Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da reallytongues » 17/10/2015, 11:44

Per cambiare dal solito solipsismo mi è venuto in mente che si potrebbe scrivere in gruppo una pietra miliare che piace un poco a tutti
"Lark's Tongues in Aspic" come anche "Red" dei KC è un disco prog calssico che però già getta i ponti verso il prog del futuro e il cosiddetto "Math Rock" degli anni 90 per cui anche Muschio potrebbe partecipare :D
Per cui lanciatevi se volete recensire qualche brano, non è un problema se lo stesso brano viene recensito più volte...
Ovviamente ci vuole pure una nota introduttiva e informazioni sul disco: chi ha notizie interessanti, aneddoti vari scriva pure postando.
Una volta completato il tutto si da una sistematina al topic e si sposta l'argomento nella sezione PIETRE MILIARI
direi che se l'idea piace le pietre miliari più conosciute e condivise potranno essere recensite così

Immagine
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da MrMuschiato » 17/10/2015, 14:45

Cerco Math Rock e nelle voci correlate vedo Post rock e Indie Rock! :shock: :?

'Non è robba per me!' (cit.)

Comunque del disco in questione conosco la title track perchè coverizzata dai Dream Theater, ma se l'idea prende piede non vedo perchè non partecipare, così una volta tanto ascolto qualcosa di più classico!! :lol:
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Scardy in Exile
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 529
Iscritto il: 23/03/2015, 11:38

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da Scardy in Exile » 17/10/2015, 14:52

MrMuschiato ha scritto:Cerco Math Rock e nelle voci correlate vedo Post rock e Indie Rock! :shock: :?

'Non è robba per me!' (cit.)

prova col secondo album dei Don Caballero ;)

@really: onestamente credo che Larks non sia un disco "miliare", almeno non quanto "Red"; in ogni caso, potrei provare a buttar giù due parole sulla meravigliosa Book of Saturday

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 17/10/2015, 15:07

Io invece son d'accordo con really: è una pietra miliare. Nel senso che per me è, insieme a "In the Court" e "Discipline", uno dei dischi che hanno inaugurato un nuovo stile per i King Crimson, diciamo così storici. "Red" forse mi piace anche un tantinello di più (anche perchè meglio registrato) però è uno sviluppo dello stile fondato con Larks. E' significativo poi che Fripp avesse già elaborato alcuni passaggi della suite con il gruppo di "Islands" ma abbia aspettato perchè sentiva che quei musicisti non erano adatti per la "nuova" musica che aveva in mente.
Son pronto anche io a contribuire, anche se, secondo me, questo è uno dei dischi più difficili da recensire dei Crimson, proprio perchè c'è veramente tanta roba, a cominciare dagli anarchici inserti rumoristico-percussivi di Muir che sono forse il tratto peculiare di questo straordinario album.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da reallytongues » 17/10/2015, 15:19

da quanto leggo 2Old sei molto informato sul disco in questione:
inizi tu a pensare ad una presentazione del disco? poi magari si implementa con altri contributi...
anche io penso che Red sia superiore nel suo complesso (direi perfetto), ma Lark's con le sue imperfezioni lo ritengo più innovativo, più dirompente acciderboli!

PS: ovviamente dopo Lark's di passeràa Red [nw]
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da Il mago di Floz » 19/10/2015, 9:13

Il mio gruppo preferito di sempre della storia dell'universo [smile]
Fate vobis, vi leggerò poi (al limite dirò qualcosa a proposito di Red, che - curiosamente - non mi dispiace).
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da reallytongues » 19/10/2015, 10:08

2 old te la senti di aprire la recensione?
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 19/10/2015, 10:17

Ok ma non sarebbe una cattiva idea dividerci i brani, Muschio la title track, Scardy book of Saturday, io prenderei Exiles o The Talking Drum.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da reallytongues » 19/10/2015, 10:21

si certo
io magari mi piglio Easy Money

prenotato!
comunque ripeto:
non è un problema se un brano viene recensito da più persone, più volte
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 19/10/2015, 14:30

Colto da un momento di, diciamo così, ispirazione [fisc], ho buttato giù queste righe.

Come detto io partirei da questo brano, molto vicino a certe atmosfere jazzate alla “Groon”, registrato nel 1971 durante le sessions di Islands, che è un pò l'embrione di LTIA,



e da come Fripp non fosse soddisfatto della formazione di Islands (insofferenza, peraltro, ricambiata in pieno) tanto da ricominciare tutto da capo nel 1972, per la terza volta, con un nuovo gruppo.
Probabilmente Fripp sapeva già di poter contare su John Wetton, che aveva già contattato senza successo prima di assoldare Boz Burrell, ma un vero colpo di fortuna fu senz'altro il fatto che Bill Bruford avesse da poco abbandonato gli Yes, al culmine del successo, in cerca di un'avventura musicale più stimolante. E' significativo il fatto che entrambi si sentissero troppo costretti e limitati negli Yes e nei Family e che cercassero il brivido di una maggiore libertà creativa.
Le restanti due pedine di questa "sporca cinquina" furono, invece, abbastanza sorprendenti.
In un'intevista avevo letto che Fripp in quel periodo ascoltava molto la Mahavisnu Orchestra di John McLaughlin e forse l'idea di affiancare un violinista alla Jerry Goodman nasce da lì. Mettiamoci anche che probabilmente si era un pò stufato del suono del sax (presente sin dall'inizio nella paletta sonora del gruppo) e volesse cercare soluzioni timbriche diverse (per inciso, lo sfizio di sapere come sarebbe stata LTIA con Mel Collins ce la siamo tolta l'anno scorso ascoltando la nuova incarnazione della Band).
Sta di fatto che David Cross (che aveva suonato nel poco noto gruppo degli Waves) è stata proprio una sua "scoperta": un giovane violinista capace di affiancare passaggi estremamente concitati a frasi melodiche di assoluta bellezza (come quella di Exiles portata in dote al gruppo) e sopratutto non estraneo alla libera improvvisazione che Fripp aveva deciso di sposare, questa volta molto più che in passato.
E l'improvvisazione era anche la stella polare che guidava il quinto elemento, l'asso nella manica, quella variabile impazzita di nome Jamie Muir, già con la Music Improvisation Company di Derek Baley, avanguardia free-jazz londinese parecchio estrema. Perchè Fripp lo abbia scelto è un pò un mistero. Senz'altro la sua passione per le complicanze ritmiche di ogni tipo (il double trio degli anni '90, i tre batteristi di oggi). Una mia congettura, però, è che cercasse un pò una figura imprevedibile alla Keith Tippett. E' noto infatti come il chitarrista avesse cercato di coinvolgere il pianista anche nei tour e di farlo entrare "a tempo pieno" nella band. Come Tippett, Muir portava con sè quel necessario quoziente di pericolosa aleatorietà che è sempre stata una caratteristica della musica dei Crimson.
E' proprio l'approccio anticonvenzionale di Muir (leggendarie le sue perfomances sul palco in cui, con indosso una pelliccia di orso, suonava di tutto cospargendosi di foglie morte) a fungere da catalizzatore per la nuova miscela creativa del gruppo. Sua anche l'ideazione dello spiazzante ed enigmatico titolo del nuovo album: "lingue di allodola in gelatina".
Cosa voleva dire con questa frase? Voleva così descrivere i rumori che ricavava soffiando nei bocchino di una tromba e che sembravano i versi di un pennuto sgozzato? Si trattava di una occulta citazione di "The lark ascending" di Vaughan Williams a cui il violino di Cross sembrava ispirarsi? Chi può dirlo! Per Fripp comunque era la perfetta metafora della nuova musica che aveva in mente: il prezioso estro improvvisativo dei suoi nuovi "adepti" tenuto insieme ed incapsulato da quel collante invisibile che è la "disciplina" musicale frippiana.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8098
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da Hairless Heart » 19/10/2015, 15:40

Plaudo all'iniziativa. [approve]
Si prospetta un lavoro coi fiocchi.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


Fabio Rossi
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: 17/06/2018, 9:52

Re: Miliarizziamo insieme "Lark's Tongues in Aspic"?

Messaggio da Fabio Rossi » 17/06/2018, 9:54

E' uscito per Arcana un libro su Larks' Tongues in Aspic:

http://www.arcanaedizioni.com/prodotto/ ... g-crimson/

Rispondi