Le ballate della musica italiana

Qui parliamo della musica italiana, dai cantautori alle band progressive degli anni '70.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Le ballate della musica italiana

Messaggio da Il mago di Floz » 14/04/2015, 16:52

Come ho più volte ribadito, nella mia recente, tribolata Top-5 ballad ho deciso di non inserire brani italiani perché, in un'effettiva classifica - per vari motivi, di affezione ma anche di merito - l'avrebbero fatta sostanzialmente da padrone.

L'idea non è quella di fare una classifica; o meglio, lo sarà, ma solo come spunto iniziale e filo conduttore per eventuali, gradite integrazioni - anche mie - e considerazioni. Intervallatela, dunque, come preferite con le vostre proposte, sulla falsariga della discussione di Hairless Heart sulle power ballad.
Ho considerato quelli che sono forse i miei artisti preferiti del panorama, non necessariamente in ordine di preferenza, bensì di ballata. Ci tengo a dire, inoltre, che al primo posto di questa non classifica c'è quella che reputo la canzone più bella della storia della musica leggera: il tutto, di fatto, è da leggersi come una sorta di percorso di avvicinamento verso il sorprendente ( [smile] ) finale.

La prima proposta di ballata - che poi che è una ballata se lo dice da solo - è un pezzo stupendo di Ivan Graziani; arrangiato magnificamente - la musica va a incorniciare gli umori delle singole stagioni giocando con i suoi timbri -, Ballata per quattro stagioni è un brano malinconico e disarmante.


Prima tappa
Ballata per quattro stagioni, Ivan Graziani (1976)

I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Il mago di Floz » 15/04/2015, 11:56

Un cantautore che ho sempre ammirato molto è Roberto Vecchioni: per la qualità dei testi, per la varietà e la cura degli arrangiamenti, per la sua integrità artistica.
Nel suo periodo d'oro Vecchioni ha pubblicato album straordinari - penso a Samarcanda del 1977, forse penalizzato dall'inflazione che ha subito la bellissima title-track ma contenente una manciata di pezzi stupendi (su tutta la clamorosa L'ultimo spettacolo, della quale vi consiglio caldamente almeno un ascolto); ma penso anche, per esempio, all'ottimo Hollywood Hollywood del 1982, peraltro con copertina di Andrea Pazienza. Eppure, a conti fatti, il suo album forse migliore è quello del 1978, Calabuig, Stranamore e altri incidenti, da cui è tratta questa stupenda ballata - la considererete tale e perdonerete il ritornello tastieristico à la Impressioni di settembre - con un crescendo emotivo finanche insostenibile.


Seconda tappa
Il castello, Roberto Vecchioni (1978)

Ultima modifica di Il mago di Floz il 14/09/2015, 12:09, modificato 1 volta in totale.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Mick Channon » 15/04/2015, 14:27

Conosco i due brani postati,se dovessi dare dei voti sarebbero 6.5 per entrambi.Graziani lo preferisco in brani rock,Vecchioni e` nei suoi standard.
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Hairless Heart » 15/04/2015, 15:25

Ivan Graziani era in procinto di entrare nella P.F.M., giusto?
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Lamia » 15/04/2015, 15:47

Stupenda Il Castello! [hearts] .. grande anche Graziani, bel thread [happy]

Io posto allora il grande Guccini con la sua "La Ballata degli Annegati"

https://youtu.be/MqB-ctmZGIw

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Mick Channon » 15/04/2015, 17:01

Hairless Heart ha scritto:Ivan Graziani era in procinto di entrare nella P.F.M., giusto?
Se non sbaglio ha anche suonato in qualche disco di Battisti
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Il mago di Floz » 16/04/2015, 11:05

L'Edoardo Bennato che va fino al 1980, autore di alcune tra le pagine più belle e originali della scena italiana, è tra i miei idoli musicali della giovinezza. La sua ballata più famosa è verosimilmente L'Isola che non c'è, ma la più bella è forse Venderò; di questa canzone avete tuttavia già parlato nella discussione su di lui. E allora propongo il brano di apertura del suo album capolavoro Burattino senza fili.


Terza tappa e traguardo intergiro
È stata tua la colpa, Edoardo Bennato (1977)

I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Mick Channon » 17/04/2015, 11:38

Come scritto dal Mago, fino al 1980 Bennato ha prodotto degli ottimi dischi e bellissime ballate
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Il mago di Floz » 17/04/2015, 16:14

Ora come ora, personalmente - favorito forse anche dalla vicinanza territoriale e linguistica - ritengo Davide Van de Sfroos il miglior cantautore italiano.
Le sue canzoni, per lo più nel dialetto laghée proprio delle zone lariane del Comasco, spesso non pretendono che descrivere storie, umori, colori ed odori del lago, delle sue genti e dei suoi segreti. Ma lo fanno in un modo straordinario.
Ne è un esempio questa stupenda ballata per chitarra acustica e violino che descrive con un sentimento di affetto viscerale, finanche malinconico, quello che appunto è il cuore della sua poetica e del suo - del mio - territorio: il lago. L'acqua dolce.


Quarta e penultima tappa
Akuaduulza, Davide Van De Sfroos (2005)

Ultima modifica di Il mago di Floz il 18/04/2015, 13:41, modificato 1 volta in totale.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da rim67 » 18/04/2015, 1:34

Molto bella la canzone di Graziani (8) e Vecchioni (7),
@Lamia: bella la canzone di Guccini, Folk Beat n.1 l'ho distrutto a forza di ascolti (9) [smile]

Fra le tante ottime canzoni lente, dolci e melodiche Italiane che più mi hanno accompagnato, ci sono:
Firenze canzone triste

https://youtu.be/AK34IDIlACg

Rimmel di De gregori

https://youtu.be/1qvDk_kNPP4

venderò di Bennato

https://youtu.be/eCY80aWj_jw


....per ora basta così che si sta facendo troppo tardi [smile]
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Il mago di Floz » 18/04/2015, 11:09

Tre canzoni molto belle, soprattutto la prima e la terza. :-)
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da theNemesis » 18/04/2015, 12:58

La trovo struggente e didascalica....

Dancing on time way...

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da rim67 » 18/04/2015, 13:04

De Gregori insieme a Bennato e Guccini hanno segnato profondamente un epoca, forse un po' meno Grazieni che però io amo molto e poi non dimentichiamoci del grande ironico Rino [hearts]

Ahi Maria

https://www.youtube.com/watch?v=vs9NYOQ ... 31&index=3
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Hairless Heart » 18/04/2015, 14:42

Inarrivabile Rino!!!!

....Non troppa carne al fuoco contemporaneamente, dateci il tempo di ascoltarle.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da rim67 » 18/04/2015, 14:45

come stai a cantautori Italiani HH?
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Hairless Heart » 18/04/2015, 15:04

Paolo Conte (vedi topic).
Fabrizio de André.
Lucio Battisti.
Opere omnie.
Poi Giorgio Gaber, devo sempre approfondire i suoi spettacoli di teatro-canzone, Rino Gaetano, il Battiato prog.
Il cantautorato "classico" mi annoia abbastanza.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da rim67 » 18/04/2015, 15:25

Hairless Heart ha scritto: Fabrizio de André.
Lucio Battisti.
Rino Gaetano.
ci sto dentro anch'io :)
Hairless Heart ha scritto:Paolo Conte (vedi topic).
Poi Giorgio Gaber
e qua invece latito completamente (a parte un paio di brani)
Hairless Heart ha scritto:Battiato prog.
intendi i primi album? Sinceramente non mi fanno impazzire, invece amo quelli che vanno dal '79 al al '93 circa.
Hairless Heart ha scritto:Il cantautorato "classico" mi annoia abbastanza.
hai hai hai :lol: :lol:

PS: ho cambiato posizione a Paolo Conte che mi era sfuggito.
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Il mago di Floz » 20/04/2015, 13:53

Eccomi alla fine di questa breve corsa a tappe con quella che, a mio personalissimo giudizio e per motivi affettivi e artistici - il breve inciso orchestrale che la apre, la voce sofferta dei primi versi; e poi quel crescendo pazzesco, sempre più intenso, sempre diverso strofa dopo strofa, fino alla prima esposizione del tema per chitarra e mandolino e alla chiusura dell'anello narrativo; e poi ancora quel tema, che potrebbe continuare all'infinito - è nientemeno che la più bella canzone della storia della musica leggera.


Quinta tappa: arrivo
Ninna nanna, Angelo Branduardi (1979)

I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da Lamia » 24/04/2015, 14:47

Pure a me piace molto Rino Gaetano, ho un doppio cd e dvd con apparizioni televisive e qualche pezzo tratto dai concerti, di cui uno insieme a Cocciante. Posto questa geniale "Aida", richiama anche la marcia di Verdi, come ben si sente, ma inserita in maniera intelligente, con testo ironico , sarcastico, come lui era, grande [hearts]

https://youtu.be/lhfzk9124fw

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Le ballate della musica italiana

Messaggio da reallytongues » 24/04/2015, 15:58

Bello il brano di Branduardi!
conosco poco la musica italiana però secondo me è quello più internazionale dei nostri e mi sembra che infatti è parecchio conosciuto in Europa
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Rispondi