La Top 5 Progressive di Hairless Heart

In questa sezione ciascuno di voi può proporre una classifica di 10 brani che a vostro parere hanno contraddistinto la carriera di tutti artisti Rock.

Moderatori: Harold Barrel, Watcher, Hairless Heart, MrMuschiato


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da roberto63 » 07/09/2015, 19:52

Watcher ha scritto:
roberto63 ha scritto:L'incipit è pianoforte classico senza alcun richiamo all'hard rock.
:lol:
Sono sicuro che Hairless stesse scherzando quando parlava di hard rock e che sappia che l'intro è di pianoforte classico.
;)
Ah questo non lo so... devo dire che lo trovo piuttosto banale.
Dal tastierista dei Genesis mi aspetto qualcosa di più. ;-)
Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 8:37, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4196
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Watcher » 07/09/2015, 20:09

Banale? Per te quell'intro è banale? Suoni il pianoforte, Roberto?
Quando mi contraddico ho ragione due volte.


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da roberto63 » 07/09/2015, 20:27

No. E tu?

Accettare un giudizio diverso dal tuo è un problema?
Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 8:37, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da reallytongues » 07/09/2015, 20:51

questi sono i Genesis che più mi piacciono:
atmosfere malinconicissime, autunnali, crepuscolari ecc...
insomma non amo molto i Genesis più crudi e teatrali dei dischi precedenti, amo questi Genesis e i futuri Genesis (W&W in particolare, qualche brano lo vederei bene qui)
qui metto un 10
l'emozionante assolo, le parti pianistiche, al di là di innovazione e tecnica io sento un emozione foirtissima che spesso si è tramutata in lacrime
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Watcher
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4196
Iscritto il: 06/12/2010, 8:47

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Watcher » 07/09/2015, 20:55

Roberto, sei diventato polemico ultimamente.
Quando mi contraddico ho ragione due volte.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Harold Barrel » 07/09/2015, 20:57

Ragazzi, calma! [stop]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Hairless Heart » 07/09/2015, 20:59

roberto63 ha scritto:
Watcher ha scritto: Sono sicuro che Hairless stesse scherzando quando parlava di hard rock e che sappia che l'intro è di pianoforte classico.
;)
Ah questo non lo so...
Roba da matti....... :roll:
roberto63 ha scritto:... devo dire che lo trovo piuttosto banale.
Dal tastierista dei Genesis mi aspetto qualcosa di più. ;)
Peccato che il Banks sia dai più apprezzato anche per questo incipit. Che è apprezzato anche da gente che il piano lo suona e lo studia, anche frequentatori (o fondatori....) di questo forum.
Poi uno può anche pensarla diversamente, ovvio.
Certo che un po' meno di spocchia non guasterebbe. [spock]
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da roberto63 » 07/09/2015, 21:02

Non ho cominciato io. Sei stato tu. Rileggi quello che hai scritto. Ad ogni modo non mi sono mai permesso di criticare i giudizi altrui anche se distanti dalle mie opinioni. Perciò se per me un brano o una sua sezione come in questo caso non piacciono quanto a te, te ne farai una ragione. Buona serata.
Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 8:38, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Harold Barrel » 07/09/2015, 21:04

Ripeto: calma! [stop]
E tra qualche istante una micro-analisi tecnica dell'intro di Firth of Fifth per cercare di placare gli animi.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da roberto63 » 07/09/2015, 21:09

Hairless Heart ha scritto:
roberto63 ha scritto:
Watcher ha scritto: Sono sicuro che Hairless stesse scherzando quando parlava di hard rock e che sappia che l'intro è di pianoforte classico.
;)
Ah questo non lo so...
Roba da matti....... :roll:
roberto63 ha scritto:... devo dire che lo trovo piuttosto banale.
Dal tastierista dei Genesis mi aspetto qualcosa di più. ;)
Peccato che il Banks sia dai più apprezzato anche per questo incipit. Che è apprezzato anche da gente che il piano lo suona e lo studia, anche frequentatori (o fondatori....) di questo forum.
Poi uno può anche pensarla diversamente, ovvio.
Certo che un po' meno di spocchia non guasterebbe. [spock]
Appunto, io la penso diversamente. Perciò, è sufficiente questo, spocchia o meno.
Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 8:38, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

reallytongues
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 3852
Iscritto il: 14/12/2011, 15:49
Località: Bergamo

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da reallytongues » 07/09/2015, 21:11

Watcher ha scritto:
roberto63 ha scritto:L'incipit è pianoforte classico senza alcun richiamo all'hard rock.
:lol:
Sono sicuro che Hairless stesse scherzando quando parlava di hard rock e che sappia che l'intro è di pianoforte classico.
;)
sinceramente non ho trovato molto azzeccata questa ironica decrizione del brano
ci potrebbero essere persone che non capiscono l'ironia e che si domanderebbero:
"ma che cazz di moderatori/utenti ci sono in sto forum di svitati?" :lol:
poi dai sempre da hairless partono i casini eh
hairless sei un peperino!
con amicizia
nel continente nero paraponzi ponzi bo

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Harold Barrel » 07/09/2015, 21:51

Non credo che Paolo si faccia problemi ricevere un giudizio diverso dal suo, se motivato. Lo stesso vale per me. Per quanto mi riguarda, puoi anche dirmi che la sinfonia "Orologio" di Haydn è banale... Però poi voglio vedere cosa tiri fuori per motivare un'affermazione del genere [smile]
Il paragone tra le composizioni è imparo, ma è per rendere l'idea.

Se non erro, l'introduzione di Firth of Fifth fu composta da Anthony Banks ancora ai tempi del college all'età di 16-17 anni. (Correggetemi se sbaglio, eh!). Direi non malaccio, considerata l'età e per il fatto che a quei tempi il pianoforte fosse per il solo un hobby.

In due pagine di spartito, che ho davanti a me in questo momento, vedo 17 cambi di tempo. In ordine: 2/4, 4/4, 2/4, 13/16, 2/4, 13/16, 15/16, 2/4, 13/16, 2/4, 13/16, 2/4, 13/16, 2/4, 4/4, 2/4, 4/4, 2/4.
Parliamo ora delle tonalità: si parte in si bemolle maggiore per poi passare in si minore (con grande maestria), successivamente sol bemolle maggiore, si bemolle maggiore e infine la diesis maggiore prima di culminare nel maestoso accordo di si maggiore che dà inizio alla parte cantata.

Nonostante ben 17 spavalderie ritmiche e 5 spavalderie armoniche, il brano regge molto bene nel suo complesso e il suo ascolto è, come piace dire a me, un bel multistrato: apprezzabile anche dai "non addetti al mestiere", ricco di sorprese per che invece di musica se ne intende. Tutto fuorché banale, direi!

E adesso un aneddoto. Conservatorio di Praga, Luglio 2009: un giovane pianista di 14 anni si iscrive ai corsi internazionali di perfezionamento pianistico organizzati dal conservatorio e ha l'onore di studiare per 10 giorni con uno dei più grandi pianisti al mondo. Il programma che decide di presentare è il seguente: (reperibile QUI)
Mozart - Sonata C dur KV 545
Grieg - Albumblatt
Genesis - Firth of Fifth (Introduction)

L'ultima lezione tocca ai Genesis. Il maestro guarda lo spartito, sorride, apprezza la particolare scelta di repertorio, lo prende e lo suona a prima vista. Poi, con grande pazienza, scrive le diteggiature in tutti i punti critici (cioè circa un terzo dello spartito), scrive le dinamiche, scrive i "respiri", qualche accento.
Chi sarà mai stato, quel pianista? :lol:

Immagine


Nota da moderatore:
Roberto, se non sei sicuro dell'ironia o meno di una frase, per favore chiedi un chiarimento. Se credi invece che ci sia un'incomprensione più profonda, contatta in privato l'utente/gli utenti interessato/i. Non troverai muri. Qui nessuno vuole litigare [happy]
Ruggero, per favore, a questo punto la prossima volta mettici una bella faccina [smile]



Direi che ora possiamo passare oltre. [bye]
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da roberto63 » 07/09/2015, 22:10

@Harold Barrel

I giudizi si accettano, motivati o no. Cosa che qui per alcuni utenti è particolarmente difficoltosa se ci sono di mezzo i Genesis. Nessuno qui a parte te possiede competenze così spiccate in fatto di teoria musicale. E si per me nonostante tutti quei cambi di tempo a cui peraltro il sottoscritto è discretamente abituato, resta piuttosto banale. Preferisco restando nello stesso genere diverse intro di Keith Emerson. Ah non mi permetterei mai di paragonare Banks a qualsivoglia compositore classico.
Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 8:38, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Harold Barrel » 07/09/2015, 22:39

roberto63 ha scritto: I giudizi si accettano, motivati o no.
Direi che non sei l'unico a pensarla così, nel contesto delle classifiche:
Hairless Heart ha scritto:per quale motivo bisogna sempre ribattere quando c'è un voto negativo? Del tipo "non capisco come si possa dare un voto negativo" oppure "dovresti riascoltarla" o "approfondite la band".... Perché non accettare di buon grado i giudizi e passare oltre? Per fortuna non abbiamo tutti gli stessi gusti!

Ma qui il discorso è un po' diverso. Infatti nessuno ha contestato il tuo voto.
È stata contestata la tua dichiarazione sulla banalità, unita peraltro al dubbio sull'interpretazione ironica del post di Ruggero proposta da Paolo. Sembrava tanto una cosa "buttata lì". Fossi stato in te, l'avrei scritto direttamente nel tuo post dove assegnavi il voto al brano ;)

Oh, io qua cerco di buttarla un po' sul ridere, vi ho pure raccontato un bell'aneddoto della mia giovinezza... basta rompere! [smile] [smile]
Detto questo, direi che si può procedere con le votazioni 8-)
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

theNemesis
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2159
Iscritto il: 23/09/2013, 11:29
Località: Svizzera

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da theNemesis » 08/09/2015, 9:17

Sono anch'io un pianista, non sicuramente ai livelli di Harold, ma me la cavo. E sono in grado, lo credo fermamente senza spocchia, di comprendere se un brano può definirsi "banale" oppure no.
Il termine banale può essere applicato in varie situazioni. Un brano composto da 3 accordi e senza cambi di tempo può benissimo essere NON banale perchè trasmette sensazioni ed emozioni che ci colpiscono, mentre un brano dalla struttura complessa può annoiarci, e quindi possiamo definirlo banale.
Se però osserviamo la musica dal lato strettamente tecnico, allora il concetto di banale diventa oggettivo e, in questo caso, la intro di Firth NON può essere considerata banale.
Credo che Roberto volesse quindi esprimere un concetto soggettivo di banalità, quindi un'opinione e come tale rispettabile anche se non condivisibile, mentre Harold ha espresso un concetto tecnico di banalità, quindi non un'opinione ma un giudizio tecnico e oggettivo.

PS: ma possibile che quando si parla di Genesis scoppia sempre la discussione???? [chin] [smile] [smile]
Dancing on time way...

Avatar utente

Mick Channon
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2100
Iscritto il: 19/09/2012, 15:35

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Mick Channon » 08/09/2015, 9:54

Dopo questo vivace scambio di opinioni,arrivo ii con il mio "banale" voto :D. 8
Tutti sognano di tornare bambini,anche i peggiori fra noi.Forse i peggiori lo sognano più di tutti.


roberto63
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 1347
Iscritto il: 07/03/2013, 16:23
Località: Savona

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da roberto63 » 08/09/2015, 11:25

Dopo 40 anni di ascolti credo di essere in grado di distinguere un Richard Clayderman da un compositore classico.

Non posso farci nulla se altri non conoscono, non ascoltano, non sono incuriositi o interessati da altri tipi di musica diversa da quella prettamente europea o meglio eurocentrica.

Qui dentro, c'è da parte di qualcuno una sorta di venerazione per i Genesis. Liberissimi i soggetti in questione di coltivare tale amore. Non sono certo io a mettere in discussione simile afflato.
Però, questo è il forum rock vintage e non il Genesis fan club, pertanto sono ammesse opinioni differenti dalla retorica ufficiale.
Ultima modifica di roberto63 il 09/09/2015, 8:39, modificato 1 volta in totale.
Teorema di Stockmayer:
Se sembra facile, è dura.
Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.

Avatar utente

Harold Barrel
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2331
Iscritto il: 03/12/2010, 15:43
Località: Udine
Contatta:

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Harold Barrel » 08/09/2015, 11:55

E adesso, non per limitare la libertà di espressione degli utenti, ma per rispetto delle regole di buon senso che tutti sul forum rispettiamo, faccio notare che siamo finiti OFF-TOPIC. L'OT si conclude con quest'ultimo messaggio di Roberto. Se qualcuno vuole discutere sulla banalità in musica (argomento non da poco), apra una nuova discussione.

Chi vuole votare Firth of Fifth, voti. Altrimenti si procede con il prossimo brano.
Spero di essere stato chiaro anch'io.
« La vita è la palingenetica obliterazione dell’io trascendentale che s’infutura nell’archetipo prototipo dell’autocoscienza cosmica. »

Ettore Petrolini

Avatar utente

Topic author
Hairless Heart
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 8112
Iscritto il: 18/12/2010, 15:12
Località: Veneto

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Hairless Heart » 08/09/2015, 12:51

Per quanto mi riguarda questo topic termina qui, una top3 anziché una top5.
Chi vuol votare ancora ha facoltà di farlo, poi avanti il prossimo.
Siamo figli delle stelle
pronipoti di sua maestà Den Harrow

Avatar utente

Lamia
Vintage Rocker
Vintage Rocker
Messaggi: 2428
Iscritto il: 11/01/2014, 14:55

Re: La Top 5 Progressive di Hairless Heart

Messaggio da Lamia » 08/09/2015, 15:00

. . e perche'? eh, no, Hairless, non e' giusto, e' contro il regolamento , 5 debbono essere le scelte, e poi suvvia .. un po' di pepe non guasta , succede , che sara' mai? Penso che tutti siamo discutibili, Genesis compresi , nessuno ha offeso nessuno, si parla di musica , forza non mollare!

p.s. hey Harold, che bello l'aneddoto wow!

Rispondi