Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

In questa sezione discutiamo dei due principali filoni derivanti dal Rock Progressivo: Il Neo-progressive e il Progressive Metal.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Watcher » 23/05/2011, 12:20

Si potrebbe iniziare dalla Scandinavia e soprattutto dalla Svezia, paese che ha prodotto negli anni ‘90 parecchi nomi. Tra i più importanti vorrei ricordare innanzi tutto questi:
- Isildurs Bane
- Anekdoten
- Anglagard

Qui un piccolo assaggio.

ISILDURS BANE – THE PILOT (da Mind Vol. 1, 1997)
M.I.N.D. è un acronimo che significa “Music Investigating New Dimension”. Musica che ricerca una nuova dimensione. Questo Mind Vol. 1 è considerato uno dei migliori lavori Prog degli anni ’90.
http://www.youtube.com/watch?v=Urm6615pVuk

ANEKDOTEN – KARELIA ( da Vemod, 1993)
Molto crimsoniano
http://www.youtube.com/watch?v=EMgUicXgFGA

ANGLAGARD – IFRAN KLARHET TILL KLARHET –live (da Hybris, 1992)
Non fatevi ingannare dal motivetto iniziale.
http://www.youtube.com/watch?v=NqxH6u9v ... re=related

Buon ascolto. [bye]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progressive-Sax » 23/05/2011, 20:15

Interessanti...tutti...ma sopratutto gli Anglagard! [hearts]

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progknight94 » 27/05/2011, 15:09

Aggiungerei Opeth e dark tranquillity [approve]

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Watcher » 27/05/2011, 16:02

Degli Opeth se mi dici qualcosa che non sia metal potrei anche ascoltarli. ;)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progknight94 » 31/05/2011, 17:04

Il bello degli Opeth è la loro capacità di accostare parti cattive a parti più tranquille e Camel-oriented [smile]
Se mastichi un pò di Metal ma non ti piacciono le contaminazioni col prog potrei consigliarti Still Life (si, come quello dei VdGG :P ) Ma se non ascolti Death metal non pensarci ;)
Invece a prescindere potresti scaricarti Damnation, che non è per niente Metal :D
E' prodotto da Steven Wilson, come molti dei loro album, potrebbe piacerti [slurp]
Fammi sapere, sono curioso:)

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Watcher » 01/06/2011, 14:53

OT metal

Ebbene sì, lo confesso, a me mi piacciono i Manowar … :lol: :lol:

Li trovo divertenti quanto il TG di Emilio Fede, e poi il bassista è uguale a mio zio quand’era più giovane (anzi penso sia proprio lui). [chin]

Guardatevi questo video.
Questi sì che sono uomini duri cioè “quelli che non devono chiedere mai!”
Se non sono cattivi questi!

http://www.youtube.com/watch?v=__WC6QZtVnI

fine OT
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progressive-Sax » 01/06/2011, 15:52

Io sono un fan postumo dei Manowar!! Li conosco molto bene...quando sei giù di morale sono un toccasana! :lol:

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progknight94 » 02/06/2011, 20:14

Testardamente ci riprovo (non è metal) :mrgreen:


http://www.youtube.com/watch?v=kBgoiLiNuXg


aspetto speranzoso pareri:)

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Watcher » 03/06/2011, 15:26

Sì ...carina .... [spock]

No dai, è bella, prende subito. :lol:

Ascolterò anche il resto, basta che non ci siano schitarrate. (ma sembrerebbe di no)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progknight94 » 03/06/2011, 21:00

Come da paradigma "svezia" sono tutte tristi, ma in quell'album vai sul sicuro, non c'e un nanosecondo di distorsione..... [approve]
consiglio anche Hope Leaves 8-)

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Harold Barrel » 13/06/2011, 18:56

Ragazzi, sentite che forza.... Keith Emerson in versione Giapponese!!! [smile] [smile]
Perchè ai Giapponesi non bastava The Knife e hanno voluto strafare....
Signore e signori, THOUSAND KNIVES!!! [bye]
http://www.youtube.com/watch?v=2iH0_TDP6BQ
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Watcher » 15/06/2011, 9:05

Progknight94 ha scritto:Come da paradigma "svezia" sono tutte tristi, ma in quell'album vai sul sicuro, non c'e un nanosecondo di distorsione..... [approve]
Dannazione! Proprio bello questo Damnation degli Opeth! [slurp]

Tristi? Sì, un po'. Ma in confronto alle produzioni di altri colleghi svedesi, queste hanno l'allegria delle canzoni da festivalbar. [smile]

E poi bravo il chitarrista, pieno di buon gusto. Queste sono le chitarre che mi piacciono, pulite e senza troppi virtuosismi fini a se stessi.

Ottimo consiglio Progknight. Per gli amanti del prog non d'annata: ascoltatelo! (questo però, gli altri non so)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progknight94 » 15/06/2011, 11:30

Sono contento ti sia piaciuto [approve] [smile]
Ci sono brani simili anche in altri album, ma mischiati a cose più violente :|
Io invece prometto di ascoltare Aquiring meglio oggi stesso, se ho tempo :D

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Progressive-Sax » 16/06/2011, 14:17

Ottima cosa, dopo averlo assimilato passa a Three Friends o a In a Glass House. tieni octopus per ultimo che è il più tosto! [smile]

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da drumboy95 » 16/06/2011, 14:47

Harold Barrel ha scritto:Ragazzi, sentite che forza.... Keith Emerson in versione Giapponese!!! [smile] [smile]
Perchè ai Giapponesi non bastava The Knife e hanno voluto strafare....
Signore e signori, THOUSAND KNIVES!!! [bye]
http://www.youtube.com/watch?v=2iH0_TDP6BQ

Sakamoto è un idolo.

Avatar utente

Nàrёsariё's Horizon
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 69
Iscritto il: 22/12/2010, 17:36
Località: Bisceglie, BA

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Nàrёsariё's Horizon » 21/06/2011, 17:25

Io aggiungerei anche i Focus di Thijs Van Leer... Mi sa che siano olandesi...

Ascoltate questi due pezzi: per me sono geniali! :D

HOCUS POCUS
http://www.youtube.com/watch?v=g4ouPGGLI6Q


HOUSE OF THE KING
http://www.youtube.com/watch?v=g0C4iHTEJ9o

;)
"West is where all the days will someday end..."

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da Harold Barrel » 21/06/2011, 20:25

I Focus sono davvero grandissimi, e consiglio a tutti l'ascolto delle canzoni che ci segnala Ambra.
Quando li ascolto penso sempre a come le vie del Prog siano infinite!!! [bye]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

prog91
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/07/2011, 21:55

Re: Il prog oltre i confini dell’Inghilterra

Messaggio da prog91 » 24/07/2011, 21:43

Io in quanto a Prog non-Inglese (e non-italiano) conoscevo solo una canzone dei Focus [smile] . Perciò grazie Watcher per questo topic e spero possa interessare anche ad altri fra voi ;)

Rispondi