...And Then There Were Three...

Moderatori: MrMuschiato, Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 960
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: ...And Then There Were Three...

Messaggio da aorlansky60 » 19/07/2018, 12:49

@ Lamia

"Trespass fu composto insieme. "

Certamente lo fu.

Ma, ascoltandolo attentamente, è facile rendersi conto di quanto rechi tracce assai più numerose di A.PHILLIPS (e di M.Rutherford) rispetto a quelle degli altri due (Gabriel & Banks; il batterista del tempo non intervenne praticamente mai nel processo creativo per le canzoni dell'album, cosa di cui si lamentò in particolare Banks);

oltre questo, Banks stesso (attraverso sue dichiarazioni) confermò [e riconobbe] che il maggiore peso creativo per la realizzazione dell'album era da ricondurre a Anthony PHILLIPS.

Al tempo della genesi e della realizzazione di TRESPASS, era molto forte la coppia compositiva Phillips & Rutherford (i due si conoscevano prima della formazione dei Genesis ed insieme avevano costituito la prima band della loro carriera, gli ANON, cosa che certamente saprai.)

Non sapremo mai cosa avrebbero potuto essere "i Genesis" con Anthony Phillips ancora per qualche album, ma un dato di fatto certo era che egli aveva un peso contributivo notevole quando fu membro effettivo, un fattore riconosciuto dallo stesso Banks, e detto da lui è tutto dire...

ANT era così reputato anche da Mike Rutherford, che quest'ultimo si ostinò [altra cosa che saprai] dopo la partenza dell'amico a cercare un suo omologo praticamente "clone" da inserire nella band (non trovandolo, cosa che fu per Mike ragione di forte disappunto), finchè si dovette arrendere all'evidenza che trovare uno come ANT era praticamente impossibile; la musica della band cambierà da NURSERY CRYME anche a causa di questo fattore.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2118
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: ...And Then There Were Three...

Messaggio da Lamia » 19/07/2018, 15:18

Grazie per la spiegazione, Aor, non sapevo della ricerca di un’altro che potesse sostituire Phillips, e capisco che non sia stato per niente possibile!

Gabriel ha sempre dichiarato che , per lui, Phillips era il compositore “piu’ dotato di tutti”, e che la sua uscita mise in crisi veramente tutta la band. Al tempo stesso, Gabriel vuole cercare anche un nuovo batterista, per “salire su un livello superiore”: la dimostrazione che i Genesis erano un progetto ( certamente non solo di Peter, ma di tutti, anche se e’ solo con Peter che l’evoluzione va avanti) : una fucina di idee, vitalita’, fermento , ambizione, visionarieta’ . Il progetto, pur con molte difficolta’, prosegue, va avanti, si rinnova, si impreziosisce , avanza garbatamente ( nel senso che i Genesis si fanno conoscere al pubblico pian piano, senza imporsi con arroganza), e, di album in album, esplorano , mai ripetitivi. Oppure, nel peggiore dei casi, si impoverisce.

Nel caso di “And there . .” ( per ritornare in tema), senza Steve e’ ormai scontato dire che l’impoverimento e’ palese, e i Genesis non sono piu’ un progetto, ma una band da classifica.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 960
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: ...And Then There Were Three...

Messaggio da aorlansky60 » 19/07/2018, 15:45

@ Lamia

"Al tempo stesso, Gabriel vuole cercare anche un nuovo batterista, per “salire su un livello superiore”"
(detto riferito ai tempi di TRESPASS, ndr)

Era naturale (anzi aggiungerei : DOVEROSO) che per fare un SALTO DI QUALITÀ come lo auspicava GABRIEL (e Banks), dovessero forzatamente cercare un nuovo batterista;

non che John Mayhew fosse totalmente da scartare (in fondo la sua performance in TRESPASS non mi dispiace troppo; ma è chiaro che se poi lo si confronta al batterista che esordirà in NURSERY CRYME, allora il discorso cambia sostanzialmente...),

ma sembra che fosse poco ricettivo alle ambizioni della band (e qui torno a citare doverosamente Banks che si lamentò molto del fatto che Mayhew non entrava nel processo creativo, ne era poco stimolato come se non gli interessasse, si accontentava di eseguire gli ordini che gli venivano impartiti; conoscendo i Genesis -e Gabriel e Banks in particolare- per loro una mentalità del genere non era affine alla loro voglia di crescere artisticamente che si ritrovavano allora);

bisogna proprio dire che trovando PHIL COLLINS sulla propria strada, i Genesis fecero TOMBOLA! A parte le sue grandi capacità tecniche, Phil Collins con il suo carattere (aperto e gioviale verso tutti) si rivelerà una persona molto IMPORTANTE in quella band, nel fungere da catalizzatore umano tra persone dal carattere piuttosto difficile ed introverso, a volte spigoloso quando si trattava di discutere, come lo erano Gabriel Rutherford e soprattutto Banks (per loro stesso ammettere).
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi