Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da Lamia » 07/07/2014, 16:00

L'argomento sara' stato piu' volte discusso qua e la, pero' onestamente cosa vi disturba , vi infastidisce oppure non condividete delle scelte genesiane?

Per me:

- Genesis live 1972, disco ufficiale: la mancanza di "Supper's ready", uff. . .lo so ci sono i bootlegs, pero' , diamine, con tutte le registrazioni qualcosa di buono potevano sceglier per inserirlo, al diavolo il perfezionismo di Peter, sarebbe stato un discone !
- The Lamb: ovviamente un video ufficiale del concerto, siamo nel 75 mica negli anni venti, possibile che non esista una registrazione stile "Shepperton Studios"? .. .voci dicono che Peter abbia qualcosa. . se cio' fosse vero, lo regali al mondo allora! [gg]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da Hairless Heart » 09/07/2014, 1:06

Uhm, che io sappia non è dipeso da Gabriel o comunque dalla band, fu la Charisma a scegliere il formato singolo per il live, peraltro ai tempi di Foxtrot i Cinque non avevano certo un grande potere decisionale.
Quanto al Lamb live nascosto in un cassetto a casa Gabriel, mi è sempre sembrata una leggenda pietropolitana, perchè dovrebbe averla proprio lui? E perchè proprio lui avrebbe dovuto interessarsi a qualcosa inerente una band che non vedeva l'ora di lasciare?
In ogni caso, non credo esistano più possibilità di una pubblicazione. Sono passati il decennale, il ventennale il trentennale ed ora anche il quarantennale, se volevano programmare un'uscita spilla-quattrini lo avrebbero già fatto.
E veniamo alla domanda oggetto del topic: potrei non condividere alcune scelte di canzoni, ma si tratta di inezie, almeno nella Gabriel-era. Wind & Wuthering avrebbe potuto essere molto migliore se fosse stato dato più spazio alle idee di Hackett (avremmo una Your own special way in meno [prrr] e una Please don't touch! [slurp] in più).
Infastidisce, a distanza di quarant'anni, l'atteggiamento della band nei confronti di Gabriel, quando lui aveva seri problemi familiari proprio durante la gestazione di The lamb. Anni più tardi, a Collins sarebbe stato riservato un trattamento ben migliore.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da Lamia » 09/07/2014, 15:12

Beh, si , in effetti e' una leggenda quella del live di The Lamb, potrebbe starci nel senso che l'album e' stato molto importante per Peter/Rael , di conseguenza un presunto 'sequestro' a casa di Peter sarebbe possibile ma, come ben dici, si tratta solo di voci, e neanche troppo affidabili.

Anche per me alcune scelte sono discutibili, per es. , nell'era post Gabriel, la mancanza di alcuni pezzi scartati negli album ufficiali come Naminanu, che trovo carinissima e avrebbe benissimo potuto , per esempio, rimpiazzare un'insulsa "Who dunnit?" , oppure Evidence of Autumn , molto carina anche questa.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da Hairless Heart » 10/07/2014, 1:31

Vero, se fosse andato in porto il progetto originale (poi uscito come bootleg, Abacab Complete) avremmo avuto una minisuite Dodo/Lurker/Submarine/Naminanu che avrebbe alzato un po' il livello di quel disco. Ma non da farlo arrivare molto oltre la sufficenza.
Per quanto riguarda la sciagurata Who Dunnit?, ci pensavo tempo fa: come sonorità, per assurdo l'avrei vista bene su The lamb. :o
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Henry Hamilton
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 151
Iscritto il: 20/02/2011, 23:26
Località: veneto

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da Henry Hamilton » 27/09/2014, 21:52

La cosa indecorosa, è che abbiano detto che >Who dunnit" era la loro risposta al Punk. Non credo che ci fosse bisogno di risposta alcuna, da parte loro, specie con un coacervo di rumori da sfasciacarrozze. Il discorso del video di "The Lamb" in mano a Peter non quaglia. Sappiamo per certo che il custode del materiale, tutto il materiale sonoro o meno, era Tony Banks. Se non è uscito niente, è semplicemente perché non c'è. E ci credo. All'epoca,ricordiamoci che erano una macchina da musica, ma anche un juke-box per cercare di ripianare i debiti. Dovevano pensare solo a suonare e non c'era spazio per altre considerazioni. Semmai, era lo staff che avrebbe dovuto organizzare le cose meglio. Ma anche loro erano concentrati solo su come fare a riportare i conti in nero, dal rosso fuoco in cui erano. In più, non c'erano molte aquile nello staff Charisma...Il discorso è pesante, ma coinvolge tutto il loro apparato. Non solo mancanza di documenti video, scelte di pezzi opinabili ecc. C'è anche la questione dei demotapes (affrontata qui in altro topic) pesantemente danneggiati in alcuni brani per cattiva conservazione. Non sempre un management è all'altezza del valore dei propri assistiti.

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da drumboy95 » 05/11/2014, 1:17

riesumando la domanda iniziale e tornando nel forum dopo 1 anno e mezzo o più di assenza:
scelte sbagliate: peter che lascia la band, steve che lascia la band, i dischi dopo il 1980, non aver filmato the lamb, non aver fatto una reunion a 5.e fin qui siamo d'accordo tutti, più o meno.
per il resto non saprei, si tratta di piccolezze che i bootleg hanno risolto, effettivamente però un bel disco live corposo del periodo selling england mi sarebbe piaciuto

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da theNemesis » 14/11/2014, 13:16

Secondo me la più discutibile scelta di tutte è stata quella di non riprendere decentemente e ufficialmente nessun concerto memorabile dell'epoca Gabriel.
Se guardiamo ad altri gruppi storici dell'epoca, tutti hanno pubblicato discreti o anche buoni DVD di live dell'epoca (parliamo di Deep Purple, Led Zeppelin, Yes e altri).
I Genesis no... Forse è vero che il management non era all'altezza...
Dancing on time way...

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da aorlansky60 » 13/07/2018, 16:00

La più spontanea che mi viene in mente (non una sorpresa, per chi mi conosce dai tempi del GFI):

avere "cassato" "DEJA-VU" (una composizione a firma Hackett&Gabriel) per favorire "More fool me" (di Rutherford) da pubblicare su SELLING ENGLAND BY THE POUND. La prova [ulteriore] di quanto "politicamente" Hackett non contasse come Rutherford (o Banks) nell'economia generale della band; per l'occasione, avrebbe potuto essere difeso da Gabriel(considerato che quest'ultimo era coautore), ma questi era già troppo impegnato contro Banks che gli voleva estromettere buona parte di THE BATTLE OF EPPING FOREST...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Henry Hamilton
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 151
Iscritto il: 20/02/2011, 23:26
Località: veneto

Re: Scelte discutibili e/o non condivisibili dei Genesis

Messaggio da Henry Hamilton » 22/08/2019, 2:48

ci sta. come pure, aver del tutto evitato di sviluppare l'idea alternativa a The Lamb, che, poi, trova un richiamo in Mad Man Moon. Dovev essere quello il concept album, ambientato in una dimensione onirica nel mondo arido dove Mad Man Moon si scontra con il perfido Sandman. Ma Peter aveva già l'idea pronta, molto più originale ed adatta ai tempi delle proteste pro minoranze, oltre a strizzare l'occhio al mercato Usa. Io penso che, l'avessero sviluppata, avrebbe potuto essere la chiusura perfetta per quel periodo magico. Ma delle incazzature tra membri, dei problemi aggiuntivi causati da conti che non tornavano, influenze nefaste del management ecc, ne abbiamo già parlato più volte.

Rispondi