Se Antony Phillips...

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Henry Hamilton
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 154
Iscritto il: 20/02/2011, 23:26
Località: veneto

Se Antony Phillips...

Messaggio da Henry Hamilton » 29/12/2011, 22:58

....fosse rimasto nel gruppo, secondo voi cosa sarebbe cambiato musicalmente? stessa evoluzione, appiattimento, non sarebbe durato come compositore principale? e considerato che il suono del gruppo migliorò sempre come insieme, ma anche nel rendimento dei singoli elementi, avrebbe dato quello che in seguito diede Hackett, come impronta sonora?
Mi rendo conto che la storia non si fa con i se e con i ma...ma mi piacerebbe sapere, in base alle nozioni di ciascuno e alle sensazioni, soprattutto, ascoltando il materiale sonoro, che idea vi siete fatti [bye]

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da SH61 » 30/12/2011, 10:11

Mah, certi composti esplosivi nascono, a volte, in maniera casuale ed empirica.

Il caso che fa incontrare McCartney e Lennon..... da soli difficilmente avrebbero raggiunto la notorietà, insieme una macchina da guerra.

Con Philipps sarebbe stata una storia diversa, e quindi (nel mio modo sclerotizzato di pensare) per forza peggiore.
Sarebbero variati gli ingredienti e (probabilmente) pure la quantità degli stessi; il risultato sarebbe inevitabilmente stato diverso.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da mozo » 30/12/2011, 12:48

Sarebbe stato diverso, senza ombra di dubbio, e a posteriori, visto come sono andate le cose, verrebbe da dire che le cose sarebbero andate peggio, ma peggio in senso buono, solo se paragonato a ciò che è riuscita a fare la formazione classica (Gabriel, Banks, Rutherford, Hackett e Collins). Indubbiamente sarebbero nate lo stesso cose di altissimo livello, testimonianza sono i lavori solisti di Phillips che ne decretano la sua altissima dote compositiva (ved. l'esordio The Geese and the Ghost, la collana Private Parts and Pieces e soprattutto il capolavoro Slow Dance [hearts] ). Tenendo conto che Phillips era un membro fondatore, sarebbe stato sicuramente maggiormente considerato in sede di composizione, rispetto a Steve Hackett; sarebbe stato, come potere decisionale, allo stesso livello di Tony e di Mike, se non ad un livello più alto, non scordandoci che, all'inizio, era lui la maggiore mente creativa e probabile anima dei primissimi Genesis. Basta ascoltare Trespass: tutto, a parte The Knife (che guardacaso è un brano di Banks e Gabriel), è basato sul suo lavoro acustico alle dodici corde, appoggiato dall'amico del cuore Mike, strumento per la prima volta nella storia della musica usato come strumento ricco di colori, come afferma lui stesso su Revelations, mentre prima la dodici corde, così fondamentale anche per i Genesis post-Phillips, era considerata più una sorta di strumento a scopo percussivo. Per cui tutto ciò mi induce a pensare che la strada che il gruppo avrebbe intrapreso sarebbe stata meno elettrica (Steve era all'epoca un musicista prevalentemente elettrico) e più tenue, delicata ed acustica; probabilmente sarebbe stata un continuo miglioramento del sound bucolico di Trespass, con, qua e la, qualche pezzo più elettrico in stile The Knife (quindi Hogweed, Get'em... e altri sarebbero stati ancora possibili), ma non nella veste con cui li conosciamo, poiché alla chitarra solista si assisterebbe alla performance di un musicista meno aggressivo dal punto di vista elettrico (confrontare i due assoli di chitarra elettrica su The Knife, nella versione di studio e in quella di Genesis Live con Steve). Probabilmente Nursery Cryme (si sarebbe chiamato così? [chin] ) non sarebbe stato molto diverso da come lo conosciamo, sarebbe solo stato più simile a Trespass, più pastorale e meno "dark"; non scordiamoci che almeno in The Musical Box e in Harlequin Ant ci ha messo il suo zampone. Non ci sarebbero stati magari alcuni altri brani ma ce ne sarebbero stati altri, forse vi avremmo visto apparire Going out to get You o addirittura Twilight Alehouse, comunque entrambi diverse da come le conosciamo. Album come Foxtrot per esempio non credo ci sarebbero stati...paradossalmente sarebbe stato più probabile un Selling England, un album sicuramente più "classico". Foxtrot è un disco con divagazioni troppo hard rock, troppo aspre per essere il frutto di una band il cui peso decisionale era nella maggioranza nelle mani di Phillips (anche se fosse stato equamente nelle sue mani, in quelle di Banks e di Rutherford, si sarebbe comunque giunto ad un compromesso, tenendo sempre presente che Mike, l'amicone, l'avrebbe appoggiato in tutto e per tutto); se non fosse stata composta prevalentemente da Hackett, si sarebbe potuto assistere ad una Can-Utility per esempio (non penso sia tutta di Steve: ascoltate uno dei Jackson Tapes non ricordo bene quale, e mi pare ci sia un intermezzo in cui si ascolta per qualche secondo una parte della sezione centrale di Can-Utility), comunque diversa da quella che è diventata, o ad una Lover's Leap, in cui sicuramente Ant ci avrebbe aggiunto qualche fioritura acustica delle sue. In Selling England NON sarebbe stata possibile I Know What I Like, troppo commerciale (ah dimenticavo a proposito...indubbiamente con Phillips, con la conseguente direzione che avrebbero intrapreso, non avrebbero mai sfondato come hanno sfondato in questo universo [bye] ), mentre sarebbero state possibilissime Aisle of Plenty, Dancing (tagliando forse la parte centrale ed aggiungendoci qualcos'altro di diverso?), The Cinema Show (forse tagliando la parte strumentale?) e, perchè no, Firth of Fifth (penso che ad un assolo simile, diverso si, ci sarebbe potuto arrivare anche Ant), più altre composizioni del Phillips, magari anche in coppia con Michele [smile] . The Lamb è un mistero...certamente si sarebbe fatto, per pressione di Gabriel, ma sarebbe atato enormemente, ma enormemente diverso. A Trick of the Tail invece sarebbe stato possibile, con quelle sue atmosfere che recuperano in parte, il fiabesco bucolico di Trespass e delle sue opere soliste posteriori.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8130
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da Hairless Heart » 30/12/2011, 15:14

Concordo in sostanza con gli interventi precedenti. Intanto bisogna anche considerare con quale spirito sarebbe rimasto Phillips, se propositivo o svogliato. Certo avrebbe avuto più potere decisionale (e ci vuole poco, rispetto allo zero di Hackett....) e quindi più materiale suo nei dischi. La svolta "rock" (le virgolette sono d'obbligo) sarebbe stata molto più lieve e ci sarebbe stata meno chitarra elettrica e più acustica o 12 corde. Chissà, forse The lamb non sarebbe cambiato poi molto (vista la preponderanza del duo Tony-Mike). E magari, alla fuoriuscita di Gabriel, il nuovo vocalist sarebbe stato proprio lui, Phillips!!!!!!
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da mozo » 30/12/2011, 21:47

D'accordo con Hairless sul dubbio di come sarebbe rimasto, se in modo positivo o svogliato. Certamente The Lamb sarebbe stato un lavoro, come del resto è stato per Steve, in cui lui non si sarebbe rispecchiato. Si, la svolta elettrica c'è stata con l'arrivo del chitarrismo di Hackett, e come ho affermato nel mio post precedente, e come ha detto anche Hairless, ci sarebbe stata più 12 corde al contrario della solista. Dopo la defezione di Gabriel mah, francamente la voce di Phillips non è propio un granchè, è un pò come quella di Tony Banks, intonata ma piatta...forse sarebbe diventato lui il nuovo vocalist se non ci fosse stato Phil nella band, ma se Mayhew avesse lasciato come la storia ci ha insegnato ai tempi di TRespass e dunque sarebbe subentrato Phil, non credo che la scelta del vocalist sarebbe mutata in direzione di Ant

Avatar utente

Topic author
Henry Hamilton
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 154
Iscritto il: 20/02/2011, 23:26
Località: veneto

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da Henry Hamilton » 30/12/2011, 23:04

perfetto il discorso del meno chitarra elettrica. Ovviamente, se fosse rimasto, lo avrebbe fatto perché ancora entusiasta (se ne andò, come si sa, perché a pezzi dopo una malattia polmonare e depresso per i risultati che non arrivavano, a dispetto degli sforzi).
Comunque, difficile che a breve Collins sarebbe arrivato. Mayhew fu congedato sostanzialmente perché aveva in Phillips il suo maggior punto di riferimento.via uno, anche l'altro venne messo alla porta. Rimanendo Ant, almeno per un po' la formazione sarebbe rimasta quella di Trespass.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da mozo » 31/12/2011, 15:07

Senza dimenticare che se Phillips fosse rimasto anche negli Ottanta e Novanta con la band, anche se avesse lasciato Sir Anthony George Banks in persona, non si sarebbe mai toccato il degrado musicale che il "trio medusa" ha sforato in quegli anni; ma del resto questo è un discorso che varrebbe anche se fosse rimasto Steve. Entrambi i chitarristi (Ant e Steve), in qualsiasi caso non si sarebbero mai concessi al pop insulso che invece i tre compari hanno abbracciato. Certo, nel caso di Steve, data la sua scarsissima considerazione proveniente dagli altri membri, avrebbe abbandonato comunque prima o poi, magari propio perché i compagni avrebbero voluto virare verso il pop che poi in quest'universo hanno adottato. Con Phillips la storia sarebbe stata probabilmente un pò diversa; Mike non avrebbe mai legato così tanto con Tony se Ant fosse sempre rimasto nella band (per cui forse nel '72 a Napoli non avrebbero nemmeno composto insieme Watcher of the Skies chi lo sa!!! :o :o ) per cui le decisioni di Phillips sarebbero state sostanzialmente, più o meno, le stesse di Mike. Difficilmente Phillips, e di conseguenza l'amico Mike, avrebbe preso la decisione di semplificare la propia musica, basti d'esempio la storia: il bucolico The Geese and the Ghost uscito in piena esplosione punk e poi tutti gli anacronistici lavori phillipsiani che continuano ad essere pubblicati ancora oggi dimostrano la scarsa attitudine di Ant nel seguire le mode del momento; stando nei Genesis eventualmente nelle sue mani lo scettro del potere (anche perché forse come detto da Hairless sarebbe stato propio lui il vocalist!!! :o ) la musica ed i dischi del gruppo sarebbero rimasti in ambito progressivo, mantenendo ancora alta negli Ottanta la bandiera di un genere che nel decennio precedente era il più seguito. Probabilmente con lui nella band avrebbero pubblicato altri album di altissimo livello, sarebbero stati dei novelli King Crimson, che continuano ad esplorare i confini della musica anche nel ventunesimo secolo; c'è anche da vedere però se Phillips sarebbe stato un leader così carismatico da guidare gli altri su questa strada (Banks no sicuramente), per cui il tutto si fa più difficile. Magari con Gabriel, col suo carisma e la sua genialità, sarebbe stato tutto più facile; lui si, che avrebbe trasportato i Genesis come si confà ad una band dal nome simile nel ventunesimo secolo, l'unico dalla personalità tale da contrastare l'amico d'infanzia ed ex compagno di banco ed eventualmente influenzarlo con le sue idee straordinarie, sfruttando le sorprendenti doti compositive di Banks e dello stesso Phillips. Pensateci, una band guidata dal carisma di Gabriel, dalle composizioni straordinarie di due pilastri come Phillips e Banks, appoggiati e mediati subito da Rutherford, e magari con un guru delle percussioni come Phil Collins a costituire uno straordinario tessuto ritmico (un guru mancato nel nostro universo...ha preferito diventre un Re Mida del pop, e solo ora se ne sta pentendo amaramente)...l'unica pecca è che ci sarebbe mancato Steve Hackett...un vero peccato, ma come inserirlo in una band che non ha mai avuto bisogno di leggere il suo originale annuncio sul Melody Maker nel 1970, perché il chitarrista originale è rimasto nei ranghi? Davvero un peccato, avrebbe potuto completare l'opera, o forse eccessivamente sovrabbondarla? comunque la storia è andata in modo diverso...ma ci pensate, nel '91, al posto di quell'obbrobrio di We Can't Dance, che sembra fatto da marmocchi in confronto, ad uno Slow Dance marcato Genesis, con le orchestrazioni di Banks a costituire il tessuto principale sotto arpeggi celestiali di dodici corde suonati dal vecchio duo Phillips-Rutherford, una batteria da paura a rieccheggiare nella profondità arcaica dell'opera per mano di mastro Phil Collins, e poi spuntando di quanto in quanto, da dietro le visioni di alberi secolari nella brughiera, un flauto traverso inconfondibile ed una voce profonda e mistica, la più bella mai apparsa su questa Terra.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4201
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da Watcher » 31/12/2011, 19:01

Ottima analisi Mozo, però sono d'accordo solo in parte.
Un musicista che ha problemi a suonare dal vivo, che sia in un teatro o in uno stadio, difficilmente ha vita lunga nell’ambito di una band che deve farsi conoscere, è questo mi sembra proprio il caso di Ant. Indipendentemente dai suoi problemi di salute e dal poco successo di Trespass, anche questo è stato il motivo della sua dipartita. Ma supponiamo che questo suo problema caratteriale non ci fosse stato.
Avrebbe avuto Phillips abbastanza carisma da imporre il proprio stile, quello che poi non è riuscito Hackett, messo a confronto con ossi duri quali Banks, Collins e il Gabriel stesso? Per me, no.
Bellissimo immaginarsi i suoi stupendi arpeggi, le sonorità tipiche dei primi lavori dei Genesis in ipotetiche composizioni alla fine dei settanta e agli inizi degli ottanta. Quello che vogliono i fans e ascoltare buona musica e chissenefrega se poi i risultati commerciali siano buoni o meno.
Conosciamo il motivo della svolta pop dei nostri eroi. Ma siamo proprio sicuri che con Ant questo non sarebbe successo? Ricordiamoci che Ant ci ha provato con Invisible Man ma visto il riscontro ottenuto ha continuato ad arpeggiare come ai vecchi tempi di The Geese. Vendo poco ma sono onesto e integerrimo. [approve] [smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
Henry Hamilton
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 154
Iscritto il: 20/02/2011, 23:26
Località: veneto

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da Henry Hamilton » 31/12/2011, 22:49

a questo punto, penso che almeno un aspetto sia stato chiarito. Per nessuno di noi, Phillips sarebbe riuscito ad imporsi anche se "Padre fondatore" a livello di personalità. di conseguenza, il cambio sarebbe comunque maturato. E, come giustamente fa notare Watcher, visto che tutto il gruppo ha svoltato dal cammino, negli anni '80, con estrema probabilità si sarebbe accodato, almeno in una prima fase.
Forse se ne sarebbe andato proprio dopo una prima adesione al nuovo corso, per recuperare le vecchie sonorità.

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Se Antony Phillips...

Messaggio da mozo » 01/01/2012, 14:20

Dalle ultime conclusioni si può ben capire che, dopo attente analisi da parte di tutti, la storia con Phillips non sarebbe mutata poi molto, se non nella diversità del suono della musica dei Genesis (come tutti abbiamo convenuto, più acustica e molto meno elettrica). La sua personalità non avrebbe retto il confronto con quella di Banks, anche se il peso compositivo di Phillips sarebbe stato dello stesso calibro di quello del tastierista, per cui, prima o poi come Hackett avrebbe lasciato e la svolta pop ci sarebbe stata comunque. Teniamoci dunque stretti i Genesis che la storia ci ha consegnato [smile] [smile] . [bye]

Rispondi