Top 5 Album Decade di Lamia

In questa sezione ciascuno di voi può proporre una classifica di 10 brani che a vostro parere hanno contraddistinto la carriera di tutti artisti Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato

Avatar utente

Topic author
Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Lamia » 04/11/2016, 15:52

Ciao, premetto che ancora non ho imparato a postare le foto, mi spiace, ho provato e riprovato, non ci riesco, saro' torda!


Ho deciso di seguire l'ordine cronologico, dunque dal passato al presente .


DECADE 1960/69 : In The Court of the Crimson King - King Crimson - 1969


Ho scelto questo album per molti motivi: perche' sono appassionata di prog/rock, perche' mi pare giusto omaggiare una delle band piu' importanti e influenti della storia della musica, perche' la copertina ha un fascino senza tempo, perche' rappresenta uno spartiacque tra cio' che era prima, musicalmente parlando, e cio' che arrivera' dopo, perche' amo la poesia e in questo disco c'e' molta poetica di Sinfield.


L'album mi piace perche' affronta anche temi molto attuali: le angosce dell'uomo moderno, la sua fragilita', l'impossibilita' di soluzione, la disperazione, la perdita, il lato oscuro, la prigionia del materialismo sfrenato, ma anche la Natura e le sue Bellezze. E poi ancora il sogno, la fantasia, la maestosita' delle atmosfere, la delicatezza dei passaggi sonori, la modernita' dell'urlo della chitarra di Fripp, il racconto come fosse un libro aperto .. insomma, un album che diviene leggenda, come un grande classico, ha sempre da dire qualcosa .. . [hearts]


Ho scelto tre brani. Il primo : Epitaph, un brano struggente e delicato, supportato dalla bellissima voce di Greg Lake, e dalla poetica di Pete Sinfield. Sappiamo che molti poeti composero famosi epitaffi , come ultimo messaggio per i posteri, qui Sinfield lo fa a modo suo: versi che esprimono grande preoccupazione per il futuro dell'umanita'.

"Confusione sara' il mio epitaffio
Poiche' striscio lungo un percorso accidentato
Se ce la faremo
Potremo rilassarci e ridere
Ma temo che domani piangero'"

p.s. ho trovato solo questa versione studio , con queste immagini, altre versioni sono o solo voce o solo musica, copriright mi da sempre .. molto bella la marcia funebre centrale, personalmente mi emoziona molto .

https://youtu.be/mT5eVPOWhx4

Secondo pezzo: I Talk to the wind Anche qui non esiste la versione studio su youtube, mi spiace, posto una versione live molto bella, ma senza la voce di Lake , ma con Jakko Jakszyk, e l'atmosfera intimistica della versione studio. Qui e' piu' accelerata, sempre molto bella, avrei preferito far ascoltare l'originale ma ok. . .
Ad ogni modo la morbida voce di Lake si appoggia su un velluto musicale e anche lirico del pezzo , accompagnato da una splendida esecuzione al flauto del grande Ian Mc.Donald. Pezzo molto ispirato, uno dei piu' belli dei King, a mio modesto avviso.

https://youtu.be/jNCmHML4b5U


Il terzo pezzo e': In The Court of the Crimson King
Qui invece ho trovato la versione studio, sara' stata un colpo di fortuna boh. . .il brano chiude il bellissimo album , il testo carico di immagini che evocano tradizioni medievali e visionarieta' psichedelica, e' supportato dalla maestosita' della musica, che con forza dirompente, introduce il finale di questo viaggio musicale e sensoriale unico.


https://youtu.be/eHJ7An2CMB4?list=RDeHJ7An2CMB4

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Il mago di Floz » 04/11/2016, 16:06

Copia questo codice. :-)

Immagine
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da MrMuschiato » 04/11/2016, 17:35

Bene, così finalmente ho un motivo per ascoltarmelo tutto per bene!
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 04/11/2016, 21:49

Ok stavolta mi hai fregato tu Lamia, perchè se avevo una scelta sicura era questa :evil:
Ora forse non è il disco dei Kc che mi capita di ascoltare di piu - e forse non è nemmeno il mio preferito - ma sicuramente è il loro disco piu importante ed influente. Primo perchè è uscito, nel 69 annata miracolosa per la storia della musica, nel momento giusto per coagulare molti umori musicali che si erano formati in quegli anni (bisogna sempre ricordare che senza Beatles, Moody Blues, Procol Harum, Hendrix e Coltrane ed anche una certa dose di psichedelia un opera del genere non avrebbe visto la luce)
Ciononstante la potenza fu tale che ai contemporanei come Townsend dovette sembrare musica arcana e misteriosa, anche se il mistero piu grande per me è come diavolo fecero Fripp e soci a passare da un jazz-rock deliziosamente bislacco all oscura musica di Corte del Re Cremisi. Fu la fata buona evocata spesso da Fripp o piu prosaicamente Belzebu ci ha messo lo zampino?
C'e poco da aggiungere alla tua ottima presentazione ma mi preme evidenziare due aspetti. Il primo è sulla musica. Anche nell ultima versione del quarantennale non si può dire che la qualita sonora sia la migliore possibile, anche per il 1969. Ma questa patina vintage (dovuta alle limitazioni obiettive delle otto piste ma anche alle caratteristiche dello studio di registrazione, per cui ad es. il suono della batteria dei primi tre album non ha mai soddisfatto gli stessi musicisti), che anche le piu avanzate lavanderie digitali non sono riuscite a togliere, dona ancora piu fascino alla musica. E' un pò come gli affreschi della cappella sistina prima del restauro, certo i coloro sgargianti che oggi possiamo ammirare sono belli però quei toni brumosi di una volta avevano un loro fascino...
Secondo sui testi. Credo che qui ed in Island ci siano i migliori testi di Sinfield con i KC. Certo i due dischi di mezzo hanno le loro perle, ma anche dei momenti francamente troppo ermetici che - a mio parere - non si sposano piu bene con la musica, almeno non in questa maniera cosi perfetta. Perchè, in particolare in questo dico, Sinfiield utilizza tutta la sua arte allegorica per parlarci dell'oggi, sia esso il 1969 o il 2016. E se l uomo schizoide del 21 secolo allora era una profezia ora è la triste realtà. E lo smarrimento di I Talk to the Wind o lo sconforto che traspare da Epitaph (Il mondo è gestito da pazzi per fini folli! diceva John Lennon nel 1968) sono gli stessi che proviamo oggi. Ma non disperiamo perchè ci sarà sempre un posto libero nella danza delle marionette alla Corte del Re Cremisi.
Ho decisamente sbrodolato ma il mio voto non può essere che un 10 tondo tondo ( e si a me piace anche Moonchild, tutta tutta)

P.s. purtroppo negli ultimi tempi hanno segato molti pezzi da Youtube, tra cui diversi che avevo caricato io stesso, ma - per la precisione - va detto che I Talk to Wind è nella versione della 21st Century Schizoid band, ok piu una reunion che una tribute band però il Frippone non c'era....
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Il mago di Floz » 05/11/2016, 10:07

Io con i King Crimson ho un non-rapporto strano: conosco poco, ma allo stesso modo ho poca voglia di approfondire (per concezione musicale e del progressive, natura da finto-gruppo, sensazioni: non so). Detto ciò, due album sono molto belli: questo e Red. Di questo ho sempre adorato l'ultimo brano e alcuni passaggi strumentali di Epitaph, in particolare una ripresa di batteria.
Epocale senz'altro, immaginifico, sconvolgente; ma, per quanto detto, e considerando che io Moonchild, dopo la parte cantata, non la reggo, per me In the court of the Crimson King è un album da 7,5.
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Mick Channon » 05/11/2016, 13:16

Fino a qualche anno fa,prima del vintage rock forum, questo disco con "Trespass" dei Genesis, era l'unico del prog che conoscessi.Ora dopo aver ascoltato molto altro in ambito prog,anche grazie a molti utenti del forum,il disco dei Krimson rimane il mio preferito e la band stessa tra quelle che maggiormente apprezzo.Per il resto avete detto già tutto voi,il mio voto è 9
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

Topic author
Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Lamia » 05/11/2016, 15:03

2old, sinceramente: ti cederei volentieri la scelta di questo album,perché' penso tu abbia la 'cifra' migliore per poter definire, con l'utilizzo della parola, il suo messaggio artistico. Concordo con tutto quel che hai scritto, anche Moonchild io l'adoroooo!! Pensavo pure di metterla [smile] , solo che credo vada ascoltata nella totalità' della scoperta di questo capolavoro, cercando di addentrarsi per poter capire il movimento e il significato del brano: la fanciulla lunare che raccoglie i fiori, un'antica fontana, il sogno, il dialogo con gli alberi, la 'descrizione' (in musica) fatata di un tempo e uno spazio lontano e, forse, irraggiungibile, che aliena l'ascoltatore dalla realtà'. Un brano che messo li , cosi, in un link senza un prima e un dopo , ho pensato, forse poteva risultare poco accattivante, diciamo pure un po' noioso ( anche se la melodia e il canto sono sublimi).


Ringrazio Il Mago per la foto, grazie! [happy] . . E ottima analisi!

..Mr.Muschiato spero ti piaccia, magari se non ti va di ascoltarlo tutto, un po' di rock comunque c'è', specialmente il brano d'apertura.

Mick, grazie, son contenta! ( . .che poi io ringrazio ma non c'entro niente, tutto va ai grandi King Crimson 8-) )

Avatar utente

Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8100
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Hairless Heart » 05/11/2016, 15:07

Partenza col botto, non c'è che dire.
Sta anche tra le nostre Pietre Miliari

http://vintagerockforum.altervista.org/ ... f=43&t=275

....di cui riporto la prima frase: "praticamente come andare in comune e chiedere l'estratto di nascita del rock moderno".
Non ho bisogno di riascoltare l'album, l'ho fatto un paio di settimane fa, in preparazione al concerto di domani sera agli Arcimboldi di Milano ( [slurp] ).
A parte la seconda parte di Moonchild, invero indigesta, il resto è tutta roba di altissimo livello.
Voto 9,5.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 05/11/2016, 17:03

Grazie Lamia ma tu riesci molto meglio di me a rendere l'emozione dell ascolto. Quanto a Moonchild son contento che ti piaccia anche perché rimane sempre un brano parecchio divisivo. In un certo senso é il brano più audace ed allo stesso tempo pretenzioso dell album, perché ti costringe ad ascoltare il silenzio (per poi scoprire che il pezzo é meno monotono di quel che sembra). Si é scritto che forse erano a corto di materiale e serviva allungare un pò il brodo ma (a parte che avrebbero potuto inserire Mars o la bella cover di Donovan che gia suonavano live) ritengo che una sua funzione nella scaletta ce l'abbia rappresentando, come ben scritto, una fuga nell onirico, nell illusione che prelude ai maestosi scenari da incubo della title track.
Ora Fripp giá ha inaspettatamente rivalutato Lizard e forse sarebbe chiedere troppo che facesse lo stesso con Moonchild, però una speranziella che la riproponga in questi ultimi concerti ce l'ho. Dopotutto c'é più la sua mano in moonchild che in In the Court, che é per lo più un brano di Ian McDonald.
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da theNemesis » 07/11/2016, 9:16

Questo, a mio parere, è l'unico vero disco dei KC.
Tutti i musicisti hanno contribuito alla nascita di un'opera seminale e fondamentale per il rock a venire.
Gli album successivi, scappati via Lake, McDonald e Giles, saranno incentrati su Fripp, non dico che sia un male, ma non si può certo dire che sono i KC...
In the court può piacere o no (a me non esalta), ma è sicuramente una pietra miliare del rock moderno.
In the Court of Crimson King: voto 7,5
Dancing on time way...

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da MrMuschiato » 08/11/2016, 13:35

Sono felice della scelta di Lamia, visto che una volta per tutte mi sono ascoltato più volte e per intero questo disco. In generale il disco mi è piaciuto, anche se non tutti i brani sono di livello eccelso a mio parere. Se 21st Century, Epitaph e The court li trovo fantastici gli altri due mi sono piaciuti decisamente meno. Moonchild è molto bella, almeno la prima parte, mentre il nulla cosmico della seconda (ed interminabile) parte non mi va proprio giù. Vediamo i tre brani in questione:

I talk to the wind: l'ho ascoltata, riascoltatata, ascoltata di nuovo....e niente, la trovo decisamente noiosa. Carina la parte strumentale nel mezzo, ma strofa e ritornello (soprattutto il cantato) li trovo veramente noiosi, mi spiace.

Epitaph: è sempre una ballata, proprio come I talk to the wind, ma qui siamo ad un livello superiore: si sente l'emozione, la disperazione, il sentimento. Bellissimo pezzo, molto sentito, molto emozionale.

The court of the Crimson King: altro pezzone. Considero anche questa una ballata, perchè no, una preistorica power ballad, visto il ritornello più accentuato. Anche qui c'è tutta l'emozione e il sentimento sentiti su Epitaph.

Riguardo gli altri due brani, di Moonchild già ho parlato, mentre 21st Century Schizoid Man è un brano avanti di 25 anni, visto che dentro c'è Prog Rock, Hard Rock, Heavy Metal, Free Jazz, Prog Metal (grazie KC perchè senza di voi io a sta ora ascoltavo Albano). A mio parere uno dei brani più importanti della storia intera della musica.

Punticino a sfavore per la qualità audio: a certi questo suono vintage piace, per un amante della pulizia sonora no, e il disco è invecchiato decisamente male.

Tutto sto sermone inutile per dargli un meritato 8.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Lamia » 09/11/2016, 16:40

Mr.Muschiato, molto interessante invece la tua disamina! E' vero, "21Century Schizoid Man" e' un brano sicuramente molto piu' avanti del 1969 ( anche nel testo), concordo molto. Non l'ho volutamente postato perche' volevo porre l'attenzione anche su altri percorsi, chiamiamoli cosi, dell'intero album. Carino quel "nulla cosmico" riferito alla seconda parte di Moonchild, ha ha [smile] , e' sempre un parere da rispettare, a prescindere. Ad ogni modo mi fa molto piacere tu abbia apprezzato l'album. [happy]


Proseguo con la seconda decade, facendo una doverosa premessa: ometto Genesis ( mi costa molta fatica [smile] ), Pink Floyd ( altra faticaccia), Traffic ( . . che doloooreee) , insomma, vado dall'altra parte del Continente. Ovviamente e' una decade piena di capolavori e grandi artisti, ma uno dobbiamo scegliere.


DECADE 1970/79 - NEIL YOUNG WITH CRAZY HORSE - "ZUMA" - 1975


Cerco di scrivere qualcosa di sensato , per quanto riesca, su questo album , per me, meraviglioso, uno dei miei preferiti di Young ( anche se non conosco proprio tutta la sua discografia). Partiamo dal nome: "Zuma" secondo le cronache dovrebbe essere il diminutivo di Montezuma, l'imperatore degli Atzechi, oppure al nome della spiaggia che si trova vicina alla residenza di Neil, in California.
Il concetto che sta alla base dell'album e' il viaggio nel tempo "simbolico", attraverso il quale l'ascoltatore ( accompagnato anche da lunghe parti strumentali), viaggia attraverso i Miti Americani, attraverso la cultura e la Storia. Si rivivono le storie degli Atzechi e degli Incas, dei Pellerossa, ma anche l'arrivo dell'uomo bianco e l'inizio della tragedia sul Continente e la conseguente rovina dell'Eden. . .e' un viaggio nel passato e nel presente, dove affiorano personaggi che si incontrano, dialogano, oppure si allontanano. .

Musicalmente e' un album di folk/rock, oserei dire, che , appunto, contiene lunghe parti strumentali, belle da ascoltare, coinvolgenti, preziose, delicate, rock. . siccome sono proghettara ne deduco che questo album mi ha catturata anche per questa "caratteristica". E poi la voce di Neil, a tratti quasi stonata, ma sempre usata come strumento musicali.

La copertina e' fatta da disegni a matita che riprendono il tema: piramidi, cactus nel deserto, una donna , il mare, il sole, insomma, una grafica strana, che dipingeva quello che Young aveva in mente e che il disegnatore Mazzeo riprodusse.


Inizio con il primo brano, molto famoso, in perfetto stile Neil, che apre l'album, intitolato "Don't cry, no tears" un brano d'amore ( perche' si parla d'amore anche) che riflette una situazione sua personale, ma che, se ci si addentra , interagisce con il racconto generale.

https://youtu.be/_VrTSF-v8Vs


Il secondo brano non poteva essere che un capolavoro, giustamente considerato da tutti i fan piu' duri, uno dei pezzi piu' belli di Neil! [hearts] Lo adoro, e quando ho visto Neil Young all'Arena di Verona qualche anno fa, dico che questo pezzo lo ha tirato per piu' di 20 minuti, in un'atmosfera incantata, tutti ad ascoltare in religioso silenzio. . Il brano si riferisce a Herman Cortez, un capo alla guida dei conquistadores spagnoli, che saccheggio' e trucido' gli Atztechi.


"Cortez The Killer"

https://youtu.be/m-b76yiqO1E





Ho postato solo due brani, perche' l'album e' lungo e non voglio tediarvi troppo, Ovviamente spero che lo ascoltiate tutto, per quanto mi riguarda non c'e' un momento di noia, davvero e' un album pieno di musica, di poesia, di passione, e' come un libro che continui a leggere .. . [hearts]

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Mick Channon » 09/11/2016, 18:09

Grande Lamia!!! Disco che adoro anche io,non il mio preferito ma quasi capolavoro,come del resto molti dei dischi di Young del periodo."Cortez the Killer " suo cavallo di battaglia ,con quella intro di chitarra che per me potrebbe anche andare avanti all'infinito :D .Folk,Country,Hard Rock ma soprattutto tante ballate elettriche,fantasticho.Voto 9
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da MrMuschiato » 09/11/2016, 18:55

Il ''nulla cosmico'' era una battuta eh! :lol: :lol:
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

Topic author
Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2426
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Lamia » 11/11/2016, 15:06

. . infatti ho riso, a denti stretti, ma ho riso [smile]

Avatar utente

2Old2Rock2Young2Die
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1392
Iscritto il: 20/09/2013, 16:15

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da 2Old2Rock2Young2Die » 11/11/2016, 21:31

Buon album, ma coi Crazy Horse ne preferisco almeno altri tre (Rust never sleeps, Ragged Glory e Everybody Knows...). Però a livello sonoro è qui che si definisce quel suono potente che poi piacerà tanto ai nipotini Grunge. Il bello degli album coi Crazy Horse è la spontaneità e quel feeling da live in studio, da bbona la prima, insomma, errori e stonature comprese. Certo come chitarrista Young non ha certo un bello stile però non mi ricordo quale critico lo paragonò ad un pittore impressionista, magari il dettaglio in sè è sfocato ma nell'insieme i suoi assoli arrivano. Ai pezzi scelti da Lamia (L'epica Cortez The Killer e la ballata quasi anni 50 Don't cry, no tears) aggiungerei La cruda ma tremendamente toccante Danger Bird. Il breve outtake con Crosby,Still and Nash alla fine, di per se non eccezionale, però chiude bene l'album dopo la tirata di Cortez The Killer.
VOTO 7,5
Immagine
Clicca qui o sull'immagine per ingrandire
"But don't you think that I know that walking on the water, Won't make me a miracle man?"

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da MrMuschiato » 12/11/2016, 1:26

Mai ascoltato nulla di Neil Young, non male, un folk molto ammericano (anche se è canadese, fai finta di niente!) di piacevole ascolto. Ancora non voto, cercherò di ascoltare tutto il disco, o almeno una parte di esso.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2149
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da theNemesis » 13/11/2016, 19:13

Mai piaciuto particolarmente Neil Young, una voce nasale che trovo quasi fastidiosa e una chitarra mai ficcante e fantasiosa.
Altra cosa con i suoi compagni d'avventura musicale, Crosby, Still e Nash: quelli si mi piacevano,
Neil Young: voto 6 (alla carriera)
Dancing on time way...

Avatar utente

Il mago di Floz
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1074
Iscritto il: 11/12/2014, 15:32
Località: Provincia di Como

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da Il mago di Floz » 15/11/2016, 10:37

Di Neil Young conosco di fatto un solo album, Harvest - mi pare fosse allegato a Tv sorrisi e canzoni, quando questo usciva con in allegato le collane dei "grandi album". Harvest mi piace abbastanza, non troppo; per queste due canzoni, fondamentalmente, il concetto è lo stesso. Però almeno un 7 è più che meritato (di Cortez the killer leggo da un sacco di tempo, è stata una buona occasione per - finalmente - ascoltarla).
I can't bring you, 'cause it's just too cold; and while I'm out here digging alone, well: I'll bring you home gold nuggets in the spring.

Avatar utente

MrMuschiato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 2568
Iscritto il: 12/09/2012, 0:57
Località: Veneto

Re: Top 5 Album Decade di Lamia

Messaggio da MrMuschiato » 15/11/2016, 15:25

Ho ascoltato un altro paio di brani del disco da Youtube, un bell'album folk rock con delle belle ballate, ci sta un bel 7.
Gobelini, coboldi, elfi, eoni, la mandragora, il fico sacro, la betulla, la canfora, l'incenso, le ossa dei morti lanciate contro il nemico, i nani!

Rispondi