Steve Hackett live

Sezione dedicata a tutti i gruppi Progressive Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Steve Hackett live

Messaggio da Narcissus » 18/04/2017, 17:59

Come consigliato da theNemesis quasi un mese fa, vi racconto il concerto del grande Steve del primo aprile a Roma.

Si parte alle 21:05 con soli 5 min di ritardo, un gentleman come Hackett non gradisce far aspettare troppo i suoi fan e quasi in perfetto orario inizia a suonare alcuni dei suoi brani passando da pezzi noti ad altri un po' meno noti, dai suoi classici ad un paio di nuovi brani presenti nel suo ultimo album The Night Siren.
Tra una canzone e l'altra si lascia andare a brevi commenti e riflessioni sull'attualità che vanno dalla brexit ("have you heard about brexit? what a shame...") all'integrazione e all'accoglienza dei migranti; intermezzi che non sembrano esser stati troppo graditi dal pubblico che in qualche caso ha un po' rumoreggiato. Idee differenti? frustrazione per la scarsa comprensione dell'inglese? voglia di sentire musica e non un chitarrista parlare? chissà... [chin]

Dopo l'esecuzione dei suoi brani si passa alla seconda parte del concerto accolta con un boato dal pubblico: i brani dei Genesis sanno ancora emozionare dopo tutti questi anni e sembra che molti spettatori fossero presenti solo per quello. A sorpresa presenta quasi interamente Wind and Wuthering (in fondo è stato quasi ostracizzato in quell'album), prendendosi qua e la qualche rivincita e rivisitando i brani in modo da evidenziare maggiormente la sua chitarra sopra le tastiere. Esegue anche The Musical Box e qualche brano da A Trick of the Tail tra cui Los Endos suonato come bis durante una standing ovation ai piedi del palco.

In sintesi è stato un bellissimo concerto: impeccabile Steve che come al solito sa farti apprezzare ogni singola nota che esce dalla sua chitarra, sia se fatta per un suo brano, sia se fatta per un brano firmato Genesis.
Nota di merito anche per la band che ha suonato in modo impeccabile per quasi 3h continuate di concerto e che è riuscita a non risultare "fredda" nei brani presi in prestito -non sempre una band suona volentieri e con trasporto canzoni con le quali non ha nulla a che fare. Da sottolineare la performance del polistrumentalista del gruppo: ho apprezzato molto i suoi interventi con oboe, clarinetto ed altri strumenti "non convenzionali" nelle canzoni genesisiane, è riuscito a dare un suono nuovo ma non diverso ad ogni singolo brano dei big G.
Unica, grande, nota di demerito (imho) per il cantante: insulso, effemminato e piatto, insomma, assolutamente non all'altezza né dell'esecuzione dei suoi colleghi né tanto meno della voce di Phil... mi ha fatto digrignare i denti più e più volte durante il concerto ed onestamente non capisco cosa ci trovi Hackett in quel cantante [wall].

Prog on! [bye]
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2155
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Steve Hackett live

Messaggio da theNemesis » 19/04/2017, 9:39

C'era Nad Sylvan alla voce?
Se si, non condivido il tuo giudizio... Io l'ho sentito a Milano nel 2013 (tour Genesis Revisited) e ho anche il DVD con il live completo, e devo dire che mi piace molto.
Ne abbiamo parlato anche qui nel Forum. http://www.vintagerockforum.altervista. ... =42&t=1367
Forse nella serata che hai visto tu non era in piena forma?
Dancing on time way...

Avatar utente

Topic author
Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Re: Steve Hackett live

Messaggio da Narcissus » 22/04/2017, 15:35

In questo caso non posso far altro che dire "degustibus!" visto che il cantante era proprio Nad Sylvan [fisc]
Escludo fosse una serata no per lui visto che l'avevo già risentito nel 2015 (o 16? non ricordo) in una data del tour Wolflight e mi aveva dato le stesse identiche sensazioni: una voce insipida e che soprattutto mal si adatta ai brani dei Genesis. Non posso giudicarlo sui brani di Hackett visto che non li ha cantati lui... e forse ci sarà un motivo se Steve non glielo lascia fare :mrgreen: :mrgreen:
In conclusione, ho sentito molte coverband con cantanti decisamente migliori e non sto parlando dei Musical Box o di cantanti professionisti... magari sono troppo cattivo, ma proprio non riesco a farmelo piacere: resto convinto che il 1° aprile abbia cantato meglio il batterista!

EDIT:
leggendo la discussione da te linkata sembra che qua dentro tutti amiate Sylvan! io non riesco veramente a digerirlo :shock:
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Steve Hackett live

Messaggio da Lamia » 02/05/2017, 15:46

Interessante Narcissus, colgo l'occasione per sottolineare per l'ennesima volta, leggendo le tue impressioni nel post di apertura, che ogni qual volta si ascoltano pezzi dei Genesis suonati da band, soprattutto Gabriel/era, l'appunto su cui si discute principalmente e' sempre lo stesso: il cantante.

Non c'e' niente da fare: le suites dei Genesis, per quanto difficili siano da suonare, bene o male ( in questo caso benissimo perche' c'e' Steve!), tutti riescono ad avvicinarsi, ma il canto, purtroppo, e' "la bestia nera" di qualunque band o tribute band che dir si voglia. Le performance di Peter vengono imitate, oppure accennate, personalizzate, ma purtroppo nessuno riesce ad arrivare al livello dell'originale. Peter non cantava e basta, ma accompagnava il pubblico, grazie al carisma di cui, parere mio, solo un artista vero e' portatore, in un viaggio visionario e percettivo che non potra' mai essere riproducibile, se non .. .guardando i vecchi filmati [smile] .
Battuta a parte, Steve sicuramente offre uno spettacolo fantastico, ma per la voce dobbiamo accontentarci. ( .. come gia' detto , per me Sylvan se la cava ottimamente)

Avatar utente

Topic author
Narcissus
Apprendista Rocker
Apprendista Rocker
Messaggi: 91
Iscritto il: 20/01/2017, 20:32

Re: Steve Hackett live

Messaggio da Narcissus » 05/05/2017, 12:39

Beh, che nessuno possa reggere il confronto con il caro vecchio Peter e la sua voce unica è una cosa ovvia e direi quasi oggettiva. Il fatto è che mentre molti cantanti, anche se una spanna sotto di lui, hanno una voce che a mio parere si adatta e non "stona" nei brani, Sylvan mi da come l'impressione che sia del tutto fuori luogo, che non c'entri niente. Eh va be', de gustibus, non possono piacere a tutti le stesse cose no? è un po' come la diatriba sui Dream Theater: o li adori o non li digerisci, non ci sono vie di mezzo [smile]
Prima o poi tutti ascoltano i Genesis, anche voi dovrete ascoltarli. E quando questo avverrà, desidererete averlo fatto dall'inizio.
- Keith Emerson

Rispondi