THE BEATLES Revolver

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da Lamia » 03/05/2019, 10:49

Pure io adoro “Rain”, e’ fantastica, ha una melodia micidiale, difficile da cantare, non per loro. . [hearts]

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da aorlansky60 » 03/05/2019, 12:02

...e pensare che fu relegata a ruolo di B-side a 45g... Molto è da dire su questa singola canzone :

- si tratta di una delle primissime escursioni "psichedeliche" della band, del suo autore in particolare;
- contiene una performance formidabile alla batteria per merito di Ringo
- notevolissima anche la parte di basso di Paul
- solita voce incredibilmente incisiva del proprio autore (e cantante)
- uno dei primi, forse il primo in assoluto, esempio di esperimento di "nastri a rovescio" messo in canzone.

Rispetto al sound che ha caratterizzato RUBBER SOUL, qui si comincia veramente a respirare ARIA NUOVA, come una sorta di anticipazione all'album che verrà alcuni mesi dopo (REVOLVER)...

a proposito del punto 3 è riferito da molte fonti che Lennon ritornato a casa con il nastro, dopo una delle session preliminari al brano , lo montò sul suo registratore a casa per riascoltarsi il tutto con calma, sbagliando verso montandolo alla rovescia, il cui ascolto fu per lui "rivelatorio" in fatto di ispirazione... George Martin invece rivendicò sua l'idea -come citato da altre fonti- alla continua ricerca di trucchi da studio ed idee che potessero suscitare l'interesse di John e Paul...

Al di là di come sia andata veramente quella "trovata" geniale, essa ebbe molto peso nel caratterizzare la canzone, per certi versi anticonvenzionale -per il suo andamento armonico e per tutti gli effetti contenuti- stupì certamente il pubblico che potè ascoltarla sin dalla pubblicazione del suo 45g con PAPERBACK WRITER ad accompagnarla sul lato A, nella primavera '66...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da twoofus » 03/05/2019, 13:05

In Rain il basso inizia a fare sul serio. Per ottenere questo nuovo suono dinamico che sentiamo qui, fu adottato uno stratagemma. Il nuovo Rickenbacker, usato per la prima volta al posto dell'Hofner, fu collegato all'amplificatore tramite un espediente inventato lì per lì dall'ingegnere del suono Geoff Emerick, il quale invertì i fili utilizzando in pratica il woofer dell'ampli come un microfono, e spostando l'altoparlante di fronte allo strumento anzichè sul fondo della sala. La base ritmica venne registrata più veloce e con un semitono in più (sul disco è in SOL, invece venne registrata in SOL# o LA - non mi ricordo) e a velocità accelerata; solo su nastro venne poi rallentata in modo che il suono guadagnasse in profondità e ottenesse una specie di atmosfera sospesa, sognante o se preferite lisergica. Operazione altamente innovativa e complessa da spiegare, che Wikipedia semplifica così: "modificando il suono con delle scosse elettriche prodotte dal congiungimento degli altoparlanti".
Si era all'inizio del 1966, era nato un nuovo approccio al modo di suonare il basso e al suono in generale; erano nati i nastri al contrario, era finito il beat ed era nato il rock. A breve la psichedelia.
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da aorlansky60 » 03/05/2019, 15:25

@ Twoofus

"Si era all'inizio del 1966, era nato un nuovo approccio al modo di suonare il basso e al suono in generale; erano nati i nastri al contrario, era finito il beat ed era nato il rock. A breve la psichedelia."


Hai detto bene;

non riesco ad immaginare un periodo più stimolante -in prospettiva futura- di quello del 1966;



I Beatles avevano fornito un indizio con il 45g in oggetto, registrato nell'Aprile di quell'anno e pubblicato qualche tempo dopo (Giugno), peraltro in quello stesso periodo di Aprile-Maggio era già in gestazione ed in fase avanzata lo stesso "REVOLVER" (che sarebbe stato pubblicato ai primi di Agosto dell'anno);

più o meno in quel periodo -Maggio o Giugno, non ricordo bene comunque doveva essere la primavera '66-

BOB DYLAN pubblica il suo poderoso "BLONDE ON BLONDE"...

nell'estate di quell'anno i ROLLING STONES pubblicano "AFTERMATH", il loro album più pregevole fino a quel momento;

nello stesso periodo, i BYRDS pubblicano "FIFTH DIMENSION" (un deciso balzo in cielo, rispetto ai primi due albums precedenti);

sempre in quel periodo, estate 1966, arriva nei negozi un prodotto MOLTO VELENOSO [smile] destinato a farne il nemico num.1 del sistema, ovviamente mi riferisco al disco d'esordio di Frank ZAPPA and the Mothers of Invention "FREAK OUT!"...

...e sempre in quell'estate i Beach Boys pubblicano il loro pregevole PET SOUNDS.


...Insomma, a leggere questi nomi e questi titoli, è facile comprendere quanto quell'anno sia stato IMPORTANTE in prospettiva di sviluppi futuri della musica ROCK...
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

aorlansky60
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1454
Iscritto il: 09/07/2018, 12:09

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da aorlansky60 » 06/05/2019, 8:30

twoofus ha scritto:
03/05/2019, 9:55

Nello specifico, per i miei gusti, condivido quasi tutto, anzi, addirittura tre delle "tue ordinarie" per me sono più che superlative:
And your bird can sing, che con i suoi intrecci di chitarre e basso considero tra le cose migliori del disco, e anche Dr. Robert e I want to tell you ...
Twoofus, devo ammettere di aver preso un granchio colossale -detto anche "cantonata micidiale"- su una delle tre; mentre non cambio sostanzialmente il mio giudizio circa Dr. Robert e I want to tell you ,

And your bird can sing è invece decisamente notevole (le ho ascoltate più volte insieme a tutto REVOLVER nel W.E., incredibile l'intreccio delle chitarre elettriche che in molti punti del brano, di fatto, sostengono tutta l'impalcatura armonica, oltre a molto altro ancora) , quindi di fatto elevata nella mia personalissima visione, a "superlativa". [happy] con Lennon che guadagna qualcosina nella contesa versus McCartney nell'occasione [smile]
Ama tutti, credi a pochi, non far male a nessuno.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da twoofus » 06/05/2019, 9:02

In effetti è anche una delle mie preferite, ed ha anche un testo enigmatico ma molto significativo.
Peraltro c'è una outtake, venuta fuori ai tempi di Anthology, che adoro: conosciuta come "laughing version", ha John e Paul che se la ridono da pazzi in maniera molto contagiosa mentre la cantano, probabilmente in preda a "non meglio specificati fumi isterici" che aleggiavano ai tempi nell'aere dello studio 2 di Abbey Road...
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da Watcher » 06/05/2019, 16:38

twoofus ha scritto:
06/05/2019, 9:02
Peraltro c'è una outtake, venuta fuori ai tempi di Anthology, che adoro: conosciuta come "laughing version"
Me la ricordo. Un amico beatles-maniaco me l'aveva fatta sentire. [smile]
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da twoofus » 06/05/2019, 20:55

Le risate erano provocate da Lennon che storpiava le parole:
"...look at my erection, I’ll be round I’ll be round..."
oppure
"When your bike is broken will it bring you down..."
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Humdrum
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 627
Iscritto il: 09/01/2014, 20:54
Località: veneto

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da Humdrum » 06/05/2019, 21:18

Eccola:

"Mi piacevano molto i Genesis con Peter Gabriel.Quando Peter ha lasciato il gruppo, ho smesso di seguirli." RICK WRIGHT(Pink Floyd)

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8098
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da Hairless Heart » 07/05/2019, 0:09

Già.
Infatti se ne era già discusso ad inizio thread. [fisc]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Humdrum
Grande Rocker
Grande Rocker
Messaggi: 627
Iscritto il: 09/01/2014, 20:54
Località: veneto

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da Humdrum » 07/05/2019, 14:47

Hairless Heart ha scritto:
14/07/2014, 14:20
Nella versione dell'Anthology ad un certo punto si mettono a ridere perchè Lennon storpia il testo con cose tipo "looking my erection"...... :lol:
Ho sbagliato a mettere la traccia di youtube? [chin]
"Mi piacevano molto i Genesis con Peter Gabriel.Quando Peter ha lasciato il gruppo, ho smesso di seguirli." RICK WRIGHT(Pink Floyd)

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8098
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da Hairless Heart » 08/05/2019, 0:01

Certo che no, anzi!
Mi riferivo a tutta quest'ultima parte di discussione, che è un remake della parte che hai linkato.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: THE BEATLES Revolver

Messaggio da twoofus » 08/05/2019, 9:14

Si riferiva a me... [smile]
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Rispondi