Pagina 1 di 1

Piccole Soddisfazioni

Inviato: 26/07/2012, 1:40
da Henry Hamilton
...prendere una studentessa messicana di 21 anni, con il mito di Tiziano Ferro ( di cui conosce a memoria tutte le canzoni), fan di Marco Carta e Alessandra Amoroso. Mettere sul piatto del vecchio giradischi il vinile di "Selling....", sistemare la puntina sul solco di "More fool me" e, alla fine, vederla con gli occhi persi, capace di bisbigliare solo "Meraviglioso...." non ha prezzo. [smile]

Re: PICCOLE SODDISFAZIONI

Inviato: 26/07/2012, 11:43
da Progknight94
Mi sembra un GROSSA soddisfazione.. riuscisse a me :roll: [smile]

Re: PICCOLE SODDISFAZIONI

Inviato: 26/07/2012, 11:53
da Harold Barrel
Non sono molte le persone che si avvicinano tardivamente a musica di qualità... Mi ricordo che tempo fa su un altro forum un ragazzo raccontava di come, quando aveva tredici anni, suo padre tolse dal lettore CD il disco con le ultime hit dell'estate e gli fece ascoltare appunto "Selling...". Rimase folgorato [smile]
...Ma che cosa ne dici di raccontarci la storia dall'inizio?

Re: PICCOLE SODDISFAZIONI

Inviato: 26/07/2012, 19:06
da Hairless Heart
Niente male! Però, volendo proprio fare le pulci, si potrebbe dire che sia sintomatico che una fan di Tiziano Ferro possa apprezzare More fool me, per molti la peggior canzone della Gabriel-era. Prova con Fountain of Salmacis e poi facci sapere. [smile]

Re: PICCOLE SODDISFAZIONI

Inviato: 27/07/2012, 23:46
da drumboy95
beh magari se con quella dice "meraviglioso" , le altre gli piaceranno ancora di più...tu prova

Re: PICCOLE SODDISFAZIONI

Inviato: 28/07/2012, 0:26
da Henry Hamilton
ovviamente, ho già proceduto.diciamo che l'inizio è sempre quello più difficile. In passato sono stato involontario testimone di un esperimento similare finito molto male. e lì, l'ascoltatrice era comunque in una situazione migliore, visto che amava Elton John. Ovviamente, avvicinamento comunque difficile da compiere. Ma, almeno, aveva un'idea di cosa possano essere armonia e capacità strumentali. Invece di fare un discorso graduale, il pirla nostro collega di amori musicali, partì subito con "Musical box". Ovviamente, il risultato fu un disastro epocale.
Qui, viste le "basi"( si fa per dire) musicali, si partiva da -10.000 ad essere ottimisti. Per cui, ho resettato il poco cervello che mi resta, eliminando gusti e classifiche personali, e mi son messo a lavorare sui dati di fatto.
1)conoscenza specifica della musica progressive:0.inutile fare introduzioni o spiegare.tanto vale affidarsi alle emozioni.
2) non è avvezza alle armonie ed agli arabeschi musicali. nel senso che, proprio, non li conosce.
3) la persona ha senso dell'armonia naturale, pur se non coltivato, è molto romantica e sensibile. Le piace la dolcezza.
per cui, fatta una mano di conti, ho puntato tutto sulla cosa più semplice in assoluto del vecchio repertorio, ma che già rende l'idea di qualcosa di molto, molto diverso rispetto agli ascolti usuali. L'idea di partire con "Dancing with the moonlit knight" mi aveva solleticato parecchio. L'intro con la voce nuda di Peter, avrebbe sicuramente avuto l'effetto di un fulmine. poi, però...però, lo sviluppo del brano diventa troppo complesso. Non potevo optare per cose troppo lunghe, visto che non c'è più abitudine ad ascolti prolungati, ed anche cose molto delicate, come quelle di "Trick of the tail" le ho dovute escludere momentaneamente, perché sia "Entangled" che "Ripples" presentano un'elaborazione per il momento troppo avanti per lei, e Mad Man Moon è complessa e multiforme. alla fine la scelta è stata quasi obbligata.

Re: PICCOLE SODDISFAZIONI

Inviato: 28/07/2012, 0:36
da Henry Hamilton
(continua) "More fool me" ha tutte le doti di semplicità, dolcezza e armonia che servivano (per quanto riguarda la cosa peggiore fatta nel periodo Gabriel, io mi ostino a considerarla "Counting out time", un pezzo di un'inutilità colossale). Il resto, l'ho fatto sfruttando un insegnamento del vecchio Peter:aspettatevi l'inaspettato. Prendere il vinile originale ed il giradischi, è servito per creare la tipica atmosfera del tipo "madonna, che razza di vecchiume potrà mai venir fuori da lì...". così, l'effetto sorpresa è stato completo.
Ovviamente, gli ascolti sono proseguiti e proseguono. "Salmacis", per quanto scritto sopra, non è ancora il momento di schierarla in campo. Ma "Harlequin" è servita benissimo allo scopo.
in fin dei conti, non ho fatto altro che applicare, riveduto e corretto, il metodo che loro usavano nei primi concerti. Prima i brani acustici, in modo da lasciar pensare ad un'altra band di quel tipo, per poi inserire pian piano la strumentazione elettrica e finire con "The Knife". Io ho applicato il principio dal punto di vista della semplicità. E, se anche non entrasse mai nel "wonderful world of Genesis" completamente, perlomeno ha capito che esiste una musica che si ascoltava nel passato, una musica che si ascolta nel presente, ed una che si ascolterà nel futuro. Ma che qualcos'altro non ha tempo e, passato, presente, futuro, rimane immutato. Bello, come la prima volta che è stato suonato. [smile]

Re: Piccole Soddisfazioni

Inviato: 30/07/2012, 15:31
da SH61
Sei stato saggio....
Però proseguirei con "Time table", poi andrei sui pezzi che hai citato di "Trick" aggiungendo "Blood on the rooftops".
Dopo i Genesis non hanno fatto altro....