Quali Pink Floyd preferite?

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7967
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Hairless Heart » 07/01/2012, 22:50

Sono d'accordo che non raggiunga le vette dei due che hai citato. Ma è forse il disco dei Pink Floyd più "omogeneo", cioè che mantiene lo stesso standard di buona qualità dalla prima all'ultima nota, con almeno tre chicche: l'intro di Dogs, l'intro e il finale di Sheep. Altro che Confortably ciomp [prrr] .
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Musical Box_93
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 328
Iscritto il: 07/02/2011, 21:10
Località: Teramo

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Musical Box_93 » 07/01/2012, 23:39

Harold Barrel ha scritto:
mozo ha scritto:
Musical Box_93 ha scritto:
Animals è un fottutissimo capolavoro
Animals è IL capolavoro. Sempre sostenuto.
Ma che cos'ha di tanto speciale? Almeno secondo me, a confronto con un Meddle o Atom non regge... Animals è un gran disco, ma non credo possa eguagliare alcune glorie del passato.
Mha,trovo Dogs uno dei picchi massimi della musica(assolo di Gimour nella parte centrale),e la canzone nel complesso è splendida ed emozionante,con un testo importante.Pigs forse la più "debole" ma di debole ha poco,ritmo incalzante con un assolo finale strepitoso.Sheep con la parte cantata molto frenetica,geniale il pezzo dove recita "il signore è il mio pastore",anche questa finale da urlo.Per concludere fanno da cornice le 2 malinconiche Pigs on the wing.Per me è il 2° miglior album.Meddle non regge solo con Echoes e One of these days,trovo le altre molto sottotono.
You've got to be crazy

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da reallytongues » 08/01/2012, 11:10

Harold Barrel ha scritto:
mozo ha scritto:
Musical Box_93 ha scritto:
Animals è un fottutissimo capolavoro
Animals è IL capolavoro. Sempre sostenuto.
Ma che cos'ha di tanto speciale? Almeno secondo me, a confronto con un Meddle o Atom non regge... Animals è un gran disco, ma non credo possa eguagliare alcune glorie del passato.
Eppure leggo anche su altri Forum che è molto apprezzato, alcuni lo adorano. A me non dice molto [spock]
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Progknight94 » 08/01/2012, 14:30

Dogs per me poteva durare 9 minuti e ciàppa..

Avatar utente

Topic author
mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da mozo » 08/01/2012, 19:48

Hairless Heart ha scritto:
Sono d'accordo che non raggiunga le vette dei due che hai citato. Ma è forse il disco dei Pink Floyd più "omogeneo", cioè che mantiene lo stesso standard di buona qualità dalla prima all'ultima nota, con almeno tre chicche: l'intro di Dogs, l'intro e il finale di Sheep.
Propio così. Tra tutti gli album dei Floyd è quello che mi sembra il più omogeneo, un pò come Foxtrot per i Genesis, con le dovute proporzioni. L'altro motivo che mi spinge a metterlo sulla vetta della mia classifica personale è quella strana atmosfera che lo pervade dall'inizio alla fine, che sa quasi di opaco, seppia, a me, particolarmente gradita; forse è anche la copertina (la mia preferita dei Floyd), così desolante ed allo stesso tempo magnifica, che mi influenza nell'ascolto del disco in questione, che mi da queste strane sensazioni, o visioni. Quando ascolto Dogs, nella sezione centrale, dove si sente il latrato dei cani, non posso che pensare al paesaggio della campagna autunnale al tramonto nei pressi di casa mia; un territorio che amo con tutto me stesso, tra le montagne dell'Abruzzo. Ritengo Echoes il loro brano migliore, l'ho già ribadito altrove; su Animals nessun pezzo si avvicina nemmeno lontanamente alla sua magnificenza. Ma Animals ha qualcosa in più rispetto a Meddle. Meddle può essere più classico, avere al suo interno il capolavoro dei Floyd, ma non ha l'omogeneità e la compattezza delle atmosfere che invece ha l'album del '77. Meddle ha una splendida canzone che io annovero tra le più belle in assoluto, A Pillow of Winds, che, non so perchè, a me ha sempre fatto pensare all'atmosfera dolce ma allo stesso tempo tesa ed inquietante dei Settanta, almeno da come mi sono stati tramandati dai racconti paterni densi di emozione. I Floyd sono per me una band essenzialmente musicale, forse è per questo che non amo i lavori watersiani come The Wall e The Final Cut, troppo verbosi, specialmente l'ultimo. La loro musica è per me la quintessenza degli anni Settanta, densa di quell'inquietudine grigia ma allo stesso tempo affascinante. La band anni Settanta per eccellenza, se vogliamo dirla in parole povere. Guardacaso A Pillow of Winds recupera quell'atmosfera grigiastra ma sognante di Echoes, come anche One of These Days; sono le migliori di Meddle. Fearless, San Tropez e Seamus, se pur ottime, calano di qualità rispetto alle altre tre, e, cosa più importante, non hanno l'atmosfera "guida" dell'album, quella che invece le altre tre hanno; quell'atmosfera comune tra i brani che si trova per esempio in ogni album dei Genesis almeno fino a Wind & Wuthering. Questo infatti è stato il merito principale di quella band. La comunanza delle atmosfere in ciascun album. Non avrebbe senso, chessò, prendere un qualsiasi brano da Selling England così com'é e metterlo su Foxtrot di sana pianta; rovinerebbe l'armonia e la magia dei due album, non sarebbe più la stessa cosa. I Genesis sono l'unica band che mi da questo effetto. Tornando ai Floyd, Animals è l'unico disco della band negli anni Settanta che ha questa caratteristica. Ogni suo brano ha lo stesso timbro, la stessa "marca". Caratteristica che hanno anche album dei Sessanta, come The Piper e Saucerful, rispettivamente al loro interno; l'uniformità delle atmosfere. Forse un paragone del genere si potrebbe anche fare con Dark Side, dove i brani sono come "bagnati" in una sorta di sound in forma liquida che gli rende attinenti, ma, almeno fino ad ora, non mi è parso di sentire in Dark Side un brano che possa competere con i migliori di Animals, che quindi giudico loro album migliore. Tutto ovviamente secondo la mia umile opinione.

Avatar utente

Musical Box_93
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 328
Iscritto il: 07/02/2011, 21:10
Località: Teramo

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Musical Box_93 » 08/01/2012, 23:11

Ehi mozo anch'io sto in Abruzzo [smile] ,Teramo precisamente,te?
You've got to be crazy

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4163
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Watcher » 09/01/2012, 6:22

Ragazzi, cerchiamo di non trasformare i topic in chat, per certe cose ci sono gli MP. ;)

Al limite si precisa che è un OT ma poi si rientra nell'argomento.

Nel caso specifico, l'ottimo intervento di Mozo merita una altrettanto replica.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da reallytongues » 09/01/2012, 10:45

Allora replico io a Mozo.
Secondo me quello che intende lui come patina atmosferica che avvolge un disco come Animals, può essere si un punto di attrattiva, ma secondo me è una lama a doppio taglio nel senso che proprio quella patina per me come per altri significa musica sbiadita, non a fuoco, lontana nel tempo..
Ripeto la cosa può essere personale, nel senso che un oggetto antico alcuni lo considerano chincaglieria altri preziosità.
Secondo me un qualcosa di artistico deve arrivare pulito ed elettrico, chiaro come il sole senza nebbioline nostalgiche. Insomma non deve essere la nebbiolina a dimostrare la bellezza, perchè invece la oscura.
Ecco è una considerazione estremizzata ovviamente.
I lavori dei Floyd sono un pò tutti muffosi e apprezzo invece lavori secondo me più cangianti come The Piper, A Sacerful.
Da Ummagumma in poi questa patina è aumentata con alcune eccezioni in Dark Side (bellissimo lavoro anche se con qualche sbavatura di troppo) e The Wall (troppo lungo).
In definitiva i miei album preferiti sono:
Piper
Sacerful
The Wall
Dark Side
Ummagumma
Atom
More
Meddle
Obscured
Animals
Wish
Final
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2327
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Harold Barrel » 09/01/2012, 13:52

Credo che sia Mozo sia Reallytongues abbiano dati spunti molto interessanti.
Quella patina di cui tu parli, Mozo, c'è e secondo me si percepisce moltissimo. A me personalmente Animals piace molto, però quella malinconia dà secondo me l'inizio ad un lento e inesorabile declino della band, in tutti i sensi... Da una parte cominciano a logorarsi i rapporti personali tra i membri della band, che poi si "risolverà" con il predominio decisionale assoluto da parte di Waters e la definitiva esclusione di Rick Wright; d'altra parte, come fa notare Reallytongues, emerge il forte contrasto tra le atmosfere quasi claustrofobiche di Animals e i lavori precedenti. In parole povere, un sound completamente diverso. Che poi piaccia o no, è una questione di gusti.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da mozo » 09/01/2012, 16:09

Il discorso è che nella maggior parte degli album floydiani c'è un certo "distacco", se così vogliamo chiamarlo, di "atmosfere"; un distacco che non trovo in nessun album dei MIEI Genesis, che, per gusti personali, sono la mia band preferita in assoluto e dunque punto di riferimento principale, per valutare la bellezza o meno (secondo me) di un determinato album di un'altra band. Gli album dei Genesis sono dunque, per me, la perfezione assoluta, il paramentro, l'unità di misura. La band in questione ora sono i Floyd, che, come proposta musicale, almeno fino ad Animals appunto, sono al secondo posto della mia classifica, e nessuno potrà toglierceli; ci stanno di diritto. Ora, premetto che io amo tutti i dischi dei Floyd da The Piper fino ad Animals, pur continuando ad apprezzare almeno molte cose di The Wall. Per unità di atmosfere io intendo di preciso la "marca", in un certo senso di un determinato brano, comune ad un altro del suo stesso album di provenienza, e nei dischi genesiani questo si riscontra in TUTTI i brani di un disco: il lugubre e il solenne di Trespass (quella sensazione di ritrovarsi in un luogo selvaggio, in inverno, un bosco spoglio di notte, con la lunapiena nel cielo), il mistico ed il leggendario di Nursery Cryme (quella sensazione di ritrovarsi nella terra di mezzo, il paese di "Alice in Wonderland", a metà tra un'epoca vittoriana alternativa, estetica per molti versi, in stile Oscar Wilde, e il mondo della mitologia greca, il tutto come se fosse dipinto in un affresco barocco, che sa di polvere), l'agrodolce e l'apocalittico di Foxtrot (un senso di drammaticità, di asprezza, ma anche di inattesa morbidezza sognante che arriva tutto ad un tratto per poi RIcatapultare tutto in un baratro senza tempo), il classicismo ed il fiabesco di Selling England (sembra di trovarsi dall'inizio alla fine, anche nella più commerciale I Know, nel mondo delle fiabe celtiche, nei boschi britannici in estate, accanto ai corsi d'acqua, all'epoca dei cavalieri della tavola rotonda [smile] ), il claustrofobico, l'avvenirismo e lo "sporco" di The Lamb (il senso di frustrazione contiunuo del protagonista, il massimo dell'intensità che un albuma abbia saputo regalare, lo spirito della band ora nel mondo reale - che poi tanto reale non è - all'ennesima potenza, l'energia che proviene dalle fondamenta della terra, lo SPIRITO vagabondo), e così via, sono per me l'esempio lampante di una certa coesione; per me hanno più in comune due brani apparentemente diversi come The Musical Box ed Harold the Barrel, che per esempio la Musical Box con Supper's Ready, o con Stagnation. Nei dischi dei Floyd questo succede solo in dischi come The Piper, dove in tutte le tracce si percepisce la follia geniale di Barrett, il suo "tocco", in tutte c'è quella specie di alienazione, una sorta di viaggio ai confini più estremi del cosmo; in Saucerful c'è in tutte un senso, una cappa, una "nebbia" (ebbene si, in Saucerful c'è eccome la nebbia), di vagamente onirico, surreale, "fantasy", per certi versi, ma non troppo. Converrete che in album come Atom (che io amo) la title track non ci azzecca molto con, che so If o la colazione di Alan, ma anche con le atre due, che tra di loro nemmeno hanno tutta questa intesa. Entro i limiti, avrebbero anche potuto trovarsi in un altro disco. In Meddle come ho già detto c'è una nebbia grigia, un vento soffice che a tratti si fa impetuoso ma non diventa mai uragano che scorre in brani come One of These Days, A Pillow of Winds ed Echoes, e basta. In Dark Side la diversa natura dei pezzi è qui "mascherata" da un velo di un tessuto speciale che li riveste e li rende "uniformi", per cui vi andrebbe fatto un discorso a parte. In Wish You Were Here, anche se in modo meno marcato rispetto al precedente, andrebbe forse fatto lo stesso discorso, anche se qui si può ben notare come brani come la title track ed Have a Cigar (tra loro diverse per altro), si discostino da Shine on e Welcome. In Animals si ritorna alle origini, ma con uno stile completamente differente da quelle origini, e diverso in molti sensi dal passato più recente. In Pigs on the Wing, in Dogs ed in tutte le altre si percepisce quel senso comune di nostalgia, appesantito dal "grasso" degli ingranaggi della centrale elettrica della suggestiva copertina che si insinua tra le note e tra la musica, un pò come il tanfo, la polvere, ed il profumo di antico dell'antica città romana fa nel Live at Pompeii. E guardacaso, per gusti assolutamente personali, queste due opere sono ciò che di meglio hanno fatto i Floyd, in mezzo a tutta quella miniera d'oro che è la loro discografia. Ora, dopo tutto questo, potrete darmi del pazzoide schizzato, ma questo è ciò che di più essenziale mi trasmette la musica che amo [smile]

Avatar utente

Topic author
mozo
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 246
Iscritto il: 26/12/2011, 17:03

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da mozo » 09/01/2012, 16:13

Musical Box_93 ha scritto:
Ehi mozo anch'io sto in Abruzzo ,Teramo precisamente,te?
Scusa me ne ero dimenticato! [smile] Io sto vicino Sulmona, in provincia dell'Aquila, non credo tu conosca il nome del paese [smile] [smile]
Watcher ha scritto:
Ragazzi, cerchiamo di non trasformare i topic in chat


Scusate tanto per l'OT, solo che non ho capito come si inviano MP! [smile]

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7967
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Hairless Heart » 09/01/2012, 18:49

Basta che vai sull'avatar dell'utente a cui intendi mandarlo. Sotto il nome, e sotto il numero dei messaggi e la data di iscrizione, trovi un riquadrino con su scritto "PM". Clicca lì e il gioco è fatto. ;)
potrete darmi del pazzoide schizzato
No, io ti do del competente ed innamorato della Musica. Complimenti per le tue analisi e per come hai espresso le tue suggestioni. [bye]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

tommy63
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 558
Iscritto il: 04/02/2011, 16:14
Località: Versilia

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da tommy63 » 09/01/2012, 20:53

Altro che pazzoide schizzato...dalle tue analisi si capisce la tua grande passione per la musica,e dal fatto che motivi in maniera così precisa le tue preferenze si evince che sei un ascoltatore attento e preparato.Ti faccio i miei complimenti.

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da SH61 » 10/01/2012, 17:21

Complimenti per come avete circostanziato le vostre opinioni, qualcuno ha scritto quasi un libro... [smile]

Nel mio intervento sono stato invece anche troppo coinciso. Resta il fatto di quanto conti il momento dell'ascolto.
"Wish" non potrà che rimanere nel mio cuore proprio perchè vissuto in diretta nell'età dei primi ascolti.
E questo vuol dire tanto.
Come ho già detto fui molto colpito da un canzone dei Beatles solo perchè la prima di un disco (e quindi la prima che ascoltai all'epoca), senza per questo essere un capolavoro, e cioè "Back in USSR"; pensate un po'.

Poi resta il fatto che personalmente non amo la musica psichedelica, e questo mi fa amare poco i primi dischi dei PF.

Ciò non toglie che credo che "Dark side", forse a causa dell'incredibile successo che ha avuto, non sia abbastanza considerato, come a equilibrare il giudizio dei tanti acquirenti di questo disco.

Avatar utente

prog91
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/07/2011, 21:55

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da prog91 » 19/01/2012, 19:27

SH61, sono d'accordo con il tuo ultimo intervento. Però non riesco a capire che cosa intendi dire riguardo alla fama di Dark Side... Mi par di capire che tu credi che, essendo così famoso, viene trattato con superficialità. È così?

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da reallytongues » 28/01/2012, 13:49

prog91 ha scritto:SH61, sono d'accordo con il tuo ultimo intervento. Però non riesco a capire che cosa intendi dire riguardo alla fama di Dark Side... Mi par di capire che tu credi che, essendo così famoso, viene trattato con superficialità. È così?
Lo stesso mio problema.
Solo ultimamente mi sono messo ad ascoltarlo con attenzione.
Forse il disco più bello dei Floyd, anche se non riesce a soddisfarmi come i primi album.
Però devo dire che per essere un disco del 73 è veramente un miracolo, tutto il prog viene spazzato via da questo pop-rock sofisticato, ma al contempo semplice e pulito.
I Floyd dimostrano definitivamente che non è la tecnica virtuosa e complicata a essere vincente, ma il concetto e la forza espressiva.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

ella
Novellino
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 25/03/2012, 18:42

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da ella » 26/03/2012, 19:31

Syd Barrett........:D
Il sonno della ragione genera mostri

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da SH61 » 29/03/2012, 18:36

prog91 ha scritto:Mi par di capire che tu credi che, essendo così famoso, viene trattato con superficialità. È così?
Scusami tanto, Prog91.
Mi accorgo solo adesso che mi avevi posto una domanda.
Hai colto il problema; Dark side ha avuto un così enorme successo che viene quasi spontaneo diminuirne il valore. Non fa chic accodarsi ai milioni di acquirenti che ne hanno decretato il successo, ma non mi pare giusto non evidenziarne le qualità, soprattutto in un periodo come quello attuale che certo non brilla nel confronto con quell'epoca.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7967
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Hairless Heart » 29/03/2012, 19:08

Non so quanto possa essere vero quello che dici. Io naturalmente posso parlare solo a titolo personale: nessun atteggiamento snob, il mio gruppo preferito sono i Beatles, osannati in tutto il mondo, per dire.
Ma, per me, quello che manca in Dark side è proprio la musica: non ho mai capito perchè la gente si strappi i capelli per pezzi come Breathe, tentativo di ripetere i fasti del tema di Echoes senza andarci neanche vicino, o come Time, che (a parte l'inizio con la pendola) non mi dice assolutamente nulla. Tra i due pezzi On the run, spesso bistrattata, è quella che preferisco. Us and them vent'anni fa mi piaceva molto, adesso mi affascina molto meno. Al contrario Money, per molti il peggior brano del disco perchè troppo commerciale, secondo me è in linea con il resto. In tutto il disco, a mio modesto parere, c'è uno e un solo capolavoro, ovviamente The great gig in the sky; a seguire, distanziate un bel po', l'accoppiata finale. Un po' poco per un album che fa gridare al miracolo. Certo, come dice giustamente Harold Barrel nel topic appena aperto nelle "Pietre miliari", compattezza e suono cristallino sono valori aggiunti non da trascurare. Ma se voglio un disco con un suono cristallino, metto i Tangerine Dream....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da SH61 » 30/03/2012, 11:01

Hairless Heart ha scritto:Non so quanto possa essere vero quello che dici. Io naturalmente posso parlare solo a titolo personale: nessun atteggiamento snob, ...
Bada bene che non mi riferivo a nessuno in particolare (e tanto meno a te che motivi sempre le tue scelte).
Dico solo che spesso riscontro nell'opinione pubblica 2 aspetti in contrapposizione, quali appunto l'incredibile (e quindi eccessivo) successo commerciale di un gruppo, un artista, un film, un strumento musicale, una motocicletta, con una critica negativa spesso motivata solo dall'"essere fuori dal coro".

Prendo ad esempio la "motocicletta" che cito sopra, hai presente la Harley Davidson ? E' un marchio di grande successo che crea 2 opposte tifoserie: quelli che non vedono altre moto e sono disposti a pagare molto di più per possedere quel "plus" dato dal marchio, gli altri che ne vedono solo i difetti e non concepiscono l'interesse riscosso.

E che dire di marche storiche di chitarre quali Fendere e Gibson ? Per anni le uniche ad essere agognate oggi scontano la sovraesposizione con un'assurdo ostraciscmo da parte di alcuni che ne evidenziano lo sproporzionato rapporto value/money (salvo poi magari desiderarle di nascosto).

C'è quasi un desiderio di "pareggiare i conti". E così anche "Dark side" (al quale preerisco "Wish you were here"), forse a causa del successo planetario viene sminuito dal suo ruolo di pietra miliare che il successo riscosso decreta.

Rispondi