GENESIS Selling England by The Pound

Moderatori: MrMuschiato, Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, reallytongues

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 02/06/2011, 11:39

TRACCIA N°1 Dancing with the moonlit knight
http://www.youtube.com/watch?v=r0Spl1cOf-o

il cd entra nel lettore, si sente il ronzio del motore e poi il silenzio viene rotto da una voce, QUELLA VOCE, che declama:
"can you tell me where my country lies?"

pochi secondi che rappresentano quella che per un buon 80% dei fans è la porta di ingresso nel mondo dei veri genesis.
impossibile dimenticare questo momento che per me è avvenuto nel 1982 ed a distanza di tanti anni ancora adesso per me è incredibile pensare che di momenti come questo i genesis ne hanno pieni 5 album in quantità industriale.

molti pensano che selling sia il miglior album dei genesis, io sono tra questi.
certo mi perdonerete se poi penso che the lamb sia il miglior album della storia del rock ;)

la cosa curiosa di selling è che mette d'accordo tutti i fans e nello stesso tempo abbiamo saputo che ha diviso il gruppo come non mai: ogni canzone è stata oggetto di furiose discussioni e ci sono dichiarazioni incredibili di parti che alcuni di loro non avrebbero voluto su disco. vedremo con calma tutto questo

dancing with the moonlit knight è un pezzo meraviglioso. comincia lento, poi accelera, poi frena poi accelera di nuovo. finisce con un arpeggio quasi in stile new age ( 25 anni prima che questo genere venga codificato, tanto per chiarire) il testo parla della perdita dei valori inglesi e della mercificazione di tutto.

un testo attuale ancora adesso.

godetevi i genesis in uno dei vertici della loro produzione. e se vi piace sappiate che i genesis a quel vertice arrivavano spesso. ed in questo disco almeno due volte lo hanno pure superato per regalarci non la cima dell'everest, ma lo spazio profondo ed infinito

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6122
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Hairless Heart » 03/06/2011, 12:13

I Genesis al settimo tentativo, cominciavo a preoccuparmi.... [smile]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Progressive-Sax » 03/06/2011, 20:40

Un' album meraviglioso, apocalittico, stratosferico, un capolavoro della storia del rock. :)
Ci stava proprio! [smile]

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3267
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47
Contatta:

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Watcher » 03/06/2011, 21:46

Francesco, non penso che con quest'album avrai molti pareri discordi. ;)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 03/06/2011, 22:57

TRACCIA N°2: i know whay i like
http://www.youtube.com/watch?v=9HgKq6A6A7Q

il mio grande rimpianto della carriera dei genesis è che non ci sono riprese video degne della prima metà degli anni 70, quando c'era davvero tanto da vedere.
questo video forse è una delle riprese migliori da me viste dei genesis in concerto e onestamente il ruolo e l'importanza di peter gabriel traspare in modo quasi drammatico: è lui il punto focale, è lui che tiene il pubblico attento e lo porta all'interno della musica.

detto questo i know what i like è un pezzo stupendo che nel corso degli anni è stato svilito facendogli perdere efficacia.

costruito su un ritornello spettacoloso con una sezione ritmica da urlo, nella versione originale ha una freschezza ed una immediatezza spaventose.

dopo la "catastrofe" ( leggasi abbandono di peter) i genesis lo faranno diventare una colonna dei loro concerti dilatandole la parte centrale ma senza un qualcosa di musicalmente valido ma semplicemente per offrire lo spunto a collins della sua danza del tamburello: ma cosa più grave, phil canta il ritornello in maniera "pop", ci aggiunge qualche gigionaggio non richiesto, ne svilisce il testo che è una splendida disamina dell'indolenza dei giovani a cui fa da contrappunto l'eccessivo conservatorismo dei vecchi.

watcher, tu ricordi le dinamiche del GFI: in quel posto tutti d'accordo a tessere le lodi di tonightx3 e that's all per non parlare della pura idolatria che si scatenava appena si parlava di "domino", mentre su questo disco qualche appunto c'era ed anche pesante.

@ hairless : era solo questione di tempo [smile] [bye]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6122
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Hairless Heart » 03/06/2011, 23:12

non penso che con quest'album avrai molti pareri discordi

Aspetta che arrivi The battle of Epping forest....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 04/06/2011, 20:22

TRACCIA N°3 : firth of fifth
http://www.youtube.com/watch?v=EZbl-EI2 ... ure=fvwrel

la metto nella versione del 1977 quindi senza peter per tanti motivi.
fondamentalmente credo che i genesis della seconda metà degli anni 70 siano stati meravigliosi dal vivo per quanto riguarda l'aspetto sonoro.
e poi le linee vocali spiccano di meno davanti alla incredibile maestosità della musica.
il testo a peter non piaceva. io non l'ho mai capito anche se il suono di quelle parole mi piace un sacco.

tutto in questo pezzo è portato alla perfezione: dalla fantastica vena compositiva di banks ad un phil collins semplicemente sontuoso nelle parti di batteria, dall'assolo di hackett sensazionale fino ad arrivare alla bordata del taurus del buon mike sulla seconda parte dell'assolo.

è uno dei pezzi in cui meno si avverte la mancanza del magico cantante.

per molti è il miglior pezzo dei genesis: per me ci sono 3 pezzi superiori a questo.

ma io, da qualunque altro gruppo non ho mai ascoltato niente del livello di firth of fifth.

5 stelle sono poche per cose come queste. diamone 6 e non ci pensiamo più :D

PS1: sentirlo a roma nel 2007 senza parte iniziale e finale è stato oltraggioso. meglio che abbiano smesso piuttosto che continuare a seviziare in quel modo le belle cose fatte in passato

PS2: tony banks non è capace di suonare l'intro, cosa che invece risulta piuttosto facile al nostro amatissimo amministratore [smile]

PS3: per hairless. ti anticipo che battle per me è da 5 stelle, un pezzo clamoroso. ma capisco che possa non piacere.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2296
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Harold Barrel » 04/06/2011, 20:52

TRE ha scritto:PS2: tony banks non è capace di suonare l'intro, cosa che invece risulta piuttosto facile al nostro amatissimo amministratore


Già, modestamente.... [smile]

Non posso dire che Firth of Fifth sia il capolavoro dei Genesis, però è la mia canzone preferita perché, imparando a suonarla, ho cominciato ad ascoltare sul serio i Genesis.
L'Intro di pianoforte è semplicemente spettacolare: la struttura armonica, i tempi più bizzarri (si passa da tre quarti a tredici sedicesimi, per dirne una). E mi riesce incredibile credere che sia stato composto da Tony Banks quando aveva la mia età (16-17 anni).
Il fatto che poi non riuscì mai a padroneggiarne molto bene l'esecuzione, specialmente dal vivo, è un altro discorso. Come si evidenziava già nel mio topic "quando tony abbandonò firth of fifth", c'era tutta una serie di fattori, tra cui il non avere a disposizione un vero pianoforte dal vivo.
Nemmeno io riesco a capire perché mai il testo non piacesse a Peter, secondo me è molto ben fatto. Altri gruppi se li sognavano testi così.... (e figuriamoci oggi)
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3267
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47
Contatta:

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Watcher » 05/06/2011, 7:50

TRE ha scritto:la metto nella versione del 1977 quindi senza peter per tanti motivi.

Io non avrei messo questo video per un solo motivo. Anzi due.

Avrei preferito un video dove ci fosse l’intro di pianoforte anche a scapito della qualità sonora in generale.
Proprio per “l’oltraggio” di Roma sarebbe stato meglio farla sentire completa.
Io, te e molti altri qui non abbiamo bisogno di riascoltarla per la milionesima volta per giudicarla, ma non metterei la mano sul fuoco che in questo forum molto giovane, e che non è un forum sui Genesis, tutti la conoscano, ne sono strasicuro. Non che la nostra debba essere per forza una missione divulgativa della buona musica ma far conoscere quello che noi consideriamo capolavori, e Firth of Fifth lo è, dovrebbe essere lo scopo della sezione pietre miliari.
Oppure ne avrei messi due di video spiegando le differenze. Non so … io avrei fatto così. Senza offesa. :)

Il secondo motivo è che non mi è mai piaciuto come la canta Collins.
Le sue “code” vocali piene di “oh” e “oh, oh” mi hanno sempre infastidito a tal punto da farmi diventare nervoso, per non parlare poi di tutte quelle che ci mette su the lamb.
Il suo cantato pop stride con la solennità di questa canzone e non c’è assolutamente paragone come la canta l'altro.
Mi dispiace Phillo, sei un bravo ragasso, ma qui proprio non ci siamo. [smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 05/06/2011, 8:46

l'intro di pianoforte è sempre stato ostico per tony.
c'è un topic dedicato a questo fatto e c'è un video in cui tony la suona con risultati deprimenti.

anche ai tempi di peter la suonavano senza intro quindi è una omissione che ci sta.

come ho scritto ritengo che la parte cantata di firth non sia in grado di fare la differenza.
intendiamoci che peter resusciterebbe anche one more night o in too deep.

però ho voluto porre l'accento sull'enorme qualità musicale del brano e le versioni fatte dai genesis nella seconda metà degli anni settanta sono meravigliose.

c'è un boot, zurich 1977 in cui steve introduce il brano e poi ci spara sopra un assolo incredibile, procuratevelo e non ve ne pentirete

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 05/06/2011, 9:02

TRACCIA N°4: More fool me
http://www.youtube.com/watch?v=4Ph94k1iHFk

in assoluto la canzone più odiata dei genesis originali secondo quanto traspariva dal GFI. secondo alcuni rovinava proprio l'intero album.

io non sono d'accordo. si tratta di un breve ed intenso frammento acustico con un testo si a sfondo amoroso ma lontano anni luce dalle tematiche " i love you and you love me" tanto care a loro negli ultimi 30 anni.

sul tubo poi è possibile vedere cantanti di cover band impegnarsi e molto per ripetere le linee vocali che non sono proprio facilissime, e ci sono tanti che la cantzno in maniera orribile.

non è un pezzo semplice secondo me.

e la voce di phil nei primi anni 70 era perfetta, quasi efebica, per quell'aria perversa che i genesis comunque si portavano dietro.

tra i tanti video ho trovato questo che mette in luce secondo me la non ovvietà del testo
http://www.youtube.com/watch?v=CLsCXmrr ... re=related

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6122
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Hairless Heart » 05/06/2011, 19:35

Avrei preferito un video dove ci fosse l’intro di pianoforte

In linea generale forse (a mio parere) sarebbe meglio linkare le versioni originali dei brani, insomma quello che si trova nel disco in oggetto, non dei rifacimenti successivi, per quanto migliorativi (ma non è questo il caso).
Parlando di Firth of fifth nello specifico, l'intro di piano costituisce un buon 20% nell'economia del brano, per cui togliere quell'intro e con quel suono di pianoforte (non quella ciofeca che usava il Banks dal vivo anche nella parte strumentale del video linkato) vuol dire privarsi di un qualcosa. Senza infamia e senza lode invece la performance vocale di Collins, diciamo che su quello un occhio lo si può anche chiudere.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6122
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Hairless Heart » 05/06/2011, 19:39

PS3: per hairless. ti anticipo che battle per me è da 5 stelle, un pezzo clamoroso. ma capisco che possa non piacere

Ah beh, se è per quello io non scendo sotto le 4 e mezzo. Ma ricordo che qualcuno ne diceva peste e corna. Anche all'interno della band stessa....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Progressive-Sax » 06/06/2011, 15:29

Anche io la adoro! Un pezzo super!!! :D :D

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 06/06/2011, 21:43

Hairless Heart ha scritto:In linea generale forse (a mio parere) sarebbe meglio linkare le versioni originali dei brani, insomma quello che si trova nel disco in oggetto, non dei rifacimenti successivi....

parto da questa considerazione per fare un ulteriore chiarimento.

quello che intendo io è dare un'assaggio dei pezzi contenuti negli album. uno ascolta, si incuriosisce, capisce che gli piace e ... va a comprarsi il disco.

qualunque disco che è stato trattato qui è complesso e merita ripetuti ascolti su impianti consoni.
nessuna cosa può sostituire l'ascolto attento e consapevole, soprattutto per queste opere che sono piene di sfumature e genialità nascoste.

faccio un esempio: a me fa ridere chi pensa che strach my back di peter gabriel sia noioso.
posso capire che possa non piacere, ma l'appellativo noioso è assolutamente fuoriluogo se si ascolta il disco su un impianto hifi capace di restituire la "presenza" dell'orchestra.

le casse del computer che magari la riproducono in file mp3 dove sono stati scientemente eliminati tutte le informazioni posizionali dei vari strumenti, appiattiscono e mortificano la potenza espressiva dell'orchestra.

per forza di cose non danno l'effetto che peter stia cantando davanti all'ascoltatore: non c'è alcuna emozione, non ci può essere.

chiunque a casa mia ha ascoltato listening wind ne è rimasto scioccato per la potenza e le trame che vengono rivelate.

quindi ripeto i dischi vanno ascoltati con impianti non faraonici ma degni, oppure in cuffia ma sempre dal supporto originale.
anche alcuni flac che girano in rete sono fasulli e non garantiscono tutte le sfumature dell'incisione originale.

quindi quello che voglio dare io è un incipt, uno spunto. ma è l'acquisto e l'ascolto attento che fanno la differenza.

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 06/06/2011, 22:02

TRACCIA N°5: the battle of the epping forest.

questa è la nemesi di supper's ready. mentre quella è semplicemente perfetta nell'equilibro tra testo magnifico e musica celestiale sia che sia dolce sia che si scateni in modo durissimo, questa è totalmente sbilanciata sul piano del testo.

l'inghilterra viene rappresentata da una lotta di bande rivali in cui gabriel riveste il ruolo di telecronista sottolineando con rara efficacia ed una forza espressiva sovrumana tutti i momenti della vicenda.
è il gruppo? il gruppo, in maniera strepitosa FA LA STESSA COSA!!!!!!
non ci sono le melodie meravigliose, i momenti strumentali straordinari: c'è un modo assolutamente diverso di accompagnare il testo con un lavoro fine e di cesello teso tutto non a fare una grande canzone ma a far respirare all'ascoltatore la concitazione della battaglia, l'atmosfera di quel fatto.

e ci riescono, diamine se ci riescono.

i genesis asciugano la loro musica, la rendono più snella: è il primo passo verso the lamb lies down on broadway, il primo seme di quell'opera.

una curiosità: sembrerebbe un pezzo estraneo alle corde di banks eppure in un paio di occasioni è stato proprio lui a fare qualcosa di paragonabile ( come intenti e non certo come qualità finale) sia in calling all station ( alien afternoon) sia nel suo album solista still ( hero for an hour): due canzoni che raccontano una storia di cronaca ben definita e senza che ci sia una apertura melodica esplicita.
sempre in cas tony firma uncertain weather in cui la cronaca è presa a pretesto per considerazioni generali e in cui ci sono splendide aperture melodiche ed uno splendido ritornello.

allora, tornando al post di prima come faccio a convincervi che the battle merit le 5 stelle, vi pubblico il link?
ma noooo.

meglio pubblicare la traduzione ( con le note ) che si potevano trovare nel vinile di selling.

bastano solo le note per capire lo spessore di quei cinque ragazzi.

______________________________________________________

La battaglia della foresta di Epping


(Ricavata da una cronaca giornalistica concernente due bande rivali in lotta per i diritti di Protezione nell’East-End) (10)


Lungo la Forest Road, ci sono centinaia di macchine – macchine lussuose.
Tutte sono fornite di bar convertibili, posateria da macchina – supercicatrici (11)!
Perché oggi è il giorno che faranno i conti, faranno i conti,
perché non sono d’accordo su un confine di territorio.
Si, non sono d’accordo su un confine di territorio.

C’è Willy Wright e i suoi uomini – un inferno di baccano, gli uomini di Billy!
Con facce alla moda, ci sono i duri di Little John, i teppisti di Barking (12) - superfanatici!
Perché oggi è il giorno in cui faranno i conti, faranno i conti,
questi soldati Cristiani lottano per proteggere il povero.
Eroi dell’East-End devono entrare in azione...

La battaglia della foresta di Epping,
È la battaglia della foresta di Epping,
proprio fuori della vostra porta.
Non avete mai visto nulla di simile.
No, non avete mai visto nulla di simile,
se non dalla Guerra Civile.

Su per la collina vengono gli uomini di Bill,
e i ragazzi di Johnny sono in piedi immobili.
Al grido dell’arbitro, tutti insieme iniziano a menare
– non ci sono pistole in questo incontro tra gentiluomini.
Georgie entra dalla parte sinistra
con una catena che sventola sopra la sua testa;
e Harold Demure, di studi d’Arte e Letteratura,
si arrampica sull’albero più vicino.
(Ecco arriva la cavalleria!)

Tra il rumore della battaglia,
ragionieri tengono il punteggio: 10 – 4.
Non sono mai stati soli, dopo aver avuto un radiotelefono.
Le campanelle suonano per Sweetmeal Sam, vero cretino,
distribuiva pane e marmellata come fosse un qualsiasi picnic.

Siamo 5 – 4 per William Wright; ha fatto il suo mucchio alla sera del Derby.
Quando Billy (13) era un ragazzino, camminando per strada gli altri ragazzini si nascondevano
- davvero!
Ora, dopo aver lavorato sodo nel ramo sicurezza, tutto va liscio per lui.
I negozi che hanno bisogno di protezione, sono quelli che non hanno pagato.

“Faccio i miei doppi affari veloci” ha detto Mick il Prick, appena fuori dalla galera.
“Vendo vacanze a buon mercato. Come partono, li visito – e come li visito!”

E il suo amico, Liquid Len di nome, con la fama di ubriacone, donnaiolo e carcerato
ha detto “Spezzo le gambe a quel bastardo che mi ha incastrato!”.

Mi chiamavano il Reverendo quando entrai nella Chiesa immacolato;
i miei datori di lavoro sono cambiati, ma il nome è rimasto.
Tutto iniziò quando andai a fare un giro
con la speranza di trovare della mobilia.
Seguii un segnale – diceva “Bel Chest (14)”
Mi condusse da una signora che mi mostrò le sue cose migliori.
Fu sorpresa quando velocemente chiusi gli occhi.
Così suonò il campanello e velocissimo
Bob il Nob arrivò per svolgere il suo incarico
di vedere la causa del disturbo.
“Louise, il Reverendo è difficile da soddisfare?”
“Dimmelo tu!”
“Forse, signore, se non è troppo tardi,
la potremmo interessare nel nostro Staffordshire Plate (15)?”
“Oh no, non io, sono un uomo di reputazione”.
Ma il Diavolo si impossessò della mia anima, e la voce strillò “Spara!”.

Per salvare il mio campanile, ho visitato la gente;
fu così che incontrai Little John.
Il suo nome arrivò, credo,
quando il giudice disse “Sei un robbing hood(16)”
Mi disse della sua strana fondazione,
concepita alla vista di Woodstock e dalla sua popolazione;
doveva nascondere la sua reputazione.
Quand’era povero, era salvezza da porta in porta.
Ma ora con un guru di moda ogni settimana,
è Amore, Pace & Verità Incorporati per chi li cerca.

Mi ha assunto come un karmacanic (17), con completo di fascino.
Le sue mani erano quindi pronte per ricevere, ricevere donazioni.
Ecco perché siamo nella
Battaglia della foresta di Epping,
è la battaglia della foresta di Epping
proprio fuori della nostra porta.
Salvaguardiamo le vostre anime per pochi spiccioli,
e stiamo attenti ai nostri negozi e case
appena per un po’ di più.

Con un uncino di sinistro ecco che entra il Macellaio di Bethnal Green (18)
Ma è fermato alla destra dalla banda delle catene di Mick,
e Liquid Len, e i suoi uomini con le bottiglie rotte,
sta attaccando Bob il Nob sulla bocca.
Con le labbra maciullate, sembra che Bob stia per capitolare,
ma Jones il Jug colpisce Len proprio sulla faccia;
e Harold Lemure, ancora non proprio sicuro,
tira le ghiande con la fionda.
(Ecco arriva la cavalleria!)

Su, su oltre la folla,
nella loro Silver Cloud, orgogliosi,
sono i capoccia sfacciati e impudenti, si intravedono tra i vetri scuri.
Il maggiordomo ha beccato marmellata nella sua Rolls (19); Roy distribuisce il tutto,
con tè da una teiera d’argento proprio come se fosse ad un qualsiasi picnic.

Lungo la Forest Road, è la fine della giornata, e le Clouds lentamente vanno via.
Tutte hanno il loro carico – torneranno per il punteggio al sorgere del sole.
Quando le limousine ritornano per la recensione finale è tutto terminato
- tutto quello che riescono a vedere è il macello del mattino.
“Nessuno che sia rimasto vivo – deve essere un pareggio”.
Così i padrini vestiti di nero tirano la moneta per decidere il punteggio.
NOTE:
10 - Epping è una zona periferica di Londra. L’East-End è il quartiere più londinese di Londra,
almeno da tradizione.
11 - Bar in inglese significa anche “Sbarra o spranga”. Posateria da macchine forma un gioco di parole con supercicatrici e sta per coltelli.
12 - Barking è un quartiere periferico.
13 - Billy è diminutivo di Willy e William; quindi Willy Wright, William Wright e Billy sono sempre la stessa persona.
14 - Chest: in inglese può essere “petto” o “cassettone”. Nel caso nostro significa “petto”, quando il Reverendo invece cercava un pezzo di mobilia.
15 - Stafforshire Plate: espressione dialettale per perversione sessuale. Anche qui un gioco di parole per il reverendo che poteva veramente essere interessato in un vero piatto (plate) della contea dello Stafford (Stafforshire).
16 - Robbing hood: da non confondere con Robin Hood, ma da tradurre come “ladro, teppista”.
17 - Karmacanic: ennesimo doppio significato – “karma” e “mecanic”. Una specie di meccanico religioso nell’ennesimo gioco di parole tanto caro a Peter Gabriel e ai Genesis.
18 - Bethnal Green: quartiere londinese.
19 - Silver Cloud e Rolls naturalmente sono macchine Rolls Royce. Notare come Rolls si unisce a Roy… “che distribuisce il tutto”

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 08/06/2011, 21:43

TRACCIA N°6: After the ordeal
http://www.youtube.com/watch?v=arYjothK ... re=related

a giudicare dalle considerazioni contenute nel libro revelations, questo è in assoluto il brano più odiato dai membri dei genesis.
ne prlano tutti male. tutti tranne il creatore, maestro steve.

e gli altri sbagliano giudizio clamorosamente.
e neanche si vergognano di criticare quello che li salva dall'essere ignobilmente catalogati come scribacchini musicali da 4 soldi.

l'autore propone una prima parte tutta giocata sulla chitarra acustica che propone il tema sorretta da un magico pianoforte suonato da quel genio straordinario che purtroppo è convinto che il suo massimo sia that's all.

poi il pezzo cambia e la fa da protagonista la chitarra elettrica con un tema bello ed essenziale sotto al quale il gruppo accompagna in maniera misurata ed efficace.

a me ha sempre attratto la parte di batteria di collins: il suono della batteria è quello che solo lui sa dare, e nella seconda strofa quando inserisce i piatti è pura goduria.

niente di tecnicamente trascendentale ma di una eleganza e di una raffinatezza straordinaria: un pezzo che ti fa vivere l'atmosfera inglese ed è quindi perfettamente in linea con il concept dell'album ( perchè selling E' un album concept, anche se non sembra)

da segnalare anche i delicati contrappunti di flauto di gabriel nel finale.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3267
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47
Contatta:

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Watcher » 09/06/2011, 19:03

TRE ha scritto:niente di tecnicamente trascendentale ma di una eleganza e di una raffinatezza straordinaria


A me è sempre piaciuta un sacco, a tal punto che ho formato un gruppetto di amici musicisti e ne ho fatto una cover abbastanza fedele.
La parte di chitarra sia acustica che elettrica (la mia :mrgreen: ) è abbastanza facile, ma non quella di pianoforte.
Anzi vi dirò di più, chi mi ha eseguito la linea di pianoforte ritiene sia più difficile dell’intro di Firth of Fifth. :o
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Autore del Topic
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda TRE » 09/06/2011, 21:43

il pianista del gruppo in oggetto è un GENIO

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 6122
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: GENESIS Selling England by The Pound

Messaggioda Hairless Heart » 09/06/2011, 23:15

La prima parte del brano è un gioiellino, assolutamente sottostimato. [hearts] [hearts] Perde un po' nella seconda parte, troppo lineare, senza un guizzo o un tocco di classe di quelli che caratterizzavano quei Genesis. Ma avercene, comunque. L'ho suonata in chiesa, ad un matrimonio. E' il caso di dire che ci stava da Dio.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


Torna a “Genesis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron