Suite o minestrone?

In questa sezione discutiamo dei due principali filoni derivanti dal Rock Progressivo: Il Neo-progressive e il Progressive Metal.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Suite o minestrone?

Messaggio da Watcher » 17/12/2012, 10:05

Titolo del brano: Monster Within
Album: Space Revolver
Band: The Flower Kings


Mi sono da poco messo ad ascoltare questi Flower Kings, una very swedish prog-band, che ho scoperto da poco e che ancora non conoscevo.

Andiamo per punti (ovviamente vi consiglio l’ascolto dell’MP3 sempre che abbiate pazienza per 12:55)



Il brano inizia con una parte strumentale dove io personalmente sono riuscito a cantarci sopra Good Night senza però riuscire ad imitare la voce di Ringo. E questo per i primi circa 30 sec.
Subito dopo partono di sorpresa con un riff di chitarra che ricorda qualcosa dei Gentle Giant, (o Zappa/ Hot Rats?) ma forse qualcosa di crimsoniano alla 21st Century Schizoid Man c’è.
Poi c’è il Zappa irriverente, non ci sono dubbi, con tanto di voci di sottofondo.
Tenete presente che non siamo ancora a due minuti e avevamo iniziato con Good Night.
Ma non è finita …
A circa 3:30 parte un flauto che tesse una melodia che ben poco c’entra, seguito da un accompagnamento in grande stile di archi + commenti vocali che potrebbero ricordare qualcosa di The Wall.
A 4:45 un “bellissimo” organo a canne (non poteva mancare) con tanto di tubular bells, per finire verso il minuto 5:45 con il mellotron.
Ed ora, siore e siori … fusion!
La parte più interessante fino ad adesso… e bravino questo Roine Stolt.
Peccato che il tutto duri solo un minuto.
A sei minuti e mezzo ci sono loro (the Flower Kings); non sento particolari ispirazioni esterne, ma dura poco, perché poco prima del minuto 7:30 c’è Steve Hackett! Sissignori, è lui. Anzi non proprio lui ma sembra. Questo fino al minuto 8:00 scarso poi se ne va.
Prosegue con un “tutto poco interessante”, ma sembra abbiano preso la strada giusta fino a quando, cambiando idea, decidono di cambiare anche il ritmo. Poi, per paura di essere troppo noiosi, si inventano una tema di chitarra (non male) con sentore di musica un po’ “estremo oriente” per finire sfumando a mò di Dancing With the Moonlit Knight o quasi.

Suite o minestrone?
Per me la seconda che ho detto.
Chi trovasse qualche altro ingrediente che il palato delle mie orecchie non ha colto, si faccia avanti.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Progknight94 » 17/12/2012, 12:24

scusa watcher, ho interrotto a metà.. non mi piace il neo prog e questi Flower kings sono i peggio di tutti per me.
Musicisti assurdi, ma i pezzi sono arrabattati senza criterio e bruttini secondo me

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da MrMuschiato » 17/12/2012, 17:47

Appena posso la ascolto.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da reallytongues » 17/12/2012, 18:53

AH!
mi ha divertito...
parecchio king crimson, mcdonald and giles poi mi scade verso i 6 minuti, almeno non colgo il nesso con la prima parte, sarebbe da riascoltare...
ma chi sono? anno?

PS: per rispondere alla domanda propendo per il minestrone
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Watcher » 18/12/2012, 20:27

Con tutti gli accostamenti che ho fatto ... si dice in giro che i Flower Kings scopiazzino gli Yes. :lol:
Per rispondere a Rtongues, i FK sono una band svedese di estrazione progressive, anzi neo-progressive, e tuttora in attività, nata per opera di Roine Stolt (chitarrista e leader) a metà anni novanta. Space Revolver, l'album a cui appartiene il brano che ho postato, è stato inciso nel 2000 ed è il loro quinto in studio.
Non conosco i primi due: Back in the World of Adventures (1995) e Retropolis (1996) ma ne parlano un gran bene.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Hairless Heart » 01/02/2013, 22:54

Dopo un po' di tempo.....
La mia risposta è: minestrone, e dei più indigesti. Si, qualcosina di interessante qua e là c'è, ma ho trovato il pezzo perlopiù inascoltabile.
E facciamo una bella croce su 'sti Flower Kings. In effetti faccio fatica a trovare qualcosa di veramente valido nel neo-prog, Marillion a parte.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da SH61 » 05/02/2013, 10:43

Ma il difficile è proprio fare una suite che non sia un collage di pezzi messi lì, giusto per arrivare ad un minutaggio elevato. Ci deve essere un filo logico conduttore, altrimenti tanto vale incidere brani separati.
Oltretutto la suite richiede anche un'elevata qualità musicale, la sua lunghezza rende inevitabilmente più difficile la memorizzazione, se deve essere un sacrifico ascoltarla ne faccio a meno....

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Watcher » 06/02/2013, 15:11

SH61 ha scritto: Ci deve essere un filo logico conduttore, altrimenti tanto vale incidere brani separati.
[chin]
A volte mi domando dove sia il filo logico conduttore di Supper's Ready ...testo a parte.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da MrMuschiato » 06/02/2013, 15:20

Ne ho sentito un pezzo, mi piaceva la parte prima della prima parte cantata, ma devo riascoltarla bene (e tutta)...
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Hairless Heart » 06/02/2013, 15:22

Watcher ha scritto:A volte mi domando dove sia il filo logico conduttore di Supper's Ready ...testo a parte.
Anche questo è vero, e vale anche per A plague ecc dei VDGG, Close to the edge degli Yes ed altre suites del periodo. Le quali però contengono sezioni che non sono attaccate tra loro con lo scotch, ed il genere c'è quanto meno la ripresa alla fine del tema iniziale. Sono tutte suites che hanno un loro perchè (io ci aggiungerei modestamente quelle di Mike Oldfield), questa dei Flower Kings un po' meno, a mio parere.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da SH61 » 07/02/2013, 8:35

Hairless Heart ha scritto: ... Le quali però contengono sezioni che non sono attaccate tra loro con lo scotch..
Certo... oltre al testo che, ovviamente, si rifà ad un'unica storia, raccontata in diversi stadi, evidenziati da un tema musicale diverso, sono necessari "agganci" tra le varie parti, che permettano anche un ritorno, in più fasi, a armonie e melodie già presenti in quelle precedenti.

Oltre 20 minuti sarebbero insostenibili con un unico tema musicale, ma neanche si può prendere 10 pezzi da 2 minuti "ad cazzum". La bravura è nel rendere l'operazione credibile. Poi se il risultato valga la pena dell sforzo è tutto da dimostrare; io ho sempre preferito "Fragile" a "Close top the edge" ad esempio. Ma se qualcuno potesse avere l'intenzione di portare avanti questa iniziativa non potrebbe che nascere nell' ambiente "prog".

Ma ve la immaginate un qualcosa di simile nel "punk" ? [smile]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Hairless Heart » 07/02/2013, 12:32

SH61 ha scritto:La bravura è nel rendere l'operazione credibile. Poi se il risultato valga la pena dell sforzo è tutto da dimostrare; io ho sempre preferito "Fragile" a "Close to the edge" ad esempio.
La costruzione di una suite è senz'altro un valore aggiunto, ma è chiaro che una è valida quando contiene delle sezioni che siano valide musicalmente. Supper's ready, per quanto mi riguarda, è strepitosa perchè contiene cose come l'Apocalisse in 9/8, Ikhnaton e molto altro. Concordo con te nel preferire Fragile a Close to the edge perchè (secondo il mio modesto parere) quest'ultima ha sezioni sicuramente valide ma non altrettanto, niente di paragonabile ad Heart of the sunrise per fare un esempio.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


Bott1956
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 19
Iscritto il: 06/10/2018, 12:05

Re: Suite o minestrone?

Messaggio da Bott1956 » 06/10/2018, 13:24

Watcher ha scritto:
18/12/2012, 20:27
... nata per opera di Roine Stolt (chitarrista e leader) a metà anni novanta ...
Sarà che sono un po' in la con gli anni ma il ragazzo lo preferivo con i Kaipa magari quelli di "Inget Nytt Under Solen".

Rispondi