CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Sezione dedicata a tutti i gruppi Progressive Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Watcher » 07/07/2012, 6:48

Volevo creare una sfida tra l'intro di Tubular Bells/Mike Oldfield e l'intro di Slow Dance (lato B)/Anthony Phillips, ma penso non ci sarebbe stata storia. Tutto a favore di TB (1973), soprattutto per l'originalità e proprio perchè il brano di A. Phillips (1990) sa tanto di già sentito. Di Tubular Bells è già stato detto quasi tutto. Al di là di questa "ispirazione" del nostro caro Anthony, devo dire che Slow Dance è un disco che consiglio caldamente.



Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Hairless Heart » 08/07/2012, 1:06

Il confronto ha decisamente un suo perchè. Ricordo che tempo fa (forse su questo stesso forum), alla domanda di cosa pensassi di Slow dance, risposi che sembrava un disco del primo Mike Oldfield senza però certi "picchi emotivi". Insomma, è senz'altro una disco da consigliare (e che devo al più presto riprendere in mano) ma senza un vero momento topico che rimanga in testa.
Se ci fosse stato da votare, avrei ovviamente scelto Tubular bells; d'altronde le opere che, per me, lo sopravanzano si contano sui diti di un paio di mani.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Harold Barrel » 21/07/2012, 10:36

Anche io preferisco Tubular Bells, anche se il disco di Tony non è brutto. Devo però dire che sono rimasto piuttosto male nello scoprire che la sua attività da solista non è niente di che. Qualche album carino, ma nulla di più.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Watcher » 21/07/2012, 11:58

The Geese and the Ghost è un signor album, però. Oltre al carino.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Hairless Heart » 21/07/2012, 12:17

Immagine
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Watcher » 21/07/2012, 13:16

:lol:
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Lorenzo Mentasti
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 563
Iscritto il: 11/11/2019, 16:14

Re: CONFRONTI: Tubular Bells & Slow Dance part.2

Messaggio da Lorenzo Mentasti » 24/12/2019, 10:08

Secondo me "Tubular bells" era avanti di 20 anni rispetto a quasi tutto (Zappa, Pink Floyd le eccezioni, IMHO).
"Mother, didn't need to be so high."

Rispondi