PINK FLOYD: la classifica degli album!

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da reallytongues » 30/09/2013, 10:50

Neme non hai messo the Piper!! :?
2old se vuoi darci un parere per ogni album sarebbe interessante [nw]
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da reallytongues » 30/09/2013, 11:09

io vorrei rifarla:

1. Dark Side - Album che raggiunge il massimo della ricerca sonora e lirica, coniuga sperimentazione e comunicatività. Apice della musica POP tutta.
2. A Saucerful of Secrets - A parte qualche piccola ingenuità è forse l'album perfetto dei primi Floyd sperimentali, i due brani più celebri (Set Control e A Sucerful) bastano a farne il gruppo più importante del pianeta di quel tempo
3. Ummagumma - se si potesse avere il live a Pompei come disco ufficiale sarebbe forse il primo in classifica, questo invece è un ottimo documento dei migliori Floyd dei 60 e del loro coraggio intellettuale.
4. The Piper. Sicuramente il più geniale degli album dei Floyd anche se sconta l'usura del tempo, memorabile e secondo me il capolavoro dei Pink "Astronomy Domine" con quel ritmo al cardiopalma
5. Atom Heart Mother - Ottimo prog album che lancia il gruppo nei 70
6. Meddle - ritorno alla psichedelia, da grandi maestri miscelano l'acid rock inglese e americano: è come un ritorno alle origini prima del botto di dark side e il successo mondiale
7. The Wall - lavoro importantissimo per la musica pop, anche se troppo pesante
8. More - bellissimo disco con deliziose e a volte malinconiche canzoni brevi: i Pink Floyd più intimisti
9. Wish You- lo trovo un lavoro solo discreto, "welcome to Machine" è il brano migliore degli ultimi Floyd
10. Obcured- disco secondario, ma godibilissimo, interessante e molto ben rifinito. Da riscoprire
11. Animals- lavoro cupo e sfocato, il sound è prog, ma di quello più forzato e invecchiato, i brani risultano fiacchi e pure poco eleganti. forse l'unica insufficienza che si meriterebbero con the Final Cut
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2101
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da theNemesis » 30/09/2013, 11:58

non l'ho mai capito/sopportato/compreso Piper...
[smile]
Dancing on time way...

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da rim67 » 30/09/2013, 20:21

1 - The Wall
2 - The dark side of the moon
3 - Middle
4 - Wish you were here
5 - Animals
6 - Atom heart mother
7 - Oscured by clouds
8 - The Final Cut
9 - The division bell
10 - A Momentary Lapse of Reason

I primi album, a parte Atom heart mother, sono per me troppo allucinati :shock:
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 02/10/2013, 16:46

2old se vuoi darci un parere per ogni album sarebbe interessante [nw]
Va bene [happy]
Non essendo consentiti ex-aequo, fra la genialità di THE PIPER AT THE GATES OF DAWN e la perfezione di DARK SIDE OF THE MOON scelgo banalmente quest’ultima (qualche anno fa avrei forse fatto la scelta inversa). Comunque il primo rimane uno degli album più rappresentativi dei viaggi (allucinanti o spaziali fa lo stesso) che si facevano all’epoca.
A SAUCERFUL OF SECRETS lo trovo anche io un po’ sottovalutato: certo è un tipico disco di transizione ma contiene alcune pietre miliari (la title track, Set The Controls For The Heart Of The Sun) oltre all’ultimo sberleffo del diamante pazzo (Jugband Blues).
Da qui parte il c.d. periodo di mezzo, in cui i Floyd segnano il passo nei brani brevi (salvo la magica Julia Dream e qualche delicato folk di MORE) ma non in quelli strumentali (per questo UMMAGUMMA live rimane essenziale; meno quello in studio). Di questa fase più prog preferisco MEDDLE ad ATOM HEART MOTHER (la prima assolutamente perfetta; della seconda mi convincono solo alcune parti, in particolare quelle corali).
Per arrivare a Dark Side manca OBSCURED BY CLOUDS, disco minore però con alcune perle (Burning Bridges , Childhood's End). DARK SIDE OF THE MOON, seppure iperinflazionato, resta un capolavoro (come concezione e come produzione). WISH YOU WERE HERE non altrettanto riuscito ma comunque bellissimo. Da ANIMALS in poi comincia la deriva paranoide di Waters e, ahimè, per me, la fine del gruppo: fra gli ultimi preferisco ANIMALS perché ancora ci sento i PF che ho amato (d’altro canto quasi tutti i brani venivano dai live del 75-76) e che ho ritrovato un po’ con THE DIVISION BELL ma lì già eravamo nel dopostoria.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

limenitis
Novellino
Novellino
Messaggi: 23
Iscritto il: 14/12/2011, 14:26
Località: Cargese

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da limenitis » 09/01/2014, 11:42

1. Ummagumma - la perfezione nell'incertezza di ciò che sarà. Un live, forse il miglior live di musica rock mai inciso su disco, 4 brani brani memorabili in versioni orgasmiche. Un disco in studio che è un vortice di creatività a volte ingenua a volte grandiosa. Il trip bucolico di Grantchester Medows da solo basterebbe a consegnarlo all'immortalità.

2. The Dark Side of the Moon - ogni suono e nota sono talmente al posto giusto da dare quasi fastidio. Ma l'immensa grandezza del lato oscuro è soprattutto nel mood generale, in quell'ironia malinconico/decadente, e nei brani che si impongono fin da subito come strepitosi classici. Il finale col capolavoro Brain Damage/Eclipse ne è la summa perfetta.

3. Atom Heart Mother - dal minuto 3 in poi si galleggia fra le nuvole, non occorrerebbe aggiungere altro. La suite più grandiosa di sempre, colonna sonora per un'apocalisse immaginaria/immaginata. Lato b non all'altezza ma chi ci bada...

4. The Piper at the Gates of Dawn - pur con le sue ingenuità (le filastrocche sul lato b) questo lp resta IL capolavoro di tutta la psichedelia dei '60. Qualsiasi cosa coeva, al di qua e al di là dell'Atlantico, al cospetto suona inesorabilmente "vecchia" e datata. Il trittico iniziale Astronomy Lucifer Matilda e la grandiosa Interstellar Overdrive si stagliano ancora oggi come gemme scintillanti nel diadema della musica.

5. A Saucerful of Secrets - parimerito con Piper nella scala di valutazione. Più che un'opera finita, una serie di meravigliose idee che prefigurano i PF del dopo Barrett. La nuova leadership di Waters primeggia in Let There be More Light ma soprattutto nella straordinaria Set the Controls for the Heart of the Sun, destinata assieme alla title-track a diventare uno dei grandi classici live e non a caso immortalate con due versioni stratosferiche nel Live di Ummagumma.

6. The Wall - ambizioni cinematografiche, grande suono, produzione perfetta e una manciata di brani memorabili per un'opera rock che non smette mai di affascinare.

Meddle - la suite la preferisco di gran lunga nella versione "pompeiana" ma resta comunque un grandissimo pezzo anche in studio. One of these Days è forse il loro brano più avanti di sempre.

Animals - il loro disco più graffiante a livello di sonorità, a tratti sembrano un'altra band. Pezzi come Sheep e Dogs ne fanno l'ennesimo capolavoro.

The Final Cut - drammone incentrato sugli incubi di un Waters maturo e in stato di grazia. Gli altri Floyd utilizzati come comparse ma cosa importa se il risultato è questo...

Wish You Were Here - l'unico disco dei PF classici che non mi piace. Inutilmente pomposo e magniloquente (non alla maniera sublime di Atom per intendersi), "psichedelia" preconfezionata e rassicurante per riccardoni arrivati o musica masturbatoria per ex capelloni burocrati stempiati. L'apocalittica Welcome to the Machine e l'andamento gradevole di Have a Cigar non lo salvano dall'insufficienza.
Stefano

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7956
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da Hairless Heart » 09/01/2014, 14:19

Su molte cose la pensiamo quasi all'opposto, specie...
L'apocalittica Welcome to the Machine e l'andamento gradevole di Have a Cigar
Pensa che io le skippo regolarmente.
[bye] ;)
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

limenitis
Novellino
Novellino
Messaggi: 23
Iscritto il: 14/12/2011, 14:26
Località: Cargese

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da limenitis » 09/01/2014, 15:29

[smile]
Stefano

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2101
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da theNemesis » 09/01/2014, 15:50

limenitis ha scritto:1. Ummagumma - la perfezione nell'incertezza di ciò che sarà. Un live, forse il miglior live di musica rock mai inciso su disco, 4 brani brani memorabili in versioni orgasmiche. Un disco in studio che è un vortice di creatività a volte ingenua a volte grandiosa. Il trip bucolico di Grantchester Medows da solo basterebbe a consegnarlo all'immortalità.
Non mi ha mai convinto Mammagamma, lo trovo pretenzioso e certe volte troppo sopra le righe.
limenitis ha scritto:2. The Dark Side of the Moon - ogni suono e nota sono talmente al posto giusto da dare quasi fastidio. Ma l'immensa grandezza del lato oscuro è soprattutto nel mood generale, in quell'ironia malinconico/decadente, e nei brani che si impongono fin da subito come strepitosi classici. Il finale col capolavoro Brain Damage/Eclipse ne è la summa perfetta
Qui concordo pienamente [suddito]
limenitis ha scritto:3. Atom Heart Mother - dal minuto 3 in poi si galleggia fra le nuvole, non occorrerebbe aggiungere altro. La suite più grandiosa di sempre, colonna sonora per un'apocalisse immaginaria/immaginata. Lato b non all'altezza ma chi ci bada...
Assolutamente d'accordo.
limenitis ha scritto:4. The Piper at the Gates of Dawn - pur con le sue ingenuità (le filastrocche sul lato b) questo lp resta IL capolavoro di tutta la psichedelia dei '60. Qualsiasi cosa coeva, al di qua e al di là dell'Atlantico, al cospetto suona inesorabilmente "vecchia" e datata. Il trittico iniziale Astronomy Lucifer Matilda e la grandiosa Interstellar Overdrive si stagliano ancora oggi come gemme scintillanti nel diadema della musica.
Non mi è mai piaciuta la psichedelia, men che mai quella degli anni '60...
limenitis ha scritto:5. A Saucerful of Secrets - parimerito con Piper nella scala di valutazione. Più che un'opera finita, una serie di meravigliose idee che prefigurano i PF del dopo Barrett. La nuova leadership di Waters primeggia in Let There be More Light ma soprattutto nella straordinaria Set the Controls for the Heart of the Sun, destinata assieme alla title-track a diventare uno dei grandi classici live e non a caso immortalate con due versioni stratosferiche nel Live di Ummagumma.
A mio parere, è un album sopravvalutato. Contiene spunti interessanti che saranno poi sviluppati nel futuro dai PF, ma non lo trovo particolarmente affascinante.

limenitis ha scritto:6. The Wall - ambizioni cinematografiche, grande suono, produzione perfetta e una manciata di brani memorabili per un'opera rock che non smette mai di affascinare.
Nasce come concept album e poi diventa un opera rock sulla scia della caduta del muro di Berlino. A tratti affascinante e coinvolgente, spesso noioso. La versione live di Waters è notevolissima.

limenitis ha scritto:Meddle - la suite la preferisco di gran lunga nella versione "pompeiana" ma resta comunque un grandissimo pezzo anche in studio. One of these Days è forse il loro brano più avanti di sempre.
Lo trovo appena sotto Atom, la suite è perfetta ed evocativa, il lato B contiene un paio di chicche (tra cui concordo inserire One of these days).
limenitis ha scritto:Animals - il loro disco più graffiante a livello di sonorità, a tratti sembrano un'altra band. Pezzi come Sheep e Dogs ne fanno l'ennesimo capolavoro.
Decisamente non sono d'accordo... [smile] L'ho sempre trovato un album trainatissimo dai media quando è uscito, ma non all'altezza dei precedenti. Alcuni pezzi sono noiosi e ripetitivi. Sheep sarebbe carina se durasse la metà...

limenitis ha scritto:The Final Cut - drammone incentrato sugli incubi di un Waters maturo e in stato di grazia. Gli altri Floyd utilizzati come comparse ma cosa importa se il risultato è questo...
Per me è solo una brutta copia di The Wall... Troppo Waters qui dentro.... :D
limenitis ha scritto:Wish You Were Here - l'unico disco dei PF classici che non mi piace. Inutilmente pomposo e magniloquente (non alla maniera sublime di Atom per intendersi), "psichedelia" preconfezionata e rassicurante per riccardoni arrivati o musica masturbatoria per ex capelloni burocrati stempiati. L'apocalittica Welcome to the Machine e l'andamento gradevole di Have a Cigar non lo salvano dall'insufficienza.
Non sono d'accordo... per me Wish è uno dei migliori, togliendo proprio i due brani che tu citi...
De gustibus... [smile]
Dancing on time way...

Avatar utente

limenitis
Novellino
Novellino
Messaggi: 23
Iscritto il: 14/12/2011, 14:26
Località: Cargese

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da limenitis » 10/01/2014, 10:53

theNemesis ha scritto:
limenitis ha scritto:Meddle - la suite la preferisco di gran lunga nella versione "pompeiana" ma resta comunque un grandissimo pezzo anche in studio. One of these Days è forse il loro brano più avanti di sempre.
Lo trovo appena sotto Atom, la suite è perfetta ed evocativa, il lato B contiene un paio di chicche (tra cui concordo inserire One of these days).
Mi piace troppo quella di Live at Pompeii (ma perchè diavolo non hanno mai fatto uscire un disco ufficiale? Misteri della fede) per sbavare sull'lp.
theNemesis ha scritto:
limenitis ha scritto:Wish You Were Here - l'unico disco dei PF classici che non mi piace. Inutilmente pomposo e magniloquente (non alla maniera sublime di Atom per intendersi), "psichedelia" preconfezionata e rassicurante per riccardoni arrivati o musica masturbatoria per ex capelloni burocrati stempiati. L'apocalittica Welcome to the Machine e l'andamento gradevole di Have a Cigar non lo salvano dall'insufficienza.
Non sono d'accordo... per me Wish è uno dei migliori, togliendo proprio i due brani che tu citi...
De gustibus... [smile]
Lo so lo so, penso di essere uno dei pochissimi pinkfloydiani ai quali non piace. L'unica reazione che mi provoca è [sleep] lo vedo come una sorta di Dark Side uscito male, mi comunica un pathos finto.
Stefano

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da SH61 » 10/01/2014, 13:14

Mi trovo perfettamente in linea con i gusti di TheNemesis, eccetto forse cha a me Wish piace anche nei 2 brani in discussione; ciò non toglie che la si possa vedere in maniera diversa, ovviamente.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2101
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da theNemesis » 10/01/2014, 15:35

SH61 ha scritto:Mi trovo perfettamente in linea con i gusti di TheNemesis....
E ci credo.... siamo dello stesso anno (61) !!! [smile]
Dancing on time way...


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da elio77 » 12/05/2014, 16:23

1° The dark side of the moon: Grazie a Money è un album imperfetto e così vivo,di cuore
2° Middle: Il lisergico Echoes accostato a stupende ballate,album freschissimo e libero
3° The piper at the gates of dawn: Dolcissime canzoni pop inglesi contaminate con geniali innovazioni e musiche decisamente acide,album sempre attualissimo
4° A sacreful of secret: Cominciano ad abbandonare le "musichette" e ad eslporare nuove architetture,sempre con un po' di incoscenza e cuore
5° Atom heart mother: Sperimentale ma ben equilibrato tra musiche di ampio respiro,sperimentazione e ballate
6° More: Buon album semza pretese ma ancora molto fresco
7° Ummagumma: Bellissima la parte live ma quella in studio a momenti non mi entusiasma moltissimo
8° Oscured by clouds: FAcile ascolto ma piacevole
9: Whish you where here: DIsco molto bello ma credo che i Pink floyd abbiano perso freschezza da questo album in poi,sono diventati più maturi,più architetti calcolatori e meno giovani esploratori,ad ogni modo a tratti riesce ancora ad emozionarmi
10: The wall: Ottimo disco ma salvo qualcosina non sono più i Pink Floyd che mi emozionano e che mi fanno venire la pelle d'oca e farmi "viaggiare" con le loro melodie,ottimo disco ma freddo
11: Animals: Bei pezzi ma ripetitivi,ottimo gusto ma poco fantasiosi.
12: The final cut: Il nome dice tutto
13 ed altri sinceramente li ho ascoltati poco ma fin troppo per i miei gusti

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da reallytongues » 12/05/2014, 17:28

concordo con tutto quello che hai scritto
bella disamina e classifica Elio!
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7956
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da Hairless Heart » 13/05/2014, 19:51

A questo punto s'impone una classifichina. Come per i Genesis, ho preso in considerazione i primi 7 titoli di ogni classifica personale, con punteggi ovviamente da 7 a 1.

1°) THE DARK SIDE OF THE MOON – punti 88
2°) ATOM HEART MOTHER – pt 70
3°) MEDDLE – pt 59
4°) WISH YOU WERE HERE
ANIMALS – pt 46
6°) THE PIPER AT THE GATES OF DAWN – pt 45
7°) THE WALL – pt 43
8°) UMMAGUMMA – pt 32
9°) A SAUCERFUL OF SECRETS – pt 25

10°) LIVE AT POMPEI – pt 5
11°) THE FINAL CUT
THE DIVISION BELL – pt 3
13°) MORE
OBSCURED BY CLOUDS
PULSE – pt 2
16°) IS THERE ANYBODY OUT THERE? – pt 1
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

FloydianIggy
Novellino
Novellino
Messaggi: 23
Iscritto il: 08/10/2014, 20:50

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da FloydianIggy » 13/10/2014, 21:26

Well...
1-The Dark Side Of The Moon
2-Wish You Were Here
3-The Piper At The Gates Of Dawn
4-Animals
5-Atom Heart Mother
6-Meddle
7-A Saucerful Of Secrets
8-The Final Cut
9-More
10-Ummagumma
11-The Division Bell
12-The Wall
13-Obscured By Clouds
14-A Momentary Lapse Of Reason

Non è stato per nulla facile :lol:
-I'll see you on the Dark Side of the Moon...-

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da rim67 » 16/10/2014, 20:20

rim67 ha scritto:1 - The Wall
2 - The dark side of the moon
3 - Middle
4 - Wish you were here
5 - Animals
6 - Atom heart mother
7 - Oscured by clouds
8 - The Final Cut
9 - The division bell
10 - A Momentary Lapse of Reason

I primi album, a parte Atom heart mother, sono per me troppo allucinati :shock:
In questo periodo ho riascoltato e rivalutarto "The Piper at the Gates of Dawn". Devo dire mi piace assai [fisc] ; per non parlare di Atom heart mother che oggi sicuramente metterei nelle prime posizioni!
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da reallytongues » 21/10/2014, 15:08

io invece sto riconsiderando "Meedle" come il capolavoro dei Pink Floyd
"The Piper" appena dietro (che poi sembra di ascoltare un'altra band)
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da Mick Channon » 21/10/2014, 15:35

Non conosco tutta la discografia ma io ho sempre considerato Meddle il loro capolavoro,venendo spesso sbeffeggiato [nw]
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: PINK FLOYD: la classifica degli album!

Messaggio da reallytongues » 21/10/2014, 17:14

La tendenza odierna (ma già dagli anni 80-90 coumunque) a valorizzare i Floyd post "Dark Side" quelli più nichilisti e in qualche modo più vicini all'esetica e filosfia new wave post-punk ha fatto crollare le attenzioni a lavori ben più di spessore come "Meedle" che invece sono pienamente psichedelici e legati a sonorità quasi west coast american style.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Rispondi