Nuova Reunion

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 09/06/2020, 13:48

Lamia ha scritto:
09/06/2020, 10:17
Bella analisi, mi piace anche la puntualizzazione iniziale che dice “nell’opinione di chi scrive” , ohhhh cosi mi piacciono i giornalisti!
Il problema di molte recensioni e analisi di musicisti e/o band è proprio questo: il non saper distinguere tra opinione personale e ciò che è oggettivo. Ne abbiamo citati spesso di esempi qui nel forum. Chiamasi onestà intellettuale, merce rara in molti ambiti :?

Scusate l'OT
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lamia » 09/06/2020, 15:27

Concordo Lorenzo, esattamente, onesta’ intellettuale. Onesta’ e’ anche dire “ secondo il parere di chi scrive”, perche’ umilmente si dice che si esprime un punto di vista.
Riguarda anche il saper ammettere il valore di una persona, a prescindere dai gusti musicali, dalle idee politiche, religiose, andando “contro” anche la propria idea o visione del mondo. Esempio: a me e’ sempre stato antipatico Elton John, fin da ragazzina, l’ho sempre percepito come un viziato , isterico ( sicuramente sbagliando, magari e’ la persona più’ fantastica del mondo), con questo abbigliamento da pagliaccio, un egocentrico irritante, pero’ non posso NON ammettere che e’ un genio della musica. Se negassi questo, sarei disonesta e in malafede. Mi scuso pure io per ot. :oops:

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 09/06/2020, 17:15

Parole sante
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Nuova Reunion

Messaggio da aorlansky60 » 11/06/2020, 9:32

"Il problema di molte recensioni e analisi di musicisti e/o band è proprio questo:
il non saper distinguere tra opinione personale e ciò che è oggettivo.
"

Lorenzo,

hai tirato in ballo un problema non da poco... [smile]

Il fatto è che, essendo i giudizi e le analisi provenienti da esseri "pensanti" quali tutti noi siamo, tutti quanti dotati del proprio personalissimo gusto per il "bello"(o il "brutto"), è inevitabile che l'oggettività lasci il posto in qualche modo ai gusti personali di chi recensisce... anzi mi spingerei quasi a dire che l'oggettività (od obiettività) in campo musicale è concetto alquanto aleatorio... (un caso noto che conosco bene, per aver letto molti suoi articoli : Armando Gallo; lui fu il giornalista musicale italiano che più seguì i Genesis fin dai primi tempi della band; negli anni 70 scriveva per Ciao2001 che pubblicava i suoi articoli, dai quali traspariva in modo palese quanto lui amasse quella musica e quanto ne fosse in sintonia; se invece avessero inviato a sentirli uno che detestava e non capiva il rock progressive ma che invece amava solo il jazz, ne sarebbe sortito tutt'altra specie di articoli, praticamente impubblicabili...) [smile]

Si potrebbe allora pensare che il concetto di "bello" (o di "brutto") in campo artistico sia direttamente proporzionale dalla quantità di persone che più apprezzano (o meno) una proposta musicale; questo potrebbe essere vero per casi come BEATLES (che hanno venduto immensamente raggiungendo più consensi che detrazioni nel tempo) ma ci sono stati -nell'arco degli ultimi 50anni- anche molti casi deleteri in grado di demolire il concetto appena esposto (proposte musicali in campo pop rock a dir poco oscene, serenamente confinabili entro il puro "muzak" -termine col quale i tabloids Anglosassoni usavano definire le canzoni pop di infimo livello- che tuttavia sono riuscite a vendere in altissima quantità raggiungendo alto consenso di pubblico) ...

Su un concetto, tuttavia, sono sempre stato convinto, a riguardo di analisi e recensioni in campo musicale :

chi possiede la padronanza tecnica strumentale (cioè chi ha studiato musica al conservatorio e magari si è diplomato) o comunque tutti coloro che come semplici autodidatti hanno imparato a suonare uno strumento (*), approfondendo la sua tecnica nel tempo, posseggono "una marcia in più" per meglio capire gli incastri orchestrali -ed armonie guida- su cui si fonda un brano musicale, e di conseguenza riescono a giudicarlo -sia nel bene che nel male- con maggiore autorevolezza di chi è totalmente profano; questo concetto vale a maggior ragione -secondo me- più un brano è complesso nella sua partitura (esempio banale: una canzone popolare innocua come "Finche la barca va" è senz'altro più semplice della settima sinfonia di L.v.Beethoven, nella quale entra in gioco un intera orchestra sinfonica con molteplici strumenti di tipo differente - archi legni ottoni etc...)

(*) un esempio che mi è sempre rimasto nella mente: molto tempo fa (davvero molto, purtroppo...) un pomeriggio mi trovavo in casa di un amico coetaneo e compagno di medie superiori; lui sapeva già suonare la chitarra in modo piuttosto buono, per l'età (non solo accordi, ma oltre); io invece no. Ammetto che gli invidiavo questa sua capacità, io al tempo mi limitavo solo a "sentire"(tramite i dischi) la mia musica preferita. Ovviamente essendo entrambi appassionati di musica Rock, uno degli argomenti di conversazione cade proprio sulle nostre preferenze musicali (che erano comuni, per i nomi trattati: Beatles, Genesis, PFM, Pink Floyd, Jethro Tull, King Crimson etc); ad un certo punto arriviamo a trattare di tecnica strumentale in campo Rock, e lui mi fa notare che "le basi musicali e le parti di chitarra dei brani dei PINK FLOYD non sono nulla di trascendentale, sono piuttosto semplici e facili da imparare anche per chi è alle prime armi, mentre invece le parti di chitarra create da Jimmy PAGE per i LED ZEPPELIN sono molto, molto più complesse e difficili..."
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Nuova Reunion

Messaggio da theNemesis » 11/06/2020, 10:23

Approfitto di una breve pausa lavorativa per dare un mio parere.
In primis, torno in topic per parlare della nuova reunion degli "allegri nonnetti miliardari" [smile]
Il senso di questa ennesima riunione? Mah... non saprei [chin]
Sicuramente non si tratta di denaro, sono ricchi sfondati.
Parlando del solo Phil, forse potrei dire che si tratta di una persona che senza il suo pubblico "sparisce". Phil mi ha sempre dato l'idea di essere il suo pubblico. Quindi ha bisogno di stare sul palco, di sentirsi parte della tipica situazione del live, il "do ut des" che la musica può dare, uno scambio di emozioni ed energie che solo questa forma d'arte è in grado di offrire durante le esibizioni live.
Riguardo agli altri due non saprei davvero quale sia la molla che li ha spinti. Forse il fatto di dimostrare di essere ancora sulla cresta dell'onda (ed i sold out lo dimostrano)?
In ogni caso, prima di pronunciarmi oltre sull'evento, vorrei vedere la set list. Da quello che proporranno si potrà capire meglio quale sia il loro obbiettivo anche se, sospetto, sarà una "copia" del tour del 2007...

In secundis, mi riallaccio al tema della oggettività/soggettività sul fronte dei giudizi su artisti musicali (e non).
Direi che l'oggettività in capo musicale può esistere solo giudicando tecnicamente un musicista. Solo sulla tecnica si può essere oggettivi. Su tutto il resto, musicalità, inventiva, capacità di emozionare, direi che il giudizio non può che essere soggettivo.
Lo dimostra proprio il fatto che "artisti" tecnicamente molto deboli riscuotono grande successo di pubblico (brani cd. "muzak"). Quindi le varie diatribe "classiche" su Genesis a 5 a 4 a 3... Pink Floyd con o senza Syd... Beatles fenomeni o solo immagine commerciale etc... sono sostanzialmente permeate da giudizi soggettivi. Poi ci sono anche situazioni oggettive che possono contrastare o appoggiare i giudizi soggettivi, ma alla base di tutto sta la nostra personale sensibilità musicale che nessuno può toglierci. Nelle discussioni è sufficiente sottolineare che si tratta di opinioni personali e che non si vuole avere la verità in tasca... ;)
Dancing on time way...

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Nuova Reunion

Messaggio da theNemesis » 11/06/2020, 10:28

aorlansky60 ha scritto:
11/06/2020, 9:32
... e lui mi fa notare che "le basi musicali e le parti di chitarra dei brani dei PINK FLOYD non sono nulla di trascendentale, sono piuttosto semplici e facili da imparare anche per chi è alle prime armi, mentre invece le parti di chitarra create da Jimmy PAGE per i LED ZEPPELIN sono molto, molto più complesse e difficili..."
Non posso che essere d'accordo con il tuo amico chitarrista.
C'è anche da dire una cosa, però, che i PF con accordi semplici e progressioni armoniche piuttosto elementari, sono riusciti a creare atmosfere che molto altri artisti, utilizzando strutture ben più complesse, non hanno mai raggiunto.
Ovviamente è un mio giudizio personale, ma secondo me Richard Wright, pur non essendo un "mostro" di tecnica (giudizio oggettivo), possedeva una grandissima musicalità e senso dell'armonia e dell'atmosfera (giudizio soggettivo).
Dancing on time way...

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Nuova Reunion

Messaggio da aorlansky60 » 11/06/2020, 11:26

@ TheNemesis
"C'è anche da dire una cosa, però, che i PF con accordi semplici e progressioni armoniche piuttosto elementari, sono riusciti a creare atmosfere che molto altri artisti, utilizzando strutture ben più complesse, non hanno mai raggiunto.
Ovviamente è un mio giudizio personale, ma secondo me Richard Wright, pur non essendo un "mostro" di tecnica (giudizio oggettivo), possedeva una grandissima musicalità e senso dell'armonia e dell'atmosfera (giudizio soggettivo).
"

Mi ritrovo in pieno accordo con quanto hai detto. [happy]
Lo abbiamo detto (e visto accadere) molte volte: in musica, la tecnica da sola non basta; aiuta, certo, ma da sola non riesce a sfornare capolavori memorabili, come quelli del nome che hai citato (e quelli di molti altri ancora).

L'estro del genio creativo -rivolto alla musica come per altre forme d'arte- è qualcosa che nasce dal profondo dell' "io" personale, e questo è un segreto recondito difficile da spiegare a differenza della tecnica: qualsiasi essere umano, che si sforzi per possederla sottomettendosi a studio e a pratica intensiva a un determinato strumento, alla [quasi] perfezione tecnica ci può arrivare; ma l'estro del genio creativo non lo puoi raggiungere perseverando come per la tecnica, quello è un segreto che uno possiede intimamente.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 11/06/2020, 12:03

aorlansky60 ha scritto:
11/06/2020, 11:26
@ TheNemesis
"C'è anche da dire una cosa.....
Quoto in toto! [smile]
A conti fatti, Gilmour è un grande chitarrista ma non un virtuoso alla pari di Steve Howe, Waters è un discreto bassista, Mason idem con la batteria, Wright è stato un ottimo tastierista ma impallidiva tecnicamente di fronte a Rick Wakeman... eppure, secondo me, rispetto agli Yes, i Pink Floyd hanno saputo tracciare acquerelli musicali ben più accattivanti (prego chi ama gli Yes di non scotennarmi, siamo sempre nel campo delle opinioni :mrgreen: ).
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lamia » 11/06/2020, 13:41

. . .e poi c’è’ l’invidia.

Da parte di chiunque, esperto e non, di gente che non si capacita del motivo per cui a una persona viene “regalato “ un talento dal buon Dio, dalla Natura, dal Cielo, dal’Olimpo, da Euterpe o da chi crede , e riesce ad arrivare a milioni di persone, altri invece non hanno neanche il minimo sindacale di talento.

Secondo me , l’invidia , soprattutto da musicisti frustrati , che poi nella vita magari diventano “critici musicali”, o giornalisti “esperti” o anche semplicemente persone comuni, e’ la peggiore, perche’ riversano sui grandi artisti il loro malefico sentimento, e, piu’ o meno responsabilmente, creano un effetto di “aura negativa” per screditare l’artista. Penso che, a fronte di tanta ammirazione esista anche quasi la stessa quantità’ di denigrazione, per questo spesso gli artisti si costruiscono una corazza, oppure diventato scorbutici ( vedi Van Morrison, Ian Anderson , Bob Dylan per far qualche esempio ) con i giornalisti e le loro domande trabocchetto o le idiozie che scrivono.

La cosa che piu’ mi fa ridere e arrabbiare al tempo stesso e’ la frase che spesso si dice: “ Beh che vuoi mai? Le due note dei PInk Floyd sono talmente semplici che chiunque può’ suonarle, anche un bimbo di due anni!” . RIspondo: si, ok, ma chi le inventa? Tu? Sei capace? Allora scrivi De do do do De da da da e vendi il disco. . :roll: Poi , forse, ma dico forse, potresti anche fare quel tipo di affermazione.


Riguardo la reunion, mi riallaccio a cio’ che dice The Nemesis, sinceramente dopo un po’ di mesi, non ho cambiato idea: secondo me potrebbe essere un bel concerto, sperando che Phil stia meglio . Banks , Rutherford e , chissa’ magari anche Hackett, li vedo alla grande! 8-)

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Nuova Reunion

Messaggio da aorlansky60 » 11/06/2020, 14:17

Lorenzo Mentasti ha scritto:
11/06/2020, 12:03
secondo me, rispetto agli Yes, i Pink Floyd hanno saputo tracciare acquerelli musicali ben più accattivanti
(prego chi ama gli Yes di non scotennarmi, siamo sempre nel campo delle opinioni :mrgreen: ).
[smile] :lol: ;)

eh, queste famigerate "opinioni"... [smile] ...in passato ho frequentato forum e conosciuto fans che per simili affermazioni, la cotenna la rischiavi per davvero... [smile] ...da ridere a pensarci... :lol:

Per me non fa differenza, li apprezzo entrambi, sia YES che PINK FLOYD a scelta nell'ordine .

Di certo gli YES a confronto possiedono più padronanza tecnica, ma questo non per forza deve fare la differenza a loro favore.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Hairless Heart » 17/06/2020, 0:24

Concordo.
Nel caso degli Yes, quasi mai è tecnica fine a sé stessa.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lamia » 29/07/2020, 8:08

Ho letto che hanno spostato le date al prossimo anno e aggiunto delle nuove ?

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Nuova Reunion

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 29/07/2020, 9:38

Secondo me, ormai, senza una reunion al gran completo e con Phil Collins che non suona neanche più la batteria, possono anche lasciar perdere
"Mother, didn't need to be so high."

Rispondi