Paul McCartney - NEW album

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Rispondi
Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 07/10/2013, 15:33

A sei anni dall'incerto Memory Almost Full, la notiziona di ottobre è l'uscita del nuovo disco (di inediti) del Macca, intitolato perlappunto "New", preceduto un mese fa dal singolo omonimo.

http://www.ilmattino.it/spettacoli/musi ... 2872.shtml

...Dodici brani, che nella versione de luxe diventano quattordici, a cui l’ex beatle ha lavorato con ben quattro produttori. «L’idea iniziale è stata quella di provare a fare un po’ di musica con alcuni producers che stimo molto per vedere quale fosse più congeniale a questi brani» spiega.
«Poi però ho trovato nel lavoro di ciascuno qualcosa di speciale e così, davanti all’impossibilità di scegliere, ho finito per utilizzarli tutti e quattro». In radio da fine agosto, il singolo «New» porta la firma di Mark Ronson, storico collaboratore di Amy Winehouse, e farà parte pure della colonna sonora del film d’animazione «Cloudy With A Chance Of Meatballs 2», in Italia «Piovono polpette 2». «Mark lo conosco in maniera un po’ più diretta degli altri perché è stato lui il dee jay alla mia festa di matrimonio» spiega Sir Paul, sposato da due anni con l’ereditiera americana Nancy Shevell.
«Ballando la sua musica fino alle tre del mattino ho avuto modo di apprezzare i suoi gusti e di valutare un suo possibile coinvolgimento nel disco». Alla fine Mark (che dopo le registrazioni è diventato vegano proprio come Paul) ha prodotto «New» ed altre due tracce, «Alligator» e quella «The secret life of a party girl» contenuta solo nella versione de luxe. Il resto della truppa in cabina di regia è formato da Paul Epworth (Adele, Bruno Mars), Ethan Johns (Ryan Adams, Laura Marling, Kings of Leon), figlio di quel Glyn Johns tecnico del suono ai tempi di «Let it be», e Giles Martin, secondogenito del “quinto Beatle” George Martin. «La prima esperienza lavorativa con Giles l’ho fatta assieme a George e Ringo sulla colonna sonora di "Love", lo show del Cirque du Soleil ispirato alle canzoni dei Beatles», prosegue McCartney.
«E sono rimasto così soddisfatto del risultato che l’ho voluto al fianco come produttore pure in un paio di altre occasioni: l’esibizione alla cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Londra e alcune musiche di “Destiny”, il videogioco ideato dagli stessi creatori di “Halo”». Martin nel nuovo album firma sei pezzi, «On my way to work», «Appreciate», «Everybody out there», «I can bet», «Looking at her», «Road»; Epworth due: l’iniziale «Save us» e «Queenie eye»; Johns due: «Early days» e «Hosanna»....


Di seguito una recensione del disco da parte di Rockol:

http://www.rockol.it/recensione-5443/paul-mccartney-new
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 07/10/2013, 15:41

Una curiosità sul lancio del singolo. McCartney ha postato di seguito su twitter alcune parole apparentemente senza senso o senza legame tra di loro, che solo poi si sarebbe scoperto tutte legate alla parola che costituisce appunto il titolo del disco:
castle
born
york
moon
sworthy
fangled
.....
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Watcher » 07/10/2013, 16:01

Ho sentito per radio pochi giorni fa mi sembra New, quella che dà il titolo all'album.
Non mi ha fatto questa gran impressione.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Progknight94
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1199
Iscritto il: 21/05/2011, 19:09
Località: Cartelfranco Veneto (tv)

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Progknight94 » 07/10/2013, 17:56

Nemmeno a me devo dire,ma non è neanche un brutto pezzo alla fine dei conti :)

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 07/10/2013, 19:23

Sarebbe questa:



Non è un capolavoro, ma non mi sembra così malaccio. Una Got to get you into my life con una melodia meno incisiva. Anche nel caso di Chaos & creation... il singolo era così così, poi l'album splendido. Piuttosto, è la voce a lasciare a desiderare. :roll:
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da reallytongues » 07/10/2013, 19:45

sentita oggi in radio Capital, pensavo fosse un nuovo gruppo beatlesiano
infatti è la voce che è poco Macca, il brano è molto ben fatto
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 08/10/2013, 0:36

E' solo che soffre del difetto di molte delle più recenti canzoni di Paoletto: la mancanza di un vero ritornello.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4194
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Watcher » 08/10/2013, 9:17

Qual era il singolo di Chaos & Creation? Fine Line?

Riascoltando New ... già qualcosa meglio. ;)
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 08/10/2013, 12:46

A me non dispiaceva nemmeno Fine Line, comunque ci siamo capiti. Il singolo in genere è il pezzo giudicato più immediato, dall'album ci si può aspettare qualcosa di più appetitoso.
Questa dovrebbe essere la track-list:
1. Save Us
2. Alligator
3. On My Way To Work
4. Queenie Eye
5. Early Days
6. New
7. Appreciate
8. Everybody Out There
9. Hosanna
10. I Can Bet
11. Looking At Her
12. Road
Poi naturalmente c'è la versione de-luxe, la versione per il mercato giapponese (chissà perchè debbano essere trattati meglio degli altri :roll: ), la versione per i calvi, quella per i mancini, quella per gli impiegati, ecc......
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 15/10/2013, 17:39

Dalle recensioni che si leggono in giro, parrebbe un lavoro che oscilli dal discreto al buono.
Ho paura che Panorama sia un po' troppo di manica larga:

http://cultura.panorama.it/musica/paul- ... recensione

New è il disco di un uomo di 71 anni che si diverte ancora come pochi a fare musica. Se così non fosse questo album avrebbe un altro sound, un'altra atmosfera. Invece New è un disco solare, energico, a tratti sorprendente. Per produrlo il buon vecchio Paul ha chiamato, tra gli altri, Mark Ronson (Back in black di Amy Winehouse) Ethan Johns e Giles Martin, il figlio di George, storico producer di quasi tutti gli album dei Beatles.

Nelle canzoni del disco c'è tutto il talento pop dell'ex Fab Four, ci sono le influenze della Motown e molteplici richiami alle radici del rock'n'roll. Eppure tutto suona incredibilmente fresco e vitale. In New ci sono canzoni della struttura semplice, essenziale, arrangiate con la cura e il gusto di chi scrive hit da cinquant'anni. Forse non è esagerato dire che questo si candida ad essere il miglior album solista di Paul negli ultimi due decenni. Lo si capisce dall'iniziale Save us, rapida e scattante come un pezzo dei Franz Ferdinand in pieno trip melodico. E se Early Days richiama l'ispirazione da cui scaturì Yesterday, Hosanna è figlia dei Beatles più evoluti, quelli dell'era Sgt. Peppers o del White Album.

Paragoni che vengono spontanei e che non tolgono nulla alla bellezza di un disco che ha in Road uno dei momenti più intensi. E poi c'è la title track che meglio di qualsiasi parola fa capire in quale band abbia militato Paul prima di mettersi in proprio. Per la cronaca, questa è la dichiarazione che McCartney ha rilasciato in merito al suo ultimo album: "È buffo, quando faccio ascoltare l'album gli ascoltatori si stupiscono che l'artefice sia io. Molte tracce presentano una grande varietà, e non sono necessariamente in uno stile riconoscibile come mio. Non volevo che l'album suonasse in modo troppo omogeneo, e mi sono divertito molto a realizzarlo. È sempre una gran cosa avere la possibilità di entrare in studio di registrazione con composizioni nuove, e ho avuto la fortuna di lavorare con grandi produttori. Ci siamo divertiti parecchio.”


Comunque, è uscito in settimana e in breve ci faremo un'idea.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 28/10/2013, 22:46

Dopo quattro ascolti del disco (versione de-luxe, per la precisione) due parole si possono anche azzardare.

SAVE US. Bel rock immediato e sufficientemente ispirato. Sarebbe un ottimo singolo. Voto 7,5.

ALLIGATOR. Discreta ma, come succede spesso all’ultimo Macca, manca di un vero ritornello. Interessante invece il middle-eight in salsa elettronica. Voto 7.

ON MY WAY TO WORK. Ballata prevalentemente acustica, parte piuttosto piatta, si scalda un po’ nel prosieguo. Un passaggio è palesemente scopiazzato da Learning to fly dei Pink Floyd, e se copi da una ciofeca…. Voto 5,5.

QUEENIE EYE. Secondo singolo estratto dall’album (il video è in uscita). Per molti (e anche per me) uno dei pezzi migliori. Voto 7,5.

EARLY DAYS. Il solito dolce Paul, ma in questo campo ha fatto di meglio. Voto 6,5.

NEW. Si apprezza maggiormente all’interno dell’album. Non male la citazione….maccartiana e, nel finale, dei Beach Boys. Voto 7.

APPRECIATE. Quando non scade nel ridicolo, il Macca sperimentale è molto efficace. Assomiglia ad una bonus-track di Chaos…, nel gioco minore-maggiore. Voto 8.

EVERYBODY OUT THERE. Pezzo leggerino (tipo My Brave Face che però aveva ben altro spessore), sembra fatto apposta per le esibizioni live (hey….ooh-ooh-ooh-ooh). Voto 5,5.

HOSANNA. Niente di che. Punto. Voto 5.

I CAN BET. Ritmica e piano elettrico molto anni ’70. Non un capolavoro ma si lascia ascoltare. Ci sta la citazione del riff della recente Only Mama Knows. Voto 6,5.

LOOKING AT HER. Anche qui niente di che. Il sottofondo “tit-tit-tit-tit” sembra proprio quello di Girl.

http://vintagerockforum.altervista.org/ ... =350#p2837

Voto 5.

ROAD. Perché stupirsi se McCartney fa il Radiohead: Yorke non ha forse scopiazzato i Beatles con OK Computer, più specificatamente con Karma Police? Questo con le atmosfere cupe è, secondo me, il miglior attuale Paul McCartney. Voto 7,5.

********************************

TURNED OUT. Di nuovo un poppettino alla portata di tutti. Voto 6.

GET ME OUT OF HERE. I fortunati con la versione base dell’album se la sono risparmiata! Voto 5,5.

SCARED. Vai a capire la scelta di metterla come ghost-track…..In queste dolcezze pianistiche resta il più bravo di tutti. Voto 7.

In definitiva un buon lavoro, penalizzato dalla voce in netto ribasso, lontano dalle vette di Chaos & creation in the back yard (che rasentava il capolavoro) ma comunque migliore della precedente raccolta di inediti, Memory almost full, anche se pure quest’ultimo, superata la barriera di una produzione (volutamente?) pessima, aveva qualche pezzo interessante, ed ancora più interessanti erano i brani inizialmente rimasti fuori.
Questo New, invece, manca di un pezzo davvero forte, come ad esempio lo era il singolo uscito con il disco dell’anno scorso di cover anni ’30-’40, l’inedito My Valentine. Un esercizio di stile, ma davvero di gran classe.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 02/11/2013, 16:32

Stasera su Rai Radio 2, alle ore 21, intervista a Paul McCartney all'interno del programma Wake Up Revolution.

http://www.radio2.rai.it/dl/portaleRadi ... 66cf8.html
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


Dead
Novellino
Novellino
Messaggi: 34
Iscritto il: 23/09/2014, 15:57

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Dead » 24/09/2014, 20:45

Sono un fan di Paul. Ma non di New.

New quasi un anno dopo.

Save Us
E' abbastanza ok.
Alligator
Un po' annacquata e appannata ma ha un riff di chitarra e un paio di versi che la mettono a posto.
On My Way To Work
Tra l'ascoltabile e il banale, s'impone subdolamente alla mente dell'ascoltatore.
Queenie Eye
E' un pastiche del Lennon psichedelico di Strawberry e I Am The Walrus. Quindi, in effetti, come diceva qualcuno, una cosa più che altro di mestiere, e pure del mestiere di qualcun altro, pur essendo allo stesso tempo tra le meno peggio.
Early Days
Il pezzo nostalgico-acustico-intimistico strappalacrime che tutti i beatlesiani vogliono sentire, quindi tendente al patetico. Sento qualche nota di Happy Xmas (World War III is about to start). La voce per una volta sembra sincera e non artefatta, per quanto, come diceva qualcun altro, quando si mette a fare i suoi falsetti e urletti crepitanti e senili è abbastanza irritante. Alla fine la cosa meno peggiore è proprio l'accenno polemico "solo io so chi ha fatto cosa, non voi", che perlomeno si discosta dalla svenevolezza pornografica generale.
New
Orecchiabile e facile quanto irritante e fastidiosa, e con una variazione oltre il banale.
Appreciate
Tutto fumo produttivo e niente arrosto-canzone, un sacco di suoni fastidiosi e il titolo ripetuto fino al vomito.
Everybody Out There
La musica non è male, sembra una specie di Hope Of Deliverance con coretti di Looking For Changes, l'interpretazione in compenso sa di falsissimo e, come se non bastasse, si mette a fare il George con una predica vergognosa, per uno che passa il tempo a sguazzare nelle monete d'oro del suo inaccessibile deposito a Paulopoli.
Hosanna
Ballata acustica sospesa, che viene presto a noia, aiutata anche dagli stupidissimi effetti sonori MAGICI e ATMOSFERICI che sembra obbligatorio infilare prima e dopo le canzoni.
I Can Bet
Mi piace l'intro con lo stesso accordo insistito per una decina colpi e anche le strofe abbastanza, finalmente un po' di verve: ma è facile quando finisci praticamente per riciclare il refrain di Get Back.
Looking At Her
Un'altra silly love song che fa capire che gli Wings erano veramente fichi, quantomeno al confronto.
Road
Pesantissima.

Turned Out
Per me è Paul che fa il George allegro, tra Wilburys e Blow Away e altro. Senza comunque approdare ad un granchè.
Get Me Out Of Here
Blues-folk umoristico abbastanza divertente che cita Oh Boy di Buddy Holly.

Traccia Pudica
Come abbiamo detto che si intitola?
Breve ballata pianistica iper-intimista e nuda [sarà per questo che è stata un po' nascosta], tra il toccante e l'"ancora queste canzoni alla tua età?".

NEL COMPLESSO
Credevo di arrivare al sei e invece mi rendo conto che è al massimo un
5,5/10 se non un 5/10

Brutti suoni, brutta produzione, che ha richiesto 84 produttori diversi evidentemente solo per dimostrare quanto siano ormai omologati,
canzoni perfidamente appiccicose e orecchiabili, per esempio "Queenie eye, queenie eye..." è qualcosa che mi è difficile togliere dalla testa, ma allo stesso tempo non vi è particolarmente benvenuta, testi bruttarelli. Paul che dimostra una volta di più quanto è scervellato, e non è un problema quando c'è, per così dire, "ispirazione", ma qui c'è più un misto di frattaglie in definitiva. Fa un po' venir voglia di buttare via i dischi di Paul e ascoltare Burt Bacharach.

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 19/08/2018, 19:05

Ho riascoltato il disco, visto che bisogna prepararsi a quello nuovo.
Confermo più o meno tutti i giudizi (più o meno contrari a quelli di Dead...), in particolare continuo ad apprezzare Appreciate ed ancor più Road: canzone del momento.

[bbvideo=560,315]https://www.youtube.com/watch?v=yuEmQH1fGHg[/bbvideo]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da twoofus » 31/08/2018, 13:27

...e intanto prepariamoci a quello nuovo... Ciao Hair!
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 31/08/2018, 13:48

Uhelà!!!!
Ciao Vincè! [exc]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

twoofus
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1535
Iscritto il: 19/06/2015, 13:29

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da twoofus » 06/09/2018, 19:47

Ciao Roger, come va? Sembra che ci siano grosse beatlenews in vista!
You and I have memories longer than the road that stretches out ahead.

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Paul McCartney - NEW album

Messaggio da Hairless Heart » 07/09/2018, 16:14

Restiamo in attesa, allora.

Se vuoi partecipare alla nostra Pink Floyd Champions League......

http://vintagerockforum.altervista.org/ ... 132#p41125
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Rispondi