MARILLION: opera omnia

Moderatori: Watcher, Harold Barrel, MrMuschiato, Hairless Heart

Rispondi
Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 09/07/2011, 0:45

calma calma.
anche il più distratto degli ascoltatori al nome marillion associa le tonnellate di dischi che appaiono sul loro sito.
wikipedia parla di 15 dischi in studio, 13 live e 14 raccolte.
non vi farò ascoltare tutto anche perchè per me il nome marillion significa una cosa diversa rispetto all'opinione comune.
i "miei" marillion hanno pubblicato 4 dischi in studio, 1 raccolta di inediti di eccezionale caratura e 1 disco dal vivo.
a questi 6 dischi aggiungerò 2 album "postumi" usciti entrambi nel 1989, prima della scomparsa definitiva.
ma vedremo tutto a tempo debito.

un'altra opinione comune quando si parla dei marillion è l'associazione con i genesis che indubbiamente ci sta.
per quanto mi riguarda credo fermamente che i marillion se fossero nati 10 anni prima sarebbero stati annoverati tra i grandi in assoluto. i loro detrattori similmente dicono che se fossero nati 10 anni prima non avrebbero potuto copiare quanto fatto dai loro maestri.

a me personalmente non importa. quello che so è che la musica alla metà degli anni 80 era assolutamente ridicola tra duran duran, spandau ballet, wham e phil collins con i suoi compari.
i marillion portarono un modo antico di fare musica ma anche una freschezza nuova.
molti non riescono a superare l'equazione marillion = copia dei genesis.
moltissimo di ciò è dovuto alla fantastica voce del cantante, un misto tra gabriel e collins, che sul palco si traveste e tiene il pubblico nel suo pugno possente.
e, similmente ai genesis, quella voce meravigliosa era accompagnata da strumentisti fantastici, in alcuni casi capaci di eguagliare le gesta dei maestri e vi evidenzierò bene questi passaggi.

però attenzione. c'è una grandissima differenza tra i genesis e i marillion. nei genesis la tastiera è il vero strumento solista mentre la chitarra ha un ruolo di rifinitura e cucitura. gli assoli veri e propri sono pochi, qualcuno in più degli assoli di flauto. firth of fifth la straordinaria eccezione ma anche in questo pezzo la chitarra, pur disegnando il sublime tema si miscela con gli altri elementi per formare il miracolo che tutti conosciamo.

i marillion hanno una chitarra molto più presente, che spesso parte in assoli quasi gilmuriani.
le tastiere invece rifiniscono e lo fanno alla grande.
questa posizione defilata secondo me è il vero segreto dei marillion. gli altri gruppi di neo-prog ( non sono poi un grande esperto ma quelli che ho ascoltato mi hanno fatto la stessa impressione) puntano molto sulle tastiere e quindi perdono il confronto con la classe e la maestria di banks, diventandone pallide e lontane imitazioni.

ma bando alle ciance e cominciamo:

dopo un ep nel 1982 che vedremo successivamente perchè parte del disco di inediti pubblicato nel 1988 ecco l'esordio discografico:
1983: Script for a jester's tear
Immagine

disco meraviglioso, assolutamente imparagonabile a quella poltiglia indigesta che i genesis pubblicarono nello stesso anno.

traccia n°1: Script for a jester's tear
http://www.youtube.com/watch?v=gaBjdLQ0LJ0
e qua già si chiariscono le cose. trovo il finale un qualcosa di assolutamente commovente. chi sostiene che è meglio home by the sea è in malafede.
questa è musica suonata con il cuore, ispirata, meritevole di trovare posto nei ricordi e di venire suonata negli anni.
la versione dell'album è ancora più energica ma questa che ho scelto dal vivo è secondo me più significativa per iniziare un viaggio verso il meraviglioso mondo dei marillion.
quelli originali.
quelli veri.



quelli "miei" [hearts]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6623
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da Hairless Heart » 09/07/2011, 1:07

Che sono pure i miei. ;)
Un esordio discografico alla grande, anche se questo pezzo probabilmente è quello che mi piace meno di Script.
La sezione "Too late to say I love you" è Genesis al 100%. Ma sono i Marillion. A me basta e avanza.
Se intendi presentare tutto il malloppone, 'sto topic durerà fino al 2019.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 09/07/2011, 13:41

traccia n°2: he knows you know
http://www.youtube.com/watch?v=QJs8qYc6_dc

video in stile anni 80 per un pezzo che poteva essere davvero un gran bel successo nelle charts. non credo lo sia stato.
onestamente non so nulla dei risvolti commerciali di questo album, la prima volta che ho sentito parlare dei marillion è stato a discoring dove, nella sezione notizie, veniva segnalato il grande successo in inghilterra del loro secondo album, fugazi.

questo pezzo a me piace molto. ha un bel tiro ed una splendida esplosione di tastiere nel mezzo. qua di genesis ne sento pochini e quell'effettistica fa tanto floyd.

diciamo che dalle 5 stelle del primo pezzo scendiamo a 3.

@ hairless: è una band messa in secondo piano che merita una lunga lunghissima esposizione [bye]

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 09/07/2011, 17:15

traccia n°3: the web
http://www.youtube.com/watch?v=auG3HlbRMI4
splendido gioiello progressivo, anch'esso catturato in dimensione live da un DVD che è un peccato perdere.

brividi lungo le frenate del pezzo scandite da scarne tramature di chitarre, fantastici intermezzi di tastiere.

intorno a 2.00 c'è un fantasmagorico passaggio di tastiere con la voce sopra che non può non ricordare i grandiosi maestri.
l'assolo di chitarra è magico ma tutta la parte strumentale di questo pezzo è degna di nota.
spettacolari marillion!

a 5.45 riprende la voce e ditemi se non riesce ad emozionare.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 09/07/2011, 23:19

traccia n°4: garden party
http://www.youtube.com/watch?v=OurjUT67Chk

deliziosissimo bozzetto tastieristico impreziosito da momenti calmi, un singolo perfetto che girava moltissimo su MTV nel 1985 quandoo i marillion esplosero con keyleight e diventarono popolarissimi.

mi piace moltissimo la "non rinondanza " di questa canzone: va via veloce come uno sparo, non è sicuramente il solito polpettone neo prog.
http://www.youtube.com/watch?v=r1_ydDEp ... re=related

ve la offro anche dal vivo che si apprezza meglio l'enorme impatto dei marillion sul palco

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6623
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da Hairless Heart » 10/07/2011, 2:05

Garden party è il mio pezzo preferito dei Marillion in assoluto (forse con Grendel).
Non avevo mai visto il video, al solito il pezzo è editato rispetto alla versione dell'album.
In quanto alla versione dal vivo, forse preferisco quella contenuta in Real to reel, più veloce e con un tiro superiore.
Senza nulla togliere a Ciccio Rothery, sono le tastiere a mio parere il tratto dominante dei Marillion del Pescione.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 10/07/2011, 7:18

reall to reel fa parte degli 8 dischi dell'opera (per me) omnia [bye]

gli inserti dal vivo che si trovano su youtube sono tratti dallo splendido "recital for the script", un dvd del 2003 e che è la migliore testimonianza dal vivo esistente sui veri marillion. ( purtroppo di quelli falsi ne esistono centinaia)

nel 2009 sono stati pubblicati due album doppi dal vivo: "recital for the script" che riprende l'audio del DVD e "live in lorelay" dell''ultimo tour con fish.
dischi bellissimi che non si possono nn consigliare: ma io con real to reel ci sono cresciuto e credo anche tu hair ;)

e voglio precisare che quello che ho scritto non voleva assolutamente sminuire il mio carissimo amico ( su fb) mark kelly.

è semplicemente la struttura della stesura dei pezzi che è diversa da quella dei genesis e che per me fa la differenza.

un'altra differenza con i genesis dei marillion è che in questi ultimi manca completamente la componente acustica e questo mi dà un pò di fastidio.
soprattutto quello che mi piace relativamente poco è che i pezzi non hanno delle variazioni di arrangiamento molto grandi: questo toglie agli album un minimo di varietà che non ci sarebbe stato male.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 10/07/2011, 7:24

traccia n°5: chelsea monday
http://www.youtube.com/watch?v=qbr9F_asKeQ

alla fine questo è un blues lento, potente, sinuoso ma ovviamente, essendo i marillion una band progressive, pieno displendide variazioni melodiche.

l'assolo di chitarra è assolutamente fantascientifico ed in questa versione dal vivo mi entusiasma. ciccio rothery è forse il musicista più sottovalutato di tutti i tempi.

ah dimenticavo: si capisce che penso che dal vivo i marillion sono stati una delle mand migliori di sempre [smile]

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 10/07/2011, 20:56

traccia N°6: forgotten sons
http://www.youtube.com/watch?v=RtiUoEbwD7Q

versione dell'album per una canzone micidiale, violenta, cantata da fish in modo assolutamente furioso dedicata ai soldati vittime della guerra del vietnam.

c'è un sapore anni sessanta nelle sonorità ma non gli anni sessanta che piacciono tanto a phil collins ma quelli "malati" e "agitati" dei doors fino ad arrivare ad una furia chitarristica alla hendrix.

dopo 4 minuti tutto si ferma e fish declama le sue accuse con uno splendido arrangiamento delle voci che si moltiplicano diventando sempre più grevi e minacciose.

poi esplode in un "amen" che è il culmine emozionale, fino a che tutto tace.

silenzio.

e poi esplode una pagina melodica tra le più belle dell'intero progressive ( anni settanta inclusi, cribbio!!!!)

TRE minuti, quelli finali, che mi hanno sempre emozionato tantissimo.

eccovi lo stesso pezzo dal vivo, perchè fish anche con i gesti si faceva capire.
pt.1: http://www.youtube.com/watch?v=Rz_WqilPfwQ
pt.2: http://www.youtube.com/watch?v=fWbRvsQO ... DA8F583ACD

cosa resta da dire su questo disco? qualcosa sulle edizioni.
nel 1997 i marillion rimasterizzarono tutto il catalogo a 24 bit ed il progresso sonoro fu notevole.
uscirono edizioni doppie con sul primo cd l'album originale e sul secondo una serie di inediti, canzoni escluse, demo e live.
dopo un paio d'anni uscirono le rimasterizzazioni in edizioni singole, con il solo album.

il mio consiglio è di prendere queste ultime a meno di non trovare le edizioni doppie a prezzo stracciato.
questo perchè la crema di quello che i marillion hanno lasciato fuori dagli album è contenuto in una fantastica raccolta che, per quanto mi riguarda, è il quinto album in studio della band.

il xonsiglio migliore che posso darvi è però quello di ascoltare ed assimilare script, un album estremamente emozionante. suonato, cantato e composto in maniera impeccabile.

un album in cui c'è arte, cosa che se mi permettete è proprio difficile da trovare

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3513
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da Watcher » 11/07/2011, 10:44

Che i primi Marillion assomigliassero ai “veri” Genesis non poteva altro che farmi piacere, proprio per i motivi che ha enunciato TRE..
.
Ascoltatelo questo Script for a jester's tear è un CA-PO-LA-VO-RO!!

E basta paragoni! I Genesis sono i Genesis e i Marillion sono i Marillion, punto.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da SH61 » 11/07/2011, 12:48

Sono completamente d'accordo con TRE, anche se conosco solo i primi 3 album dei Marillion. Non mi resta che provvedere per il 4°....

Aggiungerei che sono stati senz'altro coraggiosi a rispolverare un genere che sembrava morto e sepolto; chi suonava agli inizi degli anni 70 non poteva non pensare al progressive ( e lo facevano quasi tutti), benaltro panorama era quello che appariva (purtroppo) 10 anni dopo. E poi io, a parte la voce di Fish (ma che dire allora di Bernardo Lanzetti della P.F.M.) che ricorda Gabriel, non è che trovi così tanti aspetti in comune con i Genesis, forse qualcuno proprio nel 1° disco.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 11/07/2011, 15:15

allora ti stupirai di quello che scriverò per il secondo disco ;) [smile]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6623
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da Hairless Heart » 11/07/2011, 22:54

Watcher ha scritto:Script for a jester's tear è un CA-PO-LA-VO-RO!!
Comprai il vinile a 2000 lire (nell'87). Decisamente un discreto affare.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 12/07/2011, 0:01

Immagine

e passiamo al secondo album "fugazi" uscito nel 1984.
ottenne un grande successo in inghilterra e il nome cominciò a circolare anche in italia.

traccia N°1: assassing
http://www.youtube.com/watch?v=FqqkR2vqUZ8

brano di apertura che riprende all'inizio le stesse sonorità "alla doors" della prima parte di forgotten sons con un bellissimo ritmo che poi esplode in tanti ritornelli tastieristici.
prestazione vocale del cantante a livelli eccelsi.
da segnalare i controcanti di pete trewavas, il bassista: la voce mi sembra abbastanza pulita anche se quasi sicuramente senza la caratura per prendere i lposto della voce solista.
però pensando a chi ha preso il posto del cantante quasi quasi avrei preferito una scelta autarchica [smile]

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 13/07/2011, 23:03

traccia n°2 : punch & judy
http://www.youtube.com/watch?v=OWrwYsSt6OE

questa canzone è la cuginetta di garden party e secondo me è ancora più bella: mi piace tantissimo il ritornello, il modo in cui finisce.

è una ventata di energia che fa guadagnare al disco il secondo 5 stelle :)

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6623
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da Hairless Heart » 13/07/2011, 23:11

Mi piacciono entrambe, specie Punch & Judy, ma mi sembrano un tantino arditi gli accostamenti. Qui ci sento solo dell'ottimo pop.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 13/07/2011, 23:12

traccia N°3: jigsaw
http://www.youtube.com/watch?v=JDO_O1CS6d0

ve la offro in una splendida performance dal vivo.

questa è una vera è propria canzone, non ha nulla di progressive nella struttura.
ma ha il gusto melodico del progressive, ha un qualcosa di magico unito ai testi mai banali di fish, anche quando canta di amore.

personalmente, se prendo a confronto canzoni di questo tipo fatte in quegli anni dai genesis, cose tipo land of confusion non posso esimermi dal dire che gli alunni letteralmente disintegrano i maestri.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 13/07/2011, 23:15

Hairless Heart ha scritto:Mi piacciono entrambe, specie Punch & Judy, ma mi sembrano un tantino arditi gli accostamenti. Qui ci sento solo dell'ottimo pop.
dipende da cosa si intende per ottimo pop.

però è vero che fugazi è diverso da script anche se poi le canzoni mi piacciono tutte. è un pò l'abacab dei marillion.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6623
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da Hairless Heart » 13/07/2011, 23:19

Oh, ma io lo pongo diversi piani sopra ad Abacab, anche perchè più avanti nell'album, come tu ci farai scoprire, il prog arriverà eccome.
Jig-saw è una ballatona romantica con dei meravigliosi suoni di tastiera.
Il grosso sta per arrivare.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: MARILLION: opera omnia

Messaggio da TRE » 13/07/2011, 23:32

hai ragione e nel weekend scopriremo un pezzo del mio cuore ;)

abacab l'ho preso come termine di paragone per dare un'idea della leggerezza dei disco rispetto al resto della produzione.

in valore assoluto fugazi mi piace di più ma la caratura di abacab è oltretutto indiscutibile.

e se il prog presente in fugazi è di pregevolissima fattura è anche vero che il poco prog di abacab è di qualità eccelsa.

dodo con la sua coda "submarine" nella versione originale è un qualcosa di unico.
tastiere che simulano il mare in tempesta non con i suoni ma con la composizione: geniale.

Rispondi