisti o che fingono di esserlo perchè"fa figo" e vende di più [gg] . Ho quasi tutta la sua discografia (mi manca l'ultimo album) e tra i suoi lavori ne consiglio 5 che credo siano tra i migliori. Nel '98 fa uscire Lavorare stanca, quest'album è monotematico e parla del rapporto tra il lavoro e l'individuo all'epoca dell'album in tutte le sue sfaccettature, le musiche le ha composte quasi tutte lui tranne Black market dei W. report di Zaniwul una musica tradizionale slava ed alcune italiane. L'album musicalmente passa dal Jazz alla musica popolare allo sfottò della musica tecno, album ben suonato. Nel 2000 esce Conoscete victor Jara, album dedicato non solo al compositore cileno ma a tutta la musica sudamericana passando da jara alla Parra a g. gil, l'album comprende anche il discorso (forse un po' ostico), di Allende una volta perso il potere per colpa del colpo di stato statunitense, la musica è prevalentemente jazzata con forti riferimenti alla musica popolare cilena, quindi a parte g gil non pensiamo ad una musica sudamericana come la salsa o altro ma più cantautorale. Del 2001 è uscito il suo album che preferisco, è Jurnatieri. E' un album di musica popolare riarrangiato e suonato divinamente che abbraccia tutti i generi musicali passando da canzoni popolari italiane a musiche piratesche bretoni ed inglesi per passare a tarantelle elettriche,altre musiche tradizionali greche,album meraviglioso. Nel 2006 fa uscire il concept album Suonarne 1 per educarne 100, l'album è basato sulla storia di un ragazzo che caduto in coma per colpa del fuoco amico in una manifestazione negli anni '70 si risveglia negli anni 2000, l'album è divertente, molto politico e musicalmente passa da Zappa (peaches en regalia) a omaggi agli zeppelin e mingus, per citarne alcuni, e come generi va da jazz al blues al rock più semplice fino alla conclusione dell'album ad un arrangiamento latino di hasta siempre. In tutti i suoi dischi poi la cantante principale è la bravissima Auli Kokko. Mi piace molto Sepe in quanto i suoi dischi riescono a non essere noiosi anche facendo canzoni di un certo spessore musicale e culturale. Purtroppo non si trova molto su youtube ma se trovate qualcosa ne consiglio l'ascolto ma non dal vivo in quanto le registrazioni sono tutte abbastanza orribili [happy] e proprio in quanto fa album monotematici e spesso collegati tra loro anche musicalmente consiglio l'ascolto completo degli album e non delle canzoni fine a se stesse, non è un artista da singoli per intenderci. Spero di essere stato utile e che a chi non lo conosce di aver dato spunto di ascolto. Altri di voi apprezzano Sepe?

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Daniele Sepe

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 27/04/2015, 11:22

Suonarne 1 per educarne 100 lo ascoltai parecchio, puro divertimeto Zappiano. L'idea del freak che si ritrova nel mondo nuovo del 21 secolo l'ha "rubata" poi Caparezza per Le dimensioni del mio caos.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Rispondi