Supertramp

Sezione dedicata a tutti i gruppi Progressive Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Supertramp

Messaggio da reallytongues » 25/08/2012, 13:00

Gruppo inglese dei primi 70, leggo progressive soprattutto nei primi album.
Io ho soltanto il celeberrimo "Breakfast in America" del 79 e se pue molto poppeggiante debbo dire che è un disco bellissimo, curato e con soluzioni tardo prog eccellenti.
Qualcuno ha altri album?
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Supertramp

Messaggio da Watcher » 25/08/2012, 13:22

Crime of the Century, bello ma non all'altezza di Breakfast in America.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Supertramp

Messaggio da Hairless Heart » 25/08/2012, 14:51

Diciamo che Breakfast in America è l'album che contiene il maggio numero di canzoni di un certo spessore (e anche di una certa fama).
Ma il mio pezzo preferito è School, tratta dal Crime of the Century di cui sopra.



Quando parte l'assolo di piano a 3.15 è libidine pura. [slurp]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Supertramp

Messaggio da reallytongues » 25/08/2012, 16:51

Notevolissima Hairless! L'album è su questi livelli?
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Supertramp

Messaggio da Hairless Heart » 26/08/2012, 12:45

Mah, c'è qualche altro buon pezzo, ma School spicca decisamente.
Piuttosto, ammetto di non conoscere i primi due lavori, ma gli altri non mi sembrano così progressive, categoria in cui di solito vengono inseriti.
Ho scoperto un paio di particori piuttosto interessanti: il gruppo nacque per iniziativa di un "mecenate" olandese, che si incaricò di finanziare la formazione della band attorno a Rick Davies.
Il chitarrista della prima line-up era Richard Palmer, che poi col nome completo Richard Palmer-James divenne paroliere dei King Crimson nel periodo Larks' tongues in aspic-Starless and bible black-Red. :shock:
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Supertramp

Messaggio da SH61 » 27/08/2012, 12:01

Alcune cose mi piacciono abbastanza, ma tendono ad annoiarmi velocemente, forse a causa di quel piano elettrico onnipresente.
Conosco solo però i loro lavori più famosi (quelli che avete citato) e non li trovo "prog". Semmai "pop" di classe.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Supertramp

Messaggio da Harold Barrel » 27/08/2012, 20:55

Dei Supertramp ho ascoltato il classico "Breakfast in America", una compilation, e qualche brano sparso - dovrei approfondirli meglio. Ho dato una veloce occhiata nel web e vedo che vengono generalmente definiti come un gruppo Progressive Rock. Voi siete d'accordo? E' vero che i primi album si discostano dalla comune song-form, ma da qui a metterli sullo stesso piano dei King Crimson, ce ne passa.
SH61 ha scritto: Semmai "pop" di classe.
Concordo con te.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Supertramp

Messaggio da reallytongues » 28/08/2012, 10:29

Harold Barrel ha scritto:Dei Supertramp ho ascoltato il classico "Breakfast in America", una compilation, e qualche brano sparso - dovrei approfondirli meglio. Ho dato una veloce occhiata nel web e vedo che vengono generalmente definiti come un gruppo Progressive Rock. Voi siete d'accordo? E' vero che i primi album si discostano dalla comune song-form, ma da qui a metterli sullo stesso piano dei King Crimson, ce ne passa.
SH61 ha scritto: Semmai "pop" di classe.
Concordo con te.
Si ma se fosse definibile solo con "pop di classe" non si darebbe la giusta idea del gruppo che ha tratti prog soprattutto nella grande tecnica strumentale, nelle soluzioni articolate, nelle atmosfere...
Pop di classe è Celine Dion [smile]

Un album venato di prog, ma molto pop è questo che avevo già segnalato:
un piccolo capolavoro (piccolo mica tanto)

Listen Now! Pihl Manzanera 801


Oltre questo bellissimo strumentale ci sono belle canzoni pop influenzate dal prog, fusion, funk
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Supertramp

Messaggio da Harold Barrel » 29/08/2012, 15:42

Gli 801 mi suonano un po' più progressive (e poi alle tastiere c'è Brian Eno). Meriterebbero di essere approfonditi in un topic proprio.
Tornando ai nostri Supertramp. School la conosco, è un brano strutturato molto bene. Ci ho sempre visto delle analogie (ma potete non essere d'accordo) con "A Venture" degli Yes, con la principale differenza che School poco più dilatata e in certi punti orecchiabile. Entrambe hanno un inizio stentato, ma il ritmo e l'accompagnamento alle parole del testo è praticamente lo stesso. Anche lo stacco fra la parte cantata e gli assoli di piano è molto simile. Forse sarà solo un mio miraggio, ma essendo School del 1976, è chiaro che un po' di ispirazione c'è stata.

« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Supertramp

Messaggio da Harold Barrel » 07/09/2012, 18:31

Ma i Supertramp non potrebbero essere classificati come New Prog? Dalle sonorità...
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Supertramp

Messaggio da Hairless Heart » 07/09/2012, 18:57

A mio parere, né "new" né "old". Resto dell'avviso che non basta qualche canzone che bypassi lo schema strofa/ritornello, a fare di un gruppo una prog-band. Altrimenti sarebbero prog anche i Dire Straits.....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Supertramp

Messaggio da reallytongues » 08/09/2012, 16:32

Secondo me sbagli. Molte soluzioni strumentali sono di derivazione prog, i Dire Straits sono legatissimi al blues e al rock classico.
Direi che i Supertramp sono un pochino come i Genesis dal 77 in poi:
molto pop con soluzioni tardo prog, e altre influenze miste
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Supertramp

Messaggio da Hairless Heart » 08/09/2012, 19:42

Considera che io fatico a considerare prog anche i Pink Floyd, se non nei periodi 69/71 e 75/77 (e per me The dark side of the moon non è prog), e i Jethro Tull, tranne Thick as a brick (che per loro stessa ammissione è una parodia del prog), A passion play, Baker st. Muse e poco altro.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Supertramp

Messaggio da reallytongues » 08/09/2012, 20:33

Beh allora capisco !!!!
potremmo quindi dire che è soft (o pop) rock con influenze prog

Comunque non hai torto sui Floyd e Tull...
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Supertramp

Messaggio da Harold Barrel » 09/09/2012, 20:43

Le influenze progressive ci sono senza dubbio. Quello che avevo in mente è più o meno ciò che ha detto RTongues: alla base ci sta un sound definitivamente pop. Che però a me dà tutt'altro che l'impressione di una musica che non va da nessuna parte (un Abacab, tanto per dire, mi fa questo effetto.)
reallytongues ha scritto:Direi che i Supertramp sono un pochino come i Genesis dal 77 in poi
Direi i Genesis da "And Then There Were Three" a "Duke", ma come genere mi ricordano soprattutto Duke, che poi io tendo a considerare come un episodio un po' isolato nella discografia in studio dei Genesis (le differenze con l'album successivo e precendente sono secondo me molto marcate), ma qui andremmo già fuori tema.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Supertramp

Messaggio da Mick Channon » 23/05/2013, 10:31

In questi giorni sto ascoltando "Crime of the Century" album del 74.Ho letto quello che avete scritto,anche io penso che,almeno questo album, qualcosa di prog ce l'abbia,ma voi siete piu esperti di me.Concordo con Hairless "School" e proprio un gran bel brano,e anche a me fa impazzire l'assolo di piano.Ma il brano che preferisco del disco è l'ultimo, quello che da il titolo all'album ,mi ricorda i pezzi più pop dei Pink Floyd di quel periodo .
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Supertramp

Messaggio da rim67 » 25/05/2013, 20:41

Harold Barrel ha scritto:School la conosco, è un brano strutturato molto bene. Ci ho sempre visto delle analogie (ma potete non essere d'accordo) con "A Venture" degli Yes, con la principale differenza che School poco più dilatata e in certi punti orecchiabile. Entrambe hanno un inizio stentato, ma il ritmo e l'accompagnamento alle parole del testo è praticamente lo stesso. Anche lo stacco fra la parte cantata e gli assoli di piano è molto simile. Forse sarà solo un mio miraggio, ma essendo School del 1976, è chiaro che un po' di ispirazione c'è stata.
Io ascolto i Supertramp da una vita! Mio fratello più vecchio di me di 5 anni ne andava pazzo (se non si è capito io sono del '67) e così mi sono trovato dal '74 al '79 (tra i 7-9 e i 12-14 anni - considerando che avrà comprato i dischi da Crime of the Century fino a Breakfast in America nell'arco di 1-2 anni dall'uscita-) ad ascoltarli ed amarli profondamente!

The Yes album lo acquistai + o - nel '84-'85 (lo conosco dunque molto bene). Sarà probabilmente che non essendo musicista come te Harold Barrel che probabilmente cogli delle sfumature che io non sento (e non vedrei nemmeno con gli spartiti musicali sotto il naso), fatto sta che secondo me non c'è niente di somigliante nelle due canzoni; anzi ti pregherei di farmi notare come
il ritmo e l'accompagnamento alle parole del testo è praticamente lo stesso
perché mi interessa molto!

Comunque anche secondo me hanno poco di prog, fanno parte di quei gruppi che ho sempre fatto fatica a stereotipare in un genere preciso, comunque per me sono STUPENDI!
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: Supertramp

Messaggio da Harold Barrel » 26/05/2013, 20:50

Purtroppo non mi ricordo molto bene le analogie che a suo tempo individuai, penso che dovrò riascoltare i brani prima di procedere. Mi pare però di ricordare somiglianze in tonalità, e, come hai estrapolato dal mio intervento, proprio nel ritmo dell'accompagnamento alla parte cantata centrale di entrambi i brani. Spero di riuscire a riprendere in mano la cosa (tempus fugit).
Però forse il collegamento era un po' forzato.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

rim67
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2386
Iscritto il: 06/04/2013, 22:23

Re: Supertramp

Messaggio da rim67 » 27/05/2013, 9:37

Harold Barrel ha scritto:Spero di riuscire a riprendere in mano la cosa (tempus fugit).
Si, si...tranquillo anch'io ho sempre il tempo contato....mi interessava solo capire il parallelo tra le due canzoni anche perché poi riflettendoci nuovamente mi è venuto in mente che quando ho scoperto "A Venture" erano già parecchi anni che conoscevo/ascoltavo "School" e avrei dovuto cogliere subito una somiglianza [chin] [chin] .

Comunque fai pure con comodo [smile] [smile]
Una convinzione non è solo un'idea che la mente possiede, è un'idea che possiede la mente.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Supertramp

Messaggio da theNemesis » 24/09/2013, 23:28

scusate l'intromissione... :)
Provate ad ascoltare Even in the quitest moment...
e poi... scusate, ma il prog non è miscellanea di stili? c'è la classica, il jazz, il rock, il blues, tutto sapientemente miscelato assieme.
I Supertramp secondo me hanno due difetti: troppo piano elettrico (non sempre) e la voce di Davies troppo in falsetto
per il resto grandissimi musicisti...
Dancing on time way...

Rispondi