Le donne e il Progressive

Sezione dedicata a tutti i gruppi Progressive Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

SH61
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 450
Iscritto il: 13/05/2011, 16:11

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da SH61 » 18/08/2011, 9:52

Machine ha scritto:Purtroppo questa abitudine degli ascolti tra gli amici è andata completamente perduta. Oggigiorno i ragazzi della mia età non sanno nemmeno cosa è un sistema hi-fi e la musica la ascoltano con la casse integrate nel cellulare.
Ecco, questo mi dispiace perchè il momento in cui qualcuno del gruppo degli "eletti" acquistava un nuovo LP (magari già al negozio era in compagnia deglia altri) veniva spesso seguito dal rito del primo ascolto comune.
Oggi, con la logica delle amicizie coltivate con i social network attraverso i quali spesso ci si scambia anche la musica ascoltata, e normale che si ascolti il tutto con il P.C. o (peggio) con il cellulare. Di sicuro la qualità ne risente.

Comunque tornando all'argomento del topic c'è da dire che in queste riunioni, durante le quali analizzavamo l'ultimo acquisto o altri dischi simili, tra gli adepti di ragazze neanche l'ombra.....
Ultima modifica di SH61 il 18/08/2011, 14:47, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progressive-Sax » 18/08/2011, 10:46

Watcher ha scritto:
Progressive-Sax ha scritto:In effetti una donna per essere veramente simpatica deve avere del mascolino...
Questa te la regalo. :mrgreen:

Immagine

Chissà che barzellette racconta! [smile]

Progknight il rock sarà pure morto, ma noi possiamo fare qualcosa per resuscitarlo! Noi siamo la resistenza! Lo spirito battagliero! :evil: Non possiamo permettere che il mondo ci soppianti! Faremo l'impossibile! Al posto dei cartelli autostradali attaccheremo poster dei Genesis di Nursery Crime e Selling England, verniceremo le case di riposo con gigantografie di Robert Fripp capellone riccioluto, ci fingeremmo messia a radio Maria e li costringeremo a trasmettere Atom Heart Mother e Acquiring The Taste, perchè l'altissimo ama molto l'orchestra e il violino elettrico, infine faremo un'adunata del Vintage rock Foruma un concerto di Ligabue suonando come band spalla dopo di lui! Il pubblico si accorgerà di essere stato truffato dal rocker perchè in trentanni ha fatto canzoni sempre uguali e ci amerà!
Poi ovviamente finiremo in prigione perchè, anche se artisticamente parlando di livello elevato, è illegale fare gigantografie sulle case di riposo senza che qualcuno lo richieda come è illegale coprire i cartelli autostradali con i poster dei Genesis, che poi per l'alta velocità scambiano Peter Gabriel per un pavone! :lol:


Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Avatar utente

The Lamb
Novellino
Novellino
Messaggi: 41
Iscritto il: 27/03/2011, 21:37
Località: Nogara (VR)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da The Lamb » 18/08/2011, 14:56

Machine scrive:

Azz!! E quindi secondo te il business prima non faceva parte della musica? Pensi che ai tempi del prog non c'era musica commerciale? Certo che c'era, solo che è dimenticata. La svolta è stata con i sempre più potenti mezzi di diffusione moderni, che hanno amplificato il fenomeno all'inverosimile...

Perciò penso che moltissime ragazze non siano mai entrate in contatto con certa musica proprio perchè non hanno mai avuto l'occasione di conoscerla. D'altronde noi che musica ascolteremmo ora se i nostri padri non avessero anni fa riempito la casa di dischi di musica sublime?

Io rispondo:

Non vorrei dire un'idiozia ma il business si è diffuso largamente nella musica solo a partire dagli anni 70. Presumibilmente, i Beatles diedero impulso a fine anni 60 e poi in tutto il periodo Seventies si sviluppò il concetto di "musica commerciabile". I Genesis, a mio parere, sono oggi considerati uno dei più grandi gruppi Prog della storia (se non, IL gruppo), almeno quelli di Gabriel, perché si fecero promotori di una idea musicalmente più creativa, che emergesse dalla scena artistica "stagnante" (come disse lo stesso Peter) ma che allo stesso tempo facesse colpo sul vasto pubblico, raccogliesse consensi. Nonostante, con Phil, l'economia della band andò meglio, i dischi dei nostri-era Gabriel vendettero e i teatri del The Lamb Tour furono pressoché sempre riempiti. Questo per dire che rispetto ai Genesis, a quel tempo di musica più eccentrica ma allo stesso tempo più dissociata ce n'era a bizzeffe, come tuttora. I Genesis furono LEGGENDA perché individuarono il giusto compromesso tra creatività e business. Non ditemi che Anyway, In The Rapids, TLLDOB, IKWIL non erano abbastanza commerciali, dai..
Perché devi avere per forza torto, solo se alcuni milioni di persone la pensano così? (Frank Zappa)

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progknight94 » 22/08/2011, 13:33

SEbbene sembre più OT, è smpr più+ interessante [smile]
Allora:
Progknight94 ha scritto:Con le mie amiche parlo di altro [smile]



Tipo?
Tante cose, non esiste solo la musica. anche perchè so più io di loro delle loro canzoni preferite [smile]
Purtroppo questa abitudine degli ascolti tra gli amici è andata completamente perduta. Oggigiorno i ragazzi della mia età non sanno nemmeno cosa è un sistema hi-fi e la musica la ascoltano con la casse integrate nel cellulare.
Mah io ascolto soprattutto su cellulare:D
Non vorrei dire un'idiozia ma il business si è diffuso largamente nella musica solo a partire dagli anni 70. Presumibilmente, i Beatles diedero impulso a fine anni 60 e poi in tutto il periodo Seventies si sviluppò il concetto di "musica commerciabile". I
Cierto, no doubt.
E perchè credete che gruppi non ortodossi nei primi settanta osassero affacciarsi ai mercati mondiali (Gentle Giant, Can, Neu!, King Crimson) ottenendo alle volte grndi consensi? (secondo me) perchè l'industria discografica non era ancora "capitalista" come lo è ora! Si guardava la qualità e non la quantità, almeno più di ora. C'era la volontà di creare musica che "facesse muovere la testa, non i piedi" (R. Fripp) e sull'onda di questo le major ingaggiavano gruppi che proponessero questo tipo di musica.

Per fare un esempio, non è che ora ci sia poca musica interessante, è solo che chi esce dagli stilemi non ha visibilità. tantissimi gruppi molto validi, ho decine di nomi, potrebbero avere importanza e inluenza enorme sulla musica, se solo qualcuno li cagasse anche solo di striscio. Anche in Italia (Crown of Autumn, Sodom, Necrodeath, November). L'influenza e l'importanza dei 70 sulla musica pop(olare) è dovuta anche al fatto che si proposero molte cose nuove che le masse potevano comprare quasi ovunque.
Se allora i Faust potevano avere un contratto con una major, oggi gruppi come gli Stargazer's Assistant e i Vestascension non hanno altro che il web per farsi conoscere. Ed è troppo poco.
Progknight il rock sarà pure morto, ma noi possiamo fare qualcosa per resuscitarlo! Noi siamo la resistenza! Lo spirito battagliero! :evil: Non possiamo permettere che il mondo ci soppianti! Faremo l'impossibile! Al posto dei cartelli autostradali attaccheremo poster dei Genesis di Nursery Crime e Selling England, verniceremo le case di riposo con gigantografie di Robert Fripp capellone riccioluto, ci fingeremmo messia a radio Maria e li costringeremo a trasmettere Atom Heart Mother e Acquiring The Taste, perchè l'altissimo ama molto l'orchestra e il violino elettrico, infine faremo un'adunata del Vintage rock Foruma un concerto di Ligabue suonando come band spalla dopo di lui! Il pubblico si accorgerà di essere stato truffato dal rocker perchè in trentanni ha fatto canzoni sempre uguali e ci amerà!
Poi ovviamente finiremo in prigione perchè, anche se artisticamente parlando di livello elevato, è illegale fare gigantografie sulle case di riposo senza che qualcuno lo richieda come è illegale coprire i cartelli autostradali con i poster dei Genesis, che poi per l'alta velocità scambiano Peter Gabriel per un pavone! :lol:


Belle parole, e condividerei [smile] . Ma il rock per essere Rock (per quello escudo gente che rientra nella categoria e ha successo, come i Muse, 30 seconds to Mars, Arcade Fire, Killers, Strokes ecc.) deve avere a mio parere un impatto sulle masse. quello che proponi scherzosamente tu non è differente dalle strizzacervellate di ora in tv.
Una generazione rock come si deve deve avere dei valori, degli obiettivi, delle caratteristiche, e dev'essere un movimento di rivolta, pacifica o violenta che sia. i giovani dovrebbero riconoscersi in essa, non semplicemente ascoltarne la musica.
Oggi c'e apatia. tutti si fregano della situazione e di chi è in difficoltà, in italia poi non ne parliamo. non c'è un sentimento comune di scontentezza, e nessuno fa nulla. in questo ambiente non può esistere il Rock. l'ultima onda rock c'è stata nei 90, con il grunge, Kurt Cobain , Nevermind. ma sono passati quasi vent'anni. troppi :cry:

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Arya » 25/08/2011, 14:37

Azz...stai via un po' di tempo e il forum si riempie di maschilisti...(colpa delle vacanze e del modem, maschilista pure lui)

Lo so che sono un po' scarsa come percentuale, ma abbiate pazienza. Di questi tempi o nasci Prog-Girl, cioè ce l'hai nel dna e da bambina ti sparano Horizon e Firth of Fifth come ninnananna. Più tardi credo sia troppo tardi. Per un maschio è diverso, un maschio è più portato a seguire le orme del padre anche in fatto di gusti musicali. Le madri di solito non ascoltano proressive (neanche la mia).
questo parlando in tema di coetanei

Parlando in generale:
Le donne sono inclini al romanticismo e alla melensaggine (il che poi spiega anche perchè mi piace tantissimo Phil [hearts] ). Non c'è poi da stupirsi se va tanto Justin Bieber(on).

OT
L'ultimo giorno di scuola c'è stato un diverbio pazzesco sul rock.
Gianni collega la sua chiavetta al computer. Mette qualcosa che non mi ricordo, forse led zeppelin o qualcosa di più hard. Dagli amplificatori pazzeschi della lavagna ad un certo punto esce un assolo pazzesco di chitarra elettrica; tremano i vetri, ma la prof di musica (lei sì che ne capisce) non gli dice di abbassare. Il teknofolle della classe (per cui il massimo orizzonte musicale è ladygaggà) gli ulula contro. Nahuel per ripicca gli distrugge la torre di tessere del domino che ha laboriosamente costrouito (le tessere erano di Paula: quando è arrivata l'ora di andare ci ha minacciato con il bazooka finche non le abbiamo trovate tutte). Czharmayne gli chiede gentilmente di cambiare musica e Gianni mette su Avril Lavigne (!?!?). Kevin gli va incontro per strangolarlo.

Ora la domanda è: come possono convivere nella stessa chiavetta la Musica vera e Avril Lavigne?

Comunque adesso tra le ragazze va tanto la musica giapponese e sudamericana (nel senso della musica che si sente nel soap melense per ragazzine) ;)
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4195
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Watcher » 25/08/2011, 16:09

Sentivamo la tua mancanza, bentornata Arya! [bye]

Nahuel, Paula, Czharmayne, Kevin …
Scusa Francesca, …ma quanto ci metti a tornare a casa da scuola? [smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progknight94 » 26/08/2011, 10:37

Una volta ho visto nella vetrina di un negozio The Fame Monster di lady gaga affiancata rispettivamente da In the court of the crimson king e foxtrot.

Rimasi a guardare per un pò: non riuscivo a capacitarmi di come la gaga potesse non evaporare immediatamente 8-)

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Arya » 26/08/2011, 12:21

Il minimo sarebbe l'autocombustione.…@(・●・)@
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progressive-Sax » 26/08/2011, 13:05

Arya ha scritto: le orme del padre
O anche quelle delle orme stesse! [smile] Dunque...io ho sempre odiato chi si crede più fico e intelligente degli altri solo per il fatto di essere un'uomo. Le ragazze hanno molte più doti di noi in campi che ci pargono sconosciuti e impalpabili ma che in realtà ci toccano bene o male tutti i giorni, vedi cucinare la spigola, passare lo swiffer o intendersi di musica classica. Riguardo quest'ultima non vorrei sollevare un vespaio, sopratutto con il boss Barrell, ma molti miei amici non hanno la minima idea di chi sia Vivaldi, e non credete io lo so grazie ai New trolls, invece con le mie amiche è diverso. Potrei apprendere di più da loro che dal compare metallaro! [smile]

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progknight94 » 26/08/2011, 16:39

Un ora fa traducevo allegramente greco in compagnia di mia sorella e mia mamma che mi hanno profondanmente turbato.

Per prima cosa, mia sorella guardando la tv asserì che "Bob Marley non è musica, è un miscuglio". :o

Poi avendo io messo su Storia di un minuto (per i babboni è dei PFM [smile] ) mi beccai commenti come " ma che roba è?" :o "abbassa il volume!" :o :o "senti cosa ascolta questo..." "ale mi da fastidio (FASTIDIO?), spegni"...

Eccetera..
e la cosa peggiore è che quando per farle star buone misi su Florian delle Orme, praticamente musica classica, mia mamma sentendo le parole "profeta" e "malocchio" disse:"questi stanno bene con Corona e Fede" :o :o :o :o ora mo' mi sfugge il significato della frase ma
ADOTTATEMI

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Arya » 27/08/2011, 11:27

Be' mia madre ogni 2x3 dà dello scemo a Phil Collins. E una volta ha detto che Steve Hackett e Anthony Phillips sembrano due ergastolani. Cosa dovrei pensare?

@Sax

Sono convinta che molte ragazze abbiano doti maggiori dei maschi. Una mia amica ha finto Assassin Creed Brotherhood prima ancora che i nostri amici maschi l'abbiano comprato, e ha terminato Dragon Age II in soli due giorni. Un'altra mia amica batte i tre quarti dei maschi della scuola a braccio di ferro. La mia compagna di banco è arrivata tra i primi tre due volte in due anni ai giochi matematici. Il punto è che di musica classica non ne hanno mai sentita neanche per sbaglio...

Guarda che tante delle ragazze di oggi sono fichette superficiali e stronze che vanno a scuola solo per sbaciucchiare il tamarro di turno. Io conosco tante ragazze simpatiche ed intelligenti che peró di musica (secondo il mio modestissimo parere) non ne capiscono niente, e che, forse per l'età ancora immatura, si comportano in modo superficiale.
L'unico posto dove ho conosciuto coetanee con cui parlare di musoca classica, letteratura (seria) e altre cose serio-scherzose è lo spogliatoio di nuoto. Lì ci ho conosciuto gente a posto, ma comunque niente prog-girl...
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progknight94 » 27/08/2011, 11:47

Si che poi tra parenti vari di chicche ce n'è (sta supper's ready sembra musica da sagra)

Arya di ragazze come dici non ne ho mai incontrata una...

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progressive-Sax » 27/08/2011, 13:04

Arya ha scritto:
Sono convinta che molte ragazze abbiano doti maggiori dei maschi. Una mia amica ha finto Assassin Creed Brotherhood prima ancora che i nostri amici maschi l'abbiano comprato, e ha terminato Dragon Age II in soli due giorni. Un'altra mia amica batte i tre quarti dei maschi della scuola a braccio di ferro. La mia compagna di banco è arrivata tra i primi tre due volte in due anni ai giochi matematici. Il punto è che di musica classica non ne hanno mai sentita neanche per sbaglio...

Guarda che tante delle ragazze di oggi sono fichette superficiali e stronze che vanno a scuola solo per sbaciucchiare il tamarro di turno. Io conosco tante ragazze simpatiche ed intelligenti che peró di musica (secondo il mio modestissimo parere) non ne capiscono niente, e che, forse per l'età ancora immatura, si comportano in modo superficiale.
L'unico posto dove ho conosciuto coetanee con cui parlare di musoca classica, letteratura (seria) e altre cose serio-scherzose è lo spogliatoio di nuoto. Lì ci ho conosciuto gente a posto, ma comunque niente prog-girl...
Ovvio che oggi ci siano tante mele marce ma è pure vero che la superficialità uccide l'arte. E sono molto felice che ci siano ragazze che lo capiscano uscendo dal rovinoso gruppo della gioventù odierna. Ciò vale anche per i maschi! Non esistono cose da donne o da uomini. Ad esempio a me piace molto cucinare, ma nessuno viene a dirmi niente riguardo che forse dovrebbe farlo mia madre il pollo alla diavola. Un uomo può benissimo essere sposato e occuparsi della casa e delle faccende domestiche mentre sua moglie è indaffarata a chiudere una causa in tribunale. [smile]

Avatar utente

Topic author
Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Machine » 31/08/2011, 14:46

Esattamente. Ovviamente il discorso voleva essere impostato su informazioni statistiche, su impressioni che abbiamo quando ci guardiamo intorno... E il fatto di avere un admin donna sul Vintage Rock Forum è sicuramente un orgoglio per il genere femminile [smile] [smile] [smile]
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progressive-Sax » 31/08/2011, 19:39

Già Arya, sii orgogliosa del tuo compito! :D E magari converti anche qualche tua amica al progressive- Move! ( Parola che misono appena inventato ma che rende l'idea! :lol: )

Avatar utente

Topic author
Machine
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 114
Iscritto il: 26/05/2011, 14:29

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Machine » 31/08/2011, 22:15

Progressive-Sax ha scritto:E magari converti anche qualche tua amica al progressive- Move!
Qualche amica molto carina e della mia età [approve] [slurp] [smile]
Welcome, my son...
Welcome, to the machine...

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progressive-Sax » 01/09/2011, 0:05

Watcher ha scritto: Questa te la regalo. :mrgreen:

Immagine
Machine, io un pensierino a questa ce lo farei... :lol:

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progknight94 » 01/09/2011, 10:56

Ma..maè un fotomontaggio vero??

Avatar utente

Progressive-Sax
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 413
Iscritto il: 04/05/2011, 12:36
Località: San Pietro Valdastico (vi)

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Progressive-Sax » 01/09/2011, 11:00

No, non credp proprio...

Avatar utente

Arya
Moderatore onorario
Moderatore onorario
Messaggi: 299
Iscritto il: 05/12/2010, 19:42
Località: Torino

Re: Le donne e il Progressive

Messaggio da Arya » 11/09/2011, 16:59

Machine ha scritto:
Progressive-Sax ha scritto:E magari converti anche qualche tua amica al progressive- Move!
Qualche amica molto carina e della mia età [approve] [slurp] [smile]
Contaci... [spock]
Secondo di New York: lasso di tempo che intercorre tra quando scatta il verde e il tassista dietro di voi comincia a suonarvi il clacson

La vita è uno stato mentale

Rispondi