Phil Collins vs Peter Gabriel

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Harold Barrel » 25/01/2011, 21:46

Bah... Non so. Che sia incoerente non c'è dubbio: si sarà messo d'accordo con Peter, anche lui non scherza in questo senso. Credo anche io che fra il vecchio Collins e quello di una volta dal punto di vista compositivo non ci sia differenza; e ovviamente le canzoni che ha composto nei Genesis post-Peter credo che non si sarebbe mai sognato di proporle ai bei tempi (quando facevano ancora prog). Per me i Genesis sono e rimangono un gruppo prog.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da TRE » 28/01/2011, 15:24

invece c'è una differenza enorme, che si capisce se si sa la storia di "against all odds".
dopo aver saputo questa storia in molti capiranno che quello che dice adesso phil sono solo bugie di comodo.

e poi basta ascoltare "don't let him steal your heart away" e "one more night" per capire che è cambiato il suo modo di comporre ed anche il suo modo di cantare.

giusto per chi crede che per lui i genesis fossero solo un lavoro mi limito a ricordare che a cantare "in the air tonight" con un secchio ed un pennello o "thrugh these walls" con sottana femminile e bicchiere di vetro non ero certo io: e "colorare" la scena con oggetti era una prerogativa piuttosto genesisiana che lui non disdegnava affatto.

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Arya » 28/01/2011, 20:31

Allora, proseguiamo con ordine:

- non conosco la storia di againist all odds, oppure puó darsi che ho sentito qualcosa in proposito... Era il fatto che l'aveva scartata e poi ritirata fuori nel momento in cui gli avevano detto del film...?

- anch'io credo che sia cambiato e voglio che torni quello che cantava thru these walls con il bicchiere, la vestaglia e la sottana in mano :(

- secondo me si è combinato tutto da solo dall'84 in poi: ha esagerato e ora si è reso conto che forse non era quello che voleva (non ha forse detto che quando si rivede nei video della seconda metà degli Ottanta si dà fastidio da solo?)

Peró ha detto e ribadito che i Genesis all'inizio erano un lavoro, poi ha imparato ad apprezzare le loro musica
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da TRE » 29/01/2011, 8:46

su against all odds sei sulla buona strada arya, ed anche sul 1984 come anno della svolta.

l'incoerenza di collins è enorme.

lui ora dice che i genesis erano solo un lavoro e li disprezza in toto, anche con l'atteggiamento avuto durante il tour d'addio.
in come rain or shine lui dice chiaramente di essersi trovato in difficoltà con i testi dei genesis perchè lui è un cantante romantico che vuole parlare d'amore.

bene se ci limitiamo ai fatti è chiaro che against all odds è la canzone che ha creato la superstar collins.

quello precedente era molto diverso e soprattutto molto legato ai genesis.

i primi due album di collins sono quelli del batterista dei genesis che esplora strade più semplici.
nei due album abbiamo comunque grandi riferimenti al gruppo: il migliore dei quali è "the roof is leaking" che sembra un outtake da and then there were three, ma non trascurabili sono "like china" e "do you know do you care" o la splendida "i don't care anymore" dove c'è il phil arrabbiato e ROCK che canta in three sides live.
ci sono canzoni costruite su cose divenute inusuali come la linea di basso di "this must be love" che non sarà mai più usata come metodo di composizione dei pezzi.

poi, per vincere l'insistenza di un tale regista ( che dio gli fulmini l'alluce sinistro) gli manda un pezzo brutto per toglierselo di torno: ecco cos'era per il primo collins "agaist all odds".

cantato poi in maniera mielosa e sorprendentemente piatta e noiosa.

visto che gli ha fruttato milioni di dollari ecco che da pezzo brutto diventa il prototipo del collins superstar: quello che ha prodotto piattume alla "one more night" o "do you remember?".
canzoni neanche brutte ma dalla difficoltà compositiva pari a 0 e cantate in modo talmente zuccheroso da essere insopportabile.

non c'è un pezzo post 1984 di collins che mi convince, che si connette alla mia altissima idea che ho di lui.

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Arya » 29/01/2011, 16:03

Be', a me alcune canzoni mielose piacciono (forse dipende dal fatto che sono una ragazza), peró comincio a pensare che il tuo pensiero si avvicini molto a quello del Phil di oggi...
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da TRE » 29/01/2011, 20:58

sono convinto che phil abbia molti rimorsi per come si è sviluppata la sua carriera.
soldi a palate ma autorevolezza artistica ai minimi livelli.

poteva essere il re dei batteristi ed un guru della musica rock.

essere un re del pop non è poi così appagante, soprattutto quando si scopre che i re cambiano in continuazione ;)

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Arya » 30/01/2011, 12:00

Qualunque cosa abbia fatto io oggi gli faccio un Happy birthday! con tutto il cuore. A dire il vero ci ho pensato già a mezzanotte e cinque di questa notte (ora in cui dovrebbe essere nato), ma non avevo voglia di attaccare il modem per mandare un post. Magari a lui la notte ha portato consiglio e come regalo di compleanno a Steve e Peter li trascina in studio assieme a Tony e Mike, e dopo aver festeggiato tutti insieme...
Non dovevo mangiare così tanto ieri sera. Poi faccio dei sogni assurdi.
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

Topic author
Burning Rope
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 14/12/2010, 20:43

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Burning Rope » 30/01/2011, 22:35

Bè avete tutti ragione e tutti torto.

Dovrei scrivere un posto mooolto lungo [smile] ma per vostra fortuna non ho tempo [smile]

Però alcune cose le voglio dire.

E' vero che Phil dice "per me i Genesis erano un lavoro" ma A) si riferisce all'epoca della sua ingresso nella band e B) subito dopo aggiunge "con il tempo però ho imparato ad amarli"

E' vero che Phil in Come rain or shine dice di sentirsi più a suo agio con testi romantici, ma lo dice con il sorriso ed in riferimento al testo di Domino scritto da Tony che paradossalmente è una canzone ritenuta dai taligabriel come uno degli scempi di Collins :lol: mentre per quelli come me Domino è un pezzo in pieno stile Genesis [gg]

E' vero che il background di Phil è quello della musica anni sessanta e soprattutto della musica Motown, ma questa non è una colpa ed è peraltro lo stesso background di Peter come detto più volte da lui stesso.

E' vero che Phil ha cavalcato l'onda del successo commerciale di Against all odds ma lo stesso ha fatto Peter con Shock the monkey e Sledghammer ripetute ad infinitum nei dischi successivi. Inoltre si dimentica che Phil comunque negli anni '90 ha prodotto un disco straordinario come Both sides, che è tutto tranne che commerciale. Infine anche nei dischi meno riusciti o più commerciali di Collins sono presenti piccoli e grandi gioielli. Cito di nuovo pezzi come Long long way to go, Colours e Lorenzo dal trittico di dischi più criticati di Phil (No jacket required, But seriously e Dance into the light).

Chiudo dicendo che ritengo non corretto dire che Phil abbia fatto la reunion del 2007 controvoglia. Tutti sanno ed è stato dichiarato ai 4 venti che Phil è quello che di più ha lavorato per la reunion su The lamb. Poi che ci siano state divergenze artistiche su come condurla, va bene, ma rimane il fatto che lui la voleva. Come rimane il fatto che il disco preferito di Phil dei Genesis è proprio the lamb. Mentre sia Tony che Steve ad esempio hanno sempre detto di non amarlo poi così tanto. Ancora dopo che Peter aveva lasciato fu Phil a dire a Tony e Mike 'bè facciamola noi tre la reunion'. Nessuno lo ha costretto. Evidentemente prova affetto per la band e per quella musica, checchè se ne dica.

Alla fine ho scritto ugualmente un post lunghissimo [smile]

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Arya » 31/01/2011, 15:15

Quoto anche le virgole...quantunque ne potevi metter un po' di più (di virgole dico, io ne metto sempre un sacco quando scrivo). Le uniche due cose che ti chiedo sono:

- se sei d'accordo con noi nel considerare comunque i primi due album di Phil i suoi migliori lavori

- cosa ne pensi a proposito del fatto che forse Phil stesso non è del tutto 'soddisfatto' di quello che ha fatto dall'84 al 92.Ripeto: lui stesso ha detto che quando si vede nei video (e io credo che parli dall'85 in poi) dei live si da fastidio da solo...

Oh, e poi vorrei chiederti un parere sulle contraddizioni che ho evidenziato nel mio post nella pagina precedente...
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

Topic author
Burning Rope
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 14/12/2010, 20:43

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Burning Rope » 31/01/2011, 20:38

Ciao Arya, grazie per il quotone [smile]

Sì mi rendo conto che i miei post non sono sempre scritti in un italiano perfetto. Ma ho il brutto vizio di scrivere di getto. Essendo un forum mi sembra che così possa trasparire meglio quello che penso, l'umore e lo stato d'animo col quale scrivo. Questi andrebbero persi se scrivessi in brutta, rileggessi e riscrivessi correggendo il post! Almeno così a me sembra :D ( o forse sono solo pigro :D )

Veniamo alle risposte:

- Sì i primi due album sono decisamente i migliori di Phil, subito dietro Both sides, un disco, per me, molto ma moolto bello. Ritengo in ogni caso No Jacket Required e But seriously due ottimi album di pop commerciale. Scritti, suonati, cantati e prodotti con classe sopraffina. Non mi piacciono Dance into the light e Testify, a parte alcune canzoni che sono delle gemme. Lorenzo su tutte. Going back è una cosa diversa. Ma la trovo molto sincera e fatta con il cuore. Si sente. Mi dilungo ancora qualche riga per dire che non esistono artisti che scrivano sempre bene. Di solito ogni artista ha un picco più o meno lungo e poi vive di rendita. Piazzando qualche bel pezzo in dischi mediocri e facendo attività live. I Genesis hanno avuto il loro picco creativo dal 1970 al 1980. Dieci anni incredibilmente lungo. Phil lo ha prolungato di due anni con la sua attività solista. Peter stesso è partito malissimo con due dischi niente più che mediocri che sono catalogabili come musica d'epoca. Suonano terribilmente anni '70 ma non nel senso vintage :D ma nel senso vecchi. Poi ha avuto due anni straordinari in cui ha pubblicato due dischi che rimarranno per sempre nella storia della musica III &IV, il 99% degli artisti se lo sognano un picco di questo genere. Poi ha proseguito tra dischi un pò commerciali e poco riusciti. Anche lui con diverse gemme. Il dimenticabile So contiene comunque un gioiello come Mercy street. In Up c'è Signal to noise. Di Us francamente non saprei cosa salvare... :roll:
Steve stesso ha ritrovato la creatività perduta da decenni con l'ultimo strepitoso Out of tunnelmouth. Probabilmente "grazie" alle sue tristi vicende personali. Pare che un artista debba essere tormentato per essere artisticamente creativo. Proprio per questo sarei curioso di ascoltare i pezzi che ha scritto (come detto da lui) ultimamente Phil. Secondo me devo essere tanto tristi quanto belli.

- Delle dichiarazioni di Phil penso che siano il frutto del suo stato d'animo. Ora è un signore di 60 anni che si avvia alla vecchiaia. Ha passato momenti di depressione dovuti alla sua vita personale. Credo che tutti noi guardiamo al nostro passato con malinconia e con un pò di imbarazzo. Il periodo a cui ti riferisci coincide con il Phil più stakanovista di sempre. Un Phil che ancora una volta ha sacrificato il suo personale per la carriera e per una ricerca di una sorta di "arrivismo". Mi pare ovvio che oggi vedendo la sua vita personale in frantumi possa rimpiangere di aver fatto il Phil prezzemolo e poco il marito ed il papà. Ma io non l'ho mai sentito parlare male della musica scritta e prodotta in quel periodo, ma solo del fatto che lavorava sempre.

Avatar utente

Topic author
Burning Rope
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 14/12/2010, 20:43

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Burning Rope » 31/01/2011, 20:44

Ah la contraddizione... bè io non la trovo così tale. Gli anni passano e le opinioni cambiano. Ma non solo. Gli artisti ed i musicisti sono un pò delle "prostitute" [smile]

Tanto per dirne una un cantante o musicista definirà sempre il suo ultimo disco il migliore. L'anno dopo ne esce un altro e questo sarà il migliore e lui darà un giudizio più onesto sul precendente.

Quando Phil parla da membro dei Genesis per pubblicizzare un loro disco, un loro tour od un libro dirà certe cose. Quando invece deve promuovere un lavoro solista minimizzerà il lavoro con i Genesis per centrare il focus sulla sua carriera solistica e non farla considerare solo un appendice dei Genesis.

Lo fanno tutti. Io non ci faccio poi tanto caso ;)

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Harold Barrel » 01/02/2011, 18:49

Non sono d'accordo con te su due punti.
1. Secondo me i primi due album di Peter non sono affatto mediocri; al massimo potrebbero essere considerati un pò immaturi. In Car ci sono canzoni carine, come per esempio Modern Love. E non puoi dirmi che Mother of Violence e White Shadow siano brutte!
2. Non so come puoi parlare di "ottimi brani pop commerciali". Non credo che che No Jacket si possa paragonare a So, che tra l'altro non è male. Red Rain è un classico. Poi è vero, del resto della side A non si salva nulla (ho qua il disco). Nemmeno Don't Give Up che mi sembra mielosa, noiosa e tanto esaltata in ogni tour come se fosse il suo capolavoro. In Your Eyes è carina, così come Merci Street. Il resto lasciamo perdere. Di Us invece credo che si salvi solo Digging in the Dirt.

Per quanto riguarda l'onda del successo, tutti gli artisti la cavalcano... Comunque non puoi assolutamente paragonare Sledgehammer (fa SCHIFO) con Shock the Monkey! Che secondo me non è commerciale, e il testo è anche suggestivo a mio parere. Il contrario di Sledge che è povera da qualsiasi punto di vista, musicale e non.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Arya » 01/02/2011, 19:25

Michele, peró so non ha venduto come no jacket, giusto? Ottimo pop commerciale credo che si riferisca anche a quello; e poi facendo lo stesso discorso che hai fatto tu per shock the monkey, all of my life, che fa parte dei due album più pop di Phil, ha uno splendido testo...
Detto questo direi che Peter si sia lasciato andare di meno (opoure in modo diverso; in ogni caso il risultato non cambia).

Per burning:
Non ti preoccupare per la scrittura: io lo dicevo per ridere, non mi permetterei mai di criticare l'italiano altrui, siccome il mio non è perfetto...l'ho detto così, perchè io certe volte le virgole le metterei dopo ogni parola [smile].
su due cose non sono d'accordo:

- per quanto mi riguarda up è l'album di Peter che preferisco

- di testify e dance into the light preferisco decisamente testify...soprattuto wake up call e come with me, le trovo molto belle

La contraddizione che più mi lasciava interdetta è quella con la sua frase è la varietà delle situazione che mi tiene in vita. Considerando che adesso se ne sta davanti alla tv con il cane...bauuu!!! Ma ripensandoci è evidentemente colpa della depressione. Concludo: secondo me è tutta colpa della sua ex-moglie Orianne [nw]
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da drumboy95 » 04/02/2011, 20:59

tutti e due grandissimi, gabriel era il cantante perfetto per i genesis, la sua voce era perfetta in quel contesto.
phil è il mio batterista preferito, ho cominciato a suonare la batteria perchè sentivo i genesis e il suo drumming :)

come voce comunque anche phil è un grande, e a trick of the tail non ha niente da invidiare ai grandi dischi dell'era gabriel, nei live rende benissimo... dopo invece non sono i miei genesis preferiti, e anche la mancanza di hackett da and then there were three si è fatta sentire e il pop non mi piace granchè.

prendendo le carriere da solista, non mi esaltano nè l'uno nè l'altro più di tanto.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Watcher » 05/02/2011, 8:21

Ciao Drumboy, innanzitutto benvenuto in questo Forum.
Concordo quasi su tutto ciò che hai detto in particolare per quanto riguarda i Genesis post Wind & Wuthering.
Gabriel III e IV sono ottimi album però ... ;)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

WillowFarm
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 13
Iscritto il: 05/02/2011, 10:32
Località: Firenze
Contatta:

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da WillowFarm » 05/02/2011, 11:01

Sono d' accordo con Harold.
Per me "Genesis" significa Peter Gabriel.
Non ho nessuna stima per Collins.
Semmai, lo sfidante dovrebbe essere Tony Banks. L' altro genio
I primi LP dei genesis orfani di Gabriel, sono molto influenzati dal ricordo di Gabriel. Ma è un influenza posticcia, effimera.
Le atmosfere dal caratteristico sound epico, che richiamano il ricordo di tempi arcaici che tutti noi custodiamo inconsapevolmente nel nostro inconscio e che Gabriel (con il suo mentore musicale, Banks) riusciva ad evocare nei primi LP, lì sono appena accennate, offuscate dalla bruma che ricopre gli oggetti falsi, come quelli che compriamo a buon mercato sulle bancarelle dei mercatini.
Mancano della nitidezza cristallina del genio creativo degli originali firmati Peter Gabriel.
I piaceri semplici sono l' ultimo rifugio della gente complicata. Wilde

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Hairless Heart » 05/02/2011, 13:38

Concordo con te sul valore dei vari dischi. Ma gli "originali" erano firmati in primis da Banks, poi da Rutherford, e poi,semmai, da Gabriel. Il quale fungeva principalmente da catalizzatore.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

WillowFarm
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 13
Iscritto il: 05/02/2011, 10:32
Località: Firenze
Contatta:

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da WillowFarm » 05/02/2011, 14:06

Si è vero.
Ma se neghi la responsabilità che ha avuto il genio creativo di Gabriel, come spieghi il fatto che dopo il suo allontanamento i genesis non sono stati più gli stessi ? [chin]
I piaceri semplici sono l' ultimo rifugio della gente complicata. Wilde

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Watcher » 05/02/2011, 14:25

Mi intrometto.
Sono stati gli stessi per almeno i due album post Lamb, IMHO. Poi la necessità di allargare la diffusione del loro prodotto ha reso la loro musica per orecchi non particolarmente fini. Tutto qui. ;)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Phil Collins vs Peter Gabriel

Messaggio da Arya » 05/02/2011, 14:27

Evidentemente Collins ha catalizzato in modo diverso, inserendo le proprie idee e i propri gusti personali, la cosa ha avuto un certo successo commerciale, quindi ha nno proseguito su questa linea.
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Rispondi