Top 5 album delle decadi del mago di Floz

In questa sezione ciascuno di voi può proporre una classifica di 10 brani che a vostro parere hanno contraddistinto la carriera di tutti artisti Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Il mago di Floz » 10/12/2016, 13:46

Eccomi, scusate il ritardo.

Proverò a mettere i cinque album nell'ordine in cui penso di poter inserire le cinque decadi in esame in base alle preferenze. Comincio pertanto con la decade che, personalmente, ha sempre detto meno: quella dei novanta.
Vuoi per età, vuoi per gusti, per me gli anni novanta non sono stati - dal punto di vista musicale - quello che sono stati per altri: sono tuttora piuttosto insensibile a movimenti quali il grunge o il britpop.

Fa particolare eccezione, soprattutto grazie a un caro amico, il power metal, che negli anni del liceo e dell'università seguivo parecchio - relativamente ai miei gusti, quantomento - e che ora riascolto volentieri.

Tra di essi, più di ogni altro, probabilmente i miei preferiti erano i Blind Guardian, immarcescibili tedesconi dediti a un robusto power metal intriso di elementi fantasy e - a quanto pare - di birra.

Le migliori canzoni del gruppo capitanato da Hansi Kürsch - voce inimitabile, ruvida e potente - sono probabilmente in quello che è considerato da molti il loro capolavoro, Nightfall in Middle-Earth (1998), sorta di veste musicale del Silmarillion di Tolkien, del quale - in una precedente Top 5 - vi avevo già proposto la stupenda Nightfall.
Si tratta però di un album lungo e colmo di riempitivi - urla di battaglia, rumori, lamenti - necessari alla resa sonora del libro che, di contro, diluiscono i capolavori del disco (se ne conta almeno un altro, la durissima Mirror mirror).

La scelta, quindi, è su un album molto più solido, tirato, praticamente senza pause. Imagination from the other side (1995) è album duro, certo; ma anche estremamente melodico (quantomeno nei ritornelli) e - a differenza dei precedenti - concede un ruolo maggiore alle tastiere (la formazione dei renani, all'epoca come ora, fa della doppia chitarra il suo marchio di fabbrica, tanto che perfino il bassista non è considerato un membro ufficiale - all'epoca dell'album, peraltro, il basso era affidato allo stesso cantante).

Per la scelta delle canzoni da proporre, pochi dubbi: l'album presenta tre brani clamorosi uno in fila all'altro: la power ballad dal notevole crescendo A past and future secret (loro grande classico), la devastante The script for my requiem, l'evocativa e contorta Mordred's song.

Non mi aspetto voti altissimi; ma - nel suo genere - questo album è parecchia roba.


Quinto rango: anni novanta
Imagination from the other side (1995), Blind Guardian


Immagine



***


Lascio sotto spoiler la prima proposta, quella non regolamentare, per chi fosse comunque interessato.
► Mostra testo
Ultima modifica di Il mago di Floz il 14/12/2016, 18:09, modificato 4 volte in totale.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Hairless Heart » 10/12/2016, 17:33

Non era specificato nel primo post del regolamento, ma si era detto niente dischi live, se non erro.
(E, fra l'altro, max 3 brani).
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Il mago di Floz » 10/12/2016, 18:29

Urgh! Anche niente live? Me l'ero scordato. :-(
Domani correggo, se riesco. Scusate.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da MrMuschiato » 10/12/2016, 21:58

Vero vero, ero stato io a chiedere se si potevano mettere o no i live.

Non preoccuparti, fai con comodo!
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Il mago di Floz » 14/12/2016, 11:01

Nuova proposta, come a Sanremo. ;-)
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da MrMuschiato » 19/12/2016, 0:55

Purtroppo internet non è al meglio in questi giorni, quindi voterò appena possibile.

Gli altri possono portarsi avanti, volendo!

Su su, votate!
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da theNemesis » 19/12/2016, 9:19

E io voto... :)

Non è il genere che preferisco, anzi, ma un fondo di buono in questi tedesconi c'è.
Blind Guardian: voto 6,5
Dancing on time way...

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Mick Channon » 21/12/2016, 15:33

Premetto che è un genere che non ho apprezzato,non apprezzo e penso non apprezzerò mai :o ,quindi il giudizio non può essere molto positivo.Il primo brano mi pare una sorta di ballata folk/prog,nulla di eccezionale.Il secondo bello tosto ma i cori non mi piacciono particolarmente tra le altre cose.Il terzo brano forse il migliore,comunque quello che ho apprezzato maggiormente,anche qui se non ci fossero stati i cori.....
A dimenticavo, la voce la trovo irritante :oops:
Voto 6....perché mi sembra suonato bene ;)
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Il mago di Floz » 22/12/2016, 10:37

Seguo poco il panorama attuale; qua e là qualche canzone che mi ha colpito c'è stata. Se però devo pensare a un album, il primo nome che mi viene in mente - non vi stupirà - è quello di Davide Van De Sfroos.
Quello degli anni duemila è stato il decennio della maturazione artistica e umana del ex membro dei comaschi Potage dopo lo ska-folk degli esordi solisti e il grande successo di Brèva e Tivàn, quasi capolavoro del 1999.

Tre gli album di inediti pubblicati in quei dieci anni così vicini e sempre più lontani: ...e semm partii, l'introspettivo e misterioso Akuaduulza (2005; per me suo capolavoro e del quale vi ho già proposto altrove la splendida canzone che dà il titolo all'album) e Pica!.
Opto per il primo dei tre, perché lo sto riascoltando spesso e a ogni ascolto scopro cose nuove e sembra sempre più bello.
Album tutt'altro che privo di riempitivi (del resto le tracce sono quattordici), ...e semm partii (letteralmente "e siamo partiti", con riferimento alla migrazione degli italiani verso gli Stati Uniti) vive di una serie di pezzi molto belli, uno dietro l'altro, con almeno un paio di capolavori.
Uno di questi è proprio la canzone che dà il titolo all'album, commovente quadro appunto dell'emigrazione italiana di un tempo sempre più remoto.

La canzone ha le strofe in italiano, ma riporto comunque il testo tradotto (così come per le altre due canzoni - visto che sono già pronti, ho formattato e rielaborato quelli del sito cauboi.it).
► Mostra testo
Televisiòn è invece una cavalcata nei primi anni di televisione e sugli effetti che quella "scatoletta" ha avuto sugli italiani e, più in generale, sull'umanità. Impreziosiscono il brano numerosi frammenti audio originali, da papa Giovanni XXIII a Galeazzi. Ballata a mio giudizio molto bella.
► Mostra testo
Come terzo brano, indeciso tra la storia di un pazzo (o forse no?) convinto di aver visto un mostro nel lago di Como e e lo scanzonato resoconto di una vita passata nel personale del Grand Hotel di Tremezzo tra divi del cinema e piccoli rancori personali (con i fiati della Banda Osiris), opto per la sorprendente power ballad Me canzun d'amuur en scrivi mai ("io canzoni d'amore non ne scrivo mai"; la traduzione è nel video), in cui un giardiniere soffre le sue pene d'amore tra chitarra e fisarmonica.


***

Quarto rango: anni duemila
...E semm partii (2001), Davide Van De Sfroos

Immagine
Ultima modifica di Il mago di Floz il 22/12/2016, 23:32, modificato 1 volta in totale.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da theNemesis » 22/12/2016, 18:52

Non me ne voglia il Mago, ma (come ho già dichiarato in altri thread), il dialetto nella canzone non mi prende affatto, indipendentemente dal dialetto.
La sufficienza è solo per la musica che non è malaccio.
Davide Van De Sfroos: voto 6
Dancing on time way...

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Hairless Heart » 23/12/2016, 1:15

Un passetto indietro, Blind Guardian.
Decisamente non è roba nelle mie corde, sia per il "tiro" che per il cantato epico. Peraltro, anche al pezzo delle top5 diedi un voto negativo.
Dei tre brani proposti, di gran lunga ho apprezzato maggiormente il primo, una ballata dal sapore tullico.
Il secondo ho fatto fatica ad arrivare alla fine. Il terzo è un po' una via di mezzo, ma comunque non roba per me. Viceversa, immagino che li apprezzerà molto Muschiato.
Voto 5.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Lamia » 23/12/2016, 15:38

Idem Hairless, sorry, ma il genere "power-metal" proprio non riesco a farmelo piacere. Ho ascoltato l'album dei Blind Guardian mentre stiravo ieri, e cosi. . . niente, diciamo che a fatica ho lasciato andare l'album ( preso da youtube). Non sopporto i pezzi tirati con le chitarre che letteralmente ti sparano addosso la musica, a me irritano.
Sara', ma almeno il brit-pop ha sfornato pezzi bellissimi, con accordi semplici ( apparentemente, poi come dico sempre bisogna arrivarci. . ) ma ricamati da quel tocco di eleganza di cui, a parer mio, gli inglesi sono maestri, vedi anche Radiohead, Suede, Verve, Blur, i gia' citati Oasis.

Ok, questione di gusti, per me voto: 5.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da MrMuschiato » 27/12/2016, 13:06

6,5 per i Blind Guardian.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Hairless Heart » 07/01/2017, 17:10

Davide Van De Sfroos: voto 6
E' la media tra le tre canzoni proposte: interessante e carina la prima, sufficiente la seconda, noiosa (per me) la terza.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Hairless Heart » 23/01/2017, 12:14

Nell'attesa che ritorni il Magone Flozzone, chi è rimasto indietro con i voti può riportarsi in pari.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Mick Channon » 23/01/2017, 14:15

Davide Van De Sfroos voto : 6

Brani "innocui" ,si lasciano ascoltare ma nulla di eccezionale ,almeno per me.Non mi emozionano.
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Lamia » 31/01/2017, 17:38

Idem Mick, ho ascoltato e ho avuto la stessa sensazione. Lui è' bravo, comunque .

Voto: 6

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Hairless Heart » 23/02/2017, 11:24

Floz, direi che possiamo riprendere con la tua top 5. [bye]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Topic author
Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Il mago di Floz » 23/02/2017, 12:20

Riprendo, allora; e - forse - vi sorprendo.

Negli anni ottanta, periodo amatodiato a seconda del caso, non si può negare che siano uscite molte produzioni di alto livello; molte di queste - va detto - mi hanno messo un po' in dubbio: i grandi album della Nwobhm, i capolavori dei Marillion, gli enormi successi dell'Alan Parsons Project non sono album da lasciare fuori da queste classifiche.

Ma ce n'è uno che, uscito agli albori del decennio, conserva ancora - dopo quasi quarant'anni - tutta la sua freschezza e la sua carica innovativa:cosa che non si direbbe di un gruppo tutto sommato patinato e figlio della sua epoca come gli Spandau Ballet. Eppure il loro esordio è un lavoro eccellente, senza fronzoli (tanto che praticamente non ci sono assoli strumentali), secco e incisivo, quadrato come la sua batteria, tanto che può essere considerato il capostipite di un nuovo, effimero genere, il new romantic. Spicca la voce di Tony Hadley, tra le più belle della musica tutta.

Se To cut a long story short è Il singolo di successo, piuttosto celebre e tremendamente efficace, e Musclebound è un'ossessiva litania con un'incessante batteria e un finale esplosivo nella sua linearità (forse non tra i migliori del brano, ma sicuramente il più particolare), Toys è invece una bella canzone* - anche piuttosto melodica - che, a poco a poco, assume tinte oscure in un crescendo di grande emotività squarciato dai sintetizzatori.

La svolta più pop degli Spandau Ballet è imminente e, sempre più, la musica del gruppo sarà dominata anche dal sassofono di Steve Norman; ma, prima degli anni ottanta eppure già negli anni ottanta, c'è questo gioiello.


Terzo rango: anni ottanta
Journeys to glory (1981), Spandau Ballet

Immagine

* Non sono brani di facile reperibilità su youtube: Musclebound compare spesso in una versione modificata, priva del bellissimo finale, mentre Toys l'ho trovata solo in questo non-video col disco completo (ma è il brano che chiude l'album, quindi la cosa non crea particolari problemi. Se vi piace, ascoltate anche quello precedente, Confused, che parte a 26:12.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 album delle decadi del mago di Floz

Messaggio da Hairless Heart » 26/02/2017, 1:08

Di certo To cut a long story short è, assieme a Chant no.1, il pezzo che preferisco dei Ballet. Avessero seguito quella traccia...... :roll: Poi, a parte un paio di episodi da Parade, li possiamo tranquillamente buttare.
Gli altri due pezzi, anzi tre, consigliati non mi hanno entusiasmato.
Diciamo che
Journeys to glory (1981), Spandau Ballet - Voto 6.

Vorrei solo contestare il fatto che si tratti del capostipite del new-romantic. Semmai la palma credo vada all'esordio dei cugini Duran Duran, usciti mesi prima.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Rispondi