I vari master dei dischi dei Genesis!

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da Harold Barrel » 11/04/2011, 21:22

Oggi sono stato a suonare Chopin ad un saggio in Slovenia e una maestra di pianoforte della mia scuola di musica ha accompagnato in macchina me e altre due allieve. E allora ho deciso di portare Foxtrot per farlo sentire (in macchina). Parte Watcher of the Skies. Io lo conosco a memoria... Ma diciamoci la verità: la qualità della registrazione di quell'epico album fa abbastanza schifo. Nell'intro di WotS il fruscìo si sente più del mellotron. Poi l'hammond si sente talmente male che sembra quasi un giocattolo... Che dire. È una grande tristezza!! E secondo me è anche questo uno dei motivi perché i Genesis restano sconosciuti. Per un "profano", fino a Selling sono quasi inascoltabili. Che voi sappiate esiste un remaster dove la qualità audio sia stata portata ad un livello accettabile? Sono sicuro che TRE avrà qualcosa da dire... Io il mio sfogo lo termino qui [smile]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da hiroshi976 » 12/04/2011, 1:08

Bisognerebbe capire quale versione di Foxtrot gia' possiedi....

in maniera quasi scontata si dovrebbe poter dire che la qualita' migliore dovrebbe averla il SACD giapponese
uscito nel 2009 con riferimento TOGP-15022


in pratica questo

Immagine

io ho comunque la versione canadese della Atlantic (CD 82674) del 1995....che suona davvero bene.

saluti
Hiro

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da Harold Barrel » 12/04/2011, 21:54

Ti dico subito la mia versione: è la Virgin-charisma CASCD 1058. E c'è anche scritto "This cd is not digitaly recorded". In pratica è la versione "ufficiale", in teoria dovrebbe avere l'audio migliore di tutte le altre. Invece pare non sia così!!
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da TRE » 12/04/2011, 22:33

hai la versione remastered uscita nel 1994, la cosiddetta versione definitiva che sembrava buonissima solo perchè la precedente e prima versione di foxtrot era orripilante.

io sono molto soddisfatto della versione remixed di nick davis uscita nel 2007 ti consiglio spassionatamente di ascoltarla.

il lavoro di remix di nick davis sugli album dei genesis va dal disastro di a trick praticamente cancellato dalla faccia della terra all'eccellente risultato degli album con peter gabriel e dei live, forse quelli venuti meglio di tutti.

se sei interessato a watcher il consiglio è di trovare il remix di 3SL dove c'è IT ( il pezzo finale di the lamb) mixato con l'intro di watcher che si attacca direttamente alla magnifica coda strumentale ed è un qualcosa di paradisiaco

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da hiroshi976 » 13/04/2011, 0:07

se Harold non ha omesso nessun carattere dell'etichetta ed ha la versione CASCD 1058, questa è del 1985 ed è in pratica la prima versione distribuita sul formato cd.

La versione remixed del 1994 è la CASCDX 1058.

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da Harold Barrel » 13/04/2011, 7:07

Grazie infinite ragazzi, siete davvero in gamba!! ;)
Sulla copertina e sul CD c'è scritto proprio CASCD 1058, e sul CD c'è anche un "mastered by nimbus", se può tornare utile. Non ci sarebbe nulla di strano se fosse effettivamente la prima versione, credo che mio padre a questo punto l'abbia comprato tra l'85 e il 93.
Scusate se chiedo, ma dov'è che si possono comprare quel remaster giapponese e i remix di cui parla TRE?

EDIT: E missà che lo stesso vale per il mio Nursery Crime... Calling All Stations Che Diamine 1052 [smile]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da hiroshi976 » 14/04/2011, 12:35

Harold...hai la prima realease su cd di Foxtrot, datata 1985.
Per quanto riguarda la versione sacd giappone ha senso prenderla solo se hai un lettore sacd. Altrimenti potresti "ripiegare" sulla versione europea remixata nel 1994 (CASCDX 1058).




Se vuoi prendere il sacd che cmq è un ibrido (letto anche dai normali lettori) qui lo trovi



include anche un dvd con una chicca....l'esibizione del piper!! ;)
nb. questo sacd è proprio curato da Nick Davis! ;)

mi scuso se era contro il regolamento inserire i link.

saluti

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da Harold Barrel » 14/04/2011, 14:14

Hiro, non è affatto vietato inserire link, se non rimandano a siti con contenuti porngrafici/violenti/contenuti illegali/eccetera.
Ho guardato su Amazon. E volevo chiederti: qual è la differenza tra CASCD e SACD? Sono in formato diverso? Perchè a dire il vero non so se ho un lettore SACD o CASCD....
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da hiroshi976 » 14/04/2011, 14:33

ALt!! [stop]

allora....non vorrei aver creato confusione.
la sigla CASCDX 1058 o CASCD 1058 indicano il riferimento di catalogo dell'album, ma il supporto è sempre un CD.

il SACD, termine che in indica un "SuperAudio CD", invece è un tipo di supporto diverso, ad alta risulzione, che utilizza la tecnologia DSD. In pratica in un comune CD l'audio inciso è in formato 44khz a 16bit PCM, mentre in SACD è di 2.8224 MHz a 1bit DSD. Tanto per darti un idea è come avere un master a casa, chiaramente sempre che le potenzialita' del sacd vengono ben sfruttate! Questi hanno bisogno di un lettore apposito, appunto un lettore SACD per essere letti. Spesso pero' sono in formato ibrido SACD/CD, cioe' ci sono due strati uno che puo' essere letto in alta risoluzione dal lettore sacd ed uno che puo' essere letto dai normali lettori cd audio tradizionali.

se ti servono altre info fammi sapere....
nel frattempo ho scoperto la pagina facebook del forum...
complimenti davvero Harold.....(ma è il tuo vero nome??) :D

saluti
Emilio

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da Harold Barrel » 14/04/2011, 14:53

OT
Ma no figurati! Mi chiamo Michele :D
OT END

Grazie infinite!!! Adesso mi è tutto chiaro. Darò un'occhiata in giro per un lettore di SACD, allora. Altrimenti non ha senso comprare l'ibrido (immagino costi di più, giusto?). E così ora capisco perché Foxtrot si sente male.... Ah ah :D
Ma la differenza di qualità audio tra SACD e CASCD la senti?
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da hiroshi976 » 14/04/2011, 15:23

diciamo che l'informazione dentro un sacd è piu' ampia, nel caso specifico di foxtrot non saprei in quanto quell'opera (...d'arte! :D) ....ce l'ho solo in formato CD.
In ogni caso teoricamente un SACD è superiore al normale CD.

Mi sento di consigliarti cmq l'acquisto nel caso di foxtrot del normale CD, cercati la versione remix del 1994, la qualita' è ottima!

Poi se ti stuzzica....ce' questa che ho scovato su ebay....e' una versione EMI, che toericametne secondo le indicazioni di DISCOG dovrebbe essere per il mercato Giapponese..... e i Giapponesi sono esigenti!!

http://cgi.ebay.it/Genesis-Foxtrot-Rema ... 23089d783b

Saluti

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da TRE » 14/04/2011, 21:49

facciamo un pò di chiarezza.

nel 1985 esce la discografia dei genesis in cd. a parte i numeri sono riconoscibilissimi dal fatto che le copertine sono "ornate" da una orripilante cornice grigia che ne distrugge l'impatto visivo.
suonano da schifo come tutti i cd del periodo ad eccezione di so di PG :)))
il problema è che i tecnici sanno fare i vinili e non sanno sfruttare i cd per quello che sono.
nella prima metà degli anni 90 i cataloghi di tutti gli aristi vengono rimasterizzati.
le nuove versioni dei cd dei genesis escono nel 1994. si riconoscono dalle copertine rimesse al loro splendore grafico e dalla scritta sul retro "definitive remaster edition".
suonano benissimo e non fanno rimpiangere i vinili ascoltati su impianti "normali".

a metà del 2000 parte la campagna di reunion dei genesis con l'emissione di tutti i loro cd in sacd e multicanale.
rendere gli album multicanale significava remixarli in tuto, cioè scinderli pista per pista.
questo lavoro viene fatto da nick davis, l'ingegnere del suono e produttore di tutte le ultime porcherie edite dai genesis negli ultimi anni.
il primo box contiene gli album dal 1976 al 1981.
uscito all'inizio del 2007 quando già si sapeva che invece della reunion a 5 con PG ci sarebbe stata la serie di concerti del "trio lescano" d'inghilterra con menzione particolare per "nonno simpson" collins.
i dischi suonano malissimo. metallici al limite del disgusto.
evitateli.
a trick of the tail del 1994 lo uso per testare gli impianti hi-fi, l'edizione nuova può solo fungere da sottobicchiere.
a metà 2007 esce il box relativo agli anni 1983-1997 che ho comprato ma di cui ho ascoltato una volta sola genesis 1983 per discuterne nel GFI: tra parentesi tutti mi hanno dato addosso quando parlo male di questi genesis ma all'atto pratico io sono stato l'unico ad aver ascoltato quelle porcherie.
natale 2007 doveva essere il momento di lanciare il box 1970-1975 quello con peter gabriel.
ma non esce.
peter ha preteso dei cambiamenti nel remix di the lamb giudicandolo troppo carente nei bassi.
il box esce a natale 2008 ed è SPLENDIDO.
suona da dio.
a natale 2006 era uscita una compilation, la platinum collection, in qui era stato messo qualche remix di davis come anteprima.
la versione di firth of fifth della platinum collection porta la dicitura di remix ma suona molto peggio di quella che si può trovare su selling england 2007.
in tutti gli album ci sono particolari che emergono o che sono stati aggiunti.
ascoltando the lamia ci si accorge che la coda è diversa ad esempio, ed è meravigliosa anche se diversa.
in un boot sulle session di the lamb trovo che la cosa di the lamb ha due take: il numero 2 è stato usato nel 1974. il numero 1 è stato usato nel remix e purtroppo sfumato, perchè l'assolo di hackett nella session diventava estremamente cattivo.
in salmacis c'è una frase che peter sussurra, quando ermafrodito sta sulla riva e l'acqua si muove prchè la dea salmacis vuole unirsi a lui.
la frase c'era anche prima, ma nel remix l'effetto presenza è paralizzante e meraviglioso.
e così tanti altri particolari vengono cambiati.
due soli scivoloni.
manca il rumore della sega che taglia il "tergicristallo di rael".
e soprattutto c'è una cosa bruttissima nell'intro vocale di dancing. probabilmente il master era compromesso in quel punto.
questo box lo consiglio a tutti.
si trovano anche gli album sciolti e solo cd.
il box esiste anche in vinile, e molte persone ne hanno parlato più che bene.

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: Quel maledetto Foxtrot.

Messaggio da hiroshi976 » 14/04/2011, 22:03

il sacd di foxtrot da me indicato....è proprio la versione "sciolta", di quella presente nel boxset 70~75! ;)

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da Harold Barrel » 14/04/2011, 22:10

Ragazzi, siete FENOMENALI!!
A questo punto ho cambiato il titolo del topic.
TRE, quando avrò un attimo ti prometto che farò un bel giro su internet a vedere di tutti quei remaster. Certo che sei parecchio informato! [smile]
Grandissimo.
Al momento The Lamb non ce l'ho perché l'ho prestato, ma quando me lo tornano controllerò che versione è. Comunque io ho Selling in versione '85 e quello mi suona benissimo!! È il CASCD 1074.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da TRE » 14/04/2011, 22:19

http://www.play.com/Music/CD/4-/6873430 ... oduct.html

mike, fatti regalare questo

e poi questo

http://www.play.com/Music/CD/4-/1108306 ... oduct.html


e dei genesis non hai bisogno di altro

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da hiroshi976 » 15/04/2011, 12:55

non si prestano le opere dei Genesis!!!! :lol:

quoto il pensiero di TRE...con i 2 boxset...hai quasi tutto con una qualita' eccelsa!!

saluti

Avatar utente

Topic author
Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da Harold Barrel » 15/04/2011, 14:47

Costicchiano però!!!!!
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

hiroshi976
Novellino
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 03/03/2011, 19:52

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da hiroshi976 » 15/04/2011, 15:44

ne vale la pena! ;)

fattelo regalare alla prima occasione! ;)

Avatar utente

TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da TRE » 15/04/2011, 21:42

ti do qualche motivo per il bagno economico che devi affrontare.

nel box 1970-1975 c'è un extra cd con tracce non incluse negli album

twinight alehouse http://www.youtube.com/watch?v=0NetKCTV ... re=related per me la progenitrice di tutto the lamb.

http://www.youtube.com/watch?v=I3ZSyNVj21k shepard e pacidy, strepitose per ragazzini ventenni, piene di freschezza e di idee.
il ritornello di shepard è cantato da tony banks.

e poi ci sono i jackson tapes, il brodo primordiale: tonnellate di idee che si materializzeranno negli album successivi.
un assaggio
http://www.youtube.com/watch?v=80BOtrPvnpc
la qualità sonora è molto migliore di questa del video comunque.

nel boxet live c'è il concerto del rainbow 1973, unanimamente definito il migliore dei G5.

http://www.youtube.com/watch?v=hChE2F3oPOU

ascolta watcher e dimmi, sempre pensando che la qualità sonora è strepitosa rispetto a questa del filmato. ma la qualità artistica c'è tutta. senti com'è pesante la battera di collins quando entra ;)

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8130
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: I vari master dei dischi dei Genesis!

Messaggio da Hairless Heart » 15/04/2011, 21:57

TRE, accidentaccio! Perchè metti questi link? E chi si schioda più, adesso? ;)
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Rispondi