i dischi dei pink floyd ....

Moderatori: Hairless Heart, Harold Barrel, Watcher

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 11/05/2011, 14:24

... usciranno in edizioni rimasterizzate nel 2011.

qua i dettagli

http://whypinkfloyd.com/

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Harold Barrel » 11/05/2011, 18:26

Bah.... Io uso ancora il primo master in assoluto e suona benissimo [smile]
Dici che la differenza si sentirà? [chin]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4201
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Watcher » 11/05/2011, 19:13

Scusate per questo OT.

Una ola per Michele (Harold Barrel) ovvero il nostro capo, che è riuscito a mettere ben 6 post nel lasso di tempo di 7 minuti!! :o

Quando si dice "toccata e fuga" ... :mrgreen: :lol: :lol:
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 11/05/2011, 22:50

di qualunque artista si parli le prime edizioni in CD sono terribili perchè i tecnici applicavano le regole per fare i vinili e quindi non sfruttavano i cd per quello che erano.

le seconde edizioni variano di qualità in qualità. diciamo che al giorno d'oggi si puà fare un lavoro strepitoso.

pensa che per i primi lavori dei crimson si aveva un 8 piste e quindi fripp registrava 7 piste e le mixava nell'ottava. questo sub-mix faceva liberare 6 piste dove veninano incisi altri strumenti che venivano mixati insieme.

insomma fripp da un 8 piste riusciva ad usarne 64. ora ha potuto scindere pista per pista e mixarli come si deve. e basta ascoltare il risultato per capire a che livelli si puà arrivare.

lizard nella nuova versione è assolutamente fantasmagorico,e lo stesso fripp non nasconde un certo orgoglio per la prossima release: larks tongue in aspic.

l'operazione fatta dai pink floyd mi sembra davvero buona.

tutti gli album remissati da guthrie, non un idiota qualsiasi come hanno fatto i genesis.

dei TRE album più significativi ci sono altre versioni sempre più ricche e anche multicanale. credo che l'edizione completa di the wall potranno permettersela solo i calciatori di serie A [smile]

Avatar utente

Ago
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 125
Iscritto il: 24/02/2011, 14:32
Località: Imperia

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Ago » 12/05/2011, 22:25

Avevo già visto su facebook... :shock: :o [slurp] [bop] [bop]
Ultima modifica di Ago il 14/05/2011, 20:42, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 13/05/2011, 14:33

uscirano tutti i dischi di studio in versione "discovery" cioè rimasterizzati da guthrie nel 2011 con cover cartonate che di sicuro renderanno giustizia al genio creativo di storm torgherson che magari molti pensaro che sia l'autore delle copertine dei dischi dei cranberris ed è vero, ma non sanno è autore anche della magnifica cover di the lamb lies down on broadway e di PG3.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Harold Barrel » 28/05/2011, 20:01

Allora sì, la cosa sembra molto interessante...
Ma che cosa intendi esattamente quando dici che i tecnici non sapevano sfruttare al massimo le potenzialità del CD? In che cosa si sente la differenza fra l'Atom Heart Mother master dell'85 e quello appena uscito?
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


Lucio
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: 26/05/2011, 14:22

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Lucio » 28/05/2011, 20:12

Harold Barrel ha scritto:Ma che cosa intendi esattamente quando dici che i tecnici non sapevano sfruttare al massimo le potenzialità del CD? In che cosa si sente la differenza fra l'Atom Heart Mother master dell'85 e quello appena uscito?
E' lo stesso che mi chiedo anch'io..... [smile]
Però TRE mi sembra uno che ne sa qualcosa!! :shock:

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 01/10/2011, 17:21

non mi ero proprio accorto di questa domanda e me ne scuso, rispondendo adesso.

l'orecchio umano è capace di sentire le onde sonore comprese tra i 20Hz e i 20.000 Hz.
quando si decisero le specifiche del cd, il famoso red book, si utilizzò il seguente ragionamento:
una legge fisica afferma che per catturare un'onda di frequenza x bisogna campionare ad una frequenza 2x e quindi campionando a 44.000 Hz si era sicuri di includere tutte le frequenze fino a 20.000.

purtroppo gli strumenti emettono note anche a frequenze superiori: una tromba anche a 100.000. queste armoniche non sono udibili ma interagiscono con quelle udibili smussandole: per noi è naturale ascoltare note alte "disturbate" da quelle non udibili
nei primi cd quindi le note alte venivano liberate in tutta la loro definizione : il suono era tagliente ed insopportabile, non certo morbido come il vinile.

a questo si aggiunse che i tecnici riversavano il master del vinile in cd con la stessa dinamica ma il cd è un contenitore che può permettere una dinamica più alta e questo può portare a migliorare il risultato sonoro.

i remaster si fanno, grosso modo, campionando a 192.000 in modo da essere sicuri di catturare le perturbazioni delle onde non udibili e poi va fatto un lavoro di riduzione per portarle ai 44.000 dello standard cd.

leggevo su suono tempo fa che alcuni tecnici ottengono migliori risultati tramite un passaggio intermedio a 88.000 ma non avevano appigli teorici per giustificare il tutto.

alla fine il risultato è che le prime edizioni dei cd suonano tutte molto fredde e taglienti mentre la seconda generazione di remaster suona più morbida e c'è molto più spazio tra i piani e i forti.

purtroppo è nata anche la cosiddetta guerra del loudness cioè la tendenza a saturare anche lo spazio dinamici del cd in modo da offrire prodotti che suonassero più forte.

ma il segreto è trovare l'equilibrio in modo che i sussurri siano comunque chiari e le parti potenti non siano fastidiose.

se durante l'ascolto non viene voglia di abbassare il volume in certi passaggi e di alzarlo in altri durante lo stesso disco vuol dire che l'equilibrio è stato trovato.

è il caso di ummagumma che ho preso stamattina ed è fatto davvero bene: una delizia per le orecchie ( il cd live , ovviamente)

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 01/10/2011, 17:27

volevo qui segnalare la politica stupida dei prezzi che ha fatto la EMI italiana per l'operazione why pink floyd.

da feltrinelli le experience edition ( cd doppi) costano 23,99 mentre le discovery (cd singoli) costano 19,99

da mediaworld le experience 19,99 e le discovery 16,99.

a parte le differenze di prezzo eclatanti per lo stesso prodotto, quello che salta all'occhio è l'enorme costo dei singoli rispetto ai doppi.

ho controllato sul sito online dove acquisto di solito www.play.com ed ecco il risultato

experience 14,49, discovery 11,49. non ci sono spese di spedizione, puoi ordinare 20 dischi e loro li spediscono separati e in tempi diversi in modo che la mancanza di uno non ritarda l'arrivo degli altri.

l'unica cosa è che si deve aspettare una decina di giorni, ma il risparmio è astronomico.

per me i negozi fisici posso anche chiudere

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8124
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Hairless Heart » 01/10/2011, 18:35

Adesso l'altissimo prezzo dei compact disc è più che giustificato, il motivo lo conosciamo tutti. Non lo era all'inizio, quando i cd costavano già un patrimonio mentre l'alternativa era il solo vinile.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 01/10/2011, 18:49

io mi riferivo al fatto che i singoli costano quasi quanto i doppi, è questa la cosa stupida.

per quanto riguarda la pirateria dico che la via è quella di farli costare poco i cd anche perchè fare un cd costa poco.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Harold Barrel » 01/10/2011, 20:29

Hai ragione, TRE.
Discorso pirateria a parte, le persone che comprano CD sono molte (compreso me) e se oggi si scarica da internet, un tempo si riversavano su cassetta gli LP dell'amico, perciò siamo lì.
Appena ho saputo dei nuovi remaster la prima cosa a cui ho pensato è stata: mi piacerebbe averli, suoneranno sicuramente meglio, ma il prezzo è inaccettabile...

Stesso discorso per i nuovi remaster dei Genesis: Foxtrot l'ho pagato 18,90 e The Lamb (che non ho comprato) aveva lo stesso prezzo...
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 01/10/2011, 20:42

i discografici si sono dati la zappa sui piedi.

hanno voluto sostituire il vinile con il cd perchè faceva gola il fatto che tutti ricomprassero le discografie dei loro artisti preferiti.

nei primi anni su ogni cd c'era scritto che era eterno, ma dopo appena dieci anni dalla sua introduzione si sono inventati i remaster.

PG2 o trespass ad esempio nelle loro prime stesure in cd erano praticamente insentibili: per quanto mi riguarda mi sono sentito truffato, ed in effetti è stata una truffa bella e buona.

ma la cosa bella è che portare la musica dal dominio analogico a quello digitale unito all'esplosione dell'informatizzazione ha portato a far si che la musica ormai è come l'acqua: non può esistere una musica troppo cara.

con pochi di euro tu prendi un cd, ti stampi la copertina ed hai un prodotto che suona uguale ed anche di buona fattura: mi spieghi perchè un cd stampato con una tiratura di milioni di copie debba costare così tanto?

le case discografiche si sentono truffate ma sono loro i truffaldini: il box dei veri genesis l'ho pagato 136,00 euro ed ora in edicola se fai l'abbonamento ti viene 26,00.

a loro quanto costa realizzare quei 5 cd?: secondo me non più di 60-70 centesimi di euro, ecco quanto costano.

ti racconto un aneddoto.
credo che tu conoscerai concert in central park, l'album di simon & garfunkel tratto dal famosissimo concerto.

l'avevo in vinile, doppio.

l'ho comprato in cd, singolo che ho pagato quasi come un doppio.

la spiegazione è che era un cd a lunga durata.

però i cd per standard possono contenere 80 minuti di musica, quindi non c'era nulla di straordinario ma ancora più strano è che gli album che durano 50 minuti pur sfruttando metà della capienza del cd non vengano venduti a metà prezzo.

morale della favola?

scaricate a più non posso. io ho quasi 500Gb di roba che non so neanch'io di cosa. ho scaricato di tutto, anche un disco delle kessler [smile]

Avatar utente

Old King Cole
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 284
Iscritto il: 08/11/2011, 6:35

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Old King Cole » 10/11/2011, 22:21

Un disco delle Kessler....!!!lo Voglio

Scherzi a parte, condivido a pieno tutto cio' che è stato detto.
I prezzi sono esorbitanti per un Cd e i costi di produzione sono minimi, per cui c'è un divario abnorme.
tutto questo guadagno dove va a finire?
L'artista forse è quello che guadagna meno.
Le case discografiche e i produttori sono dei veri sanguisuga.
Per quanto riguarda lo scaricare a piu' non posso, condivido pienamente.
Ma faccio una riflessione, secondo me anche scaricare conviene a qualcuno di occulto altrimenti la storia finirebbe non vi pare?

ciao

Avatar utente

prog91
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 258
Iscritto il: 10/07/2011, 21:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da prog91 » 11/11/2011, 14:20

Old King Cole ha scritto: Ma faccio una riflessione, secondo me anche scaricare conviene a qualcuno di occulto altrimenti la storia finirebbe non vi pare?
Direi proprio di sì...
1. Le compagnie telefoniche stipulano più contratti ADSL a traffico illimitato per "venire incontro" alle esigenze dei frequentatori di internet
2. I siti dove scarichi sono tappezzati e vivono grazie alla pubblicità...

Purtroppo dietro ad ogni cosa c'è sempre un giro d'affari.
Anche per quanto riguarda la Musica :(

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da drumboy95 » 11/11/2011, 18:17

mi sono preso l'experience edition di dark side...bello :o suona molto bene e anche il live interessante, poi è molto bello cartonato

Avatar utente

Topic author
TRE
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 495
Iscritto il: 21/12/2010, 14:55

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da TRE » 11/11/2011, 23:53

il live di TDSOTM della edizione experience mi ha fatto cambiare totalmente il mio modo di percepire quest'album.
lo trovo di una bellezza sconvolgente.

domani mi vado a prendere wish you were here sempre experience edition.

ci sono dei live meravigliosi, ance se, a detta di esperti, sono comunque registrazioni fatte dal pubblico perché non ci sono multitraccia di quel tour .

PS: com'è dura resistere ed aspettare febbraio per the wall experience edition.

Avatar utente

drumboy95
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/02/2011, 20:50
Località: Firenze

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da drumboy95 » 12/11/2011, 13:48

c'è anche wish you were here con il live? wow, penso che lo prenderò, è l'altro album di loro che preferisco [hearts]

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2338
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: i dischi dei pink floyd ....

Messaggio da Harold Barrel » 12/11/2011, 14:34

TRE ha scritto:il live di TDSOTM della edizione experience mi ha fatto cambiare totalmente il mio modo di percepire quest'album.
lo trovo di una bellezza sconvolgente.
Non ci credo! Ma sapevo che un giorno o l'altro ti saresti ricreduto [approve]
L'unico punto debole dell'album è secondo me On the Run, effettistica pura. (Ma d'altronde The Waiting Room che cos'è?)
A proposito, quanto costa l'edizione experience di Dark Side? Nei prossimi giorni vedrò di provare a procurarmelo... [chin]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Rispondi