"In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Avatar utente

Topic author
Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

"In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Machine » 24/06/2011, 21:02

In che modo?
"In the Studio" è una radio americano-canadese famosa per chi la ascolta per una sua particolarità: predilige le interviste.
In occasione del 30esimo anniversario di Abacab e del 25esimo anniversario di Invisible Touch, hanno pensato bene di invitare: Phil Collins, Mike Rutherford e Tony Banks.
Perchè mai?
"Tony Banks, Mike Rutherford and Phil Collins talk about how the band tran...sitioned from progressive roots to mass appeal hit-makers."
(Dalla pagina Facebook ufficiale dei Genesis)
In pratica dovranno spiegare come mai si sono messi a fare pop. Peccato che non ci sarà Peter... Comunque è molto interessante a mio parere.

La trasmissione andrà in onda lunedì 27 giugno (quello che arriva). Per quello che ne saremo in grado di capire (è interamente in Inglese, ovvio), la potremo ascoltare o in diretta o successivamente in streaming dal sito di "In the Studio", che è il seguente: http://www.inthestudio.net/

Sembra proprio una bella cosa. Sono curioso di sapere che cosa diranno... Voi che pensate?
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e Invisible

Messaggio da TRE » 24/06/2011, 21:09

che potevano benissimo far passare sottosilenzio questi anniversari. e poi sembrano tutti impegnatissimi e malatissimi ma il tempo per parlare delle loro nefandezze lo trovano sempre.

quest'anno è il quarantennale di nursery cryme e non una parola [tears]

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da drumboy95 » 25/06/2011, 3:10

si davvero che tristezza.

40 anni nursery...cosa penserà peter? e steve?

Avatar utente

Nàrёsariё's Horizon
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 69
Iscritto il: 22/12/2010, 17:36
Località: Bisceglie, BA

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Nàrёsariё's Horizon » 25/06/2011, 15:51

Stavo pensando la stessa cosa... voglio proprio vedere se i nostri dedicheranno qualcosa al quarantennale di Nursery Cryme! E vi dirò, non mi stupirei così tanto se Steve fosse l'unico a far sentire la propria voce... :?
"West is where all the days will someday end..."

Avatar utente

Topic author
Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Machine » 26/06/2011, 16:47

Ragazzi, non disperate.
A parte il fatto che sicuramente salterà fuori l'anniversario numero 40 di Nursery Crime, potrebbe anche darsi che la scelta di dare all'intervista questa sfumatura post-gabrieliana sia..... ironica!!!!! [smile]
Chissà quali domande faranno e che cosa risponderanno... Sono davvero curioso ;)
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da SH61 » 27/06/2011, 16:06

Vi è sfuggita l'intervista di Collins alla trasmissione di Fazio "Che termpo che fa"?

La spiegazione del vecchio Phil è stata semplicissima, suonava "progressive" perchè suonare era il suo mestiere, mentre adesso che incide quelle vecchie canzoncine americane fa veramente quello che gli piace.

Questo in risposta alla domanda di Fazio di come si potesse passare da quel genere di musica (suppongo che piaccia molto anche al conduttore) al "soul/disco music" della Motown.

AFFANGALA! :evil:

Ho sempre pensato che dietro alla conversione genesiana verso dischi di più largo successo ci fosse Collins. Almeno si fossero cambiati il nome in "Phil and his group"..... [smile]

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4201
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Watcher » 27/06/2011, 16:31

Secondo me Collins propose agli altri due maramao questa alternativa:
“Volete che cambiamo genere, facciamo canzonette che ci fanno prendere un sacco di soldi, oppure continuiamo con il nostro percorso culturale-artistico ma non so se …?
Gli altri due in coro, senza fargli terminare la frase: “Buona la prima!”
[smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.


emmevu68
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 09/03/2011, 22:34

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da emmevu68 » 27/06/2011, 22:07

La causa più probabile del decadimento della qualità della musica dei Genesis non è tanto da ricercarsi nel fatto che Collins sia rimasto, ma nel fatto che Gabriel e Hackett se ne andarono.
E se per il secondo i tre non fecero drammi, per il primo non si può dire la stessa cosa.

Non capisco tutta l'ostilità che molti fan danata hanno per Phil.
E' il motivo principale della sopravvivenza del gruppo.
Questo è vero, non ha aggiunto molto alla loro musica, fatta eccezione per gli spettacoli live.
Io i Genesis li ho visti in 4 tour, tutti con Collins.
Se non avessero continuato zoppi e sempre meno ispirati in studio io Supper's ready e I Know what I like le avrei ascoltate dal vivo solo dai Musical Box.
Non mi è dispiaciuto ascoltarle dai 3/5 del gruppo che più ho amato (anche se mi sono dovuto sciroppare un discreto numero di amenità a contorno).

Anche i dischi meno ispirati compiono gli anni.
Il gruppo, alla fine, dal 77 ad oggi sono loro 3.

Gabriel le canzoni dei Genesis non le canta nei suoi spettacoli.
Non le canta con i Genesis.
Siamo diventati vecchi in attesa di una cosa che non c'è stata.
E la responsabilità maggiore è di chi se ne andò tanti anni fa e non ha fatto un passo...
l'Arcangelo
il figlio di Dio

Avatar utente

Burning Rope
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 14/12/2010, 20:43

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Burning Rope » 27/06/2011, 22:39

Io non ci vedo nulla di male a festeggiare due dischi storici e di grande successo come IT e Abacab.
Nursery Crime e' stato un disco meno importante nella storia della discografia mondiale. I nostri gusti sono una cosa, la storia un'altra.
Poi personalmente non sono mai stato un amante di NC, disco ridondante, registrato male e prodotto peggio.
Il successivo Foxtrot e' di un altro pianeta.

A chi dice che la svolta degli anni '80 sia dovuta a Phil dico che non conosce bene la discografia ed il caratterino di Mr. Genesis alias Tony Banks ;-)

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8125
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Hairless Heart » 27/06/2011, 23:04

Bentornato, BR. Era da un po' che mancavi....
E' ovvio che si festeggino pubblicamente dischi che hanno fatto riempire i loro conti in banca. Diverso è dire che sono più importanti nella storia della musica. Sai benissimo che nei libri che parlano della storia della musica troverai molto più facilmente NC che non "quelle altre due cose lì".
Quanto alle canzonette, canzonette di successo intendo, è dimostrato che il Tonino non le sapeva fare, non da solo almeno, vedasi discografia solista. Philippuzzo invece si.
Come dice sempre il tuo amico TRE, Piter portava i suoi colleghi ad esprimersi al massimo e portarli dove voleva lui, la stessa cosa possiamo dirla per Phil.
Quindi, tanti auguri, Abacab e IT. La mia fetta di torta la lascio a qualcun altro.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4201
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Watcher » 28/06/2011, 8:29

Non posso che QUOTARE completamente quanto ha scritto Hairless.
Saluto anch’io Burning, era un po’ che mancavi e ci mancavi. :)
emmevu68 ha scritto:La causa più probabile del decadimento della qualità della musica dei Genesis non è tanto da ricercarsi nel fatto che Collins sia rimasto, ma nel fatto che Gabriel e Hackett se ne andarono.
E se per il secondo i tre non fecero drammi, per il primo non si può dire la stessa cosa.
Per il secondo non fecero drammi perché dopo W&W la maggioranza aveva già scelto il suo percorso. Steve fu messo di fronte ad un fatto compiuto.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Machine » 28/06/2011, 12:43

Ciao Burning Rope e emmevu [bye]

Per BR: Dipende che cosa intedi per importanza di un disco all'interno della storia della musica... Il successo immediato? L'ispirazione che ha fornito agli artisti contemporanei e successivi? Il numero di copie vendute?

Ah e poi volevo chiedere: non è che qualcuno di voi potrebbe ascoltarsi almeno un pezzo della trasmissione poi farci un piccolo resoconto? Il mio PC è in panne e dal netbook non ci riesco... Grazie :)
SH61 ha scritto:Vi è sfuggita l'intervista di Collins alla trasmissione di Fazio "Che termpo che fa"?

La spiegazione del vecchio Phil è stata semplicissima, suonava "progressive" perchè suonare era il suo mestiere
Purtroppo l'intervista me la sono persa perchè ero fuori casa.
Avevo già sentito questa teoria... Sinceramente mi lascia un po' perplesso perchè lo stesso Phil ha poi più volte affermato che si era divertito moltissimo, specialmente durante la produzione di The Lamb Lies Down on Broadway. Correggetemi se erro..
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da TRE » 28/06/2011, 15:14

che l'immagine dei genesis sia invisible touch è una vera sciagura


emmevu68
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 09/03/2011, 22:34

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da emmevu68 » 28/06/2011, 22:43

mah, orami IT ha 25 anni...le cose leggerine invecchiano peggio, non vedo perchè dovrebbe essere considerato, e non lo è effettivamente, un album emblematico dei Genesis.
Certo vendette molto, trainato dalle radio,dalle hit presenti,dal successo di collins.
E' finito in un libro simbolo degli anni 80, ma dubito che quel disco abbia potuto creare una fidelizzazione concreta nei fan.
chi se li ricorda per quello, oggi...
Passata l'estate, passato il disco.
In Italia soprattutto.
Già dopo appena sei anni il tour di WCD in italia non riuscì a vendere nemmeno 15000 biglietti.
con il disco che ebbe più successo commerciale di IT, per giunta.Fuochi di paglia.

Però ci sono migliaia di persone disposte a pagare discrete somme per i cloni canadesi, alfieri di ben altri dischi.

Il tempo sistema le cose e rende il giusto valore.

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da SH61 » 29/06/2011, 17:12

emmevu68 ha scritto:Non capisco tutta l'ostilità che molti fan danata hanno per Phil.
E' il motivo principale della sopravvivenza del gruppo.
Ecco, io a questa "sopravvivenza" avrei preferito una "morte" onorevole.... :evil:

Non sai che delusione fu, dopo averlo aspettato con ansia, l'ascolto di "And then there were three...".

A tutt'oggi è ancora un disco che rifiuto. Paradossalmente i dischi successivi se invece che avere il logo "Genesis" fossero stati incisi da "Filippo e i suoi accoliti", pur nel più puro easy-listening, mi sarebbero rimasti meno invisi.
Questo per dire che considero "Seconds out" l'ultimo lavoro dei Genesis.


emmevu68
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 09/03/2011, 22:34

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da emmevu68 » 29/06/2011, 21:35

SH61 ha scritto: Questo per dire che considero "Seconds out" l'ultimo lavoro dei Genesis.
beh, erano già sopravvissuti al tempo di SO.

se dici che l'ultimo disco dei Genesis è The lamb, questo ha una sua coerenza.
se accetti la sopravvivenza perchè anche senza gabriel hanno fatto cose buone, ed è vero, allora che problema c'è ad aprire a tutta la produzione (fra l'atro in WW c'è già una premonitrice Your own special way).

per esempio a me Dodo piace molto, Duchess anche, Mama pure, Down and Out è un bel pezzo...che sarebbe (ormai) stato un live senza Los Endos...

e se devo dirla tutta, è vero che per colpa della sopravvivenza me so ascoltato dal vivo Who Dunnit, ma subito dopo Supper's Ready...dove si firma per tornare indietro a quella sera?

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da SH61 » 30/06/2011, 9:03

No, lo spartiacque non è stato l'uscita di Gabriel dal gruppo, ma quella di Hackett.
Che poi qualche brano più leggero già fosse presente in LP precedenti è vero (anche "I know what I like" potrebbe essere visto in questa ottica), ma è lo spessore dei dischi che cambia enormemente dopo "Wind and wuthering".
Ripeto, se non ci fosse sopra il nome "Genesis" una canzoncina come "Many, too many" mi sarebbe anche piaciuta, ma da loro mi aspettavo ben altro.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4201
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da Watcher » 30/06/2011, 11:02

SH61 ha scritto:No, lo spartiacque non è stato l'uscita di Gabriel dal gruppo, ma quella di Hackett.
I Genesis sono stati un gruppo fino a the Lamb, un altro fino a W&W, ed un altro ancora fino alla fine. Questo musicalmente parlando.
Per me gli spartiacque sono stati quindi due. Cambiamenti di rotta dovuti ovviamente alla dipartita di Peter e Steve.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da SH61 » 30/06/2011, 15:07

Watcher ha scritto: I Genesis sono stati un gruppo fino a the Lamb, un altro fino a W&W, ed un altro ancora fino alla fine. Questo musicalmente parlando.
Per me gli spartiacque sono stati quindi due. Cambiamenti di rotta dovuti ovviamente alla dipartita di Peter e Steve.
Ovviamente parlo della mia personale opinione; il primo cambiamento lo vedo un aggiustamento, il secondo una (drammatica) metamorfosi.
Con l'uscita di Hackett c'è stata una conversione completa verso la musica più facile (oggi si direbbe "pop", ma non vorrei generare equivoci, ti ricorderai che in quegli anni con "pop" si intendeva proprio quel genere di rock). Dopo l'uscita di Gabriel invece il genere non ha subito vistosi stravolgimenti, ma potrebbe anche essere che non erano ancora maturi per l'abiura, non era ancora arrivata l'onda del punk e il cambiamento sociale che variò il gusto dei giovani.


emmevu68
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 09/03/2011, 22:34

Re: "In the Studio" celebra l'anniversario di Abacab e di IT!

Messaggio da emmevu68 » 30/06/2011, 16:24

Anch'io li considero come 3 gruppi distinti.
Come si potrebbe il contrario, visto il calibro dei personaggi in gioco.

Il dolce passaggio fra The lamb e ATOTT dipende sia dalla presenza di materiale composto in precedenza, sia dal timore che cambiare troppo bruscamente potesse avere tremende conseguenze e sia perchè i 4/5 di un gruppo fenomenale non può essere un gruppo di brocchi.

Certo perdere i pezzi non fa bene, e l'ispirazione cala ( sarebbe successo anche se fossero rimasti in 5)

Dopo il WW tour si devono essere accorti che non c'era niente da temere sia dal vivo ( anzi ) e sia a livello di vendite.E sia se se andava un'altro ancora.

Hanno continuato così, senza fare troppo i conti col passato, imparando a fare i conti sui guadagni,e tirando fuori cose anche cose decenti, ogni tanto.

Nessuno ci obbliga ad ascoltare i dischi dei G3.
Ma credo che sia insensato pensare che avrebbero dovuto cambiare marchio di fabbrica.

Rispondi