Suite dei Pink Floyd

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
STH
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 136
Iscritto il: 26/03/2013, 12:40

Suite dei Pink Floyd

Messaggio da STH » 01/04/2013, 14:54

Non avendo trovato alcuna discussione a proposito ho deciso di aprirne una.

Volevo chiedervi quale sia la suite che preferite del gruppo.
Sinceramente io, tra i vari motivi per cui non mi sono mai strappato i capelli per The Dark Side of The Moon, adduco anche la mancanza di una lunga suite all'interno dell'album.

Comunque la suite che preferisco è Atom Heart Mother, che preferisco di poco (anche se è stata una scelta ardua) rispetto alla versione di Echoes live at Pompeii.

Voi?

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7967
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Hairless Heart » 01/04/2013, 15:23

Atom heart mother, senza dubbio alcuno. Amore a primo ascolto.
Echoes, a parte il tema cantato di una bellezza struggente, per il resto è la fotocopia meno riuscita di Atom.
Delle due Shine on you crazy diamond, ho sempre preferito la seconda (part 6-9 se non erro).
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
STH
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 136
Iscritto il: 26/03/2013, 12:40

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da STH » 01/04/2013, 22:38

Mi sono dimenticato di citare Sysyphus e Saurceful, lavori a mio parere molto belli, d'influenza Barrettiana, che sono di fatto delle piccole suite.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Progknight94 » 02/04/2013, 11:31

io preferisco quelli infatti :)

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da reallytongues » 03/04/2013, 11:59

"Saucerful" è secondo me una prova immensa delle ambizioni e capacità dei Floyd. "Sysyphus" eccede un pochino troppo nella divagazione pianistica dopo un buon inizio.
Le due suite "lunghe" invece si possono definire quasi contrapposte:
"Atom" è molto "costruita", si sviluppa in parti ben precise affrontando vari generi musicali.
"Echoes" è invece molto più "naturale", si sviluppa in maniera piana, copme se fosse una lunga canzone. Gli unici punti in comune li trovo nella parte funk rock assolistica e nel crescendo verso il finale.
In un certo modo trovo "Echoes" più sentita ed emozionale, "Atom" più fredda e spettacolare.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

tommy63
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 558
Iscritto il: 04/02/2011, 16:14
Località: Versilia

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da tommy63 » 03/04/2013, 20:55

Scelta ardua,sono legato molto ad Atom Heart mother visto che è stata quella che mi ha fatto conoscere ed amare i Pink,ma anche se di poco preferisco Echoes che pure io ritengo più spontanea.
E comunque sempre di capolavori (compresi Shine,Saucerful ecc.)si tratta.

Avatar utente

gigi75
Novellino
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 30/03/2013, 9:23
Località: napoli

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da gigi75 » 04/04/2013, 9:11

Premetto che i floyd sono "il gruppo" della mia vita, sono loro che mi hanno fatto avvicinare al rock e sono loro che hanno accompagnato tutta la mia adolescenza nell'immancabile walk man a cassette che portavo in ogni luogo, e sono loro che ancora oggi fanno da colonna sonora alla mia vita. Quindi capirete che è difficile scegliere, ma se devo dire per me echoes a quel qualcosa in più che riesce a sorprendermi ogni volta che la ascolto, come qualcuno ha già scritto è più emozionale.

Avatar utente

Topic author
STH
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 136
Iscritto il: 26/03/2013, 12:40

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da STH » 06/04/2013, 15:26

reallytongues ha scritto:"Sysyphus" eccede un pochino troppo nella divagazione pianistica dopo un buon inizio.
Non voglio sapere cosa nei pensi degli ELP e dei The Nice, allora [smile]
A me affascina molto proprio per quello.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da reallytongues » 06/04/2013, 16:14

Beh infatti dei ELP preferisco brani con meno assoli e più compattezza. Dei Nice invece debbo fare un distinguo:
nel periodo in cui c'era ancora il bravo chitarrista David O'List i loro strumentali come Rondo e America erano veramente cattivissimi e di una potenza micidiale.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Musical Box_93
Giovane Rocker
Giovane Rocker
Messaggi: 328
Iscritto il: 07/02/2011, 21:10
Località: Teramo

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Musical Box_93 » 16/07/2013, 22:08

Dogs.Penso si possa definire suite,in ogni caso amore al primo ascolto,e senz'altro quella suonata con più "cattiveria" a mio modo di vedere.
You've got to be crazy

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2310
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Lamia » 16/01/2014, 16:07

Atom Heart Mother [hearts] pure per me.

E' una suite con i fiocchi, poi la commistione , uso questo termine volutamente anche se non si userebbe in musica, tra l'Orchestra classica e la strumentazione rock dona alla suite un linguaggio unico. Non solo, ma, pur inserendosi in un contesto musicale comune al tempo, l'unione rock-musica classica, questa suite contiene quel particolare elemento di progettualita' da parte dei Pink Floyd, che parte dalla sperimentazione per arrivare ad un linguaggio che trascende e va oltre lo spazio e il tempo. Si vuole rompere gli schemi, questo si avverte, per es. l'uso dei soli ottoni all'inizio e' gia' scelta particolarissima, la cosa incredibile e' che ci si riesce, con enfasi ma senza divenire stucchevole o pesante.

Echoes e' altrettanto affascinante , solo che s'inserisce perfettamente nell'aura pinkfloydiana tipica, quindi in un certo senso respira all'interno di un contesto, se cosi posso dire, conosciuto: i quattro quarti, atmosfere morbide, l'accelerazione, la lentezza, la sorpresa. Mentre Atom fuoriesce dagli argini del fiume rosa. . .

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2106
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da theNemesis » 17/01/2014, 11:26

Davvero ben scritta questa analisi su Atom.
Condivido le sensazioni e le conclusioni.
Personalmente però, trovo più nelle mie corde la suite di Echoes, forse proprio perché è più "classica" e quindi mi dona le sensazioni che mi attendo dai Floyd.
Dancing on time way...

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 17/01/2014, 11:41

Va detto che un ruolo determinante in "Atom Heart Mother" l'ha avuto Ron Geesin, nel rielaborare l'"Amazing pudding" preparato dai floyd e come autore delle melodie e degli arrangiamenti per gli ottoni, per il coro (con john Aldis) e per il violoncello. Merntre Echoes è stata farina del sacco dei soli Pink Floyd ed è molto meno elaborata (il che non è necessariamente un difetto, anzi io la preferisco).
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 7967
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Hairless Heart » 17/01/2014, 14:26

Ragazzi:
Non usiamo la funzione "Quote" per rispondere al messaggio immediatamente precedente.
Più in generale evitiamo di quotare messaggi troppo lunghi, onde evitare inutili (e pesanti) ripetizioni.
Questo vale anche per i componenti lo staff (vero, Roberto? [smile] ).
;)
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2310
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Lamia » 17/01/2014, 15:38

E' vero, va sicuramente menzionato Ron Geesin e anche un tecnico del suono eccellente come Alan Parsons, senza i quali non avremmo questa suite. Diciamo che attorniarsi di giusti collaboratori ha dato loro la possibilita' di spaziare, di osare in ambiti anche lontani dal loro stile , di conseguenza di riuscire ad esprimere al meglio le loro potenzialita'. [happy]

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da reallytongues » 17/01/2014, 22:04

Atom con tutti i suoi difetti mi sembra la miglior suite del prog, la più ambiziosa e particolare, anche ingenua per molti aspetti, forse per questo commovente. Solo "Who Do You Love" dei Quicksilver è a questo livello come suite ma vebbeh non è prog.
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2106
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da theNemesis » 04/03/2018, 1:20

Affermazione davvero affrettata...
L'ho letta solo oggi dopo molto tempo che non frequentavo il forum mentre mi ascoltavo un po' di PF.
Affermare che Atom sia la migliore suite prog è davvero fuori luogo.
Si, Atom è davvero fenomenale, ma la migliore suite del prog, e sottolineo del prog, è Supper's Ready. E su questo sfido chiunque a contraddirmi...
Dancing on time way...

Avatar utente

Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Narcissus » 19/03/2018, 13:21

Anche se rischio di portare la discussione OT accetto la sfida di theNemesis e rilancio con una citazione di un mio amico, citazione che non condivido appieno ma che da l'idea del perché non ritengo Supper's Ready la migliore suite prog: "Supper's Ready non è una suite, è un'accozzaglia di 7 canzoni legate malamente". Ora, non ritengo questo brano un'accozzaglia, ma ritengo l'idea di fondo giusta: Supper's Ready è semplicemente una (fantastica) unione di più canzoni. Non è come, ad esempio, Close to the Edge, un continuum in quattro atti nel quale il gruppo prende una melodia e la esplora, la modifica e la spulcia per 20 min, la "suite" genesisiana è composta da brani distinti uniti dalla storia e dalla circolarità del tutto.
In sintesi, anche se rischio di offendere qualcuno (come a tempo debito mi offesi io dinnanzi a tale affermazione), non ritengo Supper's Ready la migliore suite prog semplicemente perché non la ritengo una suite. Fantastica? senza dubbio, una delle massime espressioni artistiche dei Genesis? certamente, una suite? no.

Prog on! [bye]
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4163
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Watcher » 19/03/2018, 17:19

Ciao Narcissus, piacere di conoscerti. :)
Non mi trovi d’accordo con la tua affermazione. Se Close to the Edge ha un filo conduttore che Supper’s Ready non ha, allora OK, ma per suite (musicalmente parlando) si intende, per quanto ne sappia, una sequenza di brani suonati uno dopo l’altro, anche legati “malamente” come dici tu (impressione tua) ma comunque in sequenza. Se invece vogliamo fare i pignoli, non sono suite ne CTTE ne SR in quanto contenenti differenti tonalità all’interno delle suite stesse, tenendo conto della derivazione dalla musica classica del termine. [bye]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4163
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Suite dei Pink Floyd

Messaggio da Watcher » 19/03/2018, 17:31

Bell'esempio di amministratore sono con questo OT grande come una casa. [smile]
Se vogliamo continuare con questa discussione potremmo magari aprire un topic nella sezione Genesis, tipo: "Ma Supper's Ready è una suite oppure no?" ;)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Rispondi