Quali Pink Floyd preferite?

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 602
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 06/02/2021, 17:10

Lasciamo stare, va. Ogni tanto sarei tentato di iscrivermi a suddetti gruppi solo per rispondere a 'sti sapientoni ma poi mi dico: "Qui prodest?". Là dentro c'è molto meno controllo sul linguaggio (a differenza di qui) e rischi pure di beccarti insulti e offese gratuite per niente.
"Mother, didn't need to be so high."

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1518
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da aorlansky60 » 22/02/2021, 11:07

Sebbene pongo "The Dark Side of the Moon" come uno degli album più rappresentativi della musica popolare (*) contemporanea del XXmo secolo, sebbene riconosco che ATOM EARTH MOTHER -la suite del lato A, e non solo, ho sempre apprezzato molto anche "ALAN Psichedelic Beakfast" soprattutto nella sua gloriosa conclusione finale- sia un gran pezzo di musica contemporanea, i Pink Floyd che più mi hanno affascinato e maggiormente hanno colpito le mie antenne ricettive fin da quando li conobbi sono quelli psichedelici primo periodo, non tanto nei pezzi registrati in studio ma gli stessi rappresentati dal vivo, in cui riescono ad assumere una bellezza piena e compiuta; brani quali CAREFULL WITH THAT AXE EUGENE, A SAUCERFULL OF SECRET, SET THE CONTROL FOR THE HEART OF THE SUN magnificamente rappresentati nel disco live di UMMAGUMMA, ma soprattutto arricchite in valore aggiunto come video nel meraviglioso film PINK FLOYD AT POMPEI per me sono "i Pink Floyd definitivi" consegnati alla Storia, che la Storia del Rock possono dire di aver scritto a piene mani da protagonisti assoluti.

Certamente apprezzo ancora albums quali MEDDLE, Wish you Where Here e Animals - vale a dire quelli pubblicati durante e dopo la transizione che di fatto li ha portati in territorio prog - ma per me quelli psichedelici sono di un livello espressivo più elevato.

(*) da intendere come cultura pop e rock e tutto quanto è seguito dalla seconda metà anni 50 ad oggi.
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1518
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da aorlansky60 » 22/02/2021, 11:35

Lorenzo Mentasti ha scritto:
02/02/2021, 19:17
Fra l'altro non è che una volta uscito di scena Barrett i PF hanno iniziato a macinare vendite, gli ci sono voluti 3 anni per comparire in classifica e 5 per andare al 1º posto. Accetto che "The wall" possa essere 'odiato' da alcuni (come tutti i progetti ambiziosi e di forte impronta personale è divisivo) ma che si dica che da "Dark side of the Moon" in poi sono diventati i Commercialisti del Rock (come molti naviganti fuori da qui vanno sostenendo) non lo accetto per il semplice fatto che denota un'ignoranza crassa.
I dati ufficiali di vendite degli albums dicono che, quando pubblicati, ATOM HEART MOTHER andò al 1mo posto assoluto in UK (al tempo il secondo mercato mondiale per quanto riguarda i dischi musicali, secondo solo agli USA) e che UMMAGUMMA (del quale si può dire di tutto, meno che fosse "commerciale") andò al 5to posto della classifica Inglese degli albums...

Con questo, voglio evidenziare quanto siano cambiati i gusti del pubblico dagli anni 70 ad oggi, passando attraverso tutto il tempo che corre in mezzo (quasi 50anni), per quanto riguarda la musica pop-rock... Ci sarebbe molto da scrivere in merito, al rischio di mettere alla prova la pazienza di chi legge... [smile]

Poi nel 1973 fecero il botto (quello vero a livello mondiale) andando al num.1 sia in USA che in UK restandoci per un lasso di tempo incredibilmente lungo (nel mercato USA stabilì un record imbattuto ancora oggi per numero di mesi consecutivi passati nella classifica ufficiale di Billboards entro i primi 100), oltre a molti altri paesi dell'area occidentale. Non credo affatto che Roger&C quando crearono quel capolavoro, lo fecero con la prospettiva di voler arrivare al num.1 delle vendite, ma per una volta il grosso pubblico ci vide giusto premiando un album che andava giustamente premiato per il contenuto offerto. Il risultato raggiunto dall'album nelle vendite ha dato adito a diversi analisti della storia del Rock -e a buona parte di pubblico- nel definirlo "commerciale" secondo me errando di grosso, perchè secondo il mio umile parere non è affatto così; al tempo in cui fu pubblicato THE DARK SIDE OF THE MOON (1973) il mercato discografico era già strapieno di proposte musicali davvero spudoratamente commerciali, sia provenienti dall' UK che dagli USA, realizzate esclusivamente per compiacere un pubblico facilone dai gusti che dire trash è eufemistico, che comprando musica voleva solo "roba facile" da ascoltare e basta, roba con la quale la musica offerta dai Pink Floyd non aveva assolutamente nulla a che vedere. E il proseguo degli anni ha visto incrementare tale concetto(sic). Se "The Dark Side Of The Moon" è "commerciale" (e secondo chi scrive non lo è affatto, secondo i canoni con i quali viene inteso il termine legato alla musica pop rock) allora qualcuno mi dovrebbe dire come etichettare roba del tipo Suzie Quattro, Gary Glitter, Sweet, Slade, tutti nomi "molto popolari" tra il pubblico della prima metà anni 70 in UK (e non solo) nello stesso periodo che vide comparire il capolavoro dei Pink Floyd...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2489
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Lamia » 22/02/2021, 19:30

“ I dati ufficiali di vendite degli albums dicono che, quando pubblicati, ATOM HEART MOTHER andò al 1mo posto assoluto in UK (al tempo il secondo mercato mondiale per quanto riguarda i dischi musicali, secondo solo agli USA) e che UMMAGUMMA (del quale si può dire di tutto, meno che fosse "commerciale") andò al 5to posto della classifica Inglese degli albums...” (Aor).


Incredibile! :o E’questa la reazione che ho leggendo l’estratto del post , perche’ nel 2021 ( ma anche se fossimo solo nel decennio successivo, anni 80) e’ inimmaginabile che un album come uno dei due descritti possa neanche entrare nei primi 100!

Avatar utente

Humdrum
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 724
Iscritto il: 09/01/2014, 20:54
Località: veneto

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da Humdrum » 22/02/2021, 21:28

Nel 1973 Dark Side of the Moon raggiunse solo il 6° posto nelle classifiche di vendite del Regno Unito.E l'anno dopo appena un 5°.....
Chi invece fece il botto nel 1973 fu Mike Oldfield col suo celeberrimo Tubular Bells.
Di sicuro sappiamo il gusto degli inglesi per un certo tipo di "muzak": Suzi Quatro, Gary Glitter e compagnia cantando,ma pensiamo solo per gli amanti della "vera" musica, cosa è uscito in quel famoso 1973:
- Houses of the Holy Led Zeppelin
- Quadrophenia WHO
- Aladdin Sane David Bowie
- Larks' Tongues in Aspic King Crimson
- Berlin Lou Reed
- Selling England by the Pound Genesis [exc] e appunto
- Tubular Bells Mike Oldfield

Quindi in quel tempo per chi aveva il palato fine era una bella lotta.Dark Side era solo uno dei tanti dischi usciti in quell'epoca.
Posso aggiungere la testimonianza di un giovane Humdrum quindicenne : dopo aver ascoltato con entusiasmo i precedenti lavori dei Pink Floyd (Atom, Meddle e Ummagumma)egli acquistò con assoluta curiosità il nuovo capolavoro dei suoi idoli "psichedelici" .Bene, vi assicuro che ne ebbi una grandissima delusione: un disco pieno di cori femminili, sax ammiccante...lo bollai frettolosamente come un disco per "vecchi" (vi ricordo che avevo solo 15 anni) che vogliono acchiappare.....molto commerciale.Rivendetti subito il disco ad un mio compagno di scuola.Cosa ovviamente di cui mi sono sempre pentito.
Aggiungiamoci che non capii neppure i testi e dopo anni,a maturità raggiunta, ho rivisto completamente la mia posizione di ragazzino ingenuo :
E' certamente un capolavoro da tramandare ai posteri! 8-)
Ultima modifica di Humdrum il 23/02/2021, 21:23, modificato 1 volta in totale.
"Mi piacevano molto i Genesis con Peter Gabriel.Quando Peter ha lasciato il gruppo, ho smesso di seguirli." RICK WRIGHT(Pink Floyd)

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1518
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: Quali Pink Floyd preferite?

Messaggio da aorlansky60 » 23/02/2021, 18:58

Humdrum ha scritto:
22/02/2021, 21:28

...cosa è uscito in quel famoso 1973:
- Houses of the Holy Led Zeppelin
- Quadrophenia WHO

- Aladdin Sane David Bowie
- Larks' Tongues in Aspic King Crimson
- Berlin Lou Reed
- Selling England by the Pound Genesis [exc] e appunto
- Tubular Bells Mike Oldfield


...ai quali aggiungo "WELCOME" di Santana -del suo periodo migliore- che mi pare sia stato pubblicato quell'anno, quale altro disco di alto livello, per il resto hai già detto tutto Tu; ho evidenziato quelli che amo maggiormente (ma avercene, di dischi quali ALADDIN SANE e BERLIN, oggi!!...); un anno incredibilmente fecondo come del resto il precedente 1972... allora era ritenuta la norma (in fatto di titoli di alto livello tecnico creativo pubblicati in uno stesso anno solare) non ci rendevamo conto dei tempi di carestia -in fatto di decadenza musicale in campo pop rock - che da lì a poco avrebbero caratterizzato la scena...

Il punto è proprio questo: in quegli anni, c'era ampia possibilità di scelta per tutti i gusti (ho citato Suzie Quattro, Sweet e Gary Glitter (e molti altri del genere disimpegnato) che si esprimevano negli stessi anni in cui si esprimevano Pink Floyd, Genesis e King Crimson (e molti altri a quel livello); il rapporto tra musica IMPEGNATA e musica di più basso livello era ancora accettabilmente alla pari o quasi nel totale di titoli pubblicati offerti al pubblico; gli anni 80 vedranno tale rapporto virare decisamente verso musica disimpegnata, come se il grosso pubblico volesse solo questo (a dire il vero, anche le case discografiche e i produttori musicali ebbero un certo ruolo non indifferente nell' incanalare i gusti dove volevano che fossero)... fu proprio nel 1981 che Neil Young affermò "Il Rock è morto..."; anche lui deve essersi reso conto della deriva che aveva intrapreso la musica Rock nel nuovo decennio...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Rispondi