SYD BARRETT

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
ella
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 25/03/2012, 18:42

SYD BARRETT

Messaggio da ella » 26/03/2012, 19:28

Roger Barrett nacque il 6 gennaio 1946 a Cambridge.Syd non fu l'unico soprannome che venne dato a Barrett. A scuola divenne noto come Syd il Beat, Syd-Knee e Sydernee.
Nel 1965 Barrett diede al gruppo il nome di Pink Floyd Sound. Sempre nel 1965, Barrett inventò il nome definitivo della band: Pink Floyd, dal nome di due dei suoi bluesmen preferiti (Pink Anderson e Floyd Council). Barrett disse tuttavia ai giornalisti che il nome gli era stato suggerito da creature extraterrestri. Il passo successivo fu il "furgone Floyd", che serviva a trasportare l'attrezzatura da un concerto all'altro: Barrett vi dipinse sul parafango il nome Pink Floyd con vernice nera e rosa.
All'estate del '65 risalgono i primi bootleg dei Pink Floyd Sound, due canzoni composte da Barrett e Klose: Lucy Leave e la cover di (I'm A) King Bee di Slim Harpo, già incisa l'anno precedente dai Rolling Stones per l'omonimo album di debutto. Davanti allo stile che la band stava acquisendo sempre di più, alla delirante follia dell'ultima trovata di Syd, la canzone Bike, il primo chitarrista Bob Klose, purista del blues, decise di abbandonare il gruppo di Barrett e compagni.

Il primo netto cambiamento in Syd avvenne durante la promozione del loro primo LP. Si notò, infatti che mentre gli altri membri del gruppo erano amichevoli, Barrett « guardava negli occhi [...] e nel suo sguardo non c'era un singolo battito di ciglia o un accenno di vitalità, come se non ci fosse nessuno in casa».

Purtroppo Syd era schiavo delle droghe, dalle quali non è riuscito mai a sfuggire.

Prima di ritirarsi a vita privata incise due LP da solista (The Madcap Laughs e Barrett), mentre a partire dagli anni ottanta è stato oggetto di numerose biografie.
(Da Wikipedia)

Dire che Syd Barrett sia stato solo un grande musicista è riduttivo. Infatti, a casa sua a Cambridge, ci sono ancora i segni di alcuni suo lavori su carta.


Qui sotto vi posto un pezzo che mi piace molto::

http://www.youtube.com/watch?v=1tY1aNaIazA
Il sonno della ragione genera mostri

Avatar utente

Topic author
ella
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 25/03/2012, 18:42

Re: SYD BARRETT

Messaggio da ella » 26/03/2012, 19:29

Spero di essere stata abbastanza chiara, questo è il mio primo post e confido nella vostra benevolenza.
Il sonno della ragione genera mostri

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: SYD BARRETT

Messaggio da Hairless Heart » 26/03/2012, 23:10

Amo da impazzire The Madcap Laughs e Barrett, in perenne equilibrio (molto, molto precario) tra genio e follia. [nc]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: SYD BARRETT

Messaggio da mozo » 26/03/2012, 23:38

Amo da impazzire The Madcap Laughs e Barrett, in perenne equilibrio (molto, molto precario) tra genio e follia.
Come non quotare ciò :D

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: SYD BARRETT

Messaggio da Harold Barrel » 27/03/2012, 20:50

Grazie per questa contestualizzazione storica dell'attività di Syd, Ella.
Il suo contributo lasciò tracce profonde nei dischi senza di lui (lo so, è una banalità).
Ma posso chiederti una cosa? Insterstellar Overdrive è principalmente sua oppure no? Almeno sulla mia versione di Ummagumma non appare tra i compositori.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
ella
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 25/03/2012, 18:42

Re: SYD BARRETT

Messaggio da ella » 27/03/2012, 20:58

Penso proprio di sì. Anche io in un primo momento ero incerta.Questo lavoro risale al '67, mentre Syd Barrett ha abbandonato il gruppo ufficialmente nel '68.


Spero di essere stata chiara
Il sonno della ragione genera mostri


elio77
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 619
Iscritto il: 09/05/2014, 15:37

Re: SYD BARRETT

Messaggio da elio77 » 11/05/2014, 17:45

grandissimo artista,belli i dischi solisti ma anche se hanno tutti ottime basi melodiche si vedono i problemi di Barrett,sembra voglia fare di più ma non riesce,in the piper at the gates of dawn invece mantiene le melodie tipiche inglesi,molto bucoliche,viaggi interstellari ed una pscichedelia fatta con gusto,senza strafare,in alcune canzoni come the gnome,bike,chapter 24 appena accennati alcuni effetti ma con classe da vendere,anche i primi singoli dei Pink Floyd sono piccole perle,da solista anche con l'ausilio dei soft machines e gilmour per i miei gusti non ugulia i livelli dei primi lavori

Rispondi