Pagina 2 di 2

Re: I tre dischi

Inviato: 29/12/2012, 1:31
da MrMuschiato
Recuperiamo 3d morti da quasi un anno girando a caso per il Forum...

1. Deep Purple - Made in Japan

Il mio gruppo preferito in uno dei live più grandi di sempre. Semplice.

2. Dream Theater - Scenes from a Memory

Guardare il topic 'Quali dischi quest'anno', li è spiegato bene

3. Kansas - Two for the Show

Manca la mia preferita dei Kansas, ma per il resto questo live racchiude veramente il meglio della Prog band americana.

Re: I tre dischi

Inviato: 27/12/2019, 18:44
da Lorenzo Mentasti
"The wall" (1979) - Pink Floyd
"Rubber soul" (1965) - The Beatles
"Aftermath" (1966) - The Rolling Stones

Re: I tre dischi

Inviato: 02/01/2020, 10:19
da aorlansky60
Tre titoli solamente è micidiale e crudele come domanda (negli anni 70 la storia che girava era quella dei "10 dischi che ti porteresti sull'isola deserta" che lasciava più spazio a scelte), comunque ci provo :

1) SGT PEPPER LONELY HEARTS CLUB BAND
2) LARKS TONGUES IN ASPIC
3) MOROCCAN'ROLL

perchè?

1) perchè un Lp della rock band che più di altre ha contribuito a CAMBIARE PER SEMPRE i connotati della musica popolare del XXmo secolo ci deve essere, e per me quello che ho indicato è la loro massima vetta artistica assoluta.

2) perchè questo è uno stupefacente e straordinario esempio di "far musica" in chiave contemporanea (non solo rock, si ascolti per questo la "take one" che dà il titolo all'album); per chi entra in sintonia con questa musica, un album pienamente riuscito dall'inizio alla fine dei suoi solchi, sempre ad altissimo livello espressivo e tecnicamente altrettanto all'altezza. Per me, da collocare ai massimi vertici espressivi del periodo.

3) misconosciuto titolo per una altrettanto poco conosciuta fusion band degli anni 70/80 (qual'erano i BRAND X) caratterizzato da mostruosa tecnica esecutiva (per coesione di insieme oltre che per capacità individuale dei singoli membri componenti, tra i quali figurava un certo Phil Collins...) in relazione ad altrettanto mirabile capacità inventiva capace di volare in ALTO ben oltre il pop convenzionale.